Archivio categoria

Cultura

LA VIDEO-INTERVISTA. “Fino a quel momento soffrirai come un cane”, il nuovo libro di Giuliano Petrigliano

in Cultura

Un racconto onesto, dissacrante, scanzonato in poesia. E poi prendersi in giro, anche quando si soffre: non dare troppa importanza quando si sta male dentro; o quanto meno non dargliela vinta – alla sofferenza – alimentandola con la lagna continua o riversando “guerre interne” in versi o prosa. E poi un cauto, e forse distratto,  elogio alla felicità, distribuita nei 4 secondi e mezzo teorizzati dall’autore.

Nella chiacchierata con Giuliano Petrigliano – di Policoro ma che vive e lavora a Roma – non solo letteratura e poesia, ma anche politica, attualità e “scorrettezze” varie.

La trasmissione è stata girata prima dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19, quindi prima di tutti i decreti che hanno contrassegnato il periodo.

Buona visione.

Per tutti coloro che hanno voglia di raccontare una bella storia, un progetto, un’idea artistica, imprenditoriale, scriveteci a:  redazione@ilmetapontino.it.

 

 

#ioviaggiolucano, il blog del turismo di prossimità in Basilicata

in Cultura

 

Lunedì 25 maggio sarà online il nuovo blog di viaggio sui canali della Pro locoUnpli Basilicata.

Lunedì 25 maggiosarà online il nuovo blog #ioviaggiolucano sul sito e sui canali social della Proloco Unpli Basilicata. L’idea del blog nasce in tempo di quarantena, riflettendo sulle gravi conseguenze che il lockdown dovuto al Coronavirus ha avuto sul turismo. La necessità di fare qualcosa per una regione spesso sottovalutata per le sue potenzialità si unisce alle domande che la founder del blog, Antonella D’Andria, si è posta in questo periodo, ossia su quanto si conosca il proprio territorio, nella totalità dei suoi 131 paesi. Un blog di viaggio può essere una risposta per invogliare i lucani a essere turisti della propria regione e attirare chi non ha mai visitato la Basilicata o non lo ha fatto abbastanza. Grazie alla collaborazione con le Pro loco Unpli lucane, si intrecceranno gli aspetti più noti della regione a quelli che in pochi conoscono, confluendo in un unico racconto del territorio. Stimolare la curiosità dei lettori sarà il principale obiettivo del team di #ioviaggiolucano, per attirare sempre più turisti. Il team si compone di cinque giovani volontari lucani, uniti dalla passione per la propria terra e per la comunicazione, in ogni sua forma, grafica o scritta: Antonella D’Andria, Piervito Aresta, Sara D’Agrosa, Mariapina Potenza e Grazia Valeria Ruggiero. Articoli, post, Instagram stories e grafiche moderne e d’effetto caratterizzeranno un blog che darà nuova linfa al turismo lucano.

Il blog sarà accompagnato, infatti, da una comunicazione del territorio attraverso i social network della Pro loco Unpli Basilicata. Il presidente Rocco Franciosa, durante il webinar realizzato lo scorso 16 maggio in diretta Facebook, si è detto entusiasta del progetto «Il comitato regionale delle Pro loco Unpli ha ben accolto questo progetto. Ci crediamo molto e so che molte si stanno già attivando per inviare materiale utile al blog». Un lavoro in totale sinergia con le 111 Pro loco Unpli lucane,da sempre impegnate in attività di promozione, accoglienza, informazione e animazione turistica, sociale e culturale, un contributo fondamentale per l’intensificarsi dei flussi turistici nella Regione.

Il blog sarà inserito all’interno del sito Pro loco Unpli  Basilicata e sulle pagine Facebook e Instagram.

 

Team #ioviaggiolucano

ioviaggiolucano@gmail.com

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del microblading

in La Grande Bellezza

Il microblading è una soluzione estetica basata su una tecnica innovativa che permette di infoltire le sopracciglie e altre parti del corpo come le labbra e il cuoio capelluto. Questa tecnica è attualmente un vero trendy del beauty, utilizzata molto dalle star internazionali, dalle influencer e giovani ragazze amanti dell’estetica perfetta. Questa tecnica di tatuaggio è stata utilizzata inizialmente in Cina e Giappone e viene denominata anche “sopracciglia a ricamo”, consiste nel depositare all’interno del derma superficiale delle particelle di pigmento.

