Archivio categoria

Cronaca

Pisticci. Progetto Turismo delle Passioni: quattro esperienze imperdibili

in Cronaca

Pisticci nel Progetto Turismo delle Passioni: quattro esperienze imperdibili

Dalle ricchezze naturalistiche per gli appassionati di piante, fiori ed erbe spontanee, al benessere psicofisico per una vacanza rigenerante immersi nella natura incontaminata. Pisticci ha aderito al progetto Turismo delle Passioni, ideato dall’Agenzia di Promozione Territoriale Basilicata-APT, con quattro mete/attività turistiche per promuovere un turismo esperienziale legato appunto alle passioni.

Tra le destinazioni pisticcesi del Turismo delle Passioni ci sono Fosso la Noce, con la sua ricchezza naturalistica, e l’esperienza sensoriale del Museo Essenza Lucano, mete ideali per gli appassionati di piante, fiori ed erbe spontanee. Per gli amanti delle attività marine e della vela, a Marina di Pisticci si può scegliere tra il Porto degli Argonauti, in una posizione ideale per scoprire i tesori della Lucania, della Puglia e della Calabria, e il circolo velico Basilicata Vela, che offre escursioni didattiche e corsi di vela su derive e catamarani.

Il progetto Turismo delle Passioni mira a promuovere un turismo esperienziale, lontano dalle solite rotte, individuando cinque ambiti diversi:

– Fiabe e Magia (con un legame identitario con la Basilicata e una forte connotazione antropologica);
– Musica e Paesaggio (con un legame identitario con la Basilicata e un rapporto virtuoso e sostenibile con il territorio);
– Vela e attività del mare (sport, didattica, escursioni, crociere, ecc.);
– Erbe spontanee e fiori (fioriture, erbe, semi, piante, aromi, radici, pollini, estratti, alberi, orti, giardini, ecc.);

“Siamo molto soddisfatti della presenza di ben quattro mete e/o attività turistiche pisticcesi nel progetto Turismo delle Passioni, che rappresenta un’ottima occasione per diversificare l’offerta turistica del nostro territorio”, ha detto il sindaco Domenico Albano.

Un’occasione di promozione turistica, ha spiegato la vicesindaco e assessore al Turismo, Rossana Florio: “Partecipare a questo progetto ci consente di usufruire di servizi di promozione diversificata nei media e nelle manifestazioni turistiche. Stiamo lavorando alla promozione del territorio di Pisticci, dei suoi prodotti culturali e delle risorse naturali e l’inserimento di queste ricchezze storiche e naturalistiche nel sistema di promozione ideato e sviluppato dall’Agenzia di Promozione Territoriale Basilicata è un passo fondamentale in questa direzione”.

Tenta la fuga dal carcere di Matera: arrestato 26enne

in Cronaca

Tenta la fuga dal carcere di Matera: arrestato 26enne. L’uomo è stato ripreso e arrestato da Polizia di Stato e Polizia Penitenziaria

 

Nel rispetto dei diritti delle persone indagate, della presunzione di innocenza e della necessaria verifica dibattimentale, per quanto risulta allo stato attuale, salvo ulteriori approfondimenti e in attesa del giudizio, si comunica quanto segue.

 

“Nel primo pomeriggio del 9 giugno, operatori della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria di Matera hanno arrestato un detenuto, 26enne, fuggito dalla locale casa circondariale. Originario della provincia di Bari, pregiudicato per numerosi reati contro il patrimonio, il giovane era in carcere per scontare una pena definitiva con scadenza nel 2031. Intorno alle 13.45, riusciva a eludere la vigilanza e a scavalcare le recinzioni del carcere, allontanandosi a piedi, in direzione nord ovest.

