Warning: A non-numeric value encountered in /home/customer/www/ilmetapontino.it/public_html/wp-content/plugins/yotuwp-pro/yotuwp-pro.php on line 591
Cultura Archivi · IlMetapontino.it
Archivio categoria

Cultura

Per gli studenti delle Superiori di Basilicata e Calabria “Masterclass” al Cern

in Cultura

Le Masterclass si svolgono contemporaneamente in 60 diversi paesi, coinvolgono oltre 200 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università del mondo

Sono circa 160, quest’anno, le studentesse e gli studenti delle scuole superiori della Calabria e della Basilicata che l’11 febbraio e il 24 marzo potranno fare esperienza diretta di come funzionano le ricerche del CERN. Gli eventi fanno parte dell’iniziativa internazionale Masterclass, organizzata da International Particle Physics Outreach Group (IPPOG) e coordinata in Italia dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), realizzata in collaborazione con l’Università della Calabria. Le ragazze e i ragazzi saranno accompagnati in un viaggio alla scoperta delle proprietà delle particelle ed esploreranno i segreti dell’acceleratore LHC (Large Hadron Collider) del CERN di Ginevra, il tunnel di 27 km a 100 metri sottoterra dove le particelle si scontrano quasi alla velocità della luce e nel luglio 2012 è stato scoperto l’ormai celebre bosone di Higgs.

L’inizio delle Masterclass coincide con l’International Day of Women and Girls in Science e prevede l’11 febbraio una masterclass dedicata solo alle studentesse, mentre il 24 marzo gli eventi sono aperti sia a studentesse sia a studenti.

Quest’anno gli incontri si svolgeranno online, a causa della pandemia di COVID-19, ma il programma prevede sempre lezioni e seminari sugli argomenti fondamentali della fisica delle particelle al mattino, seguite nel pomeriggio da esercitazioni al computer su uno degli esperimenti dell’acceleratore LHC.

In particolare, le studentesse e gli studenti analizzeranno dati provenienti dall’esperimento ATLAS per scoprire caratteristiche e proprietà del bosone W. Poiché le masterclass si svolgono nelle stesse giornate in tutto il mondo, dopo le esercitazioni, proprio come in una vera collaborazione internazionale, ci sarà il collegamento in videoconferenza con il CERN e tra tutti gli studenti partecipanti per discutere insieme i risultati emersi dalle esercitazioni. L’iniziativa, giunta alla 17° edizione, fa parte delle Masterclass internazionali organizzate da IPPOG (International Particle Physics Outreach Group) e, in Italia, dall’INFN. Le Masterclass si svolgono contemporaneamente in 60 diversi paesi, coinvolgono oltre 200 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università del mondo e più di 13.000 studenti delle scuole secondarie di II grado. Per l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare oltre al gruppo collegato di Cosenza quest’anno sono presenti le sezioni di Bari, Bologna, Cagliari, Ferrara, Firenze, Genova, Lecce, Milano Bicocca, Milano, Napoli, Padova, Parma, Pavia, Perugia, Pisa, Salerno, Sapienza Università di Roma, Roma Tor Vergata, Roma Tre, Torino, Trento, Trieste e Udine, e i Laboratori Nazionali di Frascati.

 

Contatti locali: Dip. di Fisica Università della Calabria Ponte Bucci, Aula seminari (cubo 31C,V piano), Arcavacata di Rende (Cosenza), Marcella Capua (marcella.capua@fis.unical.it)

Maggiori informazioni per l’11 febbraio

Maggiori informazioni per il 24 marzo

Per informazioni sulle Masterclass nazionali: Ufficio Comunicazione INFN – Cecilia Collà Ruvolo, 346 3338917, cecilia.collaruvolo@lnf.infn.it – foto d’apertura Ufficio stampa INFN

 

SkinCeuticals: i migliori prodotti per prevenire e contrastare le macchie cutanee

in La Grande Bellezza

SkinCeuticals: i migliori prodotti per prevenire e contrastare le macchie cutanee

Le macchie cutanee sono tra gli inestetismi più difficili da eliminare ma rappresentano per molte persone un vero e proprio problema, anche perché tendono a comparire soprattutto sul viso. La loro presenza dipende da un eccesso di melanina, che può essere causato dall’esposizione prolungata della pelle ai raggi UV, dal naturale processo d’invecchiamento e dai cambiamenti ormonali. Fortunatamente però il marchio SkinCeuticals propone dei trattamenti specifici proprio per questo problema, in grado di attenuare le macchie, migliorare l’aspetto della pelle e proteggerla.