Per realizzare la tecnica del microblading è necessario utilizzare uno strumento che ha una piccola lama monouso formata da tanti e piccoli aghi, che permette di correggere e migliorare l’aspetto delle sopracciglie.

A cosa serve e come funziona il microblading

Il microblading è una tecnica utilizzata per correggere la forma delle sopracciglia, riempirla o ricrearla in caso di malattie come l’alopecia. Le giovani ragazze utilizzano il microblading per ottenere delle sopracciglia sempre perfette e non dover ricorrere al make up ogni mattina. Le sopracciglia sono un elemento fondamentale del viso perché creano quella struttura che da la percezione di armonia al volto, è fondamentale quindi affidarsi a dei professionisti del settore che hanno effettuato dei Corsi MicroBlading e conoscono tutte le procedure da effettuare sia nella prima seduta che nelle sedute di ritocco. Per ogni persona è necessario utilizzare il colore adatto alla colorazione della pelle, è importante saper scegliere il giusto pigmento. I professionisti dell’estetica permettono ai clienti di far vedere la scheda tecnica del colore con la certificazione del pigmento e tutte le informazioni su eventuali reazioni allergiche. L’inchiostro viene applicato attraverso delle piccole lame che raschiano leggermente lo strato superficiale della pelle e, a differenza delle sopracciglia tatuate, il microblading permette di ottenere un effetto naturale.

Pro e contro del microblading

Uno dei pro del microblading è la durata, l’effetto può durare fino a 3 anni se vengono effettuate dei ritocchi costanti annuali. Sono necessari pochi ritocchi per ottenere l’effetto desiderato e per mantenere una buona durata. Inoltre, un altro vantaggio del microblading è che permette di avere sopracciglia sempre trendy e alla moda, proprio perché il suo effetto è semipermanente e permette di variare ogni anno la forma delle sopracciglia.

I contro del microblading

Esistono alcuni fattori da tenere in considerazione che potrebbero risultare come svantaggi: il microblading viene realizzato attraverso l’utilizzo di piccole lame che effettuano dei piccoli tagli sulla pelle, anche se la tecnica è considerata indolore è necessario applicare la crema anestetica che permette di minimizzare qualsiasi sensazione che potrebbe recare disturbo. Un altro svantaggio è dovuto alla professionalità di chi effettua questa tecnica, una persona inesperta potrebbe tagliare troppo in profondità o saltare delle fasi molto importanti come la sterilizzazione degli strumenti. Questi dettagli possono causare lo sviluppo di infezioni o potrebbero variare l’effetto finale del lavoro.  Affidarsi a dei professionisti del mestiere è fondamentale, permette di avere delle sopracciglia perfette e salvaguardare la salute.

 

 

Bicibicitalia, alla scoperta della bellezza nascosta: il format già passato dalla Basilicata è su Amazon Prime Video

in Cultura

Esplorare la bellezza in bicicletta: in maniera lenta, introspettiva e vivendo appieno l’esperienza. Così, il regista romano Stefano Gabriele, titolare di Framexs Multimedia, azienda che da anni svolge attività di produzioni cinematografiche e televisive, ha ideato il format Bicibiciitalia, distribuito da Zenit Distribution, che adesso è trasmesso da Amazon Prime. “L’idea di Bicibicitalia nasce dalla passione per il nostro territorio, per la natura e per la bici, un connubio ideale. Questa idea è stata poi intercettata dal produttore Mauro Venditti di Format srl che ha creduto nel progetto con uno sforzo produttivo immenso per uomini e mezzi impiegati.  La presenza dei due simpatici conduttori, Federico Perrotta e Valentina Olla ha fatto il resto”, ha spiegato Stefano nel corso della chiacchierata virtuale. Non molto tempo fa, Bicibicitalia è stata anche in Basilicata, un’esperienza che Stefano ricorda, anzi si augura di poter tornare:

“Ci stiamo muovendo per organizzare la ripartenza e molti sono i progetti sia di carattere televisivo che cinematografico, alcuni dei quali potrebbero coinvolgere di nuovo la Basilicata soprattutto in virtù della partnership con Amazon Prime Video”.

