Archivio categoria

Cronaca - page 18

Metapontino, il mondo agricolo protesta e chiede governo e dignità (VIDEO)

in Cronaca

Le promesse delle ripetute e reiterate campagne elettorali susseguitesi nell’ultimo anno cominciano a sciogliersi con il caldo dell’estate: gli agricoltori del Metapontino sono esasperati perché “è meglio non raccogliere proprio”, uno dei tanti commenti registrati nel corso della mattinata che li ha visti protagonisti di un corteo e di incontri con le istituzioni comprensoriali a Scanzano Jonico.

Lo hanno detto e ripetuto, la loro protesta è rivolta a tutti i livelli: Regione, Governo e Unione Europea. Anzi, su uno dei tanti manifesti affissi sui trattori è scritto a chiare lettere: “L’Europa pensa alle banche”.

Ce n’è davvero per tutti: vecchi e nuovi governanti: “Questi sono i vostri risultati”, o ancora si legge sui cartelloni della protesta: “Incominciamo a sospendere l’Imu comunale 2014 – 15”. C’è poi chi invoca rispetto per l’agricoltura e chi puntualizza: “La vera agricoltura messa in ginocchio”.

Tante le voci della protesta che avanza nonostante il caldo torrido di queste ore. “I prezzi al produttore sono bassissimi: 0,15 – 0,20 cent”, ha raccontato Antonio Tornese, uno dei manifestanti. Che ha aggiunto: “Poi però vediamo che la frutta confezionata in Basilicata è venduta a 4,50 euro. Vogliamo capire come bloccare questo fenomeno. Ai produttori restano soltanto le briciole”.

La protesta va avanti comunque, il sit in è a Montalbano Jonico ma la protesta potrebbe continuare estendendosi anche a Potenza. “A Matera ci siamo già andati e per protesta abbiamo preferito regalare la nostra frutta anziché venderla”, ha aggiunto Tornese.

Ora, l’impegno dei sindaci del Metapontino, che oggi hanno accolto la pacifica protesta a Scanzano Jonico, è quello di portare sui tavoli istituzionali le richieste del mondo agricolo.

La speranza è quella che il Governo anziché paventare prossime campagne elettorali decida seriamente di governare. Certo, cosa molto impopolare per chiunque ma che qualcuno dovrà fare.

Protesta degli agricoltori del #Metapontino: sono esasperati e chiedono dignità. Il tempo delle campagne elettorali è finito, ora bisognerà governare #staymet #gianlucapizzolla

Geplaatst door ilMetapontino.it op Vrijdag 21 juni 2019

 

Sopreso nel bus: aveva 2 kg di stupefacente

in Cronaca

Nei giorni scorsi, nell’ambito delle attività di presidio economico-finanziario del territorio della provincia materana, le Fiamme Gialle della squadra cinofili della Compagnia di Matera hanno sottoposto a controllo i passeggeri in viaggio a bordo di un autobus di una nota compagnia di servizi di trasporto extra-urbano in transito sulla S.S. 106 jonica – direzione Reggio Calabria.
“I militari della Guardia di Finanza, insospettiti da un marcato atteggiamento nervoso di un giovane viaggiatore, procedevano ad effettuare un controllo con il cane antidroga che prontamente segnalava la presenza di sostanza stupefacente, rinvenuta occultata nella tendina parasole in corrispondenza del posto occupato dal giovane, all’interno di un involucro di carta argentata”, è riportato nel comunicato stampa.

“Dal successivo accurato controllo del bagaglio al seguito del viaggiatore, i finanzieri rinvenivano, confezionati in 95 ovuli, 983 grammi di hashish e, in altre 3 buste di cellophane, 1.150 grammi di marijuana.
Pertanto, la sostanza stupefacente rinvenuta, per oltre 2 chilogrammi, veniva sottoposta a sequestro e il giovane veniva tratto in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti in violazione dell’art. 73 del D.P.R. 309/90 e associato alla Casa Circondariale di Matera a disposizione dell’Autorità Giudiziaria”.

