Tavolo trasparenza nucleare. Le associazioni: “non è regolarmente convocato”

in Cronaca

Tavolo trasparenza nucleare. Le associazioni: “non è regolarmente convocato”. Se non lo convoca con regolarità la Regione lo facciano i comuni interessati”. La Basilicata, secondo i dati ISIN (Ispettorato Nazionale per la Sicurezza Nucleare e la Radioprotezione), ha aumentato  +296 metri cubi le scorie prodotte, posizionandosi alla quarta posizione su scala nazionale dietro a Lazio, Piemonte e Lombardia.

 

“Sono diversi anni che la cadenza del tavolo della trasparenza regionale sul nucleare in Basilicata non è regolare dopo la sua istituzione dopo il 2003, un tavolo che ribadiamo in altre regioni è regolarmente convocato, le finalità del tavolo dovrebbe riguardare oltre il sito di Trisaia tutta la gestione di ogni attività di rilievo nel settore della salute e dell’ambiente dal nucleare nella nostra regione. Qualora non lo faccia la regione Basilicata con l‘assessore all’ambiente nei comuni interessati, invitiamo i sindaci di Nova Siri, Rotondella, Policoro a convocarlo nelle sedi comunali invitando tutti gli attori dei dipartimenti ambiente della regione Basilicata oltre ad Arpab, Enea, Sogin e ovviamente la comunità interessata. E’ quanto riportato in una nota congiunta diffusa in queste ore dalle associazioni No Scorie Trisaia e Mediterraneo No Triv”.

 

Rifiuti Nucleari in Basilicata +296 metri cubi

Ultimi articoli in Cronaca

Torna su