Archivio categoria

Politica - page 6

Pista Mattei: “via libera”. Ad annunciarlo il consigliere regionale Rocco Fuina

in Politica

Pista Mattei: “via libera”. Ad annunciarlo il consigliere regionale Rocco Fuina: un trionfo per lo Sviluppo della Basilicata

Il capogruppo in Consiglio Regionale della Lega, Rocco Fuina, ha annunciato con soddisfazione lo scioglimento dell’ultimo nodo burocratico da parte della Regione Basilicata riguardante il non assoggettamento alla VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) dei lavori appaltati della Pista Mattei di Pisticci. Questo atto ha aperto la strada al completamento dei lavori per la messa in esercizio dell’aeroporto. I lavori consisteranno nell’adeguamento della pista ai sistemi di volo attuali consentendo anche il volo notturno. Un lavoro straordinario per l’intera Regione in sinergia con il Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Matera, a guida Fuina, che ha permesso di superare, in 4 anni, tutte le sfide e le difficoltà tecniche e burocratiche che hanno caratterizzato il percorso per la realizzazione di questa fondamentale infrastruttura.

Fuina ha costantemente perseguito l’obiettivo della realizzazione della Pista Mattei sin dall’inizio del suo mandato come amministratore del Consorzio. “Questa è una giornata storica per la Basilicata. L’approvazione finale rappresenta il coronamento di anni di impegno e dedizione per rendere fruibile la Pista Mattei, un progetto che ora diventa una realtà concreta per tutti i lucani. Un ringraziamento particolare va fatto al R.U.P. del progetto Antonio Castelluccio assieme a tutta l’area tecnica del Consorzio ASI e ai diversi dipartimenti della Regione Basilicata che hanno lavorato sinergicamente per il raggiungimento di questo importante obiettivo” – dichiara Fuina.

Il Coordinatore Regionale della Lega, Senatore Pasquale Pepe, ha elogiato il successo come un passo significativo per la Regione, sottolineando l’importanza dell’impegno di Fuina e del gruppo Lega in consiglio. “Questa – afferma Pepe – è una vittoria che riflette gli sforzi di chi ha creduto in questo progetto. La Lega è orgogliosa di vedere i frutti di anni di lavoro riconosciuti ufficialmente”.

L’opera, considerata strategica per lo sviluppo dell’area industriale della Val Basento e del turismo, promette di valorizzare e potenziare le infrastrutture del territorio. La Pista Mattei sarà il primo aeroporto completamente lucano nella storia della Basilicata.

L’Amministratore Unico del Consorzio per lo Sviluppo Industriale, Giovanni Quinto, ha espresso la sua soddisfazione per il raggiungimento di questo importante traguardo. “La conclusione dei lavori sulla Pista Mattei segna un capitolo fondamentale per il progresso industriale e economico della Basilicata. Questo progetto contribuirà a definire una nuova era per la nostra regione, grazie anche all’impegno del Presidente Bardi per avere fortemente creduto nell’importanza strategica dell’aeroporto Mattei per tutta la Regione Basilicata”.

Il completamento della Pista Mattei rappresenta un investimento nel futuro della Basilicata, proiettando la Regione come centro di sviluppo industriale, logistico e turistico del mediterraneo, al servizio della comunità lucana.