Immediatamente allertati dai colleghi della Polizia Penitenziaria, che si sono messi sulle tracce del fuggitivo, sono intervenuti diversi equipaggi della Squadra Mobile e delle Volanti, che sono andati a dislocarsi sul territorio, in modo da “cinturare” l’area di fuga dell’evaso. Essendo passati pochi minuti dall’evasione, non poteva essere andato molto lontano, di conseguenza le ricerche venivano incentrate nell’area adiacente alla casa circondariale, contraddistinta dalla presenza di folta vegetazione. Infatti, veniva individuato nei pressi del dirupo sottostante il Santuario di Santa Maria della Palomba; l’evaso, resosi conto che le possibili vie di fuga erano tutte presidiate, è stato costretto a scendere lungo il torrente Gravina, dove è stato bloccato dagli agenti della Polizia Penitenziaria e, subito dopo, raggiunto dagli operatori delle Volanti e della Squadra Mobile, venendo ammanettato e dichiarato in arresto.

L’uomo è stato così riportato in carcere dopo pochissimo tempo, grazie alla perfetta intesa e coordinazione tra la Polizia di Stato e la Polizia Penitenziaria”.

[Fonte: Comunicato Stampa della Questura di Matera]

Miss Italia Basilicata: Irene Mattia è Miss BarHchic

in Cronaca

Miss Italia Basilicata, Irene Mattia è Miss BarHchic, il tour regionale del concorso 2024 è partito da Policoro

È ripartita con successo da Policoro la ricerca della più bella e talentuosa ragazza lucana.

Venerdì 7 giugno il BarHchic, lounge bar dall’atmosfera glamour della costa jonica, ha ospitato il primo casting e selezione provinciale del tour di Miss Italia Basilicata 2024.

Ad organizzare l’evento la Carmen Martorana Eventi, agenzia di moda e spettacolo esclusivista del concorso di bellezza per Puglia e Basilicata. Il presentatore Christian Binetti ha introdotto le ragazze provenienti da tutta la regione con il sogno di indossare l’ambita corona.

Fra le diciannove ragazze accorse da tutta Basilicata, ad aggiudicarsi il titolo di Miss BarHchic Irene Mattia, 20enne di Potenza, studentessa di Scienze dell’educazione e della formazione. Seconda classificata, con il titolo di Miss Rocchetta Bellezza, Rosanna Rondinone, 20enne di Grottole, studentessa di Architettura. Terza e Miss Framesi Caterina Porsia, 18enne di Grottole, studentessa dell’istituto tecnico chimico biologico. Al quarto posto Rita Ciracì, 18enne di Montescaglioso, cameriera; quinta Federica Acierno, 22enne di Potenza, studentessa di Biotecnologie; sesta Deborah Capece, 18enne di Tito, studentessa del liceo linguistico. Accedono alle finali regionali anche: Ida Gaetano, 20enne di Tricarico; Fabiana Consiglio, 18enne di Rionero in Vulture; Carola Albanese, 20enne di Tricarico; Aurora Sisinni, 20enne di Latronico. Miss Mascotte Katia Buchicchio, 17enne di Anzi.

A nominare le vincitrici una giuria presieduta dal Cav. Nicola Pessolano, e composta da: Tayla Stigliano, titolare del BarHchic; Claudio Sole, giornalista di Basilicata Notizie; Filippo Mele, giornalista e blogger; Giuseppe Sole, ingegnere; Rosita Chiavaroli, impiegata; Tullio Tarsia, imprenditore; Antonella Brizio, impiegata; Francesco Fucci, medico estetico; Francesco Stigliano, ingegnere; Lucia Lorusso della Quintieri Gioielli di Policoro per Miluna.

Ospiti il dj e speaker Carlo Motta e Angelica Pangaro, Miss Rocchetta Bellezza Basilicata 2023 e madrina della serata.

Si ringrazia Davide Stigliano, Virtus Ingegneria per la preziosa collaborazione e Corgom retreading & recycling

Incidente mortale sulla Matera-Metaponto: due le vittime

in Cronaca

Incidente mortale sulla Matera-Metaponto: due le vittime. Ricoverata in codice giallo la trentanovenne a bordo dell’altra utilitaria

 

Incidente sulla ex statale Matera – Metaponto, due vittime
A perdere la vita una coppia (un uomo e una donna donna di 70 e 65 anni) di Pomarico, a bordo di una Fiat Multipla , in viaggio per raggiungere Matera per motivi sanitari.

Ferita e ricoverata in codice giallo la trentanovenne occupante della Lancia Musa.

