Archivio categoria

Cronaca

Inseguiti fino a Gravina di Puglia: arrestati per droga

in Cronaca

Inseguiti fino a Gravina di Puglia: arrestati per droga. I due sospettati non si sono fermati all’alt degli agenti di Polizia.

Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato “in flagranza di reato due uomini di 39 e 35 anni residenti in provincia di Matera poiché ritenuti

responsabili di detenzione ai fini di spaccio di 12,6 gr di eroina e di resistenza a pubblico ufficiale”,

è riportato nel comunicato stampa diffuso dalla Questura di Matera in queste ore.

Nel corso dei servizi di controllo svolti finalizzati alla prevenzione e alla repressione dei reati e volti in particolare a contrastare il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti in questo territorio provinciale, “personale di questa Squadra Mobile ha notato sulla strada di collegamento tra Irsina e Gravina in Puglia la presenza sospetta di una macchia con a bordo due soggetti, già conosciuti perché indagati in una recente attività investigativa”, è spiegato nella nota stampa.

E, ancora: “Dopo aver seguito per un po’ di strada l’auto, gli agenti hanno deciso di effettuare un controllo intimando l’alt polizia, a cui però l’autista non ha ottemperato accelerando invece bruscamente e tentando così la fuga. Ne è scaturito un pericoloso inseguimento che si è protratto fin nella zona industriale di Gravina in Puglia, dove gli operatori di Polizia sono riusciti a bloccare il veicolo”.

Nel ricostruire la dinamica, gli operatori hanno riportato: “Un momento prima di essere raggiunti, il passeggero a bordo dell’auto ha tentato di disfarsi di alcuni oggetti: 5 “cipollotti” di eroina che sono stati prontamente recuperati. Con loro i due avevano anche un bilancino di precisione. A loro carico sono state quindi effettuate le perquisizioni domiciliari, che hanno permesso di rinvenire altri due bilancini e materiale utile al confezionamento dello stupefacente in dosi. Droga, strumenti e materiale sono stati sottoposti a sequestro.Gli agenti hanno arrestato i due uomini e, dopo aver informato dell’accaduto la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, li hanno posti ai domiciliari”.

Nella categoria dedicata, le notizie di cronaca del territorio. Segui ilMet su Instagram

Coltiva marijuana in casa: arrestato

in Cronaca

Coltiva marijuana in casa: arrestato. Il 45enne è stato posto ai domiciliari, le indagini sono stato condotte con l’ausilio di unità cinofila

Nel corso dei controlli, da quanto riportato nella nota stampa della Guardia di Finanza, sono stati rinvenuti, oltre alle 9 piante, 300 grammi di marijuana, 35 grammi di hashish, una bilancia, un cellulare nonché un impianto di illuminazione e attrezzatura varia occorrenti per coltivare e favorire una veloce crescita delle predette piante.

Nell’ambito di un servizio finalizzato al contrasto al traffico delle sostanze stupefacenti, nei giorni scorsi una pattuglia di Finanzieri del Gruppo di Taranto “è stata attratta dalla presenza sospetta di alcune piante a fusto alto e di luci colorate posizionate sul balcone di un appartamento ubicato al 4° piano di uno stabile di Taranto”, è riportato nel comunicato stampa diffuso in queste ore dalla Guardia di Finanza.

E, ancora: “Avvalendosi dell’apporto dell’unità cinofila, le Fiamme Gialle joniche hanno proceduto pertanto alla perquisizione di quel domicilio, sottoponendo a sequestro 9 piante di marijuana dell’altezza di circa 1,70 metri ciascuna, 300 grammi di marijuana, 35 grammi di hashish, una bilancia, un cellulare nonché un impianto di illuminazione e attrezzatura varia occorrenti per coltivare e favorire una veloce crescita delle predette piante”.

“Il proprietario dell’appartamento, un 45enne tarantino, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Taranto, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.
L’attività suindicata testimonia il quotidiano impegno che la Guardia di Finanza profonde nella prevenzione e nel contrasto ad ogni forma di illegalità e di guadagno illecito, oltre che nella salvaguardia della salute pubblica”, è quanto infine riportato nella nota stampa.

Segui ilMet su Instagram

Nella categoria dedicata le principali notizie del territorio e della provincia di Taranto.

