Archivio categoria

Politica - page 2

Simona Corvino nominata commissaria di Bernalda dell’UDC

in Politica

“L’avvocato Simona Corvino è la nuova commissaria cittadina di Bernalda dell’UDC”. Corvino è stata nominata dal commissario per la provincia di Matera dell’UDC, Giovanni Angelino, che ha dichiarato: “Conosco le qualità professionali e umane di questa giovane professionista che ha deciso di impegnarsi in politica per favorire lo sviluppo della comunità bernaldese. Alla neo-commissaria cittadina rivolgo gli auguri di buon lavoro”

“Dissesto finaziarioTursi”, Cosma: “Pronti a collaborare con la commissaria”

in Politica

INSEDIAMENTO COMMISSARIO STRAORDINARIO DI LIQUIDAZIONE. IL SINDACO COSMA: “PRONTI ALLA MASSIMA COLLABORAZIONE PER LAVORARE IN SINERGIA E FAR CRESCERE LA NOSTRA CITTÀ”

Si è insediata venerdì 20 Novembre la Commissaria straordinaria per la gestione dell’indebitamento pregresso maturato dall’ente e per l’adozione di tutti i provvedimenti per l’estinzione dei debiti del Comune di Tursi.

Accolta dal Sindaco Salvatore Cosma e dalla sua Giunta oltre che dal segretario comunale e dai capi area del Comune, la dott.ssa Mariella Immacolata Porro ha iniziato il suo mandato conferito dal Ministero dell’Interno nella Città di Pierro in un clima sereno e collaborativo sin dalle prime battute.

Il Sindaco Cosma conferma le buone sensazioni esternate dalle parti e augura buon lavoro alla neo Commissaria:

“Finalmente da venerdì possiamo iniziare un nuovo percorso nella nostra città che ci porterà, ci auguriamo nel più breve tempo possibile, ad uscire dalla procedura di dissesto che ormai, come spiegato ampiamente in più occasioni, era inevitabile. Grazie al lavoro della dott.ssa Porro in totale sinergia con l’amministrazione e gli uffici comunali, sono certo che riusciremo a vedere la luce in fondo ad un tunnel che sembrava infinito. Sarà sicuramente un percorso non privo di ostacoli perché questi sono il sale della vita e dell’amministrare la cosa pubblica ma sono convinto che con il gioco di squadra, con i consigli ed i suggerimenti di tutti nessuno escluso, riusciremo a riportare il bilancio in equilibrio e la situazione debitoria azzerata donando alla nostra amata città la continuità di crescita culturale, sociale e umana intrapresi in questi anni visti già tutti i risultati ottenuti e tutti i progetti finanziati che abbiamo realizzato e gli altri di prossima attuazione. Da parte del sottoscritto, dell’intera giunta comunale, del gruppo Tursi in Prima Persona e di tutte le aree del Comune di Tursi non possiamo che garantire il supporto e la partecipazione unanime verso il lavoro egregio che sono convinto la dott.ssa Porro metterà in campo per il bene della nostra e da venerdì anche un po’ sua città.Mi auguro che con lo stesso spirito sia l’intera comunità e tutti i componenti del Consiglio comunale, possano affiancare il  lavoro nostro e della Commissaria affinché Tursi possa tornare a splendere più forte e rigogliosa di oggi.”

Dissesto comune di Tursi, insediato il commissario straordinario liquidatore

in Politica

Si è insediato ieri, venerdì 20 Novembre 2020, presso il Comune di Tursi il Commissario Straordinario di Liquidazione, nominato con D.P.R. 28.10.2020, ai sensi dell’Art. 252 D.LGS. 267/2000

per provvedere   all’amministrazione   della   gestione e dell’indebitamento pregresso maturato dall’Ente e inoltre per l’adozione di tutti i provvedimenti per l’estinzione dei debiti del Comune di Tursi.

