Archivio categoria

Cronaca - page 5

Liceo a Scanzano Jonico: da settembre la sezione ad indirizzo sportivo

in Cronaca

Liceo a Scanzano Jonico: da settembre la sezione ad indirizzo sportivo

Scanzano Jonico avrà il Liceo Scientifico – Sezione ad indirizzo sportivo – nuova sezione associata dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Pitagora” di Montalbano Jonico (MT). Con effetto dal 1° settembre 2022, in applicazione della deliberazione n. 11 del 14.01.2022 della Giunta della Regione Basilicata, sono apportate le seguenti variazioni all’organizzazione della rete scolastica regionale:

PROVINCIA DI MATERA

Istituzione delle sedi associate del Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti di Matera presso i Comuni di Gorgoglione (MT) e di Irsina (MT) con i relativi percorsi di formazione di primo livello (ex licenza media);

istituzione della Sezione Coreutica presso il Liceo “Tommaso Stigliani” di Matera;

istituzione del Liceo Scientifico – Sezione ad indirizzo sportivo presso il Comune di Scanzano Jonico (MT), nuova sezione associata dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Pitagora” di Montalbano Jonico (MT);

istituzione dell’indirizzo di studio di istruzione professionale “Arti ausiliarie delle professioni sanitarie: odontotecnico” presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “Isabella Morra” di Matera;

istituzione del corso serale di istruzione professionale relativo all’indirizzo di studio “Manutenzione e assistenza tecnica” presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “Felice Alderisio” di Stigliano (MT);

istituzione del corso serale di istruzione tecnica – settore tecnologico relativo all’indirizzo di studio “Meccanica, Meccatronica ed Energia” presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “Pitagora” di Policoro (MT).

Presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “G.B. Pentasuglia” di Matera non può essere istituito l’indirizzo di studio “Robotica medica”, in quanto non contemplato dalla normativa vigente per i percorsi di istruzione liceale. Il suddetto Istituto, nell’esercizio dell’autonomia didattica di cui all’art. 4 del DPR n. 275/1999, potrà comunque far ricorso alle quote orarie di autonomia e di flessibilità didattica previste dall’art. 10 del DPR n. 89/2010.

 

Nella foto l’edificio che ospitava la casa comunale di Scanzano Jonico

Liceo Sportivo internazionale a Scanzano Jonico: la nota del Commissario

Jiu – Jitsu brasiliano: ai campionati europei di Roma ci sarà Luigi Di Santo

in Cronaca

Jiu – Jitsu brasiliano: ai campionati europei di Roma ci sarà Luigi Di Santo. L’atleta e maestro di Scanzano Jonico al prestigioso appuntamento internazionale

Agli “European Jiu – Jitsu” di Roma ci sarà anche la Basilicata rappresentata dall’atleta metapontino Luigi Di Santo (Asd Dojo Fit Club) di Scanzano Jonico e altri atleti lucani. Il prestigioso appuntamento, secondo solo al “Mundial”, ha un rating di “quattro stellette” come precisato dalla stampa specialistica  in corso di svolgimento al Palapellicone e che terminerà il 20 Febbraio.

L’Asd Dojo Fit Club Scanzano Jonico fa parte del network della WCRA del maestro Paolo Girone di Bari. Luigi Di Santo è alla sua prima esperienza europea di lotta in categoria Master 3, peso 76kg al momento numero 5 nel ranking Nazionale della Uijj.

L’atleta di Scanzano combatterà il prossimo 17 Febbraio e dovrà sostenere sei incontri con altrettanti avversari tutti in mattinata. “Sarà una mattinata impegnativa ed esaltante, l’intervallo è di 10 minuti fra un match di Jiu – Jitsu brasiliano e l’altro”,

ha spiegato Di Santo.

A Di Santo è stato poi chiesto da dove è nata questa passione divenuta un lavoro, infatti insegna la disciplina nella sua palestra, e anche un momento di agonismo?