Parliamo di un brand ormai conosciuto non solo in America ma in tutto il mondo: tra i migliori del settore. SkinCeuticals è un marchio costantemente impegnato nella ricerca di formulazioni innovative, che permettano di restituire alla pelle la sua naturale bellezza e contrastare quelle imperfezioni spesso difficili da eliminare. I trattamenti di tale brand si possono trovare nelle farmacie ma anche in alcuni siti specializzati online: oggi è possibile acquistare tutti i prodotti SkinCeuticals su Farmaciauno e riceverli comodamente a casa.

  • SkinCeuticals: la linea di trattamenti correttivi anti-macchie

Come abbiamo accennato, SkinCeuticals ha sviluppato un’intera linea di trattamenti specifici per contrastare gli inestetismi cutanei e in particolare le macchie della pelle. I prodotti per il viso correttivi di questo brand associano principi attivi dalle proprietà schiarenti, anti età, idratanti ed esfolianti che se utilizzati con costanza assicurano risultati evidenti e realmente soddisfacenti.

Uno dei trattamenti più efficaci per coloro che hanno problemi di macchie cutanee è SkinCeuticals Advanced Pigment Corrector: una lozione leggera dall’azione multifattoriale che permette di uniformare l’incarnato e di attenuare in modo significativo questo inestetismo. Il viso appare più luminoso e giovane, privo di quelle discromie che ne compromettono la bellezza.

Per coloro che hanno una pelle a tendenza acneica invece è particolarmente consigliato il siero Phyto Corrective di SkinCeuticals, che appartiene sempre alla linea di trattamenti correttivi e consente di ridurre in modo notevole il rossore cutaneo.

  • Le altre linee di trattamenti SkinCeuticals

SkinCeuticals è un marchio da sempre impegnato nella realizzazione di prodotti che fossero in grado di rispondere alle differenti esigenze della clientela. Per questo, oltre a quella specifica di trattamenti correttivi ed anti-macchie troviamo molte altre linee di successo. Dalle creme anti-età ricche di antiossidanti a quelle solari, che garantiscono una protezione ad ampio spettro dai raggi UVA e UVB, tutti i prodotti SkinCeuticals sono accomunati da una caratteristica: sono infatti tutti di altissima qualità e la loro efficacia è ormai stata ampiamente dimostrata.

  • La linea di trattamenti anti-età

La linea di trattamenti anti-età di SkinCeuticals è particolarmente rinomata per via della sua grande efficacia, ormai dimostrata non solo da numerosi studi scientifici ma dagli stessi clienti, che hanno avuto modo di riscontrare un effettivo miglioramento della pelle. Dalle creme ai sieri concentrati, i trattamenti anti-età di SkinCeuticals sono arricchiti con principi attivi dalle note proprietà antiossidanti, in grado non solo di attenuare i segni del tempo ma anche di prevenirne la comparsa. La pelle del viso appare dunque più giovane, riposata, luminosa e levigata, priva di tutte quelle imperfezioni dovute al passare del tempo e all’avanzare dell’età.

  • La linea di creme solari protettive

La linea di creme solari ad azione protettiva sviluppata da SkinCeuticals è altrettanto apprezzata perché offre una protezione ad ampio spettro dai raggi UVA e UVB e garantisce dunque la massima sicurezza mantenendo sempre la pelle idratata e luminosa. I solari firmati SkinCeuticals rappresentano una vera e propria garanzia per moltissime persone, perché sviluppati tenendo conto delle differenti esigenze. Da quelli ad azione super protettiva a quelle con fattore di protezione più basso, la sicurezza è sempre garantita e la pelle non rischia mai di perdere l’idratazione di cui necessita.

Nominato il Consiglio di amministrazione del Museo nazionale di Matera

in Cultura

Nuova governance al Museo nazionale di Matera. Il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, ha nominato lo scorso 7 gennaio il nuovo consiglio di amministrazione. L’organismo è composto dal direttore già nominato, Anna Mauro – che lo presiede – e da tre membri designati dal Mibact, di cui uno d’intesa con il Ministero dell’Economia e delle Finanze e da un membro designato dal Consiglio superiore dei Beni culturali e paesaggistici.