La Commissaria è la dott.ssa Mariella Immacolata Porro, originaria di Andria, Dirigente di Area I – del Servizio Contabilità e gestione Finanziaria presso la Prefettura – U.T.G. di Matera. Ad accogliere la dott.ssa Porro nel suo insediamento presso la casa comunale c’erano il Sindaco Salvatore Cosma, la Giunta Comunale, i capi area Gulfo, Sanquirico e Santamaria, il segretario Comunale Pandolfi e la comandate della Polizia Locale Fanelli.

La dottoressa ha preso così contatto con la realtà tursitana rimanendo piacevolmente colpita dall’accoglienza e dalla disponibilità massima che i presenti hanno garantito per traghettare il Comune di Tursi fuori da questa difficile situazione economico-finanziaria divenuta ingestibile e per cui, il 16 Luglio scorso, il Consiglio Comunale ha dichiarato dissesto dopo che ogni tentativo massimo era stato prodotto per evitarlo.

 

Vaccino antinfluenzale, parte la campagna: chiedeteloaldottorLeone

in Politica

“Vorrei invitare gli organi di informazione ed i responsabili di organizzazioni sociali e sindacali a venire in Dipartimento e chiedere informazioni prima di diffondere dichiarazioni basate su dati inesatti che finiscono per creare ansia e tensioni in un momento in cui ce ne sono già a sufficienza. Noi siamo come sempre disponibili a fornire ogni utile chiarimento”.
Così scriveva il Dott. Leone il primo ottobre 2020 dopo aver annunciato che a metà mese sarebbero state disponibili 150.000 dosi di vaccino. È passato ottobre e di vaccini a medici di famiglia e pediatri ne è stata consegnata solo una metà, esaurita in pochi giorni. Con ampio risalto sui media la regione però assicurava: le nuove dosi saranno disponibili a metà novembre, la vaccinazione può attendere.

Passa il 15 novembre e l’attesa risulta vana: il termine è spostato a fine mese.
Il Quotidiano del Sud riporta l’ultima dichiarazione dell’Assessore: “il vaccino arriverà entro il 10 di dicembre”.

Signor Assessore, non le sembra di stare giocando, prima con i numeri ed ora anche con le date?

Noi però ci fidiamo di lei e vogliamo prenderla in parola. Da domani inviteremo tutti i pazienti a telefonare ai numeri pubblici del suo Dipartimento per pretendere le dovute spiegazioni. Siano stanchi di essere additati dai nostri pazienti, mi spiace dirlo per colpa sua, come responsabili di questa situazione. Ci tocca persino subire le insinuazioni di quanti,contando ingenuamente sull’anonimato dei social, stanno diffondendo la voce che noi medici di famiglia i vaccini ce li abbiamo ma li stiamo riservando agli amici degli amici.
Attenderemo il 10 dicembre per tirare le somme ma poi, stia sicuro, non le crederemo più.

Dott. Erasmo Bitetti

segretario SIMG Matera

Tursi, avvicendamento in Giunta: Montesano sostituisce D’Alessandro

in Politica

“Come preannunciato durante il consiglio comunale d’insediamento della nuova consiliatura guidata dal sottoscritto, è stato ufficializzato lunedì 16 Novembre l’ingresso in giunta della consigliera Maria Montesano al posto di Sara D’Alessandro la quale ha ricoperto il ruolo di assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura nel tempo necessario per avviare l’anno scolastico in una situazione così complessa come quella che stiamo vivendo a causa della Pandemia”, ha scritto il sindaco di Tursi, Salvatore Cosma (nella foto) in una nota. 