“Tutto è nato alle scuole medie quando Maurizio Ciancia ha avviato i corsi di Taekwondo. Da quel momento la curiosità, poi lo studio del Jiu – Jitsu tradizionale, quindici anni e cinque volte in Giappone per approfondire. Da quattro anni a questa parte il Jiu – Jitsu brasiliano”.

Cosa ti aspetti dalla competizione in programma a Roma?

“Si tratta di sport, di agonismo, di professionismo: quindi vado lì per il podio. Tuttavia so benissimo che ci saranno i migliori lottatori d’Europa e non sarà per niente facile. Come prima esperienza da quarantunenne, passare il primo o il secondo turno sarebbe già una soddisfazione. Certo, se riuscissi a piazzarmi bene il prossimo mese di marzo potrei partecipare agli intercontinentali”.

Ad accompagnare Luigi a Roma, oltre alla compagna e sparring partner Federica Iannello,  ci sarà il suo maestro Paolo Girone, cintura nera terzo grado anch’egli impegnato nella competizione.

Cosa dire a chi decide di avvicinarsi e praticare le arti marziali?

“Senza dubbio parliamo di difesa personale, quindi si tratta di apprendere e affinare la tecnica di combattimento. Nel Jiu – Jitsu brasiliano poi il rischio di infortuni è molto contenuto. Poi ci sono i valori insiti alla disciplina: rispetto, umiltà, perseveranza, equilibrio, coraggio, dedizione e leadership. E’ uno sport che consente di scaricare ansia e fa bene alla forma fisica”.

Sarà possibile seguire le giornate sulle piattaforme dedicate “Grappling

I canali social ufficiali di Luigi Di Santo.  ASD Dojo FitClub

A completare la rappresentanza lucana:  nelle categorie femminili Alessia Podano, cintura viola e Mariarosaria Faruolo, cintura viola piuma leggeri. Nelle categorie maschili: Domenico Colucci, cintura blu pesi medi, Donatello Angerame, cintura blu pesi leggeri. Lorenzo Amato, cintura blu pesi medi. Valerio Accetta, cintura bianca.

 

Ultima modifica 17:05 del 15 Febbraio 2022

 

Lo Scanzano c’è e asfalta la capolista Maratea

in Cronaca

Lo Scanzano c’è e asfalta la capolista. Cissokho imprendibile. Soddisfatto mister Rocco Valluzzi. Mister Viceconte: “stavolta complimenti allo Scanzano”

Troppo Scanzano per un Maratea timido e arrivato in riva allo Jonio con poche idee e per giunta confuse. Finisce 3 a 1 per i ragazzi di mister Rocco Valluzzi che, spinti anche dalla tifoseria di casa,  hanno fornito una prova di carattere, concentrazione e fisicità. Straordinario Cissokho autore della doppietta che ha steso gli ospiti dopo che il collega di reparto Musaku ha aperto la prima breccia nella difesa dei ragazzi allenati da Antonio Viceconte.

Piede sull’acceleratore per i padroni di casa e freno a mano tirato per il Maratea che tradotto significa che al 12’ il Maratea è già sotto: si fa trovare pronto Musaku che insacca senza pietà. Pochi minuti più tardi è Palermo, autore di una bella prestazione, a impensierire gli ospiti con una punizione insidiosa finita fuori di poco.
Dopo la mezzora fallo in area su Musaku, l’arbitro fischia il rigore poi trasformato da Cissoko. Prima dello scadere gli ospiti provano a rendersi pericolosi con Matellicani la cui iniziativa termina con la chiusura in angolo.
Nella ripresa l’atteggiamento dello Scanzano non cambia, anzi la spinta è ancora più forte e al 10’ Cissokho serve il tris dopo aver dribblato anche il portiere. Al minuto 28 Maimone accorcia le distanze. Ma serve a poco.

Bravo il signor Rocco Ponzio della sezione di Moliterno a dirigere l’arbitraggio di una gara sicuramente non semplice.