Fonte comunicato stampa Ufficio Stampa consigliere regionale Rocco Fuina

Ligorio (Azione): Si ascoltino i pensionati CISL sui fondi PO Fse 2021/2027

in Politica

Ligorio (Azione): Si ascoltino i pensionati CISL sui fondi PO Fse 2021/2027

“Come già ribadito nel recente passato, è necessario indirizzare risorse ai programmi che riguardano l’invecchiamento attivo nelle nostre comunità. Bene hanno fatto i pensionati lucani aderenti alla Cisl, attraverso il loro rappresentante Amatulli, a chiedere di investire risorse provenienti dal PO Fse 2021/2027 anche a progetti che riguardano l’invecchiamento attivo per dar dignità ed attenzioni alle classi deboli, ai nostri anziani. In particolare, come già ribadito in altre occasioni, si concentrino e si renda operativa la legge regionale 29/2017, voluta dal governo Pittella, per far fronte ad azioni che possano rendere agli anziani lucani le giuste attenzioni e permettere loro di affrontare il futuro in maniera dignitosa, evitando così il loro isolamento e l’emarginazione sociale. D’altronde i dati che il Censis ci offre parlano chiaro: gli anziani in Italia sono il 24,1%, nel 2050 saranno oltre 4 milioni. Nella nostra regione nel 2030 saranno il 30%. Solo una politica miope non può mettere in agenda una questione ineludibile come questa; il fabbisogno assistenziale sanitario e psicologico dei nostri anziani. Bene quindi la richiesta della FNP Cisl in merito a ciò, per noi di Azione è già un punto inserito nel nostro programma di governo per la Basilicata e che presenteremo agli elettori lucani”.

Regione Basilicata: “Dopo il gas anche la bolletta dell’acqua sarà più leggera”

in Politica

Regione Basilicata: “Dopo il gas anche la bolletta dell’acqua sarà più leggera”. Via libera alla realizzazione di impianti fotovoltaici da 50 megawatt

 

Latronico: “Dopo il bonus gas e il bando non metanizzati, adesso tocca all’acqua”

L’assessore all’Ambiente annuncia il via libera alla realizzazione di impianti fotovoltaici da 50 megawatt, che copriranno i due terzi dei consumi energetici del servizio idrico. Grazie all’abbattimento dei costi di AL sarà possibile ridurre la bolletta dell’acqua alle famiglie lucane

 

“Con la delibera di indirizzo approvata in giunta regionale, abbiamo dato il via libera alla realizzazione di impianti fotovoltaici da 50 megawatt che a regime andranno a coprire i due terzi dei consumi energetici del servizio idrico lucano. Quando questi impianti saranno realizzati, insieme a quelli già in fase di esecuzione da parte di Acquedotto Lucano, avremo un abbattimento del 90% delle emissioni di Co2 e potremo avere il sistema idrico integrato più ‘sostenibile’ d’Italia. Con i soldi del petrolio stiamo facendo la vera transizione energetica. E questa volta la transizione energetica comporta anche un vantaggio per i cittadini: abbattendo i costi energetici di Acquedotto lucano, potremo garantire un risparmio notevole in bolletta a tutte le famiglie lucane con Isee inferiore a 30.000 euro, stiamo parlando di 70.000 nuclei familiari residenti in Basilicata. Dopo il bonus gas e il bando non metanizzati, adesso tocca all’acqua. E un domani, se il governo accoglierà la nostra proposta sulle compensazioni ambientali anche per gli impianti da energia rinnovabile, potremo dare un beneficio anche nella bolletta della luce. Le risorse del territorio lucano devono essere a vantaggio dei lucani”. È quanto dichiara l’assessore all’Ambiente, Territorio ed Energia della Regione Basilicata, Cosimo Latronico.

 

[Foto archivio, non si riferisce al fatto descritto nel comunicato stampa]

Consiglio provinciale di Matera: tre liste in campo

in Politica

Consiglio provinciale di Matera: tre liste in campo. Il rinnovo avverrà il 20 Dicembre. Il muovo consiglio resterà in carica due anni.

 

Tre liste si contenderanno i dieci seggi del Consiglio provinciale di Matera, al rinnovo il prossimo 20 dicembre
“Provincia Unita”, “Insieme per la Provincia di Matera” e “Provincia Civica”. Sono i nomi delle tre liste presentate all’ufficio elettorale di via Ridola per il rinnovo del Consiglio provinciale, in programma il 20 dicembre dalle 8 alle 20.
I candidati di “Provincia Unita” sono: Carmine Alba, Filomena Bucello, Valentina Celsi, Giovanni Desantis, Pasquale Doria, Francesco Mancini, Emanuele Pilato, Concettina Sarlo, Cinzia Scarciolla e Pasquale Sodo.
Insieme per la Provincia” si affida a Giuseppina Cirigliano, Pancrazio Centola, Silvana Pedatella, Carlo Ruben Stigliano, Leonardo Rocco Tauro.
Provincia Civica” candida invece Nunzio Gallotta, Nunzio Carriero, Giuseppe Maiuri, Nicola Domenico Verde, Maria Francesca Santagata e Carmen Tufaro.