Bicibicitalia racconta “senza fretta” la bellezza presente in Italia e a volte “nascosta”: ecco quanto ci sarebbe ancora da esplorare?

Ci sarebbe moltissimo. In due anni di riprese in ogni regione italiana abbiamo scelto luoghi e situazioni meravigliose ma ci accorgevamo di tralasciarne altre di uguale bellezza ed interesse. Noi abbiamo coniato il concetto di slow-tv perché riteniamo che anche il linguaggio televisivo debba accompagnare la bellezza dei luoghi in modo lento, vivendo il territorio, le persone, la cultura, le tradizioni proprio senza fretta per poterle fruire al meglio. L’Italia è una miniera inesauribile di tutto ciò.

Il progetto, oggi, è arrivato su Prime, soddisfatti?

Ebbene sì. Devo dire che ci ha sorpreso molto la miopia di molte emittenti generaliste a cui il progetto è stato proposto in passato. Non hanno la capacità di guardare oltre i soliti orizzonti e vivono di schemi e gruppi di lavoro consolidati ma anche stantii e ripetitivi senza dare spazio ad altre realtà. Diverso è il caso di Prime Video e di altre piattaforme digitali che invece avendo fame di contenuti di qualità non hanno esitato un istante a inserire nel palinsesto un format completo e ben curato come Bicibicitalia. Ora si tratta di mettere a conoscenza l’utenza della disponibilità di tutti gli episodi della serie.

Facciamo qualche passo indietro nel tempo, fra le tappe c’è stata anche la Basilicata: i “calanchi” di Montalbano, Pisticci, poi le spiagge a Scanzano Jonico. Tornerete a farci visita? Ci racconti come è nata l’idea di venire in Basilicata. Sappiamo che un amico in comune, per giunta originario del Molise, ma che lavora in Basilicata nel settore turistico, Giulio Sansone, ve l’ha segnalata. Come vi è sembrata, che ricordo avete dei “lucani” e della Basilicata?

La Basilicata ha rappresentato una sorpresa non indifferente per noi. Sapevamo fosse bella ma davvero ci ha stupiti per la sua natura, per i suoi scorci e per l’accoglienza davvero senza compromessi. Giulio Sansone, direttore responsabile di Mondotondo Villaggi&Vacanze, persona lungimirante, ha sposato e appoggiato il progetto BBI sin dalle sue fasi embrionali e quindi è stato naturale per noi raggiungerlo a Scanzano Jonico nella meravigliosa struttura dell Hotel PortoGreco e villaggio Torre del Faro. Oltre alle facilities per la troupe ci siamo resi conto che quel territorio era proprio ciò che cercavamo per le puntate lucane per via delle caratteristiche naturali, ambientali e turistiche. Policoro, le oasi naturali gestite dal wwf, il villaggio neolitico, i calanchi e Pisticci hanno fatto il resto.

Ma se proprio devo porre l’accento su qualcosa senza tema di smentita è l’accoglienza e la cordialità dei lucani che ha fatto la differenza, sono loro molto grato.

Quali le prossime iniziative che avete in programma, ci sono date da appuntare: ci si rivede su Prime?

Di sicuro l’emergenza sanitaria e il conseguente lockdown ha penalizzato tutti ma in modo particolare il settori del turismo e dell’intrattenimento in senso generale. Tuttavia ci stiamo muovendo per organizzare la ripartenza e molti sono i progetti sia di carattere televisivo che cinematografico, alcuni dei quali potrebbero coinvolgere di nuovo la Basilicata soprattutto in virtù della partnership con Amazon Prime Video, sempre alla ricerca di contenuti di spessore e livello molto alto.

Infine, e in breve: dalla tua esperienza diretta quanto è pronta oggi l’Italia ad accogliere turisti-ciclisti? Mi spiego meglio: ci sono infrastrutture idonee, percorsi, ricoveri per accogliere chi sceglie questa formula slow?