La scelta è ricaduta tra esperti di chiara fama nel settore del patrimonio culturale: professor Giampaolo D’Andrea, già parlamentare e sottosegretario di Stato e già docente di Storia contemporanea all’Università degli studi della Basilicata; professor Francesco Martorella, docente di Archeologia romana all’Università degli studi della Basilicata, designato dal Consiglio Superiore dei Beni Culturali e la professoressa Fabiana Massa, docente dell’Università di Sassari. Il consiglio di amministrazione che  resterà in carica cinque anni, ha l’obiettivo di determinare e programmare le linee di ricerca e gli indirizzi tecnici dell’attività del Museo, in coerenza con le direttive e gli altri atti di indirizzo del Ministero. Due i lucani della compagine Giampaolo D’Andrea di Potenza e Francesco Martorella di Valsinni (foto apertura).

 

Nasce “L’Ora del Sud” si arricchisce il panorama editoriale della Basilicata e più in generale del Meridione

in Cultura

Nel tempo inesorabile che volge a Mezzogiorno, all’alba dell’anno 2021, nasce un nuovo giornale con il cuore in Basilicata, la testa in Campania e lo sguardo indirizzato alle regioni del Meridione d’Italia. Un periodico digitale (www.oradelsud.it) fondato e diretto dal giornalista napoletano Fabio Falabella, lucano di origini e  di adozione, in collaborazione con le responsabili d redazione, le giornaliste professioniste Margherita Agata (da Matera) e Manuela Giuliano (da Napoli), che avrà presto una edizione cartacea e che ha l’intenzione di raccontare, approfondire e commentare fatti ed accadimenti di portata locale, nazionale ed internazionale inquadrati dalla prospettiva privilegiata di chi li osserva dai Sud del mondo. Un foglio che ha l’ambizione di eccedere il paradigma dominante di produzione e fruizione tipico delle “breaking news”, in cui le notizie sono derubricate a merce di consumo finalizzata esclusivamente o quasi alla messa a valore attraverso la raccolta pubblicitaria, sovente distorte in maniera strumentale ad uso politico. Con il proposito di offrire ai lettori una informazione seria, credibile, fondata, ragionata, meditata e condivisa sulle questioni di più stretta attualità o di ineludibile importanza, a cominciare da quella Meridionale, che consideriamo tuttora irrisolta. Un giornale progressista, antirazzista, antifascista ed anti-sessista, schierato in modo convinto sul versante della libertà intellettuale, del rispetto e della valorizzazione delle differenze, della presa in carico delle necessità e dei bisogni di tutte e di tutti, a mo’ di megafono di coloro che sono ai margini e delle interpretazioni che spesso restano senza voce, per costruire comunità più inclusive e solidali, nella speranza che si possa immaginare una società più giusta, migliore. Una testata, ancora, che fa della lotta a tutte le mafie che da secoli affamano strangolando e mettono in ginocchio, umiliandole, le nostre genti e le nostre terre, una priorità assoluta ed imprescindibile, perché crediamo fermamente e senza facili banalizzazioni evocative sia giunta, sia sempre, l’ora di un riscatto culturale, sociale, economico. Per tutte queste e per altre valide ragioni nasce L’Ora del Sud, con l’auspicio di poter ospitare sulle proprie pagine firme prestigiose ed accreditate con cui confrontarsi, con account social dedicati su Twitter e Facebook per una comunicazione più smart e diffusa, al passo coi tempi. E con l’augurio sincero, per chi vorrà seguirci, di una buona e gratificante lettura, senza dimenticare un grazie sentito a chi ha reso possibile questo progetto impegnandosi con professionalità ed abnegazione affinché vedesse la luce: un sogno collettivo ad occhi aperti, che perciò riteniamo abbia ancora più dignità e ragion d’essere e che desideriamo possa avere un futuro radioso.

Poesia per Policoro

in Cultura
Pubblichiamo la bella poesia inviata da Fabio Strinati dedicata alla città di Policoro. 
Buona lettura!

POLICORO

Nel cielo tuo, così azzurro, fresco,
nella forma risplendente assai,
nel cerchio detersa; mago il tramonto,
dov'è nel mare, disperso il seme
ch'è fertile d'abbellimento.

L'acqua si rischiara; a poco a poco,
tale è poesia quel prodigio
nello specchio smisurato; Lucania
melodica, l'amor che si dichiara!

