Archivio categoria

Cultura - page 3

Erasmus+ Earth: più di cento studenti da 7 paesi diversi a Montalbano e Nova Siri

in Cultura

Erasmus+ Earth: più di cento studenti da 7 paesi diversi a Montalbano e Nova Siri per una settimana all’insegna dell’accoglienza e della “fratellanza” culturale.

Dal 17 al 23 ottobre Montalbano Jonico e Nova Siri diventano sede di scambi culturali grazie alla settimana di accoglienza per il progetto Erasmus+ Earth e alla quarta edizione del progetto di internazionalizzazione:

l’istituto statale d’istruzione superiore “Pitagora” accoglierà docenti ed alunni provenienti da Islanda, Croazia, Grecia, Portogallo, Spagna, Ungheria e Polonia ed ospiterà 13 docenti e 44 alunni di diverse nazionalità che saranno ospitati dai loro rispettivi partner italiani.

“Il programma – ha spiegato il dirigente scolastico, Cristalla Mezzapesa – prevede attività laboratoriali, visite guidate ed escursioni sul territorio che si svolgeranno alcuni giorni presso la sede di Montalbano Jonico ed altri presso quella di Nova Siri secondo programmi dettagliati che sono stati elaborati.

I Progetti internazionali, frutto di un incredibile lavoro di squadra compiuto da tutti i docenti del dipartimento di lingue straniere dell’stituto, sono un momento importantissimo di crescita e confronto per tutte le componenti scolastiche poiché conferiscono al PTOF della scuola anche una dimensione internazionale. E’ una occasione preziosa, soprattutto per i teenagers, che hanno vissuto l’esperienza della pandemia, in quanto durante il periodo del lockdown sono state sottratte loro numerose occasioni per socializzare con coetanei stranieri e per utilizzare in situazioni “reali” le competenze linguistiche acquisite per la lingua inglese”.

La settimana dell’Internazionalizzazione permetterà agli studenti di usare la lingua inglese in un contesto internazionale reale e di autovalutare i livelli raggiunti negli anni e con i percorsi linguistici curriculari in orario antimeridiano e con i corsi di potenziamento Cambridge dedicati al conseguimento delle certificazioni Cambridge B1 e B2 che da decenni vengono organizzati dall’stituto.

“Il dialogo multiculturale e i rapporti di amicizia che si stabiliranno saranno la leva per rimuovere i pregiudizi e contribuiranno al raggiungimento delle finalità etiche e civili, inserite anche nei percorsi di educazione civica del nostro istituto e nelle priorità dell’Agenda 2030. Inoltre, le mobilità previste dai due progetti sia in fase di incoming che in fase di outcoming, svilupperanno e arricchiranno gli orizzonti umani e culturali degli alunni, condizione indispensabile per la promozione della fratellanza e la costruzione della pace che oggi, più che mai, costituiscono i valori comuni europei da perseguire”.

Il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, si è congratulato con la dirigente scolastica per “la bellissima iniziativa che coinvolge tanti studenti del nostro territorio in un interscambio culturale che contribuisce alla loro crescita: un plauso a Cristalla Mezzapesa e ai suoi collaboratori per aver portato a termine questi due progetti ambiziosi.
Come presidente della Provincia di Matera sono orgoglioso di ospitare studenti e rappresentanti di questi sette Paesi, nell’ottica di una continua e costante apertura verso nuovi e più ampi orizzonti culturali”.

Due gli eventi clou previsti in questa settimana:
• il 17 ottobre, a Montalbano Jonico, giornata dell’accoglienza, in programma nell’aula magna dell’istituto;
• il 20 ottobre, a Nova Siri, evento finale del progetto presso l’Anfiteatro Totò, dalle 19 alle 23.

Imma Tataranni record di ascolti: verso la terza stagione

in Cultura

Imma Tataranni record di ascolti: verso la terza stagione. Piace a tutti, ma l’ultimo episodio non è andato giù all’Anev. “viene descritto un parco eolico molto vicino alle abitazioni  e questo non è consentito dalla normativa”

Il sostituto procuratore più amato d’Italia è senza dubbio Imma Tataranni, il magistrato interpretato dall’attrice Vanessa Scalera ha fatto il pieno di telespettatori, quasi in 4,5 milioni ieri, 13 Ottobre, hanno seguito il finale di stagione. La domanda è se ci sarà anche la terza stagione e la risposta potrebbe essere sì. In un’intervista rilasciata proprio da Vanessa Scalera a “Elle“, l’attrice si è detta fiduciosa:

“lo spero, mi piacerebbe, potrebbe essere quella conclusiva. Mi sono divertita moltissimo con i miei compagni di lavoro, ci siamo fatti grosse risate”.