Gli italiani sono un popolo sensibile alle tematiche ecologiche e ambientali e storicamente sono legati alla bicicletta come mezzo di trasporto green, salutare e soprattutto divertente. Fino a non molto tempo fa non tutte le istituzioni sono state sensibili al punto giusto per favorire ed incentivare l’uso della bici ma ultimamente le cose stanno cambiando. Ci si rende conto che un nuovo approccio alla mobilità urbana è possibile e passa attraverso la realizzazione di piste ciclabili fatte a regola d’arte, servizi dedicati ed incentivi economici per chi sceglie questo approccio. Noi di Bicibicitalia ce lo auguriamo di cuore.

 

L’intera gallery fotografica della tappa in Basilicata

Facebook

Instagram

foto dal sito bicibicitalia

 

 

 

 

Droga, due arresti. Due persone arrestate durante un controllo sulla Basentana

in Cultura

Lo spaccio non si ferma: arrestati per droga e sanzionati per non aver osservato le norme anti Covid-19

Una pattuglia della Polizia Stradale di Matera, durante il servizio di controllo del territorio, per il contenimento dell’emergenza sanitaria in atto, alle 02.00 circa di oggi, sulla S.S. 407 Basentana, ha intimato l’alt a due giovani che, a bordo di un autoveicolo, procedevano in direzione di Ferrandina.

“Il passeggero, alla vista della pattuglia, scendeva precipitosamente dall’auto ferma e si allontanava, cercando di far perdere le proprie tracce, nelle campagne limitrofi, portando con se un involucro”, è riportato nel comunicato stampa diffuso dalla Questura di Matera.

E, ancora: “Il fuggitivo veniva raggiunto e bloccato dagli agenti, e nell’involucro veniva rinvenuta sostanza stupefacente del tipo marijuana, per un peso complessivo di 200 grammi circa. Presso l’abitazione dei due giovani, veniva eseguita una perquisizione che consentiva di rinvenire: altra sostanza stupefacente dello stesso tipo, bilancini di precisione ed utensili per la relativa riduzione in dosi e commercializzazione. Venivano pertanto tratti in arresto per il delitto di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e posti agli arresti domiciliari, in attesa del giudizio di convalida; Inoltre, veniva loro contestato l’illecito amministrativo di essersi spostati in assenza di una legittima causa di giustificazione, a termini del vigente Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 maggio u.s. I servizi di controllo, particolarmente intensificati per contrastare i comportamenti non in linea con le prescrizioni imposte dalle vigenti disposizioni per contrastare il contagio virale da COVID – 19, proseguiranno anche nei prossimi giorni, con posti di controllo su tutta la viabilità provinciale a cura delle Forze di Polizia”.

 

Lucania Film Festival, ultime puntate della rubrica “The Show must go on”

in Cultura

Oggi e domani dalle 17:30 alle 20:30 sulla pagina Facebook  le ultime due puntate della rubrica nata per esplorare gli scenari post – coronavirus del mondo del cinema e della cultura.

Si terranno oggi, sabato 2 maggio, e domani, domenica 3 maggio, dalle 17.30 alle 20:30 sulla pagina Facebook del Lucania Film Festival, le ultime due puntate della rubrica “The show must go on”.
La rubrica, nata per tracciare lo scenario di quello che attende, nel prossimo futuro, il mondo del cinema e della cultura, sta raccogliendo le voci e le testimonianze di professionisti del settore condividendone riflessioni, timori e speranze, visioni, per cercare di capire, insieme, cosa accadrà dopo l’emergenza coronavirus.
Non mancheranno, anche per le ultime due puntate, le pillole informative dedicate al cinema e al suo rapporto con le altre arti (Cinema e poesia, Cinema e architettura) e lo spazio dedicato alla cultura (social, libri, cinema, serie tv) ai tempi del Covid-19, gestito dai giovani under 18 del Lucania Film Festival provenienti da ogni parte d’Italia.

