Archivio categoria

Cultura

Nutella lancia la special edition “Ti Amo Italia”, ci sarà anche Matera sui vasetti

in Cultura

NUTELLA CELEBRA LA STRAORDINARIETÀ DEL NOSTRO PAESE CON LA SPECIAL EDITION “TI AMO ITALIA”

 

Nutella da sempre ispira a vivere la vita con positività, e ancora una volta vuole ricordarci che per cogliere il buono della vita non serve cercare lontano, a volte basta guardarsi attorno.  Per questo è nata la Special Edition “Ti Amo Italia”, che ad ottobre 2020 arriverà sul mercato per invitarci a realizzare quanta meraviglia ci circonda, promuovendo un processo di riscoperta dello straordinario nell’ordinario.

Protagonista della special edition sarà proprio l’Italia, un luogo dove ogni cosa è straordinaria, anche se talvolta lo si dà per scontato. La ricchezza dell’Italia risiede infatti nella sua eterogeneità: i suoi luoghi, dai più noti ai più nascosti; le sue persone, di diverse età, etnie, genere; le sue ricette tradizionali, che sono espressione di tutte le sfumature d’Italia attraverso le diverse interpretazioni in cucina. 

La special edition “Ti amo Italia”, sugli scaffali a partire da ottobre, sarà composta da una serie limitata di 30 vasetti che celebrano il nostro paese, toccando tutte le regioni. Dai borghi alle montagne, dalle isole alle città, dalle acque cristalline ai paesi colorati: ogni vasetto è uno scorcio d’Italia!

La Special Edition creata in collaborazione con ENIT, l’Agenzia Nazionale del Turismo, anche per valorizzare e promuovere il territorio italiano, si pone l’obiettivo di creare maggiore consapevolezza sulla bellezza che ci circonda e su quanto questi luoghi straordinari siano a portata di mano e accessibili a tutti.

I vasetti saranno soltanto l’inizio di un viaggio che porterà i consumatori a visitare virtualmente 30 località d’Italia, rimanendo comodamente seduti a casa. Inquadrando il QR code su ogni vasetto sarà infatti possibile vivere un’esperienza immersiva di virtual reality.  I contenuti saranno fruibili all’interno di una piattaforma digitale, dove ogni consumatore potrà inoltre mettere alla prova le proprie conoscenze legate al territorio, alla storia, alla cultura e godere di video-ricette legate alla tradizione culinaria del paese rivisitate in chiave Nutella.

Rotondella entra nella rete internazionale dei greeters  

in Cultura

“Greeters è un’organizzazione mondiale senza scopo di lucro. Destinazioni in tutto il mondo offrono ai visitatori passeggiate personali e private con la gente del posto”

Rotondella entra nella rete internazionale dei greeters ovvero semplici cittadini che accolgono i turisti per una visita fuori dal comune nella propria città di residenza.Ultima esperienza, in ordine di tempo, la visita di un nutrito gruppo dalla regione Marche, occasione per provare un atto di un più complesso gioco di comunità ideato sulla figura mitologica della Monachella (o Monachedd) dispettosa. Sceneggiata e diretta da Rudy Marranchelli – Rotondella Turistica – la rappresentazione di strada ha suscitato un grande successo tra i visitatori, grazie soprattutto all’interpretazione del giovane attore rotondellese Felice Pascale (nei panni della monachella dispettosa) e della coinvolgente maestra di ballo Roberta Lillo. Il gioco di comunità ha l’obiettivo di accompagnare studenti e turisti alla scoperta del centro storico, con tappe nei pressi delle Cappelle di San Rocco, dell’Annunziata, della Madonna del Carmelo, della Chiesa di Sant’Antonio e della Chiesa Santa Maria delle Grazie, tra viuzze, scalinate e antichi portali in pietra dai mascheroni e disegni antropologici. Un gioco per raccontare Rotondella e la sua gente tra devozione e credenze popolari. Con momenti gastronomici e workshop didattici per far conoscere usi, costumi, saperi e sapori di una comunità ospitale che si vuole candidare a capitale del turismo emozionale. Intorno alle chiese e il territorio si sta costruendo anche un docufilm, contando sulla collaborazione del videographer Giuseppe Losignore che vanta una maturata esperienza e lavori presso importanti programmi su reti nazionali. I Greeters rappresentano un nuovo e importante componente del progetto di comunità, dove ogni associazione o singolo cittadino è un tassello per completare il fantastico puzzle di Rotondella Turistica. Puzzle da incastonare in una rete di condivisioni di idee e progettualità che guarda i comuni di Valsinni, Nova Siri, Tursi e Montalbano J. come partner per eventi, itinerari e destinazioni anche in una logica di destagionalizzazione. “Greeters è un’organizzazione mondiale senza scopo di lucro – Racconta  Maximilian Puerstl – Destinazioni in tutto il mondo offrono ai visitatori passeggiate personali e private con la gente del posto. Le nostre passeggiate, chiamate Greets, sono totalmente gratuite, il nostro vuole essere un saluto, un volto amichevole, per chi visita una città o un paese come Rotondella. Qui a Rotondella possiamo contare su tanti volontari, per la visita di oggi un grazie particolare al greeter Salvatore Sagaria”.E’ sempre il “modello” di Rotondella Turistica che sperimenta a partire dai sui protagonisti: volontari che amano così tanto la loro città che vogliono mostrarti il ​​loro posto, non come guida, più come un amico appena incontrato.