Chi invece, almeno in quella che è stata la puntata conclusiva della seconda stagione, non ha sorriso è l’Associazione delle imprese italiane dell’eolico (Anev). In un comunicato, l’associazione fa presente che nella puntata del 13 ottobre 2022 “viene descritto un parco eolico molto vicino alle abitazioni – dichiara l’associazione -, e questo non è consentito dalla normativa. È menzognero parlare di rumore molesto della turbina, che corrisponde solo all’attrito dell’aria con le pale e con la torre di sostegno, e che le moderne tecnologie hanno ridotto al massimo”. Altro argomento sollevato è quello legato all’avifauna. “Viene descritto l’impianto eolico come impattate sull’ecosistema e pericoloso per l’avifauna. Anche questa è una notizia falsa. Vige l’obbligo per chi costruisce gli impianti eolici di effettuare degli studi sul territorio e di escludere le zone che interessano le rotte migratorie dei volatili”.

Tornando alla TV, sembra certo che Imma Tataranni 3 si farà. La serie con Vanessa Scalera, Massimiliano Gallo e Alessio Lapice potrebbe vedere il primo ciack in primavera 2023. Il personaggio “Imma Tataranni” è nato dai romanzi di Mariolina Venezia.

Orchestra della Magna Grecia: stagione concertistica 2022-23

in Cultura

Presentata la stagione concertistica 2022/2023: Noa, Mariangela Vacatello, Valentina Lisitsa, Serena Autieri, Elly Suh, Claudio Santamaria, , Joseph Calleja, Tony Hadley, Antonella Ruggiero

 

#Trent’anni di Musica

“Un traguardo importante che va celebrato in modo adeguato, ma il nostro sguardo è proiettato al futuro, ai giovani e alle tante opportunità da condividere con Matera e la Basilicata”, ha detto Piero Romano. Un cartellone strepitoso, con appuntamenti di qualità e interpreti di fama internazionale: è questo il “regalo” che l’Orchestra della Magna Grecia ha scelto per festeggiare i suoi primi Trent’anni di Musica, sotto la direzione artistica del M° Piero Romano e la direzione principale di Gianluca Marcianò.

Un cartellone ricco con grandi ritorni e nuovi progetti: Noa, Mariangela Vacatello, Valentina Lisitsa, Serena Autieri, Elly Suh, Claudio Santamaria, , Joseph Calleja, Tony Hadley, Antonella Ruggiero, Lucas Debargue, Stefano Bollani e Hyung-Ki Joo, Giuliana Gianfaldoni e molti altri nomi di spicco del panorama musicale internazionale, oltre ad un tributo ai Queen, alle musiche da Oscar di Dario Marianelli, il Concerto di Natale in chiave reggae.

Per la nuova stagione 2022/2023 – presentati nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato Piero Romano, Direttore Artistico dell’Orchestra Magna Grecia, e Tiziana D’Oppido, Assessore alla Cultura del Comune di Matera – gli appuntamenti in calendario saranno ben diciannove, che si caratterizzano proprio per la eterogeneità dei gusti musicali. “E’ sempre stato il nostro segreto – ha detto Piero Romano – quello di accontentare gusti trasversali, senza mai rinunciare alla qualità delle produzioni musicali che rendono la Magna Grecia un esempio virtuoso su scala nazionale. Non abbiamo mai avuto paura delle sperimentazioni, anche quelle più ardite. E i primi a divertirsi sono proprio gli artisti coinvolti. Sarà bellissimo stare insieme anche quest’anno, per festeggiare con il nostro pubblico i primi 30 anni della nostra storia”.

“La stagione concertistica dell’Orchestra Magna Grecia – ha dichiarato l’Assessore Tiziana D’Oppido – impreziosisce, come ogni anno, l’orizzonte culturale di Matera, garantendo un prezioso appeal culturale che richiama nella nostra città turisti e appassionati di musica. Auguro alla Magna Grecia almeno ulteriori 30 anni di successi e di musica di qualità”.

La stagione concertistica 2022/2023 è realizzata dall’Orchestra Magna Grecia in collaborazione con l’Associazione Musicale “LUIS BACALOV”, con la partecipazione istituzionale del Comune di Matera, Ministero della Cultura, Regione Basilicata e il prezioso supporto delle realtà imprenditoriali che scelgono di affiancare l’offerta culturale proposta dall’Orchestra Magna Grecia.

Presto partirà la “campagna abbonamenti”, da sottoscrivere nella sede dell’Orchestra Magna Grecia, in Via De Viti De Marco 13 – Matera (Tel. 0835.1973420, 392.9199743).