“L’assessore D’Alessandro, già presidente del consiglio comunale e assessore nella precedente amministrazione, ha svolto in maniera impeccabile il suo ruolo in questi mesi difficili, fungendo da collante tra l’istituzione scolastica e l’amministrazione e sono convinto che, anche nelle vesti di consigliera comunale, saprà tenere alta l’attenzione sulle deleghe a lei in possesso che rimangono invariate. Al futuro assessore Maria Montesano, che avrà le deleghe in Servizi sociali, Legalità, Integrazione, accoglienza e tutela degli animali, formulo i miei più sinceri auguri di buon lavoro al fine di proseguire uniti un percorso umano e amministrativo che ci consenta di crescere e superare ogni difficoltà che il futuro ci riserverà. La squadra, come detto sin dall’inizio, è fondamentale al fine di centrare obiettivi importanti e uscire nel più breve tempo possibile dalla procedura di dissesto per rivedere Tursi ancora più protagonista con le sue eccellenze capaci di esprimersi in ogni ambito. Sono convinto che l’impegno di tutti, assessori e consiglieri con deleghe piene che ringrazio per il piglio con cui si stanno mettendo in gioco in questi primi mesi di amministrazione, continui ad essere forte e determinante per il futuro della nostra splendida comunità”.

Vaccino antinfluenzale, Leone: “Abbiamo ordinato il doppio delle dosi dell’anno scorso”

in Politica

“Quest’anno abbiamo ordinato 145 mila dosi di vaccino antinfluenzale, mentre l’anno scorso ne avevamo ordinate 71 mila e a effettuare il vaccino era stato il 17,6 per cento della popolazione, contro una media nazionale del 16 per cento.

Ad oggi abbiamo ricevuto e distribuito 74 mila dosi di vaccino e presto ne arriveranno altre 71 mila di cui una parte già nei prossimi giorni, quelli recuperati attraverso la Regione Puglia, e un’altra parte nelle prossime settimane.

Pur comprendendo l’ansia dei cittadini, desiderosi di effettuare il vaccino il prima possibile in questa stagione emergenziale, vorrei ricordare che fino al 10 dicembre rientriamo tranquillamente nei tempi utili per poter vaccinare, dal momento che il periodo influenzale si concentra generalmente tra la metà di gennaio e l’inizio di febbraio. Certo, quello dell’approvvigionamento dei vaccini, a fronte di una maggiore richiesta da parte degli italiani, è un tema caldo in tutto il Paese, ma la Basilicata ha recuperato il doppio delle dosi rispetto allo scorso anno”.

È quanto dichiara l’assessore regionale alla Salute, Rocco Leone, rispondendo alle numerose critiche sollevate da più parti riguarda alla presunta insufficienza di approvvigionamento dei vaccini.

Programma apistico 2020/2021, Fanelli: approvato bando per aiuti

in Politica

“L’obiettivo è quello di sostenere un settore importante per l’agricoltura e l’ambiente per il ruolo che svolgono le api, sia per la produzione alimentare sia per il mantenimento della biodiversità”.

Approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche agricole e forestali, Francesco Fanelli, il programma apistico per l’annualità 2020/2021 e il relativo bando per l’accesso ai contributi. Diverse le azioni previste, preventivamente discusse e concordate con le principali associazioni ed organizzazioni degli apicoltori della Regione Basilicata: dall’assistenza tecnica all’azienda per favorire il miglioramento dell’efficienza gestionale degli allevamenti apistici (misura A), alla lotta contro gli aggressori e le malattie dell’alveare in particolare la varroasi (misura B), alla razionalizzazione della transumanza (misura C), al sostegno per la salvaguardia e il ripopolamento del patrimonio apistico comunitario (misura E). La dotazione finanziaria complessiva ammonta a quasi 80 mila euro, somma assegnata alla Regione Basilicata per la campagna di commercializzazione 2020/2021 (anno apistico 2021) dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Possono fare domanda di aiuto gli apicoltori singoli o associati la cui azienda abbia sede legale in Basilicata; che siano in regola con gli obblighi di identificazione e registrazione degli apiari e degli alveari nell’anagrafe apistica “BDA”; che siano in possesso di partita Iva per attività apistica od agricola alla data di presentazione della domanda, oltre a costituire, ovvero, aggiornare il fascicolo aziendale presso un CAA, e validarlo; che siano iscritti al registro delle imprese agricole presso la CCIAA e  che posseggano un numero minimo di alveari censiti pari a 30  (Censimento 2019).