Basilicata Cineturismo Experience, conclusa la 4^ edizione del progetto del Gal Start 2020

in Cultura

Si è conclusa con un ottimo successo di pubblico la IV Edizione del Progetto di Cooperazione Interterritoriale “Basilicata Cineturismo Experience” curata dal Gal Start 2020 e con il supporto tecnico ed organizzativo di Mediterraneo Cinematografica.

Convegni, proiezioni ed esperienze hanno dato corpo ad un contenitore dinamico ed originale che punta ad incoraggiare e promuovere la diffusione del cineturismo come nuova chiave di lettura per la scoperta di aree meno note e conosciute, non solo da parte di turisti ma anche di autori, registi e produttori cinematografici.

Le tre giornate della manifestazione hanno visto la partecipazione del consiglio d’amministrazione del GAL START 2020, di ospiti istituzionali e del mondo del cinema. La serata di apertura il 29 agosto presso la Tenuta Mastrangelo di Bernalda, è stata animata da un dibattito legato alla scoperta di una Basilicata inedita che, negli ultimi anni, è riuscita a conquistare l’attenzione delle produzioni cinematografiche per la scelta di location nei suoi territori interni, volti alla ruralità e con forte potenziale turistico. «L’iniziativa – ha affermato il Presidente del Gal Start 2020 Leonardo Braico – vuole essere uno strumento di promozione del fascino delle località lucane, con conseguenti ricadute positive in termini di flussi turistici sul territorio. La Basilicata diventa protagonista di un progetto innovativo che evolverà in una intensa attività di potenziamento, promozione e diffusione dell’offerta cine-turistica locale a livello nazionale ed europeo. La sostenibilità nel tempo e lo sviluppo del progetto – continua il Presidente – comportano la collaborazione con le amministrazioni locali e con le autorità regionali che devono impegnarsi all’implementazione dell’iniziativa al fine di assicurarne il prosieguo ed una ulteriore evoluzione».

Il 30 agosto nella splendida cornice del chiostro di Santa Chiara a Ferrandina è andato in scena un incontro con Nicola Ragone e Luigi Vitelli, rispettivamente regista e autore del documentario “Vado Verso Dove Vengo”, un film documentario con l’obiettivo di indagare e comporre da un punto di vista soprattutto antropologico, brani di storie personali di lucani emigrati all’estero (sia di vecchia che di nuova emigrazione), e metterli in relazione con le storie di chi resta in Basilicata. «Il cineturismo è uno strumento che può diventare importante per i nostri territori – ha spiegato il regista Ragone – e che può raccontare i nostri luoghi a chi non li conosce e a chi vuole fare cinema». «Con la quarta edizione di Basilicata Cineturismo Experience – ha affermato il direttore del Gal Start 2020 Giuseppe Lalinga – stiamo continuando a dare voce e a valorizzare territori, ancora tutti da scoprire».