Di seguito il programma:

SABATO 2 MAGGIO 2020 | 17:30/20:30

ore 17:30/18:00
C’era una volta il cinema!
“Cinema Iris” di Lagonegro – Annamaria Fittipaldi intervista Antonio Brigante.
ore 18:00/ 18:45
Cinema e Poesia Introduce MarileaLaviola. A cura di Luigi Abiusi. Coordina Paola Di Gravina.
ore 18:45 / 19:30
LFF Giovani – Cinema – Giuseppe Corrado e Zoe Kratter con Salvatore Corrado, Irene Laporte, Leopoldo Petrini e Roberta Gioia.
ore 19:30 / 20:30
Cinema e Cultura. Riflessioni post Covid-19.
– Donato Sansone – Visual Maker
– Michelangelo Messina – Ischia Film festival
– Francesca Ferri – Visioni Verticali
– JoanaFresu de Azevedo – Sedicicorto Film Festival
– Mirko Lino – Docente Storia del Cinema – Cinema e Media “Università dell’Aquila”.

DOMENICA 3 MAGGIO 2020 | 17:30/20:30

ore 17:30/18:00
C’era una volta il cinema!
“Cinema Lovaglio” di Venosa – Chiara Lostaglio intervista Lidia Lovaglio.
ore 18:00/ 18:45
Cinema e Architettura
Introduce MarileaLaviola. A cura di Stefano Mirti. Modera PegahMoshir Pour.
ore 18:45 / 19:30
LFF Giovani– Giuseppe Corrado e Zoe Kratter con Marina Lissandrello, Donato Telesca, Sofia Giagni e Roberta Gioia.
ore 19:30 / 20:30
Cinema e Cultura. Riflessioni post Covid-19.
– Lucio Argano – Presidente Commissione Spettacolo – Mibact
– Antonella Caramia – Marateale
– Ninni Panzera – Taormina Film Festival
– Giuseppe Citrigno – Calabria Film Commission

“About a Book”, Valsinni presente alla “Giornata mondiale del libro” con la sua iniziativa

in Cultura

C’è anche About a Book, l’evento proposto dal Comune di Valsinni, tra le oltre 2.500 iniziative che si terranno per la giornata mondiale del libro. Obiettivo dell’iniziativa è far scoprire la bellezza dei libri e il piacere della lettura. A causa del Coronavirus, l’iniziativa non potrà essere ospitata, come di consueto, nella Biblioteca Isabella Morra, ma si sposterà sui social.

A darne notizia in una nota diffusa alla stampa, Giuseppe Truncellito, assessore alle Attività Produttive, Cultura e Marketing Territoriale del Comune di Valsinni.

Un’opportunità per continuare a incontrarsi e coltivare anche sul web il piacere di Leggere per scoprire se stessi, Leggere per scoprire gli altri e Leggere per scoprire il mondo, come suggeriscono i tre filoni tematici che accompagnano il tema istituzionale di questa edizione Se leggo scopro

Anche questa edizione sarà realizzata con la collaborazione dei volontari del Servizio Civile Comune di Valsinni che, attraverso curiosità e aneddoti, ci porteranno nella scuola di magia più famosa del mondo , tra le nuvole in compagnia del Gabbiano Jonathan Livingstone, nella Terra di Mezzo creata da Tolkien, tra i Ragazzi dello Zoo di Berlino e alla scoperta di tanti altri libri.

All’iniziativa About a Book, possono partecipare tutti, taggando la pagina facebook Servizio Civile Comune di Valsinni e utilizzando gli hashtag #giornatamondialedellibro, #inostrilibridelcuore, #restoacasaeleggo. La Cultura non si ferma e non si fermano le nostre iniziative per coinvolgere i lettori di ogni età

Giuseppe Truncellito

Assessore Attività Produttive, Cultura e Marketing Territoriale

Comune di Valsinni

Lucania Film Festival: la nuova rubrica online “The Show must go on”

in Cultura

Sabato 25 e domenica 26 aprile dalle 17:30 alle 20:30 sulla pagina Facebook le prime due puntate della nuova rubrica creata per esplorare i possibili scenari che potrebbero coinvolgere il mondo del cinema superata l’emergenza Covid-19. Ad arricchire le puntate saranno delle pillole informative nate per rendere omaggio al cinema e al suo importante rapporto con le altre arti.