“E’ il tredicesimo incidente mortale verificatosi sulle strade lucane dall’inizio dell’anno”.

Titolo italiano 2024 di fioretto femminile alla lucana Francesca Palumbo

in Cronaca

CAGLIARI – Una straordinaria Francesca Palumbo vince per il secondo anno consecutivo il titolo italiano di fioretto femminile al termine di una gara dalle mille emozioni. Una fase a gironi non brillantissima proietta la potentina dell’Aeronautica Militare nella parte alta del tabellone e, dopo l’agevole affermazione per 15-5 su Sofia Giordani delle Fiamme Gialle, arriva il confronto diretto con la compagna di Nazionale Martina Favaretto, numero uno del seeding: qui, con la vittoria per 15-10 sull’atleta delle Fiamme Oro, arriva la prima svolta della giornata.

Poi, dopo un altro successo per 15-5 a spese di Serena Puglia del Frascati Scherma, un altro passaggio cruciale per la potentina con la sofferta affermazione per 10-9 sulla compagna di club Aurora Grandis grazie alla stoccata vincente piazzata a 11” dalla fine del minuto supplementare e con la priorità a favore dell’avversaria. In semifinale Palumbo si è imposta col punteggio di 15-8 sulla portabandiera azzurra di Parigi Arianna Errigo dei Carabinieri (terza a pari merito con Camilla Mancini delle Fiamme Gialle) e, al termine di una giornata caratterizzata da un crescendo irresistibile, è arrivato per la terza volta un 15-5 a favore nella finale con la finanziera Beatrice Monaco.

Al termine della gara Francesca Palumbo ha commentato così il suo bis tricolore: “Rispetto all’anno scorso c’è una grande differenza: un anno fa ero partita forte sin dal girone preliminare, stavolta le cose inizialmente non si erano messe bene e la gara si è trasformata in una corsa a ostacoli. Ma alla fine questo titolo me lo gusto ancora di più perché è stato conquistato di rincorsa, guadagnandomelo un passo per volta. Posso sentirmi orgogliosa per essere riuscita, nonostante un inizio difficile, a risvegliare sempre più sensazioni positive raddrizzando quella che pareva essere una giornata storta: questa è stata la cosa più importante”.

Pubblicato sul Bur della Regione Basilicata il bando “Un nido per l’infanzia”

in Cronaca

Pubblicato sul Bur della Regione Basilicata il bando “Un nido per l’infanzia”

 

È stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Basilicata (n. 26) del 1° giugno il bando denominato “Un nido per l’infanzia”, approvato con determina dirigenziale n. 775. L’Avviso ha una dotazione finanziaria di un milione e seicento mila euro, fondi del Fesr/Fse Basilicata 2021-2027, ed è rivolto agli enti locali. Il bando finanzia l’attivazione di asili nido nei piccoli Comuni delle aree interne e periferici in cui mancano i servizi educativi principali per l’infanzia nella fascia 0-36 mesi. Concede anche contributi ai Comuni che intendono assicurare la frequenza del servizio educativo nella fascia 0-6 anni a bambini con bisogni speciali o che decidono di implementare attività educative in fasce orarie aggiuntive rispetto all’orario standard garantito nei singoli servizi. L’obiettivo è quello di contrastare la povertà educativa e garantire parità di accesso a servizi di qualità in tutti i Comuni della Basilicata, indipendentemente dalla posizione geografica, sia essa più o meno decentrata dai poli insediativi maggiormente attrattivi, e dalla dimensione della popolazione presente nella fascia fino a sei anni.
Il termine scade il 2 agosto alle 12.

La compilazione e l’invio della domanda dovranno essere effettuati da ogni Comune capofila degli Ambiti Socio-territoriali, solo ed esclusivamente on-line, attraverso la procedura informatizzata accessibile all’indirizzo internet portalebandi.