A fine partita mister Rocco Valluzzi ha detto: “Sono diverse partite che esprimiamo un buon calcio, peccato aver sprecato qualcosa all’inizio del campionato quando abbiamo perso punti per strada, ingenuità dettate probabilmente dall’inesperienza. Ora il gruppo è affiatato e i ragazzi mi seguono”.

Mister da quanto visto oggi sembra esserci tutto per il salto di categoria?
“Se le cose vengono fatte per bene sicuramente sì”.

Umore diverso per gli ospiti che hanno preso comunque con sportività il risultato.

Mister Viceconte cosa non ha funzionato oggi nella sua squadra?
“Devo fare i complimenti allo Scanzano perché ho visto una squadra ben messa in campo e giocatori motivati. Sono anni che c’è rivalità sportiva con lo Scanzano, ma più che trovare demeriti ai miei ragazzi oggi c’è da fare i complimenti a loro”.

In classifica, fra le prime cinque, in ordine crescente di punti, la situazione attuale è la seguente: Scanzano, ACS09 e Real Chiaromonte con 23 punti, il Cittadella è secondo con 25 e il Maratea 32 nonostante lo stop odierno. Nel prossimo turno, lo Scanzano sarà in trasferta, ospite del Lagonegro.

 

 

“La fibra il simbolo della rivoluzione digitale”

in Cronaca

“La fibra il simbolo della rivoluzione digitale è la nuova ferrovia. E’ la condizione imprescindibile per mettere la Basilicata in connessione col mondo

“La fibra è la nuova ferrovia. È il simbolo della rivoluzione digitale, come il treno fu il simbolo della rivoluzione industriale. È il simbolo della velocità, in un’epoca dove si corre tutti molto più veloci rispetto al passato. Ma è anche una sfida che dobbiamo vincere a tutti i costi, proprio memori della storia delle ferrovie in Basilicata, di cui ancora oggi, a distanza di un secolo e mezzo, paghiamo le conseguenze di quel ritardo che ha diviso per troppo tempo la nostra Regione dal resto d’Italia e ha addirittura diviso la nostra regione al proprio interno”.
È quanto ha dichiarato in apertura il presidente Vito Bardi, intervenendo questa mattina all’incontro sugli indirizzi del Piano digitale lucano, che si è svolto nella Sala Inguscio del Dipartimento Salute, alla presenza del Consigliere regionale Enzo Acito, del responsabile di Infratel Italia spa Luigi Cudia, e di Salvatore Panzanaro in rappresentanza dell’Ufficio per l’Amministrazione digitale della Regione Basilicata.
“La fibra, e più in generale la connettività ultraveloce, è la condizione imprescindibile nel mondo di oggi per mettere la Basilicata in connessione con il mondo e i lucani in contatto diretto con la pubblica amministrazione” ha aggiunto Bardi richiamando i dati Eurostat del 2019 che fotografano le ridotte interazioni via internet dei cittadini lucani con la Pubblica amministrazione.
Per il presidente Bardi “L’offerta di servizi è il moderno treno che dovrà correre sul binario moderno, ossia la fibra. E questo non vale solo per i servizi sanitari, ma anche per quelli pubblici e per i servizi culturali: pensate con la realtà virtuale quanti turisti in più potremo portare a Matera, a Venosa a Melfi e nelle altre tantissime perle della nostra Regione.

Si tratta – ha chiarito il presidente – di una sfida per tutta la pubblica amministrazione regionale, che deve rinnovarsi e che deve avere l’ambizione di raggiungere primati nell’erogazione di servizi digitali, consapevole del rilevante impatto sociale di tale trasformazione, del contributo di innovazione che può offrire alle nostre comunità, al nostro sistema economico e sociale”.
Della necessità di completare l’infrastruttura materiale per poi rilanciare quella immateriale, garantendo ai cittadini di poter usufruire dei servizi e delle opportunità derivanti dalla fibra ottica, ha parlato il Consigliere regionale Enzo Acito, evidenziando peraltro l’importante investimento di 24 milioni di euro legato al Piano per la banda ultralarga (Bul).