FABIO STRINATI

Sicurezza, eventi ed iniziative speciali fanno da traino a “100 anni di emozioni”

in Cultura

Il bilancio della stagione 2020 all’Ippodromo Snai San Siro si può definire positivo anche se è stato fortemente condizionato dalla pandemia che, da marzo ad oggi, ha cambiato il modo di vivere anche degli appassionati ippici, degli addetti ai lavori e dei visitatori milanesi, e non, dell’impianto del galoppo milanese. L’Ippodromo Snai San Siro ha fatto la sua parte e nel pieno delle regole: prima di tutto in termini di sicurezza attuando i Protocolli di Sicurezza Covid19 e le normative regionali e statali per chiunque accedesse nell’area di proprietà di Snaitech; e poi,  dando seguito ad iniziative che hanno potuto offrire ai visitatori contingentati alle mille presenze l’opportunità di godersi il lato artistico, musicale, storico e culturale di un luogo sempre più polifunzionale ed aperto dalla cittadinanza milanese e che, in questo 2020, ha compiuto cento anni!

Proprio per celebrare il secolo di vita dell’impianto ippico per eccellenza, Snaitech ha offerto a tutti l’opportunità di assistere in diretta Facebook al concerto del 16 ottobre di Dardust, noto pianista italiano di fama internazionale, avvenuto sotto l’ombra del Cavallo di Leonardo, la statua equestre più grande al mondo ubicata nell’area interna all’impianto. Uno spettacolo musicale e coreografico capace di raggiungere ben oltre il milione di visualizzazioni web. A questo si è aggiunta anche l’apertura dell’esposizione all’aperto “100 anni di emozioni”, patrocinata dal Comune di Milano ed aperta dal 17 ottobre e che, dalle ore 10 alle ore 18, è possibile visitare gratuitamente e senza alcun divieto presso piazzale dello Sport 6, area in cui sorge il Cavallo di Leonardo. Si tratta di un percorso in cui l’evoluzione storico-architettonica dell’ippodromo scorre su sei pannelli curati dal Professor Stefano della Torre, docente di restauro al Politecnico di Milano, attraverso stampe ed immagini fotografiche d’epoca correlati da esaustive descrizioni. Inoltre, per il terzo anno consecutivo, l’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano è stato scelto come uno dei mille siti per le visite delle “Giornate FAI di Autunno”. Un fine settimana, quello del 17 e 18 ottobre, che grazie alle guide volontarie del Fondo Ambiente Italiano ha coinvolto oltre 2mila visitatori. Per concludere questa stagione ricca di iniziative dedicate al centenario dell’Ippodromo Snai San Siro è stato infine realizzato un breve video che riassume e racconta in poco più di 4 minuti tutta la storia di questo meraviglioso impianto ippico unico al mondo, che continua ancora oggi ad essere un luogo ricco di iniziative e di progetti aperti a tutta la cittadinanza.

 

Orologio svizzero, sinonimo di eccellenza

in La Grande Bellezza

 

Quando si parla di orologi, tutti noi sappiamo che si chiamano in causa degli accessori senza tempo, che indossiamo volentieri non sono per controllare l’ora. Gli orologi, infatti, nascono come status symbol e ancora oggi svolgono questa funzione, specialmente se si tratta dei modelli di lusso. Come nascono i segnatempo? La loro storia affonda le radici nella notte dei tempi, considerando che tutto partì dall’invenzione della meridiana e della clessidra. Gli orologi da polso sono invenzioni abbastanza recenti e nacquero solo in seguito allo sviluppo dei primi modelli con tecnologia al quarzo, datati 1920. Naturalmente l’evoluzione tecnologica è stata fondamentale in questo settore, sia per una questione di miniaturizzazione dei meccanismi, sia per l’invenzione di altre soluzioni alternative al quarzo, come i movimenti automatici. In sintesi, ogni giorno portiamo al polso un accessorio con una storia particolarmente affascinante alle spalle.

La bellezza e l’importanza degli orologi svizzeri

La Svizzera si è sempre distinta nella produzione di orologi e infatti i modelli di questa categoria sono spesso considerati i migliori di sempre. Sono pochi i maestri orologiai in grado di competere con gli esperti svizzeri e con alcuni brand che hanno fatto la storia dell’orologeria di lusso. Tra questi troviamo i modelli Franck Muller, maison tra le eccellenze del comparto, disponibili presso rivenditori ufficiali come il Flagship store di Pisa Orologeria, ad esempio, storico punto vendita milanese.