Va ricordato che il corpo elettorale è composto da sindaci e consiglieri comunali dei 31 paesi della provincia: gli aventi diritto al voto sono 404 e potranno esprimere una sola preferenza.

Lo scrutinio sarà effettuato dopo la chiusura del seggio, una volta espletate le formalità di rito, e nel computo sarà applicato il principio del voto ponderato, con i comuni suddivisi in 5 fasce a seconda della popolazione. Per i centri fino a 3mila abitanti (scheda di colore azzurro) il voto di ogni elettore, applicando il codice di ponderazione, vale 62; fino a 5mila (scheda arancione), invece, il valore sale a 176; per i comuni inseriti nella fascia fino a 10mila abitanti (scheda grigia) il valore è di 290; fino a 30mila abitanti (scheda rossa) ciascun voto vale 475 e, infine, fino a 100mila abitanti (scheda verde) il voto ponderato è pari a 945 per ogni preferenza espressa.
Il nuovo Consiglio durerà in carica due anni.

Dimensionamento scolastico: Marrese replica a Cariello

in Politica

Dimensionamento scolastico: Marrese replica a Cariello.

Il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese risponde al sindaco di Scanzano Jonico, Pasquale Cariello, sul dimensionamento scolastico: “E’ una battaglia che deve accomunare tutti senza campanilismo”.
Lavorare nell’ottica della tutela del territorio ed evitare di fomentare il campanilismo. E’ la sintesi dell’intervento del presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, che ha risposto al sindaco di Scanzano Jonico, Pasquale Cariello, sul tema del dimensionamento scolastico.
“Sin dal primo giorno – ha ricordato Marrese – non solo abbiamo manifestato netta contrarietà ai contenuti del decreto del Governo che prevede il taglio delle autonomie scolastiche, ma anche chiesto l’aumento del numero delle dirigenze per la nostra provincia.
Spero che in futuro Cariello partecipi in prima persona agli incontri su questo tema, anziché delegare altre figure del suo Comune, e che sostenga insieme al sottoscritto e a tutti gli altri sindaci la necessità di aumentare il numero di assegnazione delle direzioni, evitando di mettere i territori uno contro l’altro. Io credo, infatti, che ai rappresentanti istituzionali tocchi l’impegno di avviare una discussione sul territorio e non di fomentare le divisioni. Auspico, inoltre, che il sindaco di Scanzano Jonico si spenda per contribuire a convincere la Regione Basilicata a difendere il territorio, così come hanno fatto altre regioni del Sud Italia”.
Infine, Marrese ha nuovamente chiesto alla Regione Basilicata di sostenere la proposta sulla perequazione.
“In alcune regioni c’è una maggiore disponibilità di dirigenze rispetto alle richieste, mentre noi abbiamo il problema opposto. Siccome la legge prevede una perequazione chiediamo che le dirigenze non utilizzate da alcune regioni possano essere assegnate alla Basilicata e, in particolare, alla provincia di Matera.
Ritengo questo un ragionamento politico lungimirante. Per questo chiedo a Cariello di sostenerlo perché, se applicato, tutelerebbe il suo territorio e quelli limitrofi”.

 

Dimensionamento scolastico: il Sindaco Cariello dice No allo scippo dell’autonomia scolastica a Scanzano

 

Dimensionamento scolastico: il Sindaco Cariello dice No allo scippo dell’autonomia scolastica a Scanzano

in Politica

Dimensionamento scolastico: il Sindaco Cariello: “No allo scippo dell’autonomia scolastica a Scanzano”

“Dopo l’incontro di ieri, tenutosi in Provincia, sulla questione del dimensionamento scolastico, vogliamo ribadire con forza il nostro impegno per preservare l’autonomia della presidenza scolastica a Scanzano. Sono emersi, infatti, tentativi di scippo in favore di altri comuni, in particolare di Montalbano, che minacciano la centralità di Scanzano in questo ambito. Nonostante gli elogi e gli impegni assunti in passato dal Presidente della Provincia, Piero Marrese, a favore della nostra comunità, oggi ci troviamo di fronte a fatti che penalizzano i nostri cittadini.