“Abbiamo preso l’impegno di portare la fibra in tutte le case lucane, quindi dobbiamo attivare la domanda da parte dei cittadini e delle imprese garantendo servizi in ambiti quali la telemedicina, il rapporto con la pubblica amministrazione, il mondo del lavoro e quello turistico e culturale”

ha detto Acito.
Il responsabile di Infratel Italia spa, Luigi Cudia, tra le altre cose ha confermato che la Basilicata sarà la prima regione italiana a ultimare la posa in opera della fibra ottica, come prevede il cronoprogramma della società che fissa al mese di dicembre 2022 il completamento dei lavori. Iniziativa che doterà 103 Comuni lucani di una tecnologia di trasmissione dei dati integralmente in fibra.

Fibra ottica: “la Basilicata potrebbe essere la prima a ultimare la posa in opera”

Rapina in birreria: un sospettato ai domiciliari

in Cronaca

Rapina in birreria: un sospettato ai domiciliari. All’indagato, come riferito dalla Questura in un comunicato stampa è stato applicato il braccialetto elettronico. Indagini condotte dagli agenti della Polizia di Stato di Policoro

La Polizia di Stato ha arrestato e posto ai domiciliari un 23enne di Scanzano Jonico, in esecuzione di un’ordinanza emessa dall’Ufficio GIP del Tribunale di Matera, “nei cui confronti vengono svolte indagini per la rapina a mano armata consumata nella tarda serata di sabato 15.01.2022, in danno dei gestori di una birreria ubicata nello stesso paese della provincia Materana”.

Nel comunicato stampa diffuso dalla Questura è inoltre riportato: “Le indagini, condotte da personale del Commissariato di P.S. di Policoro e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Matera, avrebbero individuato nell’arrestato il presunto autore della rapina, il quale, sotto la minaccia di una pistola, si sarebbe fatto consegnare l’incasso della serata, circa 400 euro, incurante della presenza della figlia dei gestori, una bambina di 18 mesi”.

E, ancora, è riportato nella nota: “Il giovane, che indossava una mascherina chirurgica in viso ed un cappello di lana per non farsi riconoscere, si sarebbe avvicinato al banco di mescita ed avrebbe intimato al gestore di consegnargli l’incasso della serata, avvalendosi di una pistola giocattolo priva di tappo rosso. Il sistema di videosorveglianza installato all’interno ed all’esterno del locale registrava in maniera dettagliata tutte le fasi dell’atto criminale. Subito dopo, il giovane si dava a precipitosa fuga facendo perdere le proprie tracce. Le successive ed immediate attività di indagine dei poliziotti del Commissariato di Policoro consentivano di sequestrare gli indumenti utilizzati dal presunto autore, e di acquisire altri elementi utili per le indagini. L’indagato è stato posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione; allo stesso è stato applicato il c.d. braccialetto elettronico”.

Basentana: un incidente. Trentenne ricoverato al San Carlo di Potenza

in Cronaca

Basentana: un incidente. Trentenne al San Carlo di Potenza. E’ accaduto a Brindisi di Montagna. Auto contro guard rail per ragioni da appurare.

Vigili del fuoco del Comando di Potenza, in data odierna (1 Febbraio 2022) alle ore 9.45 circa, sono intervenuti per incidente stradale sulla SS 407 Basentana al Km 13+200 nel comune di Brindisi di Montagna (Pz) direzione Potenza. I VV.F. sono stati allertati dalla Centrale Operativa dei Carabinieri, all’arrivo sul posto hanno trovato una Alfa Romeo Giulia completamente ribaltata, il conducente trentenne, era già fuori dall’abitacolo e alle prime cure dei sanitari. Per cause in corso di accertamento l’automobile ha urtato violentemente il guard rail ribaltandosi. Hanno provveduto alla messa in sicurezza del veicolo per evitare l’insorgere di incendi.
L’uomo è stato trasportato presso l’Ospedale San Carlo di Potenza. I VV.F. sono intervenuti con un’autopompa ed un fuoristrada per un totale di cinque unità.
Sul posto sono intervenuti Carabinieri, 118 e Anas.

Revenge porn: fermo nei confronti del sospettato

in Cronaca

Revenge porn: fermo nei confronti del sospettato. Secondo gli investigatori avrebbe indotto la presunta vittima a versare somme per  24.052 euro

La Polizia ha eseguito un “fermo” nei confronti di un nigeriano domiciliato a Marconia indiziato di revenge porn e di estorsioni continuate ai danni di una donna

“I “guai” per la donna iniziati dopo aver avviato una relazione su Instagram con un sedicente ingegnere navale statunitense”.

La Polizia di Stato di Matera ha eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto nei confronti di un trentenne di nazionalità nigeriana, residente a Marconia di Pisticci, disposto dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Matera in ordine ai reati di “estorsioni continuate e aggravate, tentate e consumate e di diffusione illecita di immagini sessualmente esplicite (cosiddetto revenge porn), ipotizzati ai danni di una donna residente fuori regione”, si legge nella nota stampa diffusa in queste ore dalla Questura di Matera.

E, ancora: “A seguito della denuncia della parte offesa, la Squadra Mobile e la Sezione della Polizia Postale di Matera hanno svolto le indagini che hanno portato all’individuazione dell’uomo e di soggetti con lui concorrenti. La donna era stata contattata sulla piattaforma social “Instagram” da qualcuno che, tramite un falso profilo, era riuscito a carpirne la fiducia e aveva iniziato con la stessa una relazione, dapprima solo amicale e successivamente più stretta. La vittima, invaghitasi del sedicente “ingegnere navale statunitense”, era stata dallo stesso indotta a inviargli delle foto, alcune delle quali ritraevano le sue parti intime. Era stata poi indotta dal presunto amico a effettuare dei cospicui bonifici in suo favore su alcune carte prepagate. Quando poi la donna si è rifiutata di versare ulteriori somme, l’uomo ha iniziato a pretenderle con insistenza minacciandola di inviare le sue foto intime ai suoi familiari e amici su Facebook. La persona offesa ha continuato allora a versare altre somme sulle carte indicate dall’indagato, fino a un’ultima insostenibile cospicua richiesta, dopo la quale ha deciso di presentare denuncia. Visto il rifiuto della donna, l’indagato avrebbe messo in atto le sue minacce inviando le foto delle sue parti intime a tre suoi amici su Facebook.

In totale, le somme versate ammontano a 24.052 euro”.

Attesi i gravi indizi di colpevolezza emersi a carico dell’uomo di nazionalità nigeriana e vista la sussistenza di un concreto pericolo di fuga, l’Autorità giudiziaria procedente ha disposto il provvedimento di Fermo a carico dell’uomo che è stato condotto in carcere.

Segui ilMet su Instagram

“La Biblioteca Tommaso Stigliani è al sicuro”

in Cronaca

“La Biblioteca Tommaso Stigliani è al sicuro”. Il “dialogo istituzionale” fra Regione, Provincia e Comune di Matera sembra aver prodotto i risultati sperati. “Scongiurata la chiusura”

Il dialogo istituzionale aperto nelle scorse ore tra la Provincia di Matera, il Comune e la Regione Basilicata, ha portato i risultati che auspicavamo: lunedì saranno erogate le risorse che metteranno al sicuro la Biblioteca provinciale Tommaso Stigliani, come  annunciato dallo stesso governatore Vito Bardi”. Così il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, il quale già venerdì scorso, dopo l’ultimo confronto avuto con il presidente Bardi e il capo di gabinetto Busciolano, aveva ringraziato la Regione Basilicata, assicurando un intervento che andasse proprio nella direzione di scongiurare la chiusura dell’importante e storico presidio culturale materano.