 Dopo il successo dell’edizione smart in live streaming, nata in risposta alla campagna di sensibilizzazione #iorestoacasa per invitare i cittadini a rimanere nelle proprie abitazioni, come indicato dal decreto del governo Conte, il Lucania Film Festival porta avanti anche on line la sua mission, continuando a parlare di cinema in uno scenario senza precedenti e mantenendo vivo quel legame sacro con il proprio pubblico.

Perché “The show must go on”. Lo spettacolo deve andare avanti, deve continuare. Anche on line. Nulla può o deve fermare il mondo dello spettacolo, del cinema, del teatro e della cultura. Così la kermesse cinematografica di cinema indipendente ha previsto sulla propria pagina Facebook  una nuova rubrica dal titolo appunto “The show must go on” declinata in quattro puntate in live streaming in programma sabato 25 e domenica 26 aprile, sabato 2 e domenica 3 maggio dalle 17:30 alle 20:30 e che vedrà protagonisti esperti del settore tra direttori di festival, esercenti di sale cinematografiche, personalità del mondo della cultura, dell’arte e del teatro.

Dopo oltre cent’anni la nuova emergenza sanitaria da Covid-19 ha fermato nuovamente l’industria cinematografica. Non succedeva dall’influenza “spagnola” che fra il 1918 e il 1920 uccise decine di milioni di persone nel mondo.

Un salotto digitale per esplorare ed esaminare i possibili scenari che potrebbero coinvolgere l’intera filiera cinematografica superata l’emergenza Covid-19. Dal futuro delle rassegne in calendario quest’anno a quello degli esercenti delle sale cinematografiche, categoria più colpita e che, nonostante tutto, sta elaborando diverse soluzioni per restituirci la magia di quel rito collettivo.

Ad arricchire le quattro puntate saranno delle pillole informative per rendere omaggio al cinema e al suo importante rapporto con le altre arti.

Quel meraviglioso mondo citando Kurosawa “che racchiude in sé molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica”.

 

Di seguito il programma delle prime due puntate:

 

SABATO – 25 aprile 2020

ore 17:30/19:00

C’era una volta il cinema!

Vito Ciuffreda – Cinema Due Torri di Potenza

Nunzio Nicola Disabato – Cinema Andrisani di Montescaglio

Cinema e Danza con Francesca Rosso a cura di Rocco Calandriello

 

ore 19:00/20:30

LFF Giovani – Social e libri ai tempi del Covid – Giuseppe Corrado ·

E i film festival?  Direttori a confronto.

Chiara Valenti Omero – Presidente Afic

Claudio Curcio – Comicon . Salone Internazionale del Fumetto

Viviana Carlet – Lago Film Festival

Andrea Daniele Signorelli – Giornalista Wired – La Stampa – cheFare

 

DOMENICA – 26 aprile 2020

ore 17:30/19:00

C’era una volta il cinema!

Antonio Padula – Cinema IlPiccolo di Matera

Nicola Calandriello – Cinema Adriano di Sala Consilina

Cinema e Teatro con Dimitri Capuano a cura di Nicola Ragone

ore 19:00/20:30

LFF Giovani – Cinema e Serie TV ai tempi del Covid – Giuseppe Corrado

E i film festival?  Direttori a confronto.

Sabrina Baracetti – Far East Film Festival

Stefano Francia di Celle – Torino Film Festival

Alessandra Pastore – Vilnius Film Festival

Patrizia Asproni – Confcultura

 

 

Per informazioni www.lucaniafilmfestival.it

 

I want you! Grafiche Salluce cerca piccoli autori per raccontare il mondo dei nonni

in Cultura
Francesco Salluce, titolare di Grafiche Salluce e "I nonni raccontano"