Siamo pronti a intraprendere azioni decise per impedire questo scippo. In caso di accorpamento forzato siamo determinati a protestare attivamente, anche attraverso azioni simboliche come l’incatenamento sotto la sede della Provincia, per rivendicare la dignità e l’importanza della nostra comunità. Scanzano ha già sofferto in passato di una rappresentazione negativa sui media locali e nazionali, ora è il momento del riscatto.
Siamo fermi nella nostra posizione: no allo scippo della presidenza scolastica a Scanzano. Annunciamo una battaglia ferma e decisa per i diritti educativi e la dignità della nostra comunità”.

Lo dichiara in una nota il Sindaco di Scanzano Jonico, Pasquale Cariello.

 

Dimensionamento scolastico. Marrese: no ai parametri del DM 127-23

Dimensionamento scolastico. Marrese: no ai parametri del DM 127-23

in Politica

Dimensionamento scolastico. Marrese: no ai parametri del DM 127-23. Si accrescerebbero i divari territoriali, con conseguenze più gravi sulle aree interne e a minore densità demografica

Dimensionamento scolastico, il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, ribadisce il “no all’applicazione dei parametri previsti dal DM 127-23: penalizzano la Basilicata più delle altre regioni”
Nella sala consiliare della Provincia di Matera il presidente Piero Marrese ha incontrato il mondo della scuola e i sindaci per affrontare il tema del dimensionamento scolastico e predisporre una strategia comune, utile ad assicurare il diritto allo studio.
Nel corso dell’incontro, molto partecipato e dibattuto, praticamente all’unanimità è stato sottolineato come il territorio lucano in generale, e quello del materano in particolare, verrebbero penalizzati più di altri qualora dovesse applicarsi il criterio del dimensionamento previsto dal decreto ministeriale 127-23 con una contrazione di 26 autonomie scolastiche: troppe per una regione che sconta anche problematiche di altro tipo che vanno ad interessare il mondo della scuola.
“La riunione operativa – ha spiegato Marrese – si è resa necessaria per dare rilievo delle criticità esistenti, nell’ottica di rinvenire soluzioni concrete, prendere i provvedimenti opportuni e analizzare le prospettive future.
Le richieste dei territori che dicono “NO” all’applicazione dei parametri governativi, sono legittime in quanto con l’applicazione del DM 127_23 si accrescerebbero i divari territoriali, con conseguenze più gravi sulle aree interne e a minore densità demografica. Inoltre la stessa funzionalità ed assetto delle scuole ne risentirebbe. Si tratta di centri che in regione sono presenti in gran numero e che vedrebbero depauperata la presenza dell’istituzione scolastica che spesso è anche il presupposto per la persistenza di tanti servizi.
In buona sostanza, il dimensionamento applicato con i criteri di cui al DM 127-23 sarebbe un’ingiusta penalizzazione per la nostra provincia e la regione tutta: non possiamo accettare diktat di questo tipo e chiediamo dialogo con l’obiettivo di coinvolgere maggiormente il territorio, che non può subire decisioni dall’alto senza neanche essere ascoltato.
Su questo, come su altri temi, dobbiamo essere determinati e uniti perché solo con la sinergia si possono evitare danni a un territorio che già sconta tantissime problematiche ad iniziare dallo spopolamento. Fenomeno che potrebbe essere accentuato qualora si arrivasse all’effettiva contrazione delle autonomie scolastiche”.

Riapre la sede di Scanzano Rinasce

in Politica

Riapre la sede di Scanzano Rinasce. Ad annunciarlo è il sindaco di Scanzano Jonico, Pasquale Cariello. Nei prossimi giorni nuova inaugurazione.

Riapre la sede del gruppo Scanzano Rinasce, un punto d’incontro per la costruzione di un laboratorio politico che porti la nostra città nel futuro

Dopo la vittoria delle elezioni amministrative 2023, riapre la sede del gruppo Scanzano Rinasce, che nei prossimi giorni sarà nuovamente inaugurata, sempre al centro della cittadina jonica: “uno spazio fisico, per la costruzione di un laboratorio politico, che si occuperà di analizzare e mettere a confronto le tante idee della cittadinanza sulle tematiche che riguardano la nostra comunità”, dichiara il Sindaco di Scanzano Jonico Pasquale Cariello, promotore dell’iniziativa.