Chiude il reparto di Psichiatria a Matera, insorgono Fials Matera e Fials Adams

in Cronaca

Una scelta che trasferisce di fatto tutte le attività presso l’ospedale di Policoro

Il 18 giugno 2019 con una nota inviata per conoscenza anche all’Assessore regionale alla Sanità, Rocco Leone, la Direzione Strategica ASM comunica la chiusura dall’1 luglio 2019 del reparto di Psichiatria dell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera. Una scelta che trasferisce di fatto tutte le attività presso l’ospedale di Policoro. E’ la storia di una morte annunciata, perché il Direttore della Psichiatria, Domenico Guarini nei mesi scorsi aveva suggerito questa soluzione in un incontro con i lavoratori, che ovviamente si erano fortemente opposti. Più volte abbiamo suggerito alla Asm di portare a compimento il progetto che prevede la realizzazione del nuovo reparto al piano -2 creando una situazione più vivibile sia per i lavoratori che per i pazienti, rispettando il progetto che prevede una zona dedicata all’esterno per poter svolgere attività ricreative. Ma la Asm opta per la soluzione più semplice, la chiusura. Anche se nella nota si legge che questo provvedimento dovrebbe essere temporaneo noi non ci fidiamo perché spesso abbiamo visto soluzioni provvisorie diventare definitive. Tutto ciò viene fatto senza che la ASM abbia inviato una minima comunicazione alle organizzazioni sindacali. Ancora una volta siamo di fronte ad un provvedimento unilaterale, deciso a scapito della utenza. Ricordiamo che Matera è sede del Dea di Primo livello con una mole importante di ricoveri e consulenze proprio per la Psichiatria. Nella nota non viene menzionato il ricollocamento del personale sanitario (infermieri e OSS), che in questa vicenda è ovviamente spettatore incolpevole. Con questo atto verranno esasperati i conflitti già a livello di guardia visto che i lavoratori stanno subendo la decurtazione dello stipendio per effetto del blocco previsto dalla Vertenza Progressioni Orizzontali che ancora incombe. Di fatto oggi si vuole portare a compimento la legge di riforma del Sistema Sanitario Regionale approvata il 2 febbraio scorso dalla precedente Giunta regionale che prevede lo smantellamento della Sanità Materana a favore dell’ospedale San Carlo di Potenza. Matera città capitale della cultura 2019 si vede ancora una volta scippare un reparto con una storia importante sul territorio. Unica motivazione fornita dalla Asm per giustificare la chiusura della Psichiatria a Matera è la carenza di medici a Policoro, quindi gli psichiatri di Matera andrebbero a sopperire le carenze di organico a Policoro. Con questa logica si dovrebbero chiudere diverse Unità Operative oppure si potrebbe trasformare l’ospedale Madonna delle Grazie in un Poliambulatorio. La segreteria Fials si oppone a questa scelta e pertanto abbiamo inviato subito una nota all’assessore regionale Rocco Leone e al Prefetto di Matera Demetrio Martino in cui si preannuncia lo stato di agitazione e si chiede un incontro urgente. Abbiamo inviato la documentazione al nostro studio legale per verificare le possibilità di un’azione giudiziaria per condotta antisindacale E stiamo preparando la documentazione per indire lo sciopero dei lavoratori Asm. Chiediamo, inoltre, un intervento urgente delle Istituzioni.

Fials Matera

Dopo la “bandiera blu”, per Castellaneta Marina le “3 vele” della Guida Blu del Touring Club Italiano

in Cronaca

A

Il vento della bellezza soffia forte su Castellaneta e gonfia 3 “vele”  della prestigiosa Guida Blu 2019, la pubblicazione annuale di  Legambiente e Touring Club Italiano, che recensisce le località  turistiche attente all’ambiente, dove trascorrere una vacanza all’insegna di natura e acqua pulita, ma anche eccellenze enogastronomiche, itinerari e luoghi d’arte.