 

Di seguito, il calendario della stagione concertistica 2022/2023

1) VENERDì 04 NOVEMBRE – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO –
ore 21.00
BEETHOVEN 3.0
Mariangela Vacatello – pianoforte
Maurizio Lomartire – direttore
Orchestra della Magna Grecia

2) VENERDì 18 NOVEMBRE – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO –
ore 21.00
RACH STAR
Valentina Lisitsa – pianoforte
Gianluca Marcianò– direttore
Orchestra della Magna Grecia

 

3) VENERDì 25 NOVEMBRE – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO

ore 21.00
NOA LIVE
Noa -voce
Piero Romano – direttore
Orchestra della Magna Grecia

 

4) MARTEDì 29 NOVEMBRE – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO –
ore 21.00
QUEEN GREATEST HITS
Johan Boding -voce
Desirée Rancatore – soprano
Roberto Molinelli – direttore
Orchestra della Magna Grecia

 

5) MARTEDì 06 DICEMBRE – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO –
ore 21.00
CHANSONS
Chiara Civello – voce
Roberto Molinelli – direttore
Orchestra della Magna Grecia

 

 

6) GIOVEDI 15 DICEMBRE – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO –
ore 21.00
MUSICA DA OSCAR
Dedicato a Dario Marianelli
Maurizio Lomartire – direttore
Orchestra della Magna Grecia

 

7) VENERDì 23 DICEMBRE – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
CHRISTMAS IN REGGAE
Mitchell Brunings – voce
Roberto Molinelli – direttore
Orchestra della Magna Grecia

 

8) GIOVEDì 12 GENNAIO – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
SCIANTOSA
Serena Autieri – voce
Orchestra della Magna Grecia

9) MERCOLEDì 18 GENNAIO – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
CLAUDIO SANTAMARIA IN CONCERTO
da Modugno a Rino Gaetano: i grandi miti della canzone italiana
Claudio Santamaria – voce
Orchestra della Magna Grecia

 

10) MARTEDì 31 GENNAIO – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
TONY HADLEY
Tony Hadley – voce
Piero Romano – direttore
Orchestra della Magna Grecia

11) MERCOLEDÌ 15 FEBBRAIO– MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
CANZONE D’AMORE
Natalie Clein – violoncello
Piero Romano – direttore
Orchestra della Magna Grecia

 

12) DOMENICA 19 FEBBRAIO– MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
ESPAÑA, MI AMOR
Elly Suh – violino
Gianna Fratta– direttrice
Orchestra della Magna Grecia

13) VENERDì 03 MARZO – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
INCANTO ALL’OPERA
Joseph Calleja – tenore
Giuliana Gianfaldoni – soprano
Gianluca Marcianò – direttore
Orchestra della Magna Grecia

 

14) MERCOLEDì 08 MARZO – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
LADY BLACKBIRD
Lady Blackbird – voce
Roberto Molinelli – direttore
Orchestra della Magna Grecia

15) SABATO 18 MARZO – MATERA
ore 21.00
IL NOSTRO LUIS
Luis Bacalov: Misa Tango
M. Stefano Pietrodarchi – bandoneon
Gianluca Marcianò – direttore
Orchestra della Magna Grecia

 

16) MARTEDì 04 APRILE – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
SACRARMONIA
Antonella Ruggiero – voce
Valter Sivilotti – direttore
Orchestra della Magna Grecia

17) SABATO 06 MAGGIO – MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
EVER GRIEG
Lucas Debargue – pianoforte
Gianluca Marcianò – direttore
Orchestra della Magna Grecia

 

18) GIOVEDì 18 MAGGIO– MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
N3XT G. EVENT
Orchestra della Magna Grecia

 

19) DOMENICA 28 MAGGIO– MATERA – AUDITORIUM GERVASIO
ore 21.00
BOLLANI & JOO
Stefano Bollani – pianoforte
Hyung-Ki Joo – pianoforte
Piero Romano – direttore
Orchestra della Magna Grecia

Rotondella “Le Vorie” rinnova il direttivo

in Cultura

Rotondella “Le Vorie” rinnova il direttivo conferma alla Presidenza di Rosanna Persiani e alla vicepresidenza di Antonella Tarantino. Ad oggi l’associazione conta 80 soci complessivi

 

Un mese di ottobre molto intenso per l’A.P.S. Le Vorie, l’associazione di Rotondella che opera nel campo dell’innovazione culturale e dell’inclusione attraverso il linguaggio dell’arte.