“Questa sede tornerà ad essere disponibile affinché si possa tornare a parlare e fare politica con i miei concittadini che potranno partecipare alle discussioni e dibattiti per far sì ci sia un confronto franco sulle idee di crescita della nostra città che tutti vogliamo alla ribalta della scena regionale e perché no, nazionale. Invito quindi tutti i residenti a Scanzano, per ogni fascia d’età, ad affacciarsi e prendere parte alle nostre iniziative, affinché ognuno possa portare il proprio contributo e permettere la formazione di una coscienza politica culturale che possa essere condivisa, partendo dall’impegno civico”.

Grillo e Ligorio sono i nuovi segretari provinciali di Azione Basilicata

in Politica

Grillo, per la provincia di Potenza,  e Ligorio per quella di Matera, sono i nuovi segretari provinciali di Azione Basilicata

Ivana Grillo e Vincenzo Ligorio sono i nuovi segretari provinciali di Azione Basilicata, eletti nei congressi di Potenza e Matera e che si sono svolti venerdì 10 e sabato 11 novembre. Contestualmente, sono stati scelti anche i presidenti delle assemblee provinciali, Cristiano Sampogna per la provincia di Potenza e Concetta Sarlo per quella di Matera. “Sono molto soddisfatto per il risultato di questi due congressi e per la grande partecipazione delle azioniste e degli azionisti lucani a questi due importanti momenti democratici del nostro partito”, ha commentato il segretario regionale di Azione Basilicata, Donato Pessolano. “Grillo e Ligorio, così come Sampogna e Sarlo, – ha continuato Pessolano- rappresentano per noi un importante investimento politico in una generazione compiutamente riformista e realmente radicata nel territorio. I nostri nuovo dirigenti – ha concluso Pessolano- sapranno dare un contributo determinante per la crescita di Azione in tutta la regione e per il lavoro che ci aspetta in vista delle prossime scadenze elettorali, a partire dalle elezioni regionali.”

Rinnovo del Consiglio provinciale di Matera: si vota il 20 dicembre 2023

in Politica

Rinnovo del Consiglio provinciale di Matera: si vota il 20 dicembre 2023, dalle ore 8.00 alle 20.00. L’elezione è con voto ponderato.

Con il decreto numero 138 del 7 novembre il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, ha indetto l’elezione dei dieci componenti del Consiglio provinciale fissando la data del 20 dicembre 2023. L’attuale Consiglio, infatti, essendo stato eletto in data 18 dicembre 2021, è in scadenza dopo i due anni di mandato previsti dalla legge.
Le operazioni di voto si svolgeranno dalle 8 alle 20 nel seggio elettorale costituito nella Sala delle adunanze consiliari, sita al secondo piano della sede della Provincia, in via Ridola n. 60, dove, al termine delle operazioni di voto e di tutti gli adempimenti di rito, verrà effettuato lo scrutinio.

Sono eleggibili a consigliere provinciale tutti i sindaci ed i consiglieri comunali in carica alla data corrispondente al termine finale fissato per la presentazione delle liste: gli stessi formano anche il corpo elettorale.

L’elezione del Consiglio avviene con voto diretto, libero e segreto sulla base di liste composte da un numero di candidati non superiore al numero dei consiglieri da eleggere (10) e non inferiore a 5, sottoscritte da almeno il 5% degli aventi diritto al voto accertati alla data di mercoledì 15 novembre 2023. Il voto è ponderato ai sensi dei commi 32, 33 e 34 dell’art.1 della legge 56/14.

Le liste dei candidati a consigliere provinciale devono essere presentate all’Ufficio Elettorale appositamente costituito nella sede della Provincia di Matera, sita in via Ridola n. 60, nei seguenti giorni: dalle ore 8 alle 20 di mercoledì 29 novembre; dalle 8 alle 12 di giovedì 30 novembre 2023.

Torna su