Dal bon ton al burlesque: le calze, accessorio glamour dell’anno nascente

in Cultura/La Grande Bellezza

‘’Con l’arrivo dell’Epifania tutte le feste vanno via.’’ Così recita un antico detto popolare, spesso ripetuto nei giorni appena passati che hanno visto concludersi queste festività con l’immancabile calza ricca di doni e dolciumi. Ma, ahimé, tra poche ore anche la famigerata calza della befana sarà solo un ‘’dolce’’ ricordo, ma per nostra fortuna ne rimarrà il trend. Collant, parigine, di pizzo, a rete, leggins, le calze sono l’accessorio indispensabile per questo inverno 2016.

Generalmente si tende a pensare che le origini delle calze siano piuttosto recenti. In realtà, sono stati ritrovati frammenti di calze lavorate a maglia nelle tombe dei faraoni, mentre, gli antichi romani avvolgevano le gambe con fasce di tela o lana. Ad indossarle ,però,nei secoli precedenti, erano esclusivamente gli uomini. Ma nel momento in cui alle donne fu concesso di scoprire le gambe, divennero simbolo di lusso.

Poiché realizzate in seta, in principio erano un lusso concesso a poche , fino a quando negli anni trenta con l’invenzione del nylon, la cosiddetta seta artificiale, divennero accessibili ad una più larga fascia di popolazione.  Oggi giorno , molteplici case di moda le ripropongono di diverso genere.

Tra le calze di tendenza , le parigine sono tra le più amate. Regalano a chiunque le indossi un’aria sbarazzina ma allo stesso tempo molto sexy. Richiedono una grande attenzione nell’indossarle. E’ importante abbinarle correttamente ,con minigonne e pantaloncini molto corti e le gambe devono essere naturalmente in forma perfetta.

Realizzate anche in lana o in cashmere per i periodi dell’anno più freddi,esse sono simbolo di un look collegiale fresco e sexy. Sono un modello adatto per le più giovani e gli esperti consigliano di evitare tacchi troppo alti per non scivolare nel volgare. Già da qualche mese abbiamo visto il grande ritorno delle calze a rete.

Rese famose dalle ballerine di can can del celebre Moulin Rouge di Parigi e simbolo di una femminilità troppo ostentata, tornano oggi di moda pronte per essere il capo più in voga del 2016. Complice il ritorno del burlesque , le fishnet tights saranno l’accessorio di innovazione-retrò del nostro guardaroba. Con le giuste accortezze può dare alla nostra mise , un tocco di eleganza e bon ton. Il segreto è indossarle con gonne più lunghe e stivali sopra le ginocchia per non rischiare di apparire come Madonna in perfetto stile ‘’Like a Virgin’’.

In molte trascurano l’importanza della calza, in grado ,invece,di rivoluzionare un intero outfit. Ne sono un chiaro esempio le ragazze inglesi, famose ormai in tutte Europa per non indossare nulla persino nei periodi più freddi. Altre, invece, ne fanno addirittura una questione di buongusto.

Il bon ton vuole che una signora elegante debba indossare sempre i collant, anche in estate e nelle occasioni formali. Ne esistono oggi talmente sottili da essere quasi invisibili. Sicuramente nella bella stagione si potrà benissimo farne a meno, di giorno o di sera. Ma ad un ricevimento o ad un matrimonio è certamente più raffinato indossarle. Lezioni di bon-ton che consigliamo vivamente  alle british girls, convinte che ‘’ Chi bella vuol apparire , qualche pena deve soffrire’’.

Il problema è che la bellezza è discutibile, mentre il raffreddore è certo.

Nata sotto il segno dei Gemelli, classe 1988. Giornalista appassionata di scrittura, arte, viaggi, fotografia e tanto altro, ha un interesse smisurato per la storia antica e la mitologia. Adora la musica classica e ha studiato pianoforte fin dall’infanzia ma solo in una fase più matura si è dedicata allo studio della chitarra da autodidatta.. I film e la letteratura francese sono i suoi migliori alleati contro la noia ma anche l’ossessione per le series di genere storico e post-apocalittici. Ha un gran senso dell’humor, poco velato e abbondantemente cinico che, spesso e volentieri, mette in gioco per torturare i suoi interlocutori. Presidente di Metis Factory, associazione operante nel settore della cultura, dell’informazione, del giornalismo e dell’editoria. Editore e co-fondatrice di Metis Magazine, mensile di attualità, cultura e approfondimento; capo redattore de ”La Grande Bellezza” presso ilMetapontino.it, rubrica storico-culturale sulla bellezza di ieri e di oggi. Ha collaborato con Radio Raptus come speaker radiofonico per ”Le Breaking News di Metis Magazine”.