Mercoledì 12 si è rinnovato il consiglio direttivo che vede la conferma alla Presidenza di Rosanna Persiani e alla vicepresidenza di Antonella Tarantino con altri cinque consiglieri Giusy Gentile, Nicola Ripoli, Laura Abatiello, Daniela Bianco e Maria Lucia Marucci.

Tutti gli altri soci fondatori con deleghe specifiche continueranno ad operare nello staff creativo ed operativo della stessa associazione: Pina Lobreglio, Rosanna Tito, Davide Accettura, Giusy Battafarano, Elio Lillo, Maria Caponero. Ad oggi l’associazione conta 80 soci. La scorsa settimana si è concluso il percorso con gli artisti in residenza per il progetto “Rotondella e la sua gente: People and landscapes” giunto alla seconda edizione. Ospiti in residenza Sasha Zelenkevich che ha omaggiato Rotondella realizzando l’installazione “Radici”, frutto dell’assemblaggio di materiale tessile che ispirata alla particolare e unica pianta circolare del centro storico di Rotondella; e Giampaolo Parrilla che ha realizzato l’installazione “Rito Spirale” formata da cinque tele di grandi dimensioni, due di tre metri per due e tre da due metri per due. L’iniziativa, in partnership con il Comune di Rotondella , rientra nei progetti del Bando Ultimo Miglio, del GAL START 2020, Operazione 19.B.2.1.A. – PROGETTI SOSTENIBILI DI COMUNITA’ – LINEA DI INTERVENTO 1.II FINESTRA – BASILICATA PSR14/20.
Per la realizzazione dell’installazione “Radici”, Zelenkevich ha chiesto a tutti di portare tessuti, ricami, stoffe legate alla propria identità e storia. Merita una menzione particolare la signora Rosetta Simone, pensionata, che da sempre partecipa con dedizione alle iniziative de Le Vorie. Una grande passione per i giovani e la cultura fa sempre sentire il suo sostegno. Ha donato alcuni dei suoi stupendi ricami per l’opera finale che rimarrà esposta a Palazzo Ricciardulli nella sala d’ingresso. Tutti gli studenti hanno contribuito con i loro interventi alla realizzazione dell’opera finale. I fili, che hanno unito tutte le parti che costituiscono l’opera, restituiscono la dimensione di comunità, di spirito di aggregazione e condivisione che sono mancati negli ultimi anni per la situazione pandemica.
Durante i workshop, realizzati con gli studenti del Liceo artistico di Nova Siri, dell’IIS Pitagora Indirizzo Made in Italy e del Liceo E.Fermi di Policoro, sono state realizzate 61 maschere di cartapesta, indossate dagli studenti in una performance che è stata video registrata e proiettata durante il vernissage della mostra a Palazzo Ricciardulli.
La performance ha visto il coinvolgimento di 16 studenti nella speciale location di Palazzo Ielpo, un palazzo storico nobiliare gentilmente concesso dalla famiglia Ielpo, già location cinematografica e di eventi culturali molto particolari. Le opere e la video performance rimarranno all’interno di Palazzo Ricciardulli che accoglie anche tutte le opere realizzate nella prima edizione del progetto di residenza in accordo con il Comune di Rotondella. Sui progetti futuri Le Vorie non sciolgono il riserbo, ma annunciano di essere già in una nuova fase creativa e di ricerca.

Erasmus Day dell’Istituto scolastico Itcg Loperfido-Olivetti di Matera

in Cultura

 

Erasmus Day dell’Istituto scolastico Itcg Loperfido-Olivetti di Matera: “A spasso per l’Europa per crescere come cittadini europei green”

Il bello di studiare all’estero, di scoprire territori diversi, di conoscere persone e scambiare con loro idee, esperienze e condividere nuovi modelli culturali e sociali. È il bello dei progetti Erasmus finanziati dall’Unione Europea per favorire la mobilità giovanile, attività rientranti nell’ombrello più ampio denominato Erasmus+.
Sabato 15 ottobre, a Matera, l’Istituto tecnico statale commerciale e geometri (Itcg) Loperfido-Olivetti dà vita all’Erasmusdays Matera/Diffusione dei risultati Progetto Erasmus+ / “A spasso per l’Europa per crescere come cittadini europei green”, per la sesta edizione delle Giornate Erasmusdays 2022, in collaborazione con il Consorzio MateraHub – che seguirà i lavori con i suoi incaricati – e con il patrocinato del Comune di Matera e della Fondazione Matera-Basilicata 2019.
L’appuntamento è nell’Aula Magna dell’Istituto, in Via Moro, dalle 8,30 alle ore 12,30, per l’evento che coinvolgerà anche gli studenti dell’Istituto IIS Isabella Morra di Matera e rappresentanti delle istituzioni locali.
Sono previsti momenti di apprendimento con attività laboratoriali per oltre 100 tra ragazze e ragazzi che si confronteranno su temi relativi ai viaggi come occasione di crescita e conoscenza, alla creazione di lavoro, alla sostenibilità, alla pace e al rispetto delle diversità. L’iniziativa di sabato 15 ottobre (presente sulla piattaforma ufficiale ) avrà anche lo scopo di far conoscere i risultati dei progetti Erasmus+ in via di svolgimento e gli aspetti di innovazione, apertura, cultura, cambiamento dell’Itcg Loperfido-Olivetti, nell’ottica della internazionalizzazione che vede impegnato l’Istituto scolastico. L’Itcg, diretto dalla prof.ssa Antonella Salerno, ha già realizzato la mobilità per alunni e staff in Portogallo, a maggio 2022, nella Escola secundaria de Felgueiras, vicino la città di Porto. I progetti di mobilità Erasmus del Loperfido-Olivetti riguardano anche la Spagna (novembre 2022) e la Francia (marzo 2023).