“Si procederà  – ha spiegato il presidente Marrese – con una revisione dell’impegno di spesa delle risorse del Fondo Unico Autonomie Locali (F.U.A.L.) destinate alla Provincia di Matera rimpinguando tali risorse per intervenire anche a favore della biblioteca Stigliani e dei suoi servizi. Seguiranno, quindi, già nei prossimi giorni incontri utili a programmare una serie di interventi, da una parte strutturali per migliorare gli ambienti del Palazzo dell’Annunziata dove è custodito un importantissimo patrimonio librario; dall’altra propedeutici a sviluppare un piano di  rilancio della biblioteca Stigliani e del suo personale qualificato, partendo proprio dal coinvolgimento di tutte quelle realtà impegnate a livello culturale, che insieme alle istituzioni sapranno dare nuovo impulso a uno dei luoghi tra i più  singolari del nostro Mezzogiorno situato a Matera,  Capitale Europea della Cultura 2019”.

“Dalle tante associazioni che operano sul territorio, dai movimenti civici e da tantissimi cittadini – ha concluso Marrese – durante queste ultime giornate è arrivato un forte segnale di attenzione alle questioni che interessano il territorio e, in questo caso, la biblioteca pubblica di Matera. Un interesse che per noi è sempre motivo di stimolo affinché quotidianamente, nell’esercizio delle nostre funzioni, non venga meno l’ascolto delle reali esigenze del territorio. Occorrerà, adesso, garantire  quelle condizioni utili per rilanciare concretamente la biblioteca Tommaso Stigliani di Matera, guardando così al futuro di questo territorio che solo grazie alla cultura ha  potuto  riscattarsi”.

 

Incidente stradale mortale: si schianta contro un muretto

in Cronaca

Incidente stradale mortale: si schianta contro un muretto. Ha perso il controllo dell’auto per cause da accertare. E’ accaduto a Baragiano, lungo la SS7

I Vigili del fuoco del Comando di Potenza, la scorsa notte alle ore 23.35 circa, sono intervenuti per incidente stradale sulla SS7 della via Appia all’altezza della Chiesa Beata Vergine del Carmine a Baragiano Scalo (Pz).
I VV.F. sono stati allertati dalla Centrale Operativa del 118, all’arrivo sul posto hanno trovato una Toyota Prius ibrida incidentata e , l’uomo di 70 anni, alle prime cure dei sanitari.

Per cause in corso di accertamento, l’automobile è andata a sbattere contro lo spigolo di un muretto in cemento, i Vigili del fuoco hanno provveduto alla messa in sicurezza del veicolo per evitare l’insorgere di incendi. L’uomo è deceduto. I VV.F. sono intervenuti con un’autopompa ed un fuoristrada per un totale di cinque unità. Sul posto sono intervenuti Carabinieri, 118, soccorso stradale e personale dell’ Enel, infatti come riferito dai Vigili del Fuoco nel comunicato stampa l’urto è avvenuto nelle immediate vicinanze di una cassetta e di un palo Enel.

Una sezione DIA con 18 posti sarà attiva in Basilicata

in Cronaca

Una sezione DIA con 18 posti sarà attiva in Basilicata. Il procuratore Curcio: “Vittoria per l’autorità giudiziaria lucana”

Una sezione della Dia (Direzione investigativa antimafia) “con 18 posti” sarà operativa in Basilicata: lo ha detto il Procuratore generale presso la Corte di Appello di Potenza, Armando D’Alterio, a margine della cerimonia di inaugurazione dell’Anno giudiziario. Negli scorsi mesi, in più occasioni, il Procuratore distrettuale antimafia di Potenza, Francesco Curcio (nella foto in occasione di una recente visita a Scanzano Jonico) , ne aveva chiesto l’istituzione.

E stamani, parlando con i giornalisti, Curcio ha detto che l’istituzione della sezione lucana della Dia “è una vittoria per la Procura di Potenza, per l’intera autorità giudiziaria lucana poiché era indispensabile per fare un salto di qualità ulteriore, perché già tante cose sono state fatte” (ANSA)

Torna su