Borseggiatori in azione nei locali del Metapontino

in Cronaca

Borseggiatori in azione nei locali del Metapontino. L’ultimo episodio si è registrato in un ristorante di Scanzano Jonico. “Teatrale” la messa in scena del borseggiatore: 200 euro il bottino sottratto.

Entra nel locale e saluta tutti come se realmente conoscesse tutti. Chiede una birra al bancone, poi si sposta in sala dove sosta qualche minuto, punta la vittima, ruba (in questo caso la borsa) e poi in un attimo si dilegua e sale a bordo dell’auto del complice che lo attende fuori.

È la tecnica usata, negli ultimi tempi anche nel Metapontino, per rubare oggetti preziosi nei locali affollati della zona. L’ultimo episodio è accaduto ieri sera a Scanzano, l’uomo di mezza età è entrato in azione dopo le 21:00 recitando alla perfezione il ruolo del cliente abituale, ha preso la borsa di una turista ed è fuggito.

Dalle ricostruzioni disponibili, l’uomo ha accento italiano con inflessione napoletana.

Ad indagare sul caso gli agenti di polizia del commissariato di Policoro. Sicuramente utili alle indagini le testimonianze di chi ha visto in viso il malfattore.

Nel periodo estivo il Metapontino si popola di turisti attratti dalle bellezze naturali, dal mare e dalle spiagge, tuttavia c’è chi approfitta della “folla” per compiere gesti come quello descritto. Pertanto è opportuno alzare sempre i livelli di guardia, sorvegliare gli oggetti preziosi, borse, telefoni, marsupi,  perché chi ha cattive intenzioni è molto abile a mimetizzarsi e agire con scaltrezza ai danni degli altri.

Segui ilMet su Facebook

 

 

 

 

La foto non si riferisce al fatto descritto nell’articolo [fonte]