“Magnagreciateatro”: aperte le iscrizioni

in Cultura

“Magnagreciateatro”: aperte le iscrizioni. Il bando è rivolto a tutte le scuole primarie e secondarie di I e II grado presenti sul territorio nazionale

L’Associazione Sud Gigi Giannotti e la Pro Loco di Nova Siri e MuMBa, Museo Multimediale della Basilicata, in collaborazione con la U.I.L.T. Unione Italiana Libero Teatro, Agita Teatro , l’ I.C. “Luigi Settembrini- Nova Siri”, il Gruppo Giano Teatro, Novasiri.tv, nell’ambito del SIRIS festival, presentano la VI edizione del MagnaGreciaTeatro. La manifestazione avrà luogo a Maggio 2023 a Nova Siri Marina presso l’Oratorio Sant’Antonio di Padova.
Da qualche giorno sulla pagina facebook della rassegna è stato pubblicato il bando 2023 in cui è stato svelato il tema di questa sesta edizione: “Tutti su per Terra!”- Passami il mantello nero Il costume da torero Oggi salvo il mondo intero Con un gioco di magia (Brunori Sas) Il tema è un invito a portare sulla scena storie che riflettano in maniera libera e creativa (attraverso la rielaborazione di testi editi e non) i contenuti dei 17 goal previsti dall’Agenda 2030, documento cardine per il prossimo futuro e importante area di lavoro scolastico per la crescita della consapevolezza dei piccoli cittadini. Immaginiamo quest’anno che il teatro diventi un luogo significativo per manifestare il richiamo urgente ai problemi del pianeta e dell’umanità.
Il bando è rivolto a tutte le scuole primarie e secondarie di I e II grado presenti sul territorio nazionale e le scuole di teatro educativo per ragazzi. Le iscrizioni sono aperte fino al 10 dicembre 2022.
Il 26 e 27 Novembre, invece, secondo appuntamento con la formazione, i docenti avranno la possibilità di seguire un seminario di formazione tenuto da operatori teatrali di AGITA- Associazione Nazionale per la promozione e la Ricerca della Cultura Teatrale nella Scuola e nel Sociale.
È possibile scaricare il bando sulla pagina Facebook : Magnagreciateatro
La Rassegna é patrocinata dal MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, dalla Regione Basilicata, dalla Provincia di Matera, dal Comune di Nova Siri e dall’ U.I.L.T. Unione Italiana Libero Teatro.

Il direttore artistico Pasquale Chiurazzi

Comunità creative: selezionati i giovani destinatari delle residenze

in Cultura

Comunità creative: selezionati i giovani destinatari delle residenze. Due sono i creativi candidati in forma singola, Anna Serlenga e Marco Piscopo, e due i collettivi, Anne Fehres & Luke Conroy ed Happy Place, scelti dalla Commissione di valutazione

 

Matera 2019, pubblicati i nomi dei giovani creativi selezionati per il bando di residenza euro-mediterranea

L’8 ottobre l’incontro pubblico per presentare i quattro progetti

 

La Fondazione Matera Basilicata 2019 ha pubblicato sul sito ufficiale www.matera-basilicata2019.it i nomi dei quattro giovani creativi selezionati, fra le oltre 70 candidature pervenute, per il bando “Comunità Creative. Programma di residenza di co-creazione euromediterranea – In memoria di David Sassoli” che si svolgerà in Basilicata nel mese di novembre.