Foto archivio, non si riferisce al fatto descritto nel comunicato stampa

Attività di polizia: presentato il bilancio estivo

in Cronaca

Attività di polizia: presentato il bilancio estivo. Nelle stazioni e sui treni, nelle regioni Puglia, Basilicata e Molise: 11 arresti, 100 denunciati, sequestrato un chilo di sostanza stupefacente, circa 62.000 le persone identificate.

Il Compartimento Polizia Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise, nel periodo estivo, ha incrementato le attività di vigilanza, finalizzate al contrasto di ogni forma di illegalità, oltre che per innalzare ulteriormente il livello di attenzione negli scali ferroviari ed a bordo dei treni, anche alla luce del consistente afflusso di viaggiatori in concomitanza dell’esodo/controesodo estivo.

Le attività di controllo straordinarie sono state attuate anche con il supporto di unità cinofile antidroga e antiesplosivo della Polizia di Stato.

11 gli arrestati, 100 denunciati, 61.932 le persone controllate, 8.374 sono risultate avere precedenti di polizia e penali, 7.311 gli stranieri controllati; sequestrati 915 gr di sostanza stupefacente, 61 le sanzioni amministrative contestate per comportamenti irregolari in ambito ferroviario e su strada; 375 i veicoli controllati, 16 le persone scomparse rintracciate, tra cui 10 minori.

Sono stati effettuati 2.429 servizi di vigilanza nell’ambito degli scali ferroviari viaggiatori e merci, 446 le pattuglie impiegate a bordo di 645 treni della lunga percorrenza e delle tratte regionali, mentre 134 sono state le attività specifiche antiborseggio nelle stazioni, 173 le pattuglie che hanno vigilato lungo le linee ferroviarie, con particolare attenzione al contrasto dei fenomeni di collocamento di ostacoli sui binari, di lancio di oggetti contro i treni in movimento e dei furti di cavi di rame;

Tra gli episodi più significativi:

All’inizio di giugno sono stati denunciati 3 ventenni per danneggiamento ai sedili di un treno regionale della tratta Foggia-Bari; nella circostanza è intervenuto un poliziotto del Reparto Operativo della stazione di Bari Centrale, libero dal servizio.

Lo scorso 23 giugno è stato arrestato un venticinquenne, nella stazione di Barletta, per rapina e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Il 27 luglio è stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria di Metaponto, con la collaborazione della Sezione Polfer di Foggia, un quarantenne foggiano, sorpreso a bordo dell’Intercity notte Milano-Lecce, in possesso di circa mezzo chilo di hashish, occultato all’interno di una valigia. Il 27 agosto è stato arrestato dagli agenti del Reparto Operativo di Bari Centrale, un diciannovenne della provincia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente; il ragazzo è stato trovato in possesso di un “panetto” del peso di circa 100 gr di hashish.

Sono state rintracciate 16 persone “scomparse”, talvolta con disturbi psichici; fra i rintracciati anche 10 minori. Nella serata dei primi di settembre, un ragazzo albanese di 16 anni, si è presentato spontaneamente ai poliziotti della stazione di Bari Centrale, per chiedere aiuto, non avendo dimora. Il giovane è stato assistito, con il supporto del Pronto Intervento Sociale del Comune di Bari (PIS).

Gli agenti della Polizia Ferroviaria si sono prodigati anche in interventi di soccorso: nella stazione di Foggia il 23 luglio, è stata soccorsa dagli agenti una donna, colta da grave malore, in prossimità dei binari, assistita anche con l’uso del defibrillatore.

A Bari, il giorno 8 luglio, un ragazzo, accasciatosi in prossimità dei binari delle Ferrovie Bari Nord, è stato soccorso dagli agenti Polfer, che, in attesa dell’intervento del servizio “118”, hanno eseguito le necessarie manovre di rianimazione.

Nel mese di agosto, gli agenti del Posto Polfer di Barletta, hanno salvato una cagnolina, sfuggita al padrone, prima che venisse travolta dai treni in transito.

L’attività della Polizia Ferroviaria nel periodo estivo è stata improntata anche all’assistenza di persone in difficoltà, senza fissa dimora, che gravitano in ambito ferroviario, nonché verso i tanti viaggiatori, che si sono rivolti agli agenti per chieste di aiuto in relazione allo smarrimento di bagagli, documenti, telefoni cellulari, ecc., nello spirito della polizia di prossimità. In particolare, il 21 giugno scorso, gli agenti del Posto Polfer di Metaponto hanno assistito e collocato in idonea struttura, con la collaborazione della Questura e della Prefettura di Matera, una giovane mamma somala in stato interessante e con un bambino di due anni, che era rimasta senza dimora e chiedeva aiuto.

Segui ilMet su Instagram

Vuole salire sul treno senza Green Pass e aggredisce i poliziotti: arrestato

in Cronaca

Vuole salire sul treno senza Green Pass e aggredisce i poliziotti: arrestato. E’ accaduto a Metaponto di Bernalda

Gli agenti hanno dovuto fare ricorso ai sanitari per alcune ferite, anche se lievi, provocate dalle intemperanze del soggetto

A Metaponto, agenti della Polizia di Stato hanno arrestato in flagranza di reato un immigrato pakistano di 31 anni “per resistenza, minacce, lesioni a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio”, è riportato nel comunicato stampa diffuso in queste ore dalla Questura di Matera. Nello scalo ferroviario di Metaponto, “l’uomo ha cercato di salire a bordo del treno interregionale proveniente da Taranto e diretto a Reggio Calabria benché privo di Green Pass, come è invece previsto dalla normativa vigente”.

“Sono dovuti così intervenire gli agenti della Polizia Ferroviaria e del Commissariato di P.S. di Pisticci che hanno bloccato l’uomo il quale però ha continuato a insistere animatamente, con la pretesa di voler salire assolutamente sul treno, con urla rivolte all’indirizzo sia dei poliziotti sia del personale delle Ferrovie dello Stato. Gli agenti hanno più volte invitato il soggetto, che comprende e parla italiano, a desistere dal suo comportamento ma questi li ha improvvisamente aggrediti con calci e pugni e minacciati.

L’uomo, senza fissa dimora, è stato arrestato e condotto nella casa circondariale di Matera a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Il suo comportamento illecito  ha inoltre causato un ritardo di 40 minuti alla ripartenza del treno, creando non pochi disagi all’utenza.

Gli agenti hanno dovuto fare ricorso ai sanitari per alcune ferite, anche se lievi, provocate dalle intemperanze del soggetto”.

Segui ilMet su Instagram

“Truffa aggravata”: arrestato falso poliziotto

in Cronaca

“Truffa aggravata”: arrestato falso poliziotto. Un agente di polizia locale avverte il 113 così il denaro sottratto all’anziana viene recuperato e riconsegnato alla stessa

Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato un 38enne proveniente dalla provincia di Napoli perché “responsabile in flagranza di reato di truffa aggravata commessa ai danni di una donna di 78 anni”, è riportato nel comunicato stampa diffuso dalla Questura di Matera in queste ore.

Nella nota, gli agenti hanno così descritto il fatto: “Verso mezzogiorno, mentre è in casa, l’anziana signora riceve una telefonata da un uomo che si qualifica come un appartenente alla Polizia di Stato, il quale le comunica che suo figlio è trattenuto negli uffici di polizia per aver provocato un sinistro stradale. Per poterlo rilasciare, il sedicente poliziotto chiede alla signora la somma di 6 mila euro da corrispondere a un collega pronto a recarsi a casa della donna.L’anziana raccoglie la somma di 820 euro al momento nella sua disponibilità e dà il suo assenso al “poliziotto”. Ma un vicino di casa, agente della polizia locale del limitrofo comune di Laterza, si accorge della truffa in atto e allerta il 113”.

E, ancora: “Nel frattempo giunge il finto poliziotto incaricato di prendere i soldi dall’anziana, entra nell’abitazione della vittima e si fa consegnare gli 820 euro stabiliti, per poi subito dopo uscire dall’appartamento. Sul pianerottolo condominiale interviene il vicino agente della polizia locale che si qualifica e blocca il truffatore. Subito dopo giungono sul posto gli operatori della Squadra Mobile, i quali traggono in arresto il falso poliziotto e restituiscono il denaro sottratto alla donna”.

Nel comunicato stampa è poi precisato: “Il soggetto, che ha diversi precedenti specifici per furti a persone anziane, tra cui alcuni perpetrati recentemente in questo Capoluogo, è stato condotto nella casa circondariale di Matera a disposizione dell’Autorità giudiziaria”.

Nella categoria cronaca le principali notizie e i comunicati stampa del territorio e della provincia materana.

Iscriviti al canale YouTube de ilMet

 

A Tursi inaugurato il centro diurno

in Cronaca
A Tursi inaugurato il centro diurno. E’ stato realizzato con fondi POR FESR Basilicata 2014/2020 in materia di inclusione sociale
E’ stato inaugurato martedì 7 Settembre, dopo i lavori di adeguamento della struttura, il centro diurno socio educativo per disabili realizzato grazie al progetto candidato e finanziato con fondi POR FESR Basilicata 2014/2020 in materia di inclusione sociale, per un importo totale di 95mila euro.
L’importante struttura, gestita dalla società cooperativa sociale Fratello Sole di Irsina, servirà a dare sollievo a tante famiglie del Metaponto e della Collina Materana che fanno parte dell’Ambito territoriale associato per la gestione dei piani intercomunali e dei servizi sociali e socio-sanitari.
Nello specifico, presso il centro diurno si potranno svolgere attività educative, di socializzazione ed animazione, espressive, psicomotorie, ludiche, culturali e di formazione, socio sanitarie, riabilitative, di sostegno psico-socio-educative ed altre per garantire una maggiore inclusione sociale dei soggetti fragili che terminato il percorso in età scolare, rimangono nelle loro famiglie che spesso non riescono a fronteggiare a tutti i fabbisogni giornalieri che la vita ci richiede.
L’iter burocratico per consegnare alla nostra città una struttura efficiente e all’avanguardia sul territorio è iniziato nel 2018 quando la consigliera comunale Sara D’Alessandro con delega ai servizi sociali, si è impegnata al fianco del Sindaco per portare a Tursi il centro che interessa l’intero ambito territoriale composto dai comuni di di Accettura, Aliano, Cirigliano, Colobraro, Craco, Gorgoglione, Montalbano, Nova Siri, Pisticci, Policoro, Rotondella, San Giorgio Lucano, San Mauro Forte, Scanzano, Stigliano e Valsinni.
Causa Covid e procedure burocratiche, non appena insediata la nuova amministrazione, l’assessore Maria Montesano ha portato avanti in continuità questo progetto che oggi ha visto la luce con il fatidico taglio del nastro e la benedizione del nostro Vescovo Vincenzo Orofino.
La soddisfazione del Sindaco Cosma: “Finalmente questo centro che comunemente definiamo tutti centro smile, riuscirà a dare un sorriso a tanti ragazzi ed alle loro famiglie che dopo l’età scolare si sentono un po’ abbandonate nella gestione della quotidianità con i loro congiunti”.
L’impegno della mia amministrazione non è mutato da una legislatura all’altra e oggi cogliamo ancora di più l’importanza di portare avanti in continuità un progetto che ha preso il via con la consigliera D’Alessandro e che è stato completato con l’assessore Montesano. Rivolgo un ringraziamento sincero a queste due grandi donne per la loro sensibilità e il loro impegno quotidiano sempre al servizio della comunità e dei soggetti più fragili. Mi auguro che le famiglie di tutto l’ambito territoriale sappiano cogliere al meglio questa grande opportunità che sono convinto potrà essere di grande aiuto per i ragazzi e per tutti i loro cari”.
Segui ilMet su Instagram
Le principali notizie di cronaca nella categoria dedicata al territorio.

Accusato di spaccio di cocaina: arrestato 

in Cronaca

Accusato di spaccio di cocaina: arrestato. Lo spaccio sarebbe avvenuto anche al mercato ortofrutticolo

 

A Matera, agenti della Polizia di Stato hanno arrestato un 38enne materano “perché responsabile in flagranza di reato di cessione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”, si legge nel comunicato stampa inviato dalla Questura di Matera.
L’attività di polizia giudiziaria è stata svolta da personale della Squadra Mobile nel corso di specifici servizi disposti dal Questore, finalizzati alla prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope.
“L’attività investigativa ha permesso di individuare l’uomo che “oltre a esercitare l’attività illecita di spaccio presso la propria abitazione, allo scopo utilizzava anche il proprio box commerciale in un mercato ortofrutticolo di questo Capoluogo”, è quanto si legge nel comunicato.