Le domande dovranno essere inviate entro 30  giorni dalla data di pubblicazione del bando sul BUR della Regione Basilicata (n. 106 del 16 novembre 2020) e inviate a mezzo pec all’indirizzo ufficio.zootecnia@cert.regione.basilicata.it

“L’obiettivo – ha commentato l’assessore Fanelli – è quello di sostenere un settore importante per l’agricoltura e l’ambiente per il ruolo  che svolgono le api, sia per la produzione alimentare sia per il mantenimento della biodiversità. Le azioni e gli interventi definiti dal sottoprogramma regionale hanno l’obiettivo di supportare il settore con investimenti tesi al miglioramento dell’attività attraverso l’assistenza tecnica, l’acquisto di arnie antivarroa, oltre all’acquisto di piccole attrezzature utili alla conduzione dell’apiario e di sciami e api regine”.

LA POLEMICA. Emergenza Covid, nasce il comitato SOS Basilicata. Quarto: “velleità di una parte politica”

in Politica

Vista la gravissima situazione in cui si trova la Basilicata a causa dell’emergenza sanitaria Covid, domenica 15 novembre scorso è stato costituito il Comitato civico Sos Basilicata. Il Comitato, promosso da cittadini, professionisti e operatori vari, tutti coinvolti a titolo personale, ha l’obiettivo di offrire il proprio contributo per difendere e tutelare la Basilicata dal dramma Covid e di controllare e spingere l’Ente Regione e gli organi istituzionali preposti ad affrontare l’emergenza sanitaria, economica e sociale, con maggiore determinazione e competenza e con la massima trasparenza. In particolare, il Comitato Sos Basilicata, avendo verificato a più riprese e su molteplici aspetti i limiti della Task force regionale e considerando il grave pericolo a cui si sta esponendo la salute dell’intera comunità lucana, chiede al presidente della Regione Bardi di individuare e nominare con estrema urgenza un consulente tecnico-scientifico del settore sanità, di alto profilo ed esperienza, che affianchi il presidente Bardi stesso e la suddetta Task force 24 ore su 24. Urgenza ancora più necessaria dopo la decisione della Regione di chiudere tutte le scuole della Basilicata.  Nei prossimi giorni Sos Basilicata entrerà nel merito delle singole problematiche regionali e farà proposte e iniziative concrete insieme a tutti coloro che vorranno collaborare e impegnarsi.
Invita, pertanto, ad aderire al Comitato tutti i lucani: cittadini, esperti e operatori della sanità, associazioni, sindaci, forze politiche, categorie sociali, economiche, culturali, media e giornalisti.  Mai come ora, la Basilicata deve essere unita, compatta, coesa e super partes, e deve avere un solo obiettivo: lavorare e impegnarsi per il bene comune e per uscire al più presto dalle devastazioni sanitarie, sociali, economiche, culturali, psicologiche ed emotive che la catastrofe pandemia ha generato e sta generando.

 

Comitato “Sos Basilicata” – Nessuno si salva da solo

 

LA REPLICA DI PIERGIORGIO QUARTO, CONSIGLIERE REGIONALE DI MAGGIORANZA

“Le preoccupazioni del neo costituito comitato Sos Basilicata sull’emergenza Covid sono condivise anche dalla Giunta regionale e da tutti i consiglieri di maggioranza. Infatti prima come cittadini, e poi come uomini delle istituzioni, non stiamo sottovalutando la situazione che la Basilicata sta affrontando al pari delle altre Regioni italiane, di qualsiasi colore politico esse siano”. Lo dichiara il consigliere regionale Piergiorgio Quarto (Bp) che aggiunge: “Allo stesso modo crediamo che la proposta di un superconsulente ‘esterno’, per l’emergenza sanitaria sia non solo superflua ma anche fuorviante. Infatti nella task force lucana sono impegnati medici, epidemiologici e tecnici che hanno le competenze e la capacità giuste per leggere e monitorare i dati di questa terribile epidemia”. “La task force sta lavorando, nella massima trasparenza, senza nascondere ai lucani la gravità del momento – prosegue Quarto -. Piuttosto dietro la proposta di un ‘consulente-scientifico del settore sanità, di alto profilo ed esperienza si nascondono le velleità di una parte politica di guadagnare il terreno perduto e per qualcuno, il desiderio di riacquistare visibilità. Ciò che è condivisibile, invece, è la necessità della Basilicata di essere unita, compatta, coesa e super partes, al contrario sta emergendo un clima avvelenato, scomposto e denso di polemiche sterili”. “A questo punto ritroviamo, noi lucani, unità e coesione. Ne usciremo, ma solo con la consapevolezza che tanto dipende dalla gestione politica dell’emergenza, ma tanto anche dai nostri comportamenti individuali. Siamo pronti – conclude Quarto – ad accettare le proposte del comitato “Sos Basilicata”, ma senza alcun dubbio nell’ottica di una collaborazione leale e costruttiva”.