Due sono i creativi candidati in forma singola, Anna Serlenga e Marco Piscopo, e due i collettivi, Anne Fehres & Luke Conroy ed Happy Place, scelti dalla Commissione di valutazione, composta da Alessandra Vittorini-Sassoli, Direttrice della Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali, Francesca Bertoglio, project manager di Bergamo-Brescia 2023, Capitale italiana della cultura, Irena Topalli, Manager Relazioni internazionali di Tirana 2022, Capitale Europea dei giovani (TEYC 2022), Sendi Mango, co-founder di BridA art collective, partner di Nova Gorica-Gorizia Capitale europea della cultura 2025 (Go!2025), Vania Cauzillo, regista, co-fondatrice della Compagnia Teatrale L’Albero, vicepresidente di RESEO.

Visto l’alto valore delle progettualità presentate, la Commissione ha deciso di assegnare delle speciali menzioni ad altri quattro candidati che saranno ammessi a partecipare al progetto in caso di rinuncia dei selezionati: Annalisa Zegna, Maria Luisa Miraglia, Hypen Duo, Plam Creative Studio.

I quattro creativi selezionati e i rispettivi progetti saranno presentati in un incontro pubblico organizzato dalla Fondazione, in collaborazione con il Museo Nazionale di Matera, dal titolo “Creative communities. Pratiche di co-creazione tra Europa e Mediterraneo” in programma sabato 8 ottobre, alle 10:30 nella sala conferenze del Museo Ridola di Matera, cui prenderanno parte anche i membri della Commissione.

Il bando “Comunità Creative. Programma di residenza di co-creazione euromediterranea” è realizzato dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 e Open Design School in partnership con GO!2025 (Nova Gorica-Gorizia), la Capitale Europea dei Giovani Tirana EYC 2022 e con il patrocinio delle Capitali Europee della cultura 2022 Esch (Lussemburgo), Kaunas (Lituania) e Novi Sad (Serbia). Nell’Anno Europeo dei Giovani, punta a raccogliere l’eredità del messaggio pronunciato dal Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli durante la cerimonia di chiusura di Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

 

 

Unibas: Rinnovato il Corso di Laurea Triennale di Studi Umanistici

in Cultura

Unibas: Rinnovato il Corso di Laurea Triennale di Studi Umanistici: “Lingue” e “Arte, Musica e Spettacolo”

A partire da questo anno accademico (2022-2023) è stato rinnovato il Corso di Laurea triennale in Studi Umanistici, già da tempo attivato nel Dipartimento di Scienze Umane (DISU) dell’Università degli studi della Basilicata. La nuova offerta formativa prevede due sostanziali novità: è stato istituito un nuovo curriculum in “Arte, Musica e Spettacolo”, che va ad affiancarsi ai curricula già attivi, e l’offerta formativa linguistica è stata completamente riformulata e resa più incisiva con l’introduzione della terza lingua. Il curriculum rinnovato è denominato “Lingue straniere”. All’interno di ogni percorso scelto dallo studente al momento dell’immatricolazione verranno enfatizzati, alternativamente, lo studio di lingue, filologie e letterature del mondo antico (nel curriculum classico), della linguistica, della filologia e della letteratura italiana del periodo medievale, moderno e contemporaneo (nel curriculum moderno), della storia e della filosofia (nel curriculum storico-filosofico), della linguistica, delle lingue e delle letterature straniere (nel curriculum in lingue straniere), della storia e della teoria dell’arte, del cinema, del teatro e della musica (nel curriculum di arte, musica e spettacolo). Sono inoltre previste altre materie quali la geografia e l’archeologia. Tutte le discipline potranno, peraltro, essere approfondite anche mediante l’inserimento di ulteriori crediti formativi nell’ambito delle scelte autonome. Il Corso di Laurea consentirà agli studenti di perfezionare le conoscenze in uno o più specifici ambiti disciplinari, sia in vista della prosecuzione degli studi in livelli superiori (lauree magistrali, master, etc.), sia per l’inserimento nell’ambito del lavoro. Al termine del percorso formativo, il laureato in Studi Umanistici avrà acquisito le conoscenze e le capacità necessarie per poter proseguire gli studi in percorsi di livello superiore quali Master di I livello e Lauree Magistrali, e avrà maturato ulteriori requisiti necessari a collocarsi nelle principali realtà pubbliche e private attive nel campo dell’istruzione e della valorizzazione del patrimonio letterario, artistico e culturale, classico e moderno: archivi, biblioteche, centri di studi classici e moderni, parchi archeologici, oltre che nell’editoria e nella pubblica amministrazione, nella progettazione e realizzazione di eventi culturali. In virtù delle competenze linguistiche acquisite nel curriculum in Lingue straniere, potrà anche inserirsi come operatore linguistico in organismi nazionali e internazionali, centri di accoglienza e nell’ambito del turismo culturale.

