Basilicata, è di un paziente pugliese il tampone positivo del 15 Marzo 2020

in Cronaca

Il laboratorio dell’ospedale San Carlo di Potenza ha analizzato ieri in tarda serata 12 tamponi. Di questi uno è risultato positivo al Covid 19. Si tratta di un cittadino pugliese, che a seguito della chiusura dell’ospedale di Altamura, per protocollo, è stato controllato dai sanitari del Madonna delle Grazie di Matera, l’ospedale più vicino. Il paziente è in Puglia dove segue le procedure previste. Gli altri undici tamponi, tutti negativi, sono stati eseguiti su cittadini lucani. Lo ha precisato questa mattina (16Marzo2020) la task force regionale.

Nel resto d’Italia sono arrivate a 1.809 le vittime del coronavirus. In un solo giorno c’è stato un aumento di 368 morti. Sabato l’aumento era stato di 175. Sono 2.335 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il virus, 369 in più di ieri. Superati i 20 mila malati: sono complessivamente 20.603, con un incremento rispetto a sabato di 2.853, mentre il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 27.747. Il dato è stato fornito dal commissario per l’emergenza Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione Civile, ieri 15 Marzo 2020.

La possibilità che il virus si trasmetta attraverso oggetti «è altamente improbabile», lo ha detto invece Silvio Brusaferro,

presidente dell’Istituto superiore di sanità
«è una possibilità che non possiamo escludere ma che è altamente improbabile». Brusaferro ha inoltre sottolineato che il problema è quello di «garantire sempre un’igiene adeguata» delle mani e delle superfici.
Accanto ad un’igiene personale è importante igiene dell’ambiente: in alcuni luoghi privati possiamo farlo in maniera sistematica, in altri pubblici un po’ meno e allora la miglior prevenzione è di lavarci le mani in maniera corretta».
L’utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone, per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75% o a base di cloro all’1% (candeggina).

«Ricorda – sottolinea l’Iss nel suo sito informativo sul virus – di disinfettare sempre gli oggetti che usi frequentemente (il tuo telefono cellulare, gli auricolari o un microfono) con un panno inumidito con prodotti a base di alcol o candeggina (tenendo conto delle indicazioni fornite dal produttore)».

Ultimi articoli in Cronaca

Torna su