La serata conclusiva si è svolta il 31 agosto a Montescaglioso sullo sfondo della suggestiva Abbazia di San Michele Arcangelo ed è stata animata da riflessioni, dibattiti e confronti tra rappresentanti istituzionali del Comune di Montescaglioso, della Regione Basilicata e del Gal Start 2020. «Basilicata Cineturismo Experience” rappresenta – ha dichiarato Patrizia Minardi – l’evoluzione del Progetto “Basilicata Movie Tourism” e le sue attività, di cui alcune già realizzate anche a livello internazionale, alimentano il fascino delle località lucane che diventano così terre di cinema». Il direttore generale dell’APT Basilicata Antonio Nicoletti ha rafforzato l’importanza del cinema e del cineturismo per la nostra regione vocata ad un turismo di motivazione ed alta intensità esperenziale; serata è andata avanti con la proiezione del film “Il Sindaco del Rione Sanità” diretto da Mario Martone ed ispirato all’omonima opera teatrale di Eduardo De Filippo; il film girato in un piccolo comune del Parco Nazionale del Vesuvio, dal genere drammatico e di grande attualità, ha affascinato il pubblico dell’Abbazia nel presentare la drammatica situazione della periferia di Napoli riportando al giorno di oggi il tema delicato delle leggi interne al mondo della delinquenza, parallelo al sistema statale. Ospite della serata l’attore protagonista classe 1978, Francesco di Leva, che è stato intervistato dal giornalista Sergio Palomba. L’attore ha sottolineato il significato ed ha espresso una forte voglia di risoluzione delle problematiche della gioventù napoletana. «Il cinema deve essere per questi ragazzi– ha affermato l’attore – una grande occasione di crescita e di rinascita, una opportunità vera di lavoro ed il mondo delle produzioni cinematografiche quando apre loro una porta, deve garantire che essi trovino successivamente anche una stanza. Di Leva si è confrontato infine con un pubblico curioso e con Giuseppe Marco Albano, regista e sceneggiatore con cui collaborerà – ha confessato in anteprima – per la realizzazione di un altro film nel breve».

Ha concluso gli interventi il vicepresidente della Regione Basilicata e assessore alle politiche agricole e allo sviluppo rurale Francesco Fanelli che ha sottolineato come il Basilicata Cineturismo Experience rappresenta una buona prassi di sinergia e progettualità tra Gal che hanno saputo progettare e costruire un processo innovativo e virtuoso che individua nel cinema una leva strategica di marketing territoriale in grado creare un forte appeal non solo verso le produzioni cinematografiche ma anche verso una nuova domanda turistica. Il passo successivo ha concluso Fanelli, sarà quello di rafforzare la progettualità attraverso un’azione sinergica tra i vari attori, pubblici e privati, del sistema turistico e culturale della regione Basilicata.

Formazione certificata per Personal Trainer con Fitnessway

in La Grande Bellezza

La figura professionale del personal trainer deve possedere una serie di conoscenze specifiche necessarie per offrire un servizio di livello. Una combinazione di nozioni teoriche e pratiche che permettono di supportare in ogni occasione l’individuo che sceglie di essere affiancato lungo tutto il percorso di allenamento. Per operare in sicurezza, erogando un servizio di valore, è dunque importante poter disporre delle corrette certificazioni che dimostrino di essersi impegnati in una formazione di reale qualità.

Per operare al meglio come personal trainer occorre svolgere una formazione adeguata, di comprovato valore. Un impegno che si può anche rinnovare nel corso del tempo, tenendosi costantemente aggiornati, in modo da assicurarsi di svolgere un servizio sempre efficace.

Non basta, infatti, essere appassionati di sport per poter supportare le persone alla ricerca del loro benessere fisico e della loro forma fisica ideale. Al contrario, è importante poter disporre di un’ampia serie di conoscenze, che possono risultare di grande aiuto per approcciare al meglio alle più diverse individualità con cui si andrà a lavorare.

Proprio per questo, diviene strategico frequentare un corso mirato, che possa fornire anche una certificazione valida a livello nazionaleedeuropeo, come quella rilasciata da Fitnessway, scuola di formazione professionale che propone ai clienti numerosi percorsi formativi, tra cui quello per ottenere la qualifica di personal trainer.