PER INFORMAZIONI

 

Apt e Regione Basilicata al Festival della Letteratura di viaggio

in Cultura

Apt e Regione Basilicata al Festival della Letteratura di viaggio. Fra gli eventi la mostra di acquerelli di Raffaele Pentasuglia dedicata ai cinque parchi lucani. Oggi 2 Ottobre ultima giornata.

La Regione Basilicata e l’Apt, attraverso il programma “Ambiente Basilicata” del dipartimento regionale all’Ambiente, sono presenti al Festival della Letteratura di viaggio in programma a Roma dal 29 settembre al 2 ottobre.
Giunto alla tredicesima edizione, si tratta del più importante appuntamento in Italia dedicato al racconto del mondo, vicino e lontano, attraverso diverse forme di narrazione di luoghi e culture: dalla geografia all’antropologia, dalla filosofia alla storia, dalla letteratura al giornalismo, dalla fotografia al cinema, dalla musica al fumetto.
In quattro giorni sono previsti 50 eventi fra incontri, premi, laboratori, passeggiate, mostre. E ancora racconti di viaggi, esplorazioni, ricerche, scritture, rappresentazioni, libri, visioni, dagli anniversari letterari (Calvino, Manganelli, Pasolini, solo per citarne alcuni) alle testimonianze di chi viaggia e si fa poi narratore. Proprio come nel caso del progetto voluto da Apt Basilicata e realizzato dall’artista lucano, Raffaele Pentasuglia.
Per alcuni mesi, infatti, Pentasuglia ha girato in lungo e in largo i cinque parchi lucani per cogliere gli aspetti più suggestivi e interpretarli sul proprio taccuino attraverso disegni ad acquerello.
Alcune tavole saranno esposte nel corso del festival in una mostra che verrà inaugurata il primo ottobre alle 19.30 nel Palazzo Merulana, in via Merulana 121 alla presenza dell’autore, del direttore generale di Apt Basilicata, Antonio Nicoletti, e di Peppone Calabrese, gastronomo e conduttore tv.
“Grazie al sostegno della Regione Basilicata, programma “Ambiente Basilicata” del dipartimento regionale all’Ambiente abbiamo deciso di partecipare a questo evento – spiega il direttore Nicoletti – per far scoprire agli amanti del viaggio e della lettura il ricco patrimonio ambientale, paesaggistico e naturalistico offerto dai nostri cinque parchi, tra alberi monumentali, animali selvatici, chiese rupestri, esperienze adrenaliniche, eccellenze gastronomiche e testimonianze archeologiche. Un mondo incontaminato è autentico, che per una capacità tutta lucana di guardare avanti, è anche proiettato nel futuro”.
E così l’artista Raffaele Pentasuglia per alcuni mesi ha attraversato queste aree protette, dal Parco nazionale del Pollino, al Parco naturale regionale del Vulture, dal parco regionale di Gallipoli Cognato e delle Dolomiti lucane al parco nazionale dell’Appennino lucano, Val D’Agri, Lagonegrese fino al parco regionale della Murgia materana. E durante il suo viaggio in punta di piedi ha catturato con i suoi disegni gli angoli più suggestivi e inediti di questo ricco patrimonio ambientale.
“Una raccolta di tavole – conclude Nicoletti – che presto diventerà un libro/guida che accompagnerà i viaggiatori in questi itinerari emozionali. Insomma una regione, la Basilicata, che è sempre più una regione d’autore”.
“Con il programma Ambiente Basilicata, – dichiara l’assessore regionale all’ambiente Cosimo Latronico – puntiamo a valorizzare quella che è la risorsa più importante che abbiamo in Basilicata: il nostro patrimonio naturalistico-ambientale e il nostro paesaggio. L’azione quotidiana della Direzione regionale è volta a coniugare tutela e valorizzazione. Il linguaggio dell’arte, come quella del lavoro di Pentasuglia, ci colloca nel novero di chi fa promozione con strumenti e contenuti di qualità, che vogliono essere all’altezza della qualità e dei contenuti espressi dal nostro territorio”

Per partecipare all’evento di Apt Basilicata è necessaria la prenotazione a questo link

Foto e illustrazioni fonte: Ufficio Stampa Apt Basilicata

Rotondella e la sua gente: people and landscapes

in Cultura

Rotondella e la sua gente: people and landscapes, a cura dell’A.P.S. Le Vorie. Dal 4 al 7 Ottobre con due artisti Sasha Zelenkevich e Giampaolo Parrilla