Al Collodi di Marconia di Pisticci l’iniziativa “Rifiuti frazione secca”

in Cronaca

Al Collodi di Marconia di Pisticci l’iniziativa “Rifiuti frazione secca”

Nel giardino della Scuola dell’Infanzia “C. Collodi” di Marconia ha preso vita l’evento conclusivo del progetto “RIFIUTI FRAZIONE SECCA”, promosso da EGRIB, l’Ente di Governo per i Rifiuti e le Risorse Idriche di Basilicata.
Il percorso, nato con l’obiettivo di raggiungere una maggiore informazione e una migliore conoscenza delle problematiche ambientali relative allo smaltimento dei rifiuti, è iniziato lo scorso mese di novembre e ha coinvolto l’intero istituto “Flacco”.
Gli alunni, nel corso di questi mesi, hanno appreso che occorre assumere comportamenti virtuosi che possano contribuire, nella pratica quotidiana, all’aumento della quota della raccolta differenziata.
La scuola ha veicolato l’acquisizione di buone pratiche, divenendo l’ambito ideale per conciliare due momenti fondamentali: quello dell’informazione e quello dell’agire in concreto.
Il progetto ha seguito due fasi:
la FASE 1 dell’INFORMAZIONE/EDUCAZIONE, attraverso la proiezione di filmati e partendo dall’esperienza diretta degli alunni, è stato analizzato “cos’è il rifiuto” e le differenti tipologie dei materiali riciclabili, utilizzando principalmente in classe materiali di imballaggio: alluminio, carta, plastica.
La FASE 2 della PRATICA CREATIVA, questa fase è stata centrata sull’utilizzo creativo dei materiali riciclabili, allo scopo sono stati realizzati laboratori creativi per mostrare concretamente come riusare i materiali creando nuovi oggetti. Al proposito i bambini della scuola dell’infanzia hanno realizzato, rigorosamente con materiali di riciclo, lo striscione “DA COSA NASCE COSA…”.
I piccoli alunni, la III A e la III B della scuola primaria e la I A e la II D della scuola secondaria di primo grado, oltre ad esibirsi con canti a tema ed esposizioni orali, hanno mostrato quanto realizzato, creato e prodotto durante il percorso: strumenti musicali, cartelloni, fiori. All’evento hanno partecipato il vicesindaco Rosanna Florio, la dirigente Egrib Anna Lanza e la dirigente scolastica Ines Nesi.

 

(Foto e comunicato da ufficio stampa Orto Sociale Italia)

Rifiuti ospedalieri: ripristinata e messa in sicurezza l’area stoccaggio al presidio di Tinchi

in Cronaca

Rifiuti ospedalieri: ripristinata e messa in sicurezza l’area stoccaggio al presidio di Tinchi

L’azienda Sanitaria Locale di Matera ha bonificato e messo in sicurezza, qualche giorno fa, l’area di stoccaggio dei rifiuti ospedalieri del presidio di Tinchi di Pisticci. L’area di deposito, prospiciente la postazione del 118 “Mike 8” necessitava di alcuni interventi di manutenzione straordinaria e di pulizia da rifiuti di tipo non ospedaliero.
“A seguito delle segnalazioni giunte a questa Azienda – afferma il Commissario Straordinario dell’ASM, Maurizio Friolo- ho dato incarico all’Ufficio Tecnico dell’ASM di provvedere alla pulizia e al ripristino delle condizioni di igiene e sicurezza dell’area. Una ditta specializzata ha rimosso i rifiuti non correttamente stoccati ed è stata effettuata una operazione di manutenzione straordinaria che ha interessato il ripristino delle recinzioni ed altre strutture contigue che presentavano criticità. Si è poi provveduto ad una accurata pulizia dell’intera area di stoccaggio ripristinando decoro e condizioni di sicurezza a tutela degli utenti del Presidio Ospedaliero di Tinchi e del personale in servizio presso la postazione 118”.

Sanità Basilicata: dopo attacco hacker 2024 dati anche nel “dark web”

in Cronaca

Sanità Basilicata: dopo attacco hacker 2024 dati anche nel “dark web”. Non sono stati perduti dati personali né sono stati modificati i documenti sanitari più importanti

 

ASM – Attacco hacker del gennaio 2024: comunicazione pubblica
Comunicazione pubblica ai sensi dell’art. 34, par. 3, lett. c), del Regolamento (UE) 2016/679 in merito all’attacco hacker subito dall’Azienda del Servizio Sanitario (Azienda Sanitaria di Matera, Azienda Sanitaria di Potenza, AOR San Carlo Potenza ed IRCCS-CROB Rionero in V.) e dalla Regione Basilicata nel gennaio 2024.