In questi giorni in cui tutto si è congelato, bloccato dalla paura del rischio del contagio Covid-19, non si  ferma la voglia di continuare a sognare e a far sognare di Francesco Salluce, titolare dell’azienda tipografica  Grafiche Salluce, con sede a Bernalda,  il quale  ha lanciato  una bellissima iniziativa artistica, tesa a coinvolgere i più piccoli ed i loro nonni. Un meraviglioso esempio di combattività  in questo particolare momento storico e di amore verso la saggezza popolare e la famiglia. Curiosando nella sua libreria, accogliendo così la nostra iniziativa instagram di far uscire i libri dalle loro mensole mentre noi restiamo a casa  #iorestoacasamaescoilibri, Francesco si è trovato tra le mani un volume di “I nonni raccontano“, la prima opera stampata dal fondatore dell’azienda grafica Salluce, il maestro tipografo Giovanni:  ecco accendersi la lampadina nella mente del giovane imprenditore! Ispirandosi a quell’opera, Francesco ci invita ad ” aprire” i forzieri di esperienza di vita e di valori, quali sono i nonni e gli adulti in genere,  usando come chiave la penna e la matita dei loro nipotini, così da unire in uno slancio di affetto e di forza il passato e il futuro, per vivere un presente , nonostante tutto, creativo e positivo. Favole, leggende,aneddoti di vita vissuta, storie folcloristiche , sono ben accette per contrastare il buio e la noia di questi giorni e far rivivere attraverso la fantasia dei bambini le storie del passato appartenuto ai loro nonni.

La devozione al nonno di Albert Anker

Gli elaborati ( eventualmente riportati anche nella versione dialettale degli autori) e i disegni realizzati dai bambini  in relazione alla storia raccontata  verranno poi raccolti in un volume edito dalla Grafiche Salluce.

Quindi, se siete un genitore disperato con a casa un bambino/a annoiato/a che non sa cosa fare con penna e matita, e avete a casa anche un nonno/nonna che passa le giornate del tutto inosservato/a, cosa state  aspettando per  rinchiuderli in una stanza a chiave e  liberarli solo a storia e disegno completato?  Questi sono gli ingredienti perfetti per plasmare i  protagonisti del futuro. E se le norme di sicurezza attuali vietano il contatto fisico  e i vostri  “ingredienti” si trovano in credenze (case) separate, sfruttate webcam e cellulari, per non farvi perdere questa splendida e divertente occasione di far  diventare dei piccoli artisti i vostri bambini e vedere il loro nome stampato su un libro in qualità di autori.

Non facciamo morire inascoltato l’invito di questo giovane tipografo di “mettere in pratica tutta la vostra fantasia e il vostro saper fare”, piccoli amici. Grazie a quanti parteciperanno. Riportiamo i recapiti  per gli interessati.

Pagina Facebook: Grafiche Salluce

email: grafichesalluce@virgilio.it

cell. 3383629575

 

#iorestoacasamaescoilibri. Parte la nostra iniziativa instagram che mette alla porta i libri

in Cultura/Storie d'Inchiostro

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale.
Amos Oz

Con questa citazione dell’autore israeliano Amos Oz, scomparso due anni fa, vogliamo spiegare l’iniziativa social partita su instagram da poche ore e della quale puoi essere protagonista anche tu. Sono giorni di profondo abbandono e sconforto per tutti noi; di isolamento forzato per il bene individuale e collettivo; di lutto e di lacrime. Rallentati i ritmi frenetici, ridotti i rapporti sociali e le attività lavorative al minimo, abbiamo più tempo da dedicare ad attività più introspettive, meditative, come leggere.

La lettrice di Fernando Botero, 2002

Perché se è vero che noi abbiamo l’obbligo di restare a casa, questo non vale per i nostri libri, che possono uscire dalle loro dimore, dai loro scaffali, dalle librerie impolverate, dove ci aspettano con trepidazione per esser letti. “I libri mi hanno salvato dalla disperazione” diceva Simone de Beauvoir, e cosa stiamo aspettando per farci salvare  da essi dalla disperazione di questi giorni?

Ed allora vi chiediamo semplicemente di condividere con una foto nelle vostre storie di instagram la vostra lettura attuale, la storia al cui fascino avete finalmente ceduto, commentandola con una parola, un pensiero, taggando il Met e mettendo in circolo l’hashtag #iorestoacasamaescoilibri.

‌Vincent van Gogh, La lettrice di romanzi, 1888

Scommetto che il selfie con il vostro autore preferito non l’avete mai fatto: insomma cosa state aspettando? Restiamo a casa ma restiamo anche uniti attraverso i libri che sono ponti ostinati, uniscono, creano legami (G. Avigliano).

Buone letture, e siate fotogenici con i vostri libri!

1 2 3 17
Torna su