“Rotondella e la sua gente: People and Landscapes” il progetto di ospitalità ideato dall’associazione culturale Le Vorie torna dal 4 al 7 ottobre presentando due nuovi artisti: Sasha Zelenkevich e Giampaolo Parrilla. L’iniziativa, in partnership con il Comune di Rotondella , rientra nei progetti del Bando Ultimo Miglio, del GAL START 2020, Operazione 19.B.2.1.A. – PROGETTI SOSTENIBILI DI COMUNITA’ – LINEA DI INTERVENTO 1.II FINESTRA – BASILICATA PSR14/20. I due artisti si erano classificati tra i primi dieci nella precedente edizione svoltasi nel gennaio del 2020, selezionati da Ignazio Fresu, Gianfranco Ferroni e Valeria Arnaldi.

Una selezione accurata sul tema della valorizzazione del territorio e delle persone che lo abitano, in cui agli artisti è stato chiesto di elaborare opere d’arte partecipate. Entrambi, infatti, realizzeranno dei workshop tematici aperti a tutti.

Nei workshop mattutini saranno presenti gli studenti del Liceo Artistico di Nova Siri accompagnati dai docenti Filomena Modena, Veturio Viola, Giovanna Gorgoglione, gli studenti dell’Istituto Pitagora di Policoro dell’Indirizzo Moda e Artigianato per il Made in Italy di Policoro, accompagnati dai docenti Corrado Francesco, Silvana Zaffarese, Antonella Oriolo e gli studenti del Liceo E.FERMI di Policoro, accompagnati dal prof.Nino Oriolo e dalla prof.ssa Vittoria Leone.
Sasha Zelenkevich nasce a Minsk, Bielorussia, dove si diploma all’istituto d’arte statale Glebov. Dal 2005 vive e lavora in Italia. Ha esposto in numerose gallerie d’arte e in importanti rassegne nazionali e internazionali, dalla Galleria RICCI ODDI di Piacenza fino ad esporre nell’ambito della 54a Esposizione Internazionale d’arte della Biennale di Venezia, Padiglione Italia a cura di Vittorio Sgarbi nell’evento “Biennale 2011.Lo stato dell’arte. Friuli Venezia Giulia”. Ha appena ultimato una residenza d’arte in Kosovo. Propone il workshop “Radici” durante il quale verrà realizzata una “grande tela” composta di differenti materiali e l’utilizzo di diverse tecniche di assemblaggio. Ognuno contribuisce portando simboli delle proprie radici come pezzi di stoffe, merletti, ricami, perline, oggetti che possono essere cuciti per creare la trama di un insieme unitario e interconnesso.
Giampaolo Parrilla, vive a Bologna e vanta esposizioni importanti nel circuito nazionale e internazionale, da Paratissima Art Fair a Torino, Padova Arte Fiera, a Bologna con il MAMBO e la realizzazione di pitture murali nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Una delle residenze artistiche a cui ha partecipato lo ha condotto fino in Uruguay. Finalista al Combat Prize nel 2021. Propone il workshop “Rito Spirale” durante il quale si realizzeranno maschere di cartapesta. Le maschere saranno poi utilizzate nella performance finale del 7 ottobre con gli stessi partecipanti al workshop che si svolgerà all’interno di uno spazio in cui campeggeranno tele dipinte di grandi dimensioni realizzate dallo stesso artista.
“Porteremo una ventata d’arte contemporanea”, ha dichiarato la Presidente de Le Vorie, Rosanna Persiani, “Continuiamo a proporre iniziative di alto profilo culturale che possano essere alla portata di tutti. Per noi fare cultura vuol dire mettere a disposizione quell’insieme di conoscenze e di esperienze che possano concorrere ad accrescere le capacità ragionative di ciascun individuo affinché si concorra a migliorare il tessuto sociale e il patrimonio di conoscenza dell’intera comunità. Ringrazio gli Istituti di Istruzione superiore che hanno accolto il nostro invito, in particolare la lungimiranza delle Dirigenti scolastiche, prof.ssa Cristalla Mezzapesa del Liceo Artistico di Nova Siri, la prof.ssa Maria Carmela Stigliano dell’Istituto Pitagora e della prof.ssa Giovanna Tarantino del Liceo “Fermi”. Nel pomeriggio i laboratori saranno aperti ai cittadini di tutte le età”. Il 4 ottobre l’A.S.D. Rainbow Dance di Roberta Lillo a partire dalle ore 18 in piazza della Repubblica, accoglierà gli artisti con uno stage di danze tradizionali e folklore “Lucania Mia” coinvolgendo anche la numerosa comunità albanese presente a Rotondella.

Segui ilMet su Instagram

Torna su