Scanzano Jonico: rapina a mano armata al Mood

in Cronaca

Scanzano Jonico: rapina a mano armata al Mood. Il rapinatore si è presentato intorno alle 23 di sabato 15 Gennaio e si è fatto consegnare l’incasso. Con il titolare, in quei momenti assurdi,  la moglie e la figlia piccola di un anno e mezzo

Erano le 23:00 e nel locale, situato in via Togliatti,  erano presenti il proprietario Nicola Urgo, con la moglie e la figlioletta di un anno e mezzo che – proprio nel momento in cui il rapinatore è entrato nell‘esercizio commerciale e ha minacciato il proprietario –  si dirigeva verso il padre. Attimi di terrore quelli vissuti dai coniugi Nicola e Giuditta. Sembrava un sabato tranquillo, quello che tipicamente si trascorre nel locale, un luogo noto e molto apprezzato in zona, anche per l’atmosfera serena tipica di quel bistrot.
Sono in corso i rilievi da parte della polizia, le indagini sono aperte a tutte le ipotesi e sotto la lente degli agenti anche episodi accaduti nei giorni scorsi  a Scanzano Jonico.

Quanto all’identikit, l’uomo pare fosse sulla ventina/venticinque anni. Accento italiano, con intercalare tipico di Scanzano Jonico. In quei momenti, nel locale, non c’erano avventori.

Aveva la mascherina chirurgica di colore viola e un cappuccio. Occhi scoperti. Aveva con se una pistola. “Non sembrava lucido”.
Pochi istanti dopo essersi rapidamente dileguato nel buio con la refurtiva, circa 400 euro, alcuni testimoni hanno visto una utilitaria allontanarsi velocemente.
All’esame degli investigatori inoltre le immagini delle telecamere di sicurezza. Affranto il proprietario per quanto accaduto in presenza della moglie e della piccola. Sembrava terminata bene la settimana per la città di Scanzano Jonico, ieri infatti la bella notizia riguardante l’ipotesi di istituire un corso di studi “superiore” in città e sempre ieri a rovinare tutto, in serata, la notizia della rapina che purtroppo non è l’unico episodio di questo genere accaduto nelle ultime settimane nel centro jonico.

 

Modifica alle 12:08 del 16 Gennaio 2022

Ultimi articoli in Cronaca

Torna su