Dopo il riconoscimento della Bandiera Blu, giunge un nuovo vessillo per la principale località turistica della provincia di Taranto, con 340.000 presenze nel 2018

«Siamo partiti da una vela ottenuta, sino al 2016, ed oggi siamo  riusciti ad arrivare a tre – commenta il sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti – un risultato storico che ci sprona a proseguire su questo percorso che mette insieme un mare pulito con la salvaguardia dell’ambiente, a partire da una differenziata al 70%, passando dalla  promozione della mobilità sostenibile con percorsi ciclopedonali e colonnine di ricarica elettrica, fino ad arrivare alla promozione di un turismo esperenziale, fatto di scoperte del territorio. Protagonista di questo percorso è l’intera comunità, grazie al lavoro  sinergico dell’Amministrazione con le associazioni e gli imprenditori
locali, per la promozione dei prodotti tipici e l’organizzazione di eventi e manifestazioni che portano alla scoperta dell’intero territorio, mettendo in connessione la costa con il borgo ed il Parco delle Gravine, che diventa giorno dopo giorno sempre più ricco di sentieri e di occasioni di scoperta di luoghi di assoluto pregio naturalistico, anche grazie ad eventi sportivi di qualità».

Droga, corriere arrestato dalla Guardia di Finanza

in Cronaca

I finanzieri della Tenenza di Metaponto, nel corso dell’attuazione di un “Dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti”, che ha visto impiegate diverse pattuglie dei Reparti della Guardia di Finanza operanti sul territorio della provincia materana, sul tratto pisticcese della S.S. 407 “Basentana”, hanno sottoposto a controllo l’autovettura di un 50enne materano.
“Grazie all’indispensabile fiuto dei cani, hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro, abilmente occultati in diversi punti dell’autovettura, numerosi involucri di cocaina per un peso complessivo pari a 44 grammi circa”, si legge nella nota diffusa in queste ore dalla Guardia di Finanza.
E, ancora: “Inoltre, nel prosieguo delle operazioni, presso il domicilio del 50enne, i finanzieri hanno rinvenuto e sequestrato ulteriori 74 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e denaro in contanti per circa 1.500 euro”.
Il soggetto, pertanto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Matera, a disposizione della stessa A.G..

Sigarette in spiaggia, Codacons: “Divieto in Basilicata”

in Cronaca

MOZZICONI INQUINANO MARI PIU’ DELLA PLASTICA. PRONTI A DENUNCIARE COMUNI PER CONCORSO IN INQUINAMENTO E DANNEGGIAMENTO AMBIENTALE

Parte la battaglia legale del Codacons per ottenere il divieto di fumo in tutte le spiagge della Basilicata. Negli ultimi anni si sono moltiplicate in Italia le ordinanze comunali che vietano il fumo in spiaggia, ma in Basilicata non è stato fatto ancora abbastanza per tutelare la salute dei bagnanti dai rischi connessi al fumo e per difendere l’ambiente – spiega il Codacons – La necessità di tutelare la salute pubblica dai pericoli legati al fumo passivo (si ricorda che il fumo provoca 80mila morti l’anno solo in Italia), associata all’esigenza di difendere l’ambiente dai mozziconi di sigaretta lasciati sulla sabbia che impiegano fino a 5 anni per decomporsi e inquinano i mari più della plastica, deve portare a vietare il fumo sulla totalità delle spiagge della regione.

Per tale motivo il Codacons presenta oggi una diffida alle Prefetture della Basilicata in cui si chiede, in virtù dei loro poteri, di ordinare alle amministrazioni comunali l’adozione di apposite ordinanze tese a stabilire divieti di fumo e di abbandono di prodotti da tabacco sulle spiagge di loro competenza. Se non saranno adottate misure urgenti, il Codacons denuncerà nei prossimi giorni i Comuni della regione per concorso in inquinamento e in danneggiamento aggravato del patrimonio naturale.

Asm, al via a Policoro l’Ecografia Morfologica per la Diagnosi Prenatale.

in Cronaca

Presso l’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Giovanni Paolo II di Policoro è stato attivato il nuovo servizio di Diagnosi Prenatale tramite l’Ecografia Morfologica.
E’ possibile effettuarla già dal II trimestre di gravidanza.
Con tale esame diagnostico-strumentale si completa l’iter della diagnosi prenatale, aggiungendo un ulteriore accertamento non invasivo a quelli già offerti in precedenza come il Bi Test- Translucenza-Nucale che si esegue alla dodicesima settimana e l’ Amniocentesi alla diciassettesima.