LA LETTERA

Gentili Utenti,
Vi scriviamo per informarvi che nella seconda metà di gennaio – come già reso noto in precedenti comunicati – le Aziende del Servizio Sanitario Regionale e la Regione Basilicata sono state vittime di un attacco informatico (hacker) che ha permesso a cyber criminali di accedere illegalmente ai sistemi informatici e sottrarre documenti contenenti dati personali. La violazione è stata bloccata non appena rilevata.

Cosa è successo e come abbiamo reagito?
Dopo aver rilevato le attività non autorizzate, abbiamo:
-prontamente coinvolto le forze dell’ordine competenti, che hanno supportato nelle indagini, si è proceduto ad informare l’Agenzia Nazionale Cybersecurity nonché l’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali, come richiesto dalla legge.
-immediatamente adottato misure per contenere, valutare e porre rimedio all’incidente, tra cui l’attivazione di un gruppo di emergenza in risposta agli incidenti, l’assunzione di principali esperti esterni di cybersecurity per supportare le attività di risposta e l’arresto temporaneo di tutti i sistemi IT che potevano essere interessati.
-proceduto a bonificare l’intero sistema informatico aumentando i livelli di sicurezza con nuovi strumenti informatici che tengono sotto controllo continuamente la rete e possono rilevare prima possibile eventuali nuove minacce;
-dato diffusione sui siti web istituzionali delle Aziende e della Regione Basilicata e la notizia è stata rilanciata dai quotidiani e dalle TV locali.

Quali dati personali sono stati violati?

Dalle nostre verifiche, i dati sottratti comuni e particolari, sia di natura sanitaria che amministrativa, riguardano principalmente pazienti ed operatori, costituiscono una minima parte del patrimonio informativo delle Aziende e spesso si tratta di dati parziali e destrutturati, raggruppati in ‘riassunti’, ovvero documenti riferibili a un gran numero di persone, spesso identificate in maniera incompleta o difficilmente riconducibile alla persona in assenza di altri elementi conoscitivi.

I criminali hanno pubblicato nel dark web diversi dati personali contenuti nei documenti conservati dalle Aziende e, pertanto, questi dati personali hanno perso la riservatezza.

Grazie alle copie di sicurezza che tutte le Aziende e la Regione effettuano senza interruzione, non sono stati perduti dati personali né sono stati modificati i documenti sanitari più importanti, come i fascicoli sanitari e le cartelle cliniche.
Ricordiamo che chiunque scarichi o entri comunque in possesso di dati pubblicati da organizzazioni criminali nel dark web e li utilizzi per propri scopi o li diffonda on-line, sui social network o in altro modo incorre in condotte illecite che possono costituire reato.
Per questi motivi, nonché per la difficoltà di accedere al dark-web, la possibilità che dalla violazione derivi un danno concreto è abbastanza remota, comunque, le Aziende e la Regione esaminano puntualmente tutti i documenti violati per poterli classificare in base al livello di delicatezza dei dati contenuti e verificare se possono essere riferiti a persone identificate o identificabili.
Considerate la quantità e la frammentarietà dei file violati, si tratta di un’attività complessa e prolungata nel tempo, tuttora in corso, ma è il solo modo per tentare di determinare entità e potenziale impatto di quanto accaduto.

Cosa rischio? Cosa posso fare per proteggermi?
Non possiamo escludere che, anche a seconda dei dati personali e particolari in possesso dei criminali a seguito dell’incidente possa portare a tentativi di furto d’identità, phishing ed eventualmente frodi in generale.
Di seguito vi riportiamo alcune misure che potete considerare di adottare per proteggervi:
-Valutate attentamente ogni e-mail, SMS, messaggio istantaneo e telefonata in cui vi vengono richiesti i vostri dati personali, anche se sembrano provenire dalla nostra Azienda: vi ricordiamo che, di norma, non vi chiederemo mai di fornire informazