Tromba d’aria a Lauria, il presidente Bardi visita i feriti al San Carlo

in Cronaca

Donna di 28 anni ricoverata in rianimazione in condizioni molto gravi

Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha fatto visita questa mattina, presso l’Ospedale San Carlo di Potenza, alle persone rimaste ferite ieri a Lauria a seguito del crollo del tetto del PalaAlberti.

Accompagnato dal direttore sanitario di presidio, dottoressa Angela Bellettieri, Bardi ha incontrato i genitori della donna di 28 anni ricoverata in rianimazione in condizioni molto gravi.  A loro il presidente della Regione ha portato i sentimenti di vicinanza della comunità lucana ed ha garantito la massima disponibilità ed attenzione della Regione per qualsiasi necessità. Subito dopo, per avere un quadro completo delle condizioni della donna, il presidente Bardi ha incontrato i direttori delle unità operative di anestesia – rianimazione e neurochirurgia, dott. Libero Mileti e dott. Giovanni Vitale. Al termine del colloquio il presidente Bardi ha rivolto loro l’invito a diramare bollettini medici aggiornati sulle condizioni della donna.

Il presidente Bardi si è poi spostato presso i reparti di neurochirurgia e di otorinolaringoiatria, dove sono ricoverate le altre tre persone rimaste lievemente ferite. Dialogando con loro e con i loro familiari, Bardi ha voluto ricostruire quei momenti drammatici che la comunità lauriota si è trovata a vivere nella giornata di ieri.

“Per la donna in gravi condizioni ci aggrappiamo a tutte le speranze – ha detto il Presidente Bardi commentando con i giornalisti l’esito della visita.  Mi ha molto colpito l’impegno e la professionalità dei medici che la stanno seguendo ed ho la certezza assoluta che stanno facendo di tutto per far sì che la situazione si possa stabilizzare. Un plauso va anche ai soccorritori che ieri sono stati tempestivi ed efficaci. Ho sentito il Prefetto e il sindaco di Lauria – ha aggiunto Bardi. Ho anche avuto una interlocuzione con il Capo Dipartimento della Protezione Civile – Borrelli. In queste ore nostri tecnici della Protezione Civile e del Dipartimento Infrastrutture sono sul posto per quantificare i danni e per valutare quali azioni mettere in campo”.