L’Ecografia Morfologica è assieme all’ecografia del primo trimestre, il controllo più importante e complesso di tutta la gravidanza. Essa serve per studiare la morfologia del feto ed escludere o accertare la presenza di malformazioni.

La si esegue in quella fase della gravidanza perché il feto è nelle migliori condizioni per essere studiato, in quanto il rapporto fra le sue dimensioni e la quantità di liquido amniotico è ottimale. Va specificato che dopo tale epoca la Legge non permette l’interruzione della gravidanza anche se il feto è affetto da gravi malformazioni, per cui ha importanti fini puramente conoscitivi e può essere eseguita anche più tardivamente. Qualora, infatti, si identificassero patologie malformative potrebbe risultare utile fare nascere il bambino in strutture particolarmente attrezzate allo scopo. È ben noto infatti che le prime ore di vita e le prime cure sono spesso determinanti per il suo destino.
Per il responsabile dell’unità operativa semplice dell’ospedale Giovanni Paolo II di Policoro, dr. Gianpiero Adornato,: “ Si tratta di un esame importante, perché il riscontro di anomalie strutturali del feto ci può indirizzare all’esecuzione di esami genetici specifici, mirati a confermare o escludere la presenza di specifiche sindromi.”
Il dr. Giuseppe Trojano, da poche settimane direttore della struttura complessa di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, ha dichiarato: “Ho sostenuto con convinzione tale nuova iniziativa trovando l’entusiastica disponibilità del personale medico dell’ ospedale di Policoro, dal responsabile dell’unità operativa dr. Adornato a tutti i suoi collaboratori.“
Il direttore generale dell’Asm, dr. Joseph Polimenti, ha concluso indirizzando il suo ringraziamento nei confronti di tutti e sottolineando che: “Tale nuovo servizio è importantissimo per le comunità dell’Alto Sinni, del Metapontino e di tutta la Fascia Jonica, è noto che a Policoro afferisce un’ampia utenza fino e oltre Trebisacce e Ginosa marina, è la dimostrazione dell’attenzione che vogliamo porre ad un territorio che dal punto di vista demografico é uno dei pochi nel contesto regionale a non essere falcidiato da un significativo calo demografico. L’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia di Policoro pur essendo stata interessata da ben tre pensionamenti continua ad assicurare un elevato standard di assistenza alle numerose utenti che afferiscono, e questo grazie alla professionalità dei suoi operatori sanitari.”

Sorveglianza spiagge Marina di Pisticci, stipulata convenzione

in Cronaca

Il Comune di Pisticci ha stipulato una convenzione con la Società Nazionale di Salvamento per assicurare un servizio di sorveglianza sulle spiagge libere di Marina di Pisticci nei week-end dell’estate 2019.

Si tratta di una novità importante per la spiaggia Bandiera Blu, visto che il servizio di sorveglianza comunale mancava ormai da oltre trent’anni sul tratto di spiaggia pisticcese: “Una prima novità interessa la stagione balneare del nostro Comune – spiega il vice Sindaco Maria Grazia Ricchiuti – L’Amministrazione Comunale ha voluto reintrodurre le figure dei bagnini comunali nei week-end estivi proprio per assicurare una maggiore sorveglianza tra i bagnanti, tutelare l’incolumità dei tanti fruitori delle nostre spiagge e garantire un servizio innovativo già attivo in tanti luoghi turistici italiani.

Il riconoscimento della Bandiera Blu rappresenta per noi uno stimolo a migliorare sempre più la nostra area balneare e l’attivazione del servizio di sorveglianza comunale rappresenta uno dei primi step in vista dell’inaugurazione della Bandiera Blu a Marina di Pisticci.
Il servizio si concentrerà nelle giornate di maggior affluenza e sarà assicurato da cinque volontari in possesso dei brevetti di bagnini di salvataggio, nonché di ulteriori attestati di pronto intervento: la Società Nazionale di Salvamento, che ringrazio per la solerte collaborazione e per la disponibilità, assicurerà un’idromoto che si muoverà costantemente sulla Costa, una postazione fissa in località San Basilio e personale qualificato per il pronto intervento in ogni punto delle spiagge di San Basilio e Quarantotto. Inoltre sarà garantita una sorveglianza sia nei pressi della Pineta che costeggia i nostri lidi, sia nei pressi dei fiumi, per prevenire incendi e ogni forma di inquinamento che pregiudichi lo status delle spiagge e del nostro mare.
La postazione di soccorso di Marina di Pisticci sarà direttamente in contatto con tutti i lidi della zona, nonché con la Guardia Costiera e i Vigili del Fuoco, così da favorire il pronto intervento delle Forze di sicurezza in caso di incidenti o emergenze di qualsiasi genere. Oltre al servizio di pattugliamento, i volontari saranno un punto di riferimento importante per gli stessi bagnanti che potranno rivolgersi per qualsiasi emergenza o segnalazione.
Il servizio sarà attivo fino al 31 agosto e rappresenta per l’Amministrazione Comunale un importante passo in avanti nel percorso di valorizzazione di Marina di Pisticci e di tutela per le migliaia di persone che, nei mesi estivi, scelgono la nostra Costa come meta per le loro vacanze”.

Albergo del Materano, sanzioni per 650 mila euro per “lavoro nero”

in Cronaca

Una mirata operazione delle Fiamme Gialle di Metaponto a contrasto del sommerso da lavoro, ha portato “alla scoperta di ventinove lavoratori in nero presso un albergo operante nella provincia di Matera”, è quanto riportato in una nota della Guardia di Finanza diffusa in queste ore.

“All’atto dell’accesso, eseguito presso la sede operativa dell’albergo riconducibile ad una società di capitali, erano presenti due persone intente a prestare attività lavorativa in via subordinata, prive di regolare contratto di assunzione e, pertanto, senza alcuna copertura previdenziale ed assistenziale”, si legge nel comunicato.

Nel corso del controllo, le Fiamme Gialle della Tenenza di Metaponto “hanno rinvenuto numerosi documenti extra-contabili dai quali è stato possibile individuare altri ventisette lavoratori in nero che avevano prestato attività lavorativa negli ultimi periodi, peraltro retribuiti con pagamenti in contanti, in violazione alla norma in vigore dallo scorso 1° luglio che aveva disposto la corresponsione degli emolumenti ai lavoratori esclusivamente con modalità tracciabili”.

Al datore di lavoro responsabile delle violazioni alla normativa sul lavoro sono state comminate sanzioni fino all’importo pari a 650 mila euro, oltre alla proposta di sospensione dell’attività da parte del competente Ispettorato del Lavoro per aver trovato oltre il 20% della forza lavorativa presente “in nero”.

Droga, arrestate due donne per spaccio

in Cronaca

Le Fiamme Gialle della Tenenza di Metaponto, nel corso di servizi volti al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, con l’indispensabile ausilio della Squadra Cinofili della Compagnia di Matera, hanno sottoposto a controllo un’autovettura che percorreva la S.S. 106 “Jonica” in direzione Reggio Calabria, con a bordo due donne.
“Queste, alla vista dei finanzieri, hanno manifestato subito, inequivocabili segni di “disagio” che hanno attirato l’attenzione dei militari e dei due cani antidroga Dafne e Ginger”, è riportato nel comunicato stampa diffuso in queste ore.
“Le ricerche eseguite sul mezzo, sulle persone e, successivamente, presso le abitazioni delle stesse, hanno permesso di rinvenire e sottoporre a sequestro 120 grammi circa di sostanza stupefacente, in prevalenza hashish e cocaina.
La meno giovane delle donne è stata tratta in arresto – ai domiciliari – presso la propria abitazione, mentre l’altra è stata denunciata a piede libero”, conclude la nota.

Torna su