E, ancora: “Dopo aver intercettato uno dei clienti dello spacciatore rinvenendogli indosso un involucro di 0,5 gr di cocaina, gli agenti sono intervenuti presso il box commerciale, dove il soggetto è stato sottoposto a perquisizione. All’interno di un piccolo borsello che occultava negli slip, sono stati così rinvenuti 23,2 gr di cocaina. La sostanza era suddivisa in 37 “cipollotti” contraddistinti da quattro colori differenti – verde, giallo, nero e rosso – a seconda del peso. Nella cella frigorifero in dotazione al box erano custoditi un bilancino di precisione, un rotolo di nastro adesivo trasparente e uno di carta e un accendino. La droga e il materiale sono stati sottoposti a sequestro”.

“In casa invece deteneva 2,3 gr di hashish e 1,1 gr di marijuana, che sono stati parimenti sequestrati insieme ad altro materiale utilizzato per il confezionamento della droga e alla somma in denaro contante di 3500 euro, ritenuta frutto dell’attività illecita di spaccio”.

Il Gip del Tribunale di Matera ha successivamente convalidato l’arresto dell’uomo ordinandone la sottoposizione ai domiciliari.
L’acquirente è stato invece segnalato al Prefetto per illecito amministrativo.

Nella categoria cronaca le principali notizie del territorio.

Segui ilMet su Instagram 

A Policoro la bandiera lilla

in Cronaca

A Policoro la bandiera lilla.  La qualifica di Città Lilla “per l’abbattimento delle barriere architettoniche”

Una città a colori e senza barriere: ecco la nuova versione di Policoro, recentemente insignita della Bandiera Lilla, vessillo attribuito ai Comuni che rendono più accessibile il proprio territorio ai cittadini (e turisti) con disabilità. Non solo un importante risultato per l’Amministrazione locale ma anche per la Regione intera: infatti Policoro è il primo – e finora unico – Comune lucano a vedersi attribuito tale merito. A consegnare l’ambito riconoscimento, Roberto Bazzano, Presidente dell’Associazione Bandiera Lilla, a margine di una visita a Policoro. Nel corso della stessa, Bazzano ha indicato le modalità e i parametri che una città deve rispettare per poter essere annoverata tra i Comuni più accessibili ai diversamente abili. La Bandiera Lilla, infatti, è assegnata a quei Comuni che hanno un’accessibilità superiore alla media in seguito alle valutazioni fatte direttamente dall’Associazione. Policoro ha ottenuto la qualifica di Città Lilla per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per una serie di servizi messi a disposizione grazie alla forza cooperante dell’Amministrazione cittadina, delle associazioni locali che si dedicano al volontariato e alla cura dei diversamente abili e anche delle imprese private come gli stabilimenti balneari, i quali si sono subito detti disponibili e attenti alle esigenze dei bagnanti portatori di handicap. Un traguardo di non facile raggiungimento: l’Amministrazione è da mesi impegnata in una campagna di adeguamento delle infrastrutture pubbliche, apportando significative novità. Sono state acquistate delle carrozzine da mare, così da rendere confortevole la permanenza dei bagnanti; delle mappe tattili per non vedenti, installate nei punti di interesse della città; una bicicletta per disabili in carrozzina; dei totem multimediali, posizionati nei luoghi più frequentati dalla popolazione. Il parco giochi della Villa Comunale è stato oggetto di una ristrutturazione significativa, con una nuova pavimentazione – così da permettere il passaggio delle carrozzine – e giostre inclusive per facilitare i momenti ricreativi tra i bambini policoresi e non, offrendo loro un ambiente sia ludico che formativo, dove poter imparare il rispetto del prossimo divertendosi. All’interno del progetto di conformazione alle esigenze dei diversamente abili è stato trovato spazio anche per la cultura: la Biblioteca Comunale, infatti, si è dotata di una selezione di audiolibri, libri tattili e in braille, così da permettere ai cittadini non vedenti di avvicinarsi e addentrarsi nel mondo della lettura. «Siamo orgogliosi di operare in direzione dell’accoglienza» dichiara il Sindaco Enrico Mascia «si sappia che Policoro è una città accogliente per tutti e che ora questo è anche certificato con la Bandiera Lilla».

