Archivio categoria

Cronaca - page 2

Favipiravir, la Commissione si esprimerà in modo approfondito. Al momento il farmaco non è autorizzato in Europa e negli USA

in Cronaca

In merito alle recenti informazioni circolate in rete e a mezzo stampa relative all’utilizzo della specialità medicinale a base di favipiravir nel trattamento di COVID-19, l’Agenzia italiana del Farmaco precisa quanto segue.

Favipiravir (nome commerciale Avigan) è un antivirale autorizzato in Giappone dal Marzo 2014 per il trattamento di forme di influenza causate da virus influenzali nuovi o riemergenti e il suo utilizzo è limitato ai casi in cui gli altri antivirali sono inefficaci.

Il medicinale non è autorizzato né in Europa, né negli USA

Ad oggi, non esistono studi clinici pubblicati relativi all’efficacia e alla sicurezza del farmaco nel trattamento della malattia da COVID-19. Sono unicamente noti dati preliminari, disponibili attualmente solo come versione pre-proof (cioè non ancora sottoposti a revisione di esperti), di un piccolo studio non randomizzato, condotto in pazienti con COVID 19 non grave con non più di 7 giorni di insorgenza, in cui il medicinale favipiravir è stato confrontato all’antivirale lopinavir/ritonavir (anch’esso non autorizzato per il trattamento della malattia COVID-19), in aggiunta, in entrambi i casi, a interferone alfa-1b per via aersol. Sebbene i dati disponibili sembrino suggerire una potenziale attività di favipiravir, in particolare per quanto riguarda la velocità di scomparsa del virus dal sangue e su alcuni aspetti radiologici, mancano dati sulla reale efficacia nell’uso clinico e sulla evoluzione della malattia. Gli stessi autori riportano come limitazioni dello studio che la relazione tra titolo virale e prognosi clinica non è stata ben chiarita e che, non trattandosi di uno studio clinico controllato, ci potrebbero essere inevitabili distorsioni di selezione nel reclutamento dei pazienti.

La Commissione Tecnico-Scientifica di AIFA, riunita in seduta permanente, rivaluta quotidianamente tutte le evidenze che si rendono disponibili al fine di poter intraprendere ogni azione (inclusa l’autorizzazione rapida alla conduzione di studi clinici) per poter assicurare tempestivamente le migliori opzioni terapeutiche per il COVID-19 sulla base di solidi dati scientifici.

In particolare, nella seduta di oggi, lunedì 23 marzo 2020, la Commissione si esprimerà in modo più approfondito rispetto alle evidenze disponibili per il medicinale favipiravir.

Si ribadisce che AIFA è costantemente impegnata a tutelare la salute pubblica, a maggior ragione in un momento di emergenza come quello attuale, dando informazioni puntuali e aggiornate sulle evidenze scientifiche e, nell’esortare a non dare credito a notizie false e a pericolose illazioni, si riserva il diritto di adire a vie legali ove opportuno.

Fonte: AIFA.GOV

Rotondella, nonna Marietta compie 103 anni

in Cronaca

“L’amministrazione comunale di Rotondella augura Buon Compleanno a Maria Laura Galotto che oggi raggiunge quota 103 anni”, è il post sulla bacheca ufficiale del profilo facebook del comune di Rotondella.
“A nonna Marietta rinnoviamo i più sentiti auguri auspicando che possa continuare a vivere serenamente circondata dall’affetto dei suoi cari, e che continui a trasmettere alla comunità i valori genuini della vita, quali l’umiltà, la gratitudine e la bontà d’animo, ingredienti preziosi per la longevità”.

A Bernalda (VIDEO) primo paziente positivo a Covid-19. In corso altri due tamponi “processati fuori regione”

in Cronaca

*EMERGENZA CORONAVIRUS* AGGIORNAMENTO ALLE 14.00 DEL 22 MARZO 2020.Casi di contagio accertati in Basilicata: 72.Casi di contagio accertati a Bernalda e Metaponto: 1.Tamponi in corso: 1.Il videomessaggio del Sindaco Tataranno

Posted by Comune Di Bernalda on Sunday, March 22, 2020

Paziente positivo al coronavirus a Bernalda, a darne notizia domenica 22 marzo 2020 attraverso un video sulla pagina facebook istituzionale del comune il sindaco Domenico Raffaele Tataranno.

Il primo cittadino ha ricostruito la vicenda e ha specificato che il tampone è stato eseguito fuori regione: “Quindici giorni fa questa persona ha avuto qualche linea di febbre – e solo qualche linea di febbre – da quel momento questa persona non è più uscita di casa e non è più andata a lavoro. Questa persona è rimasta in isolamento domiciliare. Questo è un esempio encomiabile di come si si debba comportare perché sol suo comportamento preventivo e attento ha evitato il diffondersi del contagio ancora prima di sapere di dover fare il tampone”.

Nel successivo video-messaggio il sindaco ha confermato che ci sono altri due tamponi in corso che sono processati fuori regione e quindi non rientrano in quelli conteggiati dalla task force della Regione Basilicata.

 

Controlli Prefettura per emergenza Covid-19: sono 19 le denunce

in Cronaca

Sono 1127 le persone controllate per il contenimento della diffusione del virus Covid-19, in totale 19 sono quelle denunciate ex articolo 650 del codice penale: “Chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall’autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica o d’ordine pubblico o d’igiene, è punito, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a euro 206”.
E’ il bilancio delle attività di controllo svolte dalle Forze dell’Ordine e comunicato dalla Prefettura di Matera.
Sono 359 invece gli esercizi commerciali controllati. Il bilancio è al 21 Marzo 2020.