 

Acquisire tutte le competenze necessarie, sia pratiche che teoriche, per ricoprire questo ruolo è fondamentale per poter supportare attivamente le persone nel loro percorso,senza correre o far correre rischi. Questo è un elemento che è bene sempre tenere in considerazione, dal momento che durante le attività si va a interferire e a interagire con la salutedelle persone.

Personal trainer certificato: i punti chiave della formazione

Innanzitutto,per un aspirante personal trainer è importante conoscere le modalità e i processi di funzionamento del corpo umano.A questi sono collegati anche la possibilità di valutare lo stato di salute, l’alimentazione di riferimento e gli sforzi a cui è consigliabile o meno sottoporre l’organismo.

 

In aggiunta, parte della formazione deve approfondire un’ampia varietà di informazioni scientifiche, basi fondamentali perevitare possibili imprevisti o danni anche rilevanti.

 

Proseguendo,uncorso deve focalizzarsi ovviamente anche sulla parte pratica: è così che – insieme alle conoscenze teoriche – si acquisiscela giusta abilitàperimparare ad eseguire al meglionumerosi tipi di attività.

 

L’importanza della formazione certificata per operare in sicurezza

La formazione per personal trainerpassa dunque dall’anatomia umana alla fisiologia, dalla biomeccanica alla nutrizione,per poi giungere alle vere e proprie tecniche di allenamento, necessarie per impostare un percorso personalizzato sulla base delle esigenze individuali.

Per questo, nel bagaglio di competenze deve essere inserita anche la capacità di mostrare empatia, ascoltareemotivaretutti coloro che scelgono di affidarsi ad unpersonal trainer.

Oltre alla parte di apprendimento, un buon corso professionale deve infine poter fornire una o più certificazioniriconosciute in Italia e all’estero. A questo proposito, un esempio concreto è rappresentato dalcorso di personal trainerdiFitnessway, che permette innanzitutto di ricevere il Diploma Nazionale Personal Trainer.

La certificazione viene erogata in sinergia con l’ASI, un ente riconosciuto dal CONI e dal Ministero dell’Interno. Ciò consente di effettuare la successiva iscrizione all’Albo Nazionale dei Tecnici dell’Ente,così da poter essere annoverati tra i personal trainer certificati e abilitati a operare.

Seguendo questo corso si ha, infine, la possibilità di essere accreditati all’interno delRegistro Europeo EREPS dei professionisti dell’esercizio fisico, per esercitare la professione non solo nel nostro paese ma anche all’estero.

 

 

Al via la quarta edizione di Basilicata Cineturismo Experience

in Appuntamenti/Cultura

Ritorna il 29,30 e 31 agosto la 4° edizione del “Basilicata Cineturismo Experience”, nato nel 2014, da una felice intuizione di Giuseppe Lalinga con il supporto artistico e progettuale del regista Giuseppe Marco Albano.

L’iniziativa promossa dal Gal Start 2020 – ha dichiarato il consigliere d’Amministrazione Nicola Caruso – punta ad incoraggiare e promuovere la diffusione del cineturismo come nuova chiave di lettura per la scoperta di aree meno note e conosciute, non solo da parte di turisti ma anche di autori, registi e produttori cinematografici.  Pertanto, il progetto  intende valorizzare questo trend virtuoso attraverso l’identificazione ed il potenziamento degli itinerari cine-turistici di maggiore interesse.

La manifestazione prevede un ricco programma di appuntamenti. Si comincia il 29 agosto a Bernalda con una serata di benvenuto con ospiti istituzionali e del mondo del cinema: saranno presenti l’attore e il regista Matteo Pianezzi, Giuseppe Marco Albano, regista e sceneggiatore e Adele Dell’Erario, ideatrice del Progetto Castello Errante. Il 30 agosto l’iniziativa si sposta a Ferrandina, presso il Chiostro del Monastero di Santa Chiara, dove alle ore 20:30 avrò inizio un incontro con gli autori a cui parteciperanno il regista Nicola Ragone, l’autore Luigi Vitelli e Giuseppe Marco Albano, regista e sceneggiatore. Al termine ci sarà la proiezione del documentario “Vado Verso Dove Vengo” di Nicola Ragone. L’ultima serata della manifestazione, infine, sarà a Montescaglioso, il 31  agosto alle ore 19:30 presso l’Abbazia di San Michele Arcangelo. Dopo gli interventi istituzionali, a cui prenderà parte il vicepresidente e assessore alle Politiche Agricole e Forestali Francesco Fanelli, la tre giorni si concluderà con l’intervista del giornalista Sergio Palomba all’attore Francesco Di Leva, protagonista de “Il sindaco del rione Sanità” di Mario Martone, che sarà proiettato al termine della serata.