È per merito di brand come questo che oggi l’orologeria svizzera viene considerata quasi al pari di uno standard, o di un punto di riferimento al quale ispirarsi. Inoltre, gli orologi svizzeri spiccano soprattutto per la loro millimetrica precisione e per un’accuratezza dei meccanismi che non trova termini di paragone al mondo.

Ci sono dei dettagli davvero unici nel loro genere, come ad esempio la qualità artigianale di questi segnatempo. Senza poi considerare la loro bellezza e il fascino di uno stile unico e inimitabile, che ancora oggi continua a stupire. Va infatti detto che l’orologeria svizzera non è soltanto tradizione, ma anche contemporaneità e avanguardia: in sintesi, non si siede sugli allori ma continua a sviluppare soluzioni sempre più sorprendenti.

Gli orologi da polso entrati nella storia del cinema

Hollywood e orologi: un binomio entrato nella storia. Sono stati infatti numerosi gli attori di primissimo piano ad indossare sul set i segnatempo più iconici di sempre.Gli esempi sono così tanti che è anche difficile elencarli tutti. Basti pensare all’Omega Seamaster al polso di Daniel Craig in 007. Senza poi considerare altri modelli epici come il Seiko H558 al polso di Arnold Schwarzenegger durante le riprese di Commando e del film cult Predator. Si chiude riportando un altro esempio iconico, come il Monaco Swiss Heuer indossato da Steve McQueen in Le 24 Ore di Le Mans.

 

Open day online al “Manlio Capitolo”

in Appuntamenti/Cultura
Open day online al "Manlio Capitolo"

È il primo di una serie di  incontri online quello che si terrà, lunedì 21 dicembre,  per promuovere le iscrizioni all’anno scolastico 2021/2022, presso l’Istituto Tecnico Statale Economico e Tecnologico “M. Capitolo” di Tursi; l’emergenza sanitaria non cancella il consueto appuntamento  di open day per farsi conoscere dagli alunni delle terze classi  delle  scuole medie del circondario. La Dirigente,  i docenti e studenti veterani dei vari indirizzi accoglieranno virtualmente  i ragazzi e i genitori interessati sulla piattaforma Google Meet al seguente indirizzo: meet.google.com/rfc-ewjm-pyi (codice riunione rfc-ewjm-pyi). “Vogliamo offrire  alle famiglie e agli allievi ogni informazione utile perché questi compiano  la scelta giusta, la Scuola superiore di secondo grado  più vicina ai loro interessi ed  esigenze” dichiara Mariangela Borné, docente referente dell’orientamento.

L’Istituto “Manlio Capitolo”, che conta quattro indirizzi, opera con successo nell’area del Basso Materano ormai dal 1973; nel corso degli anni esso ha preparato figure professionali con curricula aggiornati in linea con le esigenze dell’odierno mercato del lavoro: nel settore economico forma “Periti in Amministrazione Finanza e Marketing” e “Periti in Turismo”; nel settore tecnologico  “Tecnici esperti in Costruzioni, Ambiente e Territorio” e  “Periti Informatici”.

Open day online al "Manlio Capitolo"

Ad essi va aggiunto il corso serale per il settore economico e delle costruzioni che offre un’opportunità di miglioramento culturale e professionale a coloro che interrotto l’iter   scolastico sono intenzionati ad affinare le proprie conoscenze e competenze in età adulta.

È da decenni che l’Istituto tursitano svolge la sua attività di formazione di tecnici qualificati che si sono sempre distinti per le proprie competenze tecniche nel settore pubblico e privato.

Per l’occasione sarà assicurata una dettagliata informazione sugli indirizzi di studi, presentato il piano delle attività didattiche che illustra la vasta gamma di iniziative culturali e servizi formativi che l’Istituto è in grado di offrire.

I percorsi di studi proposti sono fondati su discipline professionali di grande attualità e forniscono agli allievi l’opportunità di divenire parte attiva delle politiche di sviluppo messe in atto dal governo nazionale,  coniugando gli studi teorici con i saperi operativi.