Ordinanza Bardi: misure ancora più restrittive

in Cronaca

Sta per essere pubblicata sul Bollettino ufficiale la ordinanza n.10 del presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, con la quale si adottano ulteriori misure restrittive per ridurre il contagio da Covid – 19.

Fra le misure previste il divieto di spostamento delle persone in entrata e in uscita dalla regione Basilicata fatta eccezione per comprovate esigenze lavorative dirette a garantire l’erogazione dei servizi pubblici essenziali ovvero per gravi motivi di salute.

La violazione di quanto disposto comporta l’obbligo del trasgressore di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario insieme a tutti i conviventi.

Inoltre su tutto il territorio regionale è vietato a chiunque di allontanarsi dal proprio domicilio abitazione o residenza salvo nei seguenti casi:

  • comprovate esigenze lavorative dirette a garantire l’erogazione dei servizi pubblici essenziali, ivi compreso il transito e il trasporto delle merci;
  • situazioni di necessità, ivi comprese quelle correlate alle esigenze primarie delle persone, e degli animali di affezione;
  • spostamenti per gravi motivi di salute.

Le disposizioni hanno efficacia da oggi, 22 marzo, e resteranno in vigore fino al 3 aprile.

Basilicata, 75 i positivi totali, su 36 tamponi, 3 positivi

in Cronaca

Emergenza Covid-19: aggiornamento del 22 marzo, ore 18.00

La task force regionale comunica che oggi 22 marzo – con aggiornamento alle ore 18.00 – sono stati effettuati 36 test per l’infezione da Covid-19. Di questi:

33 sono risultati negativi e 3 positivi.

Al momento non è possibile conoscere la provenienza delle persone risultate positive. La loro residenza verrà resa nota al prossimo aggiornamento previsto per domani, 23 marzo, alle ore 12.

Al tal proposito si comunica che, in accordo con le strutture sanitarie regionali e con i sindaci, da domani la comunicazione verrà effettuata sempre dall’Ufficio stampa della Giunta regionale solo alle ore 12 di ogni giorno e non più alle 18.

Con questo aggiornamento salgono a 75 (72 di stamattina + 3 di stasera) i casi positivi registrati in Basilicata per l’infezione da Covid-19.

Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Il prossimo aggiornamento domani, 23 marzo, alle ore 12,00.

Ultima modifica ore  18:14 del 22 Marzo 2020

Coronavirus Basilicata, 72 i casi complessivi, 661 il numero dei tamponi totali

in Cronaca

La task force regionale comunica che fino alla mezzanotte di ieri, 21 marzo, sono stati effettuati 108 test per l’infezione da Covid – 19.

Di questi 98 sono risultati negativi e 10 positivi.

I casi positivi riguardano i comuni di:

1 Policoro

1 Montescaglioso

2 Potenza

5 Matera

1 Salandra

Nel conteggio sono ricompresi i dati del comunicato stampa diffuso ieri alle ore 19. Con questo aggiornamento, quindi salgono a 72 i casi positivi registrati in Basilicata per l’infezione da Covid-19.Il totale dei tamponi ammonta a 661. Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Il prossimo aggiornamento oggi alle ore 18

Covid-19, un tampone positivo da un paziente di Policoro

in Cronaca

“È appena giunta notizia del primo caso, già in quarantena da alcuni giorni, positivo per COVID19 a Policoro.
Serriamo le fila e alziamo la guardia. Rispettiamo scrupolosamente le norme igieniche e di sicurezza”, il messaggio è apparso nella tarda serata, poco prima delle 23:00,  del 21 Marzo 2020 sulla pagina istituzionale del comune di Policoro presente su Facebook.

Emergenza Covid-19: tamponi positivi 9 su 76. In totale ad oggi effettuati 629 tamponi.

in Cronaca

La task force regionale comunica che oggi 21 marzo – con aggiornamento alle ore 18.00 – sono stati effettuati 76 test per l’infezione da Covid-19. Di questi:

67  sono risultati negativi e 9 positivi.
Con questo aggiornamento salgono a 71 i casi positivi registrati in Basilicata per l’infezione da Covid-19.

Il totale dei tamponi processati ammonta a 629.

Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Il prossimo aggiornamento domani, 22 marzo, alle ore 12,00.

Covid-19, case estive, controlli a Ginosa Marina

in Cronaca

Proseguono senza sosta i controlli da parte della Polizia Locale di Ginosa e dei Carabinieri volti a verificare l’osservanza delle prescrizioni del DPCM in materia di Covid-19.

Stamattina posto di blocco in Via Matteotti e all’ingresso di Marina di Ginosa per accertamenti in merito agli spostamenti in auto e a piedi.

Sono finora almeno 30 le verifiche di occupazioni di case estive a Marina di Ginosa eseguite dalla Polizia Locale alla luce dell’afflusso di persone anche da fuori regione verso le cosiddette “case estive” della borgata.

Si ricorda che, come stabilisce il nuovo Decreto del Ministero della Salute del 20/03/2020, art.1, lettera D, nei giorni festivi e prefestivi, nonchè in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è VIETATO ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

Torna su