Durante la tre giorni saranno previsti specifici incontri e dibattiti legati al virtuoso rapporto tra cinema e territorio dove interverranno amministratori locali ed esperti di settore che si confronteranno sulle potenzialità della Basilicata sempre più percepita come terra di cinema. 

Il progetto ha concluso Leonardo Braico presidente del GAL START 2020 intende rafforzare la sperimentazione di proposte turistiche e movie tour ad alta intensità esperienziale oltre alla creazione e diffusione d’innovativi prodotti audiovisivi.

Al via la prima edizione del Metaponto Film Network

in Cultura

Si terrà a Bernalda e Metaponto il 28 e 29 agosto 2020 la prima edizione del Metaponto Film Network, un business event cinematografico rivolto principalmente ai documentari ed agli esordi, che si propone come progetto inclusivo non solo degli operatori del settore, ma anche di istituzioni e attori socio-economici, a riconoscimento della valenza del cinema in quanto forma d’arte ma anche settore produttivo che genera ricadute positive su un ampio tessuto territoriale.

L’evento, organizzato dall’Associazione Lukania Sound Digital in collaborazione con l’Olbia Film Network, è sostenuto dal Comune di Bernalda patrocinato dalla Fondazione Lucana Film Commission, Lucania film Festival, Storie Parallele e in collaborazione con Mediterraneo Cinematografica e DOC.it Associazione Documentaristi Italiani. Un progetto, quindi, che unisce due territori, Sardegna e Basilicata, tramite un concetto rinnovato di giornate professionali dedicate all’impresa cinematografica.

Appuntamenti professionali dedicati agli accreditati provenienti da tutto il mondo del documentario: autori, produttori, distributori, buyers, amministratori e più in generale, professionisti dell’intera filiera cinematografica hanno qui l’occasione di incontrarsi e di confrontarsi su temi specifici di interesse comune.

La manifestazione prevede un ricco programma di appuntamenti. Si comincia il 28 agosto con un talk sul green production management, cioè sul rapporto tra l’industria cinematografica e il tema dell’ambiente in un settore che spesso è stato un precursore nel portare all’attenzione globale questioni connesse all’inquinamento, alla crisi climatica e alla perdita di biodiversità.

Il 29 agosto si terrà, invece, una pitch session, nel corso della quale di fronte a un parterre di professionisti del settore, come editor televisivi, circuiti di cinema, produttori indipendenti, distributori, sales agent e direttori di festival, 10 giovani autori avranno l’opportunità di presentare i loro progetti documentaristici agli intervenuti con l’auspicio di finalizzare accordi di produzione, co-produzione e distribuzione. Il miglior pitch, decretato da autorevole decision maker, vincerà il premio Camera Service del valore di 2.500,00 Euro in servizi e il Premio DOC.it che permetterà di partecipare di diritto ai prossimi IDS Industry di Ottobre.

 Inoltre in entrambe le giornate si terranno i lavori dell’Atelier EURO.MED, un laboratorio di sviluppo che permetterà a tre autori di far crescere il proprio progetto in due workshop residenziali accompagnati da tutors di livello internazionale. Non mancheranno infine momenti di aggregazione alla scoperta della Basilicata. La presenza di location meravigliose e la possibilità che queste divengano parte attiva dell’evento rappresenta un enorme punto di forza e ogni pomeriggio tutti i partecipanti si trasferiscono sulle spiagge dove avranno la possibilità di godere di zone riservate grazie al sostegno dei partner commerciali Lido DomPablo, Camping Riva dei Greci e Progetto Ambiente.

Formazione certificata per Personal Trainer con Fitnessway

in La Grande Bellezza

La figura professionale del personal trainer deve possedere una serie di conoscenze specifiche necessarie per offrire un servizio di livello. Una combinazione di nozioni teoriche e pratiche che permettono di supportare in ogni occasione l’individuo che sceglie di essere affiancato lungo tutto il percorso di allenamento. Per operare in sicurezza, erogando un servizio di valore, è dunque importante poter disporre delle corrette certificazioni che dimostrino di essersi impegnati in una formazione di reale qualità.

Per operare al meglio come personal trainer occorre svolgere una formazione adeguata, di comprovato valore. Un impegno che si può anche rinnovare nel corso del tempo, tenendosi costantemente aggiornati, in modo da assicurarsi di svolgere un servizio sempre efficace.

Non basta, infatti, essere appassionati di sport per poter supportare le persone alla ricerca del loro benessere fisico e della loro forma fisica ideale. Al contrario, è importante poter disporre di un’ampia serie di conoscenze, che possono risultare di grande aiuto per approcciare al meglio alle più diverse individualità con cui si andrà a lavorare.

Proprio per questo, diviene strategico frequentare un corso mirato, che possa fornire anche una certificazione valida a livello nazionaleedeuropeo, come quella rilasciata da Fitnessway, scuola di formazione professionale che propone ai clienti numerosi percorsi formativi, tra cui quello per ottenere la qualifica di personal trainer. Acquisire tutte le competenze necessarie, sia pratiche che teoriche, per ricoprire questo ruolo è fondamentale per poter supportare attivamente le persone nel loro percorso,senza correre o far correre rischi. Questo è un elemento che è bene sempre tenere in considerazione, dal momento che durante le attività si va a interferire e a interagire con la salutedelle persone.

Personal trainer certificato: i punti chiave della formazione

Innanzitutto,per un aspirante personal trainer è importante conoscere le modalità e i processi di funzionamento del corpo umano.A questi sono collegati anche la possibilità di valutare lo stato di salute, l’alimentazione di riferimento e gli sforzi a cui è consigliabile o meno sottoporre l’organismo. In aggiunta, parte della formazione deve approfondire un’ampia varietà di informazioni scientifiche, basi fondamentali perevitare possibili imprevisti o danni anche rilevanti. Proseguendo,un corso deve focalizzarsi ovviamente anche sulla parte pratica: è così che – insieme alle conoscenze teoriche – si acquisiscela giusta abilitàperimparare ad eseguire al meglionumerosi tipi di attività.

 

L’importanza della formazione certificata per operare in sicurezza

La formazione per personal trainerpassa dunque dall’anatomia umana alla fisiologia, dalla biomeccanica alla nutrizione,per poi giungere alle vere e proprie tecniche di allenamento, necessarie per impostare un percorso personalizzato sulla base delle esigenze individuali.

Per questo, nel bagaglio di competenze deve essere inserita anche la capacità di mostrare empatia, ascoltare e motivare tutti coloro che scelgono di affidarsi ad un personal trainer.

Oltre alla parte di apprendimento, un buon corso professionale deve infine poter fornire una o più certificazioni riconosciute in Italia e all’estero. A questo proposito, un esempio concreto è rappresentato dal corso di personal trainerdiFitnessway, che permette innanzitutto di ricevere il Diploma Nazionale Personal Trainer.

La certificazione viene erogata in sinergia con l’ASI, un ente riconosciuto dal CONI e dal Ministero dell’Interno. Ciò consente di effettuare la successiva iscrizione all’Albo Nazionale dei Tecnici dell’Ente,così da poter essere annoverati tra i personal trainer certificati e abilitati a operare.

Seguendo questo corso si ha, infine, la possibilità di essere accreditati all’interno delRegistro Europeo EREPS dei professionisti dell’esercizio fisico, per esercitare la professione non solo nel nostro paese ma anche all’estero.

 

 

Teatro dei Calanchi, edizione speciale il 29 e il 30 Agosto a Pisticci

in Cultura

Dopo il grande successo di Teatro dei Calanchi, con sold-out nella quattro giorni da poco conclusa, il 29 e 30 agosto nello scenario suggestivo dei Calanchi si terrà una edizione speciale imperdibile.