Tpl, Merra: “ristoro per le aziende del trasporto”

in Politica

Con la delibera – ha proseguito – la giunta ha provveduto all’assegnazione di un fondo pari a 1 milione e 665 mila euro, a sostegno delle aziende di trasporto

 

In arrivo fondi per il ristoro delle perdite economiche delle società di trasporto durante il lockdown. È quanto prevede una delibera della giunta lucana, con la quale è stato approvato il piano per “il riparto e l’assegnazione alle aziende esercenti servizi di trasporto pubblico locale e regionale, delle somme per compensare la riduzione dei ricavi tariffari relativi ai passeggeri nel periodo dal 23 febbraio 2020 al 3 maggio 2020”. “Il decreto Rilancio – ha detto l’assessore regionale ad Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra (nella foto) – ha messo le Regioni nella condizione di poter effettuare un primo riparto quale anticipazione per la compensazione dei mancati ricavi delle aziende per il periodo tra il 23 febbraio e il 3 maggio scorsi. Con la delibera – ha proseguito – la giunta ha provveduto all’assegnazione di un fondo pari a 1 milione e 665 mila euro, a sostegno delle aziende di trasporto; la liquidazione avverrà direttamente alle imprese titolari dei contratti sulla base dei dati certificati relativi al crollo degli introiti; purtroppo solo a fine ottobre il governo ha provveduto a varare il decreto di assegnazione delle prime risorse per le corse aggiuntive che si sono rese necessarie fino a qualche giorno fa per garantire la capienza all’80 per cento. Stiamo dando seguito anche lì al provvedimento di riparto. Si tratta – ha proseguito l’assessore – di soli 600 mila euro che non riusciranno a coprire purtroppo completamente il fabbisogno di mobilità necessario a garantire la sicurezza dei cittadini. Purtuttavia, così come abbiamo previsto nell’ultima ordinanza, il trasporto si sta ora calibrando sulla nuova capienza del 50 per cento. Questo comporta inevitabilmente nei primi giorni qualche disagio, per consentire alle aziende di rimodulare correttamente il servizio”.

Trasporto pubblico in Basilicata: biglietti rimborsati alle persone bisognose

in Politica

Approvato dalla giunta regionale il riparto delle risorse, pari a 200 mila euro, per consentire la libera circolazione sui servizi di Trasporto pubblico locale ai cittadini in situazione di grave disagio economico e sociale 

La giunta regionale della Basilicata ha approvato il riparto delle risorse, pari a 200 mila euro, da mettere a disposizione dei Comuni per consentire “la libera circolazione sui servizi di Trasporto pubblico locale, per i cittadini in situazione di grave disagio economico e sociale”. “Tali somme – ha spiegato l’assessore regionale ad Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra – saranno assegnate alle amministrazioni comunali che potranno così attivare le procedure per il rimborso dei titoli di viaggio ai cittadini che versano purtroppo in condizioni di disagio economico; diventa questa un’occasione importante per dare sostegno concreto a quelle persone che hanno l’esigenza di spostarsi e di circolare nel territorio e la cui mobilità deve essere rigorosamente garantita. Con questo provvedimento riallineiamo un percorso che consente alle fasce più deboli di ottenere un ristoro che aspettavano da tempo

Torna su