Segui ilMet su Instagram

Atteso il giuramento di cinque nuovi sacerdoti

in Cronaca

Atteso il giuramento di cinque nuovi sacerdoti, fra le sedi delle diocesi anche Scanzano Jonico

Presteranno giuramento di fronte all’Arcivescovo di Matera-Irsina Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo i cinque sacerdoti che lo scorso quindici agosto hanno ricevuto la nomina a parroco in altrettante sedi della diocesi, precisamente a Matera, Irsina, Montescaglioso, Miglionico e Scanzano J.
Al giuramento prenderanno parte anche i delegati episcopali ed il nuovo Direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali, il Dott. Erasmo Bitetti.

La solenne cerimonia si terrà mercoledì 8 settembre alle ore 12 in arcivescovado. La scelta della data non è casuale perché cade nella festa liturgica della Natività della Beata Vergine Maria

che, introdotta nel settimo secolo da papa Sergio I nel solco della tradizione orientale, è celebrata nello stesso giorno anche dalla Chiesa ortodossa.
Il giuramento di fedeltà alla Chiesa, con l’impegno a servire le comunità loro affidate, sarà preceduto dalla professione di fede e dalla recita dell’Angelus, la preghiera che fa memoria dell’annuncio dell’Angelo Gabriele a Maria.
È al Si della Madonna e alla materna protezione da Lei sempre rivolta al suo popolo che si conformerà l’azione dei parroci neo eletti.Le nomine saranno operative dal prossimo 14 settembre mentre l’ingresso ufficiale dei sacerdoti nelle parrocchie loro assegnate avverrà tra ottobre e novembre, secondo il calendario di seguito riportato.

Sabato 9 ottobre – ore 18.30
nella parrocchia S. Giulio Papa in Terzo Cavone:
SANTACROCE Don Ivan

Domenica 17 ottobre – ore 18.30
nella parrocchia S. Lucia in Montescaglioso:
STANISLAUS Don Mark Antony

Sabato 23 ottobre – ore 18.30
nella parrocchia S. Maria Maggiore in Miglionico:
MUSILLO Don Egidio Antonio

Sabato 30 ottobre – ore 19.00
nella parrocchia S. Agnese in Matera:
MARTINO Don Nino

Sabato 27 novembre – ore 18.30
nella parrocchia SS. Salvatore all’Immacolata in Irsina:
CALABRESE Don Giuseppe

Da segnalare che nei giorni 7 e 8 settembre nel Santuario di Santa Maria della Palomba a Matera sarà allestita e potrà essere ammirata una infiorata artistica in onore della Madonna.

L’iniziativa, proposta dalla comunità dei frati minori francescani, sarà realizzata grazie alla partecipazione dei fedeli che porteranno in dono, la sera del 6 settembre, circa 35000 petali di fiori destinati ad adornare la navata della chiesa.

Nella categoria dedicata le notizie di cronaca del territorio.

Segui ilMet su Instagram

A Policoro in piazza Eraclea “Dogtoilet”

in Cronaca

Piazza Eraclea, arriva “Dogtoilet”: un regalo per gli amici a quattro zampe (e per i loro padroni)

L’intenzione è quella di installare altri dispositivi simili in diverse zone della Città di Policoro

Al servizio degli amici a quattro zampe e…dell’ambiente. Si chiama “Dogtoilet”, il nuovo raccoglitore e distributore di sacchetti per deiezioni canine, installato nei giorni scorsi nella centralissima Piazza Eraclea, nodo cruciale per la vita sociale della Città di Policoro. A donarlo all’Amministrazione Comunale di Policoro, l’Associazione culturale “Enzo Gallitelli: Vivere a colori”, impegnata da anni in progetti per il sociale. «Un gesto di grande senso civico e altruismo – ha affermato il primo cittadino, Enrico Mascia – che intende unire le esigenze fisiologiche dei cani a quelle ecologiche della città». «Considerata la sempre maggiore predisposizione della cittadinanza a prendersi cura degli amici a quattro zampe – conclude Mascia – a breve saranno installati altri dispositivi negli angoli più importanti della città».

Segui ilMet su Instagram

1 2 3 34
Torna su