Teatro dei Calanchi si conferma come un evento unico nel suo genere: il festival totalmente unpluggedche fa dei calanchi di Pisticci un’area artistica a cielo aperto, amplia il suo programma e si riapre al pubblico nei giorni 29 e 30 agosto per un’esperienza unica. Il prossimo weekend infatti, il cuore d’argilla del metapontino pulserà d’arte scenica e musicale. La due giorni vedrà in replica alcuni eventi che nelle scorse settimane hanno riscosso un importante successo. Si inizia il 29 agosto con Calanchi XP, l’escursione nei calanchi a cura di Fabio Quinto, ricercatore ed esperto di fauna selvatica, e Maurizio Rosito, guida ambientale escursionistica. Alle 21 sarà la volta di Delirium, la pièce diretta da Daniele Onorati, in cui la realtà si deforma mostrando il suo scheletro, fatto di istinto e irrazionalità: “Per me, Delirium è la lente perfetta per leggere i frutti di quest’edizione, raccolti in un anno difficile, in cui tutti abbiamo sfiorato il delirio o ne siamo stati toccati” ha detto Onorati, visionario ideatore di Teatro dei Calanchi. Subito dopo, sarà la volta di Festivàl degli Insetti, che ha per protagonisti i giovani allievi-attori di TeatroLab, il laboratorio teatrale che – negli ultimi anni – punta alla formazione artistica dei talenti lucani. Al centro di Festivàl degli Insetti è la relazione fra l’uomo e l’ecosistema: i calanchi fanno da quinta a questa riflessione quanto mai attuale. Domenica 30 agosto, Calanchi XP e Delirium saranno suggellati dalla performance musicale al tramonto Sal Russo Gipsy Jazz Trio, con Tony Miolla alla chitarra ritmica e Danilo Amato al contrabbasso. Chitarrista di fama internazionale, Salvatore Russo ha suonato e collaborato con importanti cantautori della scena musicale italiana. Il repertorio del trio propone musica internazionale in chiave manouche francese, contaminato da ritmi che richiamano alla rumba e al tango, fino allo swing. Il festival si chiuderà con una suggestiva escursione in notturna sulle tracce del lupo. Anche per questa edizione straordinaria di Teatro dei Calanchi sarà possibile prenotare, attraverso la sottoscrizione effettuabile esclusivamente online, il proprio sacchetto gastronomico,  colmo di prelibatezze culinarie locali, fornito da Apino di Nicodemo Store.

 PROGRAMMA

29 AGOSTO

H19.00   CALANCHI XP | escursione

H21.00   DELIRIUM | teatro dell’assurdo

H22.30 FESTIVÀL DEGLI INSETTI | teatro per ragazzi

 

30 AGOSTO

H19.00   SAL RUSSO GIPSY JAZZ TRIO | concerto

H21.00   DELIRIUM | teatro dell’assurdo

H22.30   CALANCHI XP | escursione

 

Sant’Angelo le Fratte, “Corti in Cantina” 2020: ecco tutti i premiati

in Cultura

Si è tenuta domenica 23 agosto in Piazza dei Martiri di Sant’Angelo le Fratte la nona edizione della rassegna cinematografica di cortometraggi lucani “Corti in Cantina”, ormai appuntamento consolidato di cinema estivo in Basilicata.

Alla presenza del direttore artistico Giuseppe Marco Albano e di tanti volti noti del cinema lucano, sono stati consegnati i riconoscimenti ai talenti ed ai professionisti che si sono distinti nel mondo del cinema. Hanno partecipato alla serata il primo cittadino Michele Laurino, il vicesindaco Vincenzo Ostuni, Angelo Troiano e Francesco Lattarulo di Mediterraneo Cinematografica e poi ancora Carlo De Ruggieri, Nicola Ragone, Antonio Andrisani e tanti altri.

“Essere il direttore artistico di Corti in Cantina – ha dichiarato Giuseppe Marco Albano – è sempre un piacere e un onore, premiare i tanti professionisti lucani impegnati nel panorama cinematografico italiano. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato alla serata e tutti gli organizzatori per la buona riuscita della rassegna”.

Ben condotta la manifestazione dalla giornalista Margherita Sarli. Una calorosa partecipazione ha riscaldato la serata premiando le proiezioni dei cortometraggi con un pubblico molto attento, che ha gradito la selezione di opere brevi che raccontavano tante storie attraverso diversi generi.