Conclude la Dirigente Lucia Lombardi – Al giorno d’oggi gli scenari occupazionali complessi e dinamici, richiedono operatori sempre più specializzati, depositari di conoscenze declinabili con le nuove tecnologie informatiche. Da qui l’obiettivo primario di fornire ai nostri iscritti un diploma che attesti il possesso di strumenti culturali e professionali al passo con i tempi che ne facilitino l’inserimento nel mondo del lavoro-.

Per maggiori informazioni, è possibile seguire il “Capitolo” presso i suoi profili social (Facebook https://www.facebook.com/ITSETMCapitolo e Instagram https://www.instagram.com/itset_manlio_capitolo_tursi) e visitare il sito http://www.itcgtursi.edu.it

La crema alla bava di lumaca come rimedio contro le smagliature

in La Grande Bellezza

La crema alla bava di lumaca è utile per combattere una serie di inestetismi: tra questi anche le smagliature, quelle fastidiose strie della pelle che si creano quando ingrassiamo o dimagriamo velocemente, oppure per il fattore ormonale, per uno stress prolungato ecc. Le cause di queste lesioni sono diverse, ma per fortuna esistono validi rimedi del tutto sicuri e naturali. Uno, per l’appunto, è la suddetta formulazione alla bava di chiocciola, un ingrediente in grado di elasticizzare la cute e di riparare le sue strutture danneggiate.

Quali sono i maggiori benefici di questo efficace cosmetico? Quali sono i principi attivi che consentono di contrastare le smagliature e altri problemi del derma? Continua a leggere per saperne di più; tieni presente anche che da questa sostanza vengono ottenuti prodotti sia per il corpo sia per il viso, per permetterti di provvedere alla tua beauty routine in maniera completa.

Perché la crema alla bava di lumaca serve contro le smagliature?

Abbiamo detto che le smagliature nascono nel momento in cui si è soggetti a bruschi cambi di peso, per l’azione di ormoni come i glucocorticoidi e nei periodi che mettono a dura prova il nostro benessere psicologico. Ancora peggio se a ciò si aggiungono elementi come l’assunzione di alcuni farmaci, o malattie come la Sindrome di Cushing.

Tutto ciò determina il deterioramento del materasso cutaneo, con conseguente rottura delle fibre elastiche. La crema alla bava di lumaca è un’ottima soluzione per vari motivi:

  • idrata i tessuti e li rende più morbidi e sani;
  • svolge un’azione purificante e rimuove le cellule morte;
  • rigenera la pelle;
  • crea un’autentica barriera protettiva;
  • è antiossidante, e aiuta nella lotta ai radicali liberi che sono responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Tutte queste proprietà combinate garantiscono un notevole supporto a chi desidera prevenire e attenuare le smagliature.

Un paio di consigli. Innanzitutto, per un buon risultato applica il cosmetico con regolarità, quotidianamente e se possibile anche più volte al giorno, sull’epidermide pulita e asciutta. Inoltre, è importante intervenire finché le smagliature sono di colore rosso: infatti quando diventano biancastre si fanno molto più ostinate, e sono di gran lunga più difficili da “sconfiggere”.

I principi attivi della crema alla bava di lumaca

La crema alla bava di lumaca è complice della salute della pelle anche perché contiene principi attivi fondamentali.

Ci riferiamo, ad esempio, al collagene e all’acido glicolico: il primo è una proteina indispensabile per la ristrutturazione del derma, mentre il secondo è essenziale per il rinnovamento degli strati più superficiali e per l’eliminazione delle impurità.

La bava di chiocciola è anche fonte di elastina, che – come suggerisce il nome stesso – favorisce l’elasticità della cute, e di mucopolisaccaridi, che hanno una vera e propria capacità protettiva. Senza dimenticare l’allantoina, nutriente e ideale persino in caso di ustioni leggere, cicatrici, escoriazioni e così via.

La crema alla bava di chiocciola e gli altri inestetismi

Come già ti abbiamo accennato, la crema alla bava di lumaca è utile non solo contro le smagliature, ma anche se soffri di altri inestetismi.

Pensiamo alla cellulite: la fastidiosa “pelle a buccia d’arancia” che deriva da una disfunzione del microcircolo, e che può aggravarsi per uno stile di vita scorretto e per il fattore genetico e ormonale. Il cosmetico in oggetto è perfetto in tali circostanze, perché idrata l’epidermide e la rende levigata e uniforme.

In più, dalla bava di chiocciola sono ricavate preparazioni per la cura del viso: formulazioni per cute grassa, secca o mista, per l’acne, per i punti neri e chi più ne ha più ne metta.

NuvòCosmetic e il suo catalogo di prodotti alla bava di lumaca

Se stai cercando una crema alla bava di lumaca di elevata qualità, dai uno sguardo all’assortimento di NuvòCosmetic: un’azienda leader nel settore, che fornisce articoli per skin e body care realizzati a partire da questo speciale ingrediente.

Nuvò è un brand green, che non rinuncia mai alla salvaguardia del pianeta e all’utilizzo di metodi “verdi” ed ecologici. La bava è estratta dai piedi delle chiocciole con un semplice massaggio con acqua tiepida, per nulla invasivo per gli animali. L’allevamento si trova tra le colline del Lago di Garda, un ambiente naturale che rispecchia al 100% la filosofia del marchio.

Il catalogo di Nuvò, oltre alle creme alla bava di lumaca, include scrub, sieri, soluzioni per il contorno occhi, maschere per capelli, gel freddi per gambe pesanti. In sintesi, l’obiettivo è sostenere il benessere della clientela sotto ogni aspetto, con prodotti sicuri, controllati e testati contro gli allergeni.

Per concludere, ricorda che diverse creme sono biologiche e certificate AIAB. Tutte, prima di essere messe in commercio, sono sottoposte a check meticolosi.

 

IC Torraca di Matera: studentessa vince Premio Federchimica Giovani 2019-2020 

in Cultura

“La partecipazione a questo come ad altri concorsi in ogni disciplina o campo di interesse per i nostri ragazzi e ragazze, ha l’obiettivo di accendere sempre scintille di curiosità nelle giovani generazioni, che possano diventare col tempo anche reali interessi o veri e propri percorsi di studio e futuro lavoro da intraprendere. Cogliere le opportunità e accompagnare nel percorso è uno dei compiti della scuola. A volte basta poco per scovare e allenare un talento particolare, come questo della chimica, nel caso del premio conquistato, o di molti altri. Sperimentare e curiosare, dopo tutto, sono alla base della motivazione all’apprendimento e servono a crescere.”

Così il Dirigente Scolastico dell’Istituto Torraca di Matera, Caterina Policaro.   “Un lavoro interessante perché sperimentale ed evidentemente frutto di curiosità. Con questa motivazione, la studentessa dell’Istituto Comprensivo Torraca di Matera, Lidia Moliterni della classe II M ha vinto il Premio Nazionale Federchimica Giovani 2019-2020 per la categoria “Detergenza” con  il suo elaborato e video intervista sull’argomento “Il sapone”. 

A causa dell’emergenza in atto, Federchimica non ha potuto organizzare la cerimonia conclusiva che annualmente si svolge a Milano con tutti i giovani finalisti, pertanto il tablet assegnato come premio alla nostra allieva, Lidia Moliterni, unitamente a due targhe ricordo dell’iniziativa per la vittoria e per il premio, meritatissimo, sono stati inviati alla scuola affinché potessero essere consegnati. 

Nel rispetto del protocollo anti-covid 19 abbiamo comunque voluto organizzare una semplice cerimonia di consegna del premio alla ragazza, alla presenza dei genitori e delle prof.sse di Matematica e Scienze Mariella Scala e Elda Imperiale. Nella nota di accompagnamento al premio a firma del Direttore Generale Claudio Benedetti, con orgoglio e soddisfazione per  il grande lavoro che la scuola sta facendo da marzo 2020 sia a distanza che in presenza, tentando di non lasciare indietro nessuno, ci sono bellissime parole che – conclude Caterina Policaro – ho voluto leggere a Lidia e alle docenti.

Federchimica Giovani, infatti si è congratulata con l’Istituto Comprensivo Torraca per l’impulso significativo dato agli studenti, al di là di quelli che sono gli obblighi scolastici, in condizioni davvero difficili e fa i più sinceri complimenti a Lidia Moliterni auspicando che possa essere un settore per il quale proseguire la passione anche negli anni futuri. Intanto, ci prepariamo con le classi a partecipare alla nuova edizione del premio in una o più categorie e ad altri progetti che sia con le attività didattiche in presenza oppure eventualmente a distanza, porteremo a termine anche in questo anno scolastico.”

1 2 3 22
Torna su