Il finale della manifestazione, organizzata dalla società di produzione Mediterraneo Cinematografica con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Sant’Angelo Le Fratte, è stato interamente dedicato all’ospite d’onore della serata, il direttore della fotografia Giovanni Ragone e il premio alla carriera a lui dedicato. Una clip delle migliori scene dei film a cui ha preso parte ha introdotto l’intervista che ha ripercorso i tanti anni di carriera.

Questi tutti i premiati dell’edizione 2020:

Soffio: Miglior Corto e Miglior Regia a Nicola Ragone

Il Nido: Miglior Attore a Carlo De Ruggieri

Stardust: Miglior Sceneggiatura ad Antonio Andrisani

Novecentonovantanove: Miglior Montaggio a Giorgia Panzardi e Miglior produttore a Giuseppe Brigante

Aeroplano: Miglior Opera Prima a Maria Cristina Di Stefano

Fly: Miglior Musicista a Federico Ferrandina

The Rebel’s escape: Miglior Animazione ad Eugenio Morina

Marinai di Foresta: Miglior Costumista a Federica Groia e Miglior Truccatrice a Giuliana Marsico

Terra Lucana: Miglior Video Poetry a Sergio Ragone

Miglior Disegnatore del Cinema a Martin Caezza

Premio alla Carriera 2020 a Giovanni Ragone

Sant’Angelo le Fratte, “Corti in Cantina” 2020: ecco tutti i premiati

in Cultura

Si è tenuta domenica 23 agosto in Piazza dei Martiri di Sant’Angelo le Fratte la nona edizione della rassegna cinematografica di cortometraggi lucani “Corti in Cantina”, ormai appuntamento consolidato di cinema estivo in Basilicata. Alla presenza del direttore artistico Giuseppe Marco Albano e di tanti volti noti del cinema lucano, sono stati consegnati i riconoscimenti ai talenti ed ai professionisti che si sono distinti nel mondo del cinema. Hanno partecipato alla serata il primo cittadino Michele Laurino, il vicesindaco Vincenzo Ostuni, Angelo Troiano e Francesco Lattarulo di Mediterraneo Cinematografica e poi ancora Carlo De Ruggieri, Nicola Ragone, Antonio Andrisani e tanti altri. “Essere il direttore artistico di Corti in Cantina – ha dichiarato Giuseppe Marco Albano – è sempre un piacere e un onore, premiare i tanti professionisti lucani impegnati nel panorama cinematografico italiano. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato alla serata e tutti gli organizzatori per la buona riuscita della rassegna”.

Ben condotta la manifestazione dalla giornalista Margherita Sarli. Una calorosa partecipazione ha riscaldato la serata premiando le proiezioni dei cortometraggi con un pubblico molto attento, che ha gradito la selezione di opere brevi che raccontavano tante storie attraverso diversi generi.

Il finale della manifestazione, organizzata dalla società di produzione Mediterraneo Cinematografica con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Sant’Angelo Le Fratte, è stato interamente dedicato all’ospite d’onore della serata, il direttore della fotografia Giovanni Ragone e il premio alla carriera a lui dedicato. Una clip delle migliori scene dei film a cui ha preso parte ha introdotto l’intervista che ha ripercorso i tanti anni di carriera.

Questi tutti i premiati dell’edizione 2020:

Soffio: Miglior Corto e Miglior Regia a Nicola Ragone

Il Nido: Miglior Attore a Carlo De Ruggieri

Stardust: Miglior Sceneggiatura ad Antonio Andrisani

Novecentonovantanove: Miglior Montaggio a Giorgia Panzardi e Miglior produttore a Giuseppe Brigante

Aeroplano: Miglior Opera Prima a Maria Cristina Di Stefano

Fly: Miglior Musicista a Federico Ferrandina

The Rebel’s escape: Miglior Animazione ad Eugenio Morina

Marinai di Foresta: Miglior Costumista a Federica Groia e Miglior Truccatrice a Giuliana Marsico

Terra Lucana: Miglior Video Poetry a Sergio Ragone

Miglior Disegnatore del Cinema a Martin Caezza

Premio alla Carriera 2020 a Giovanni Ragone

1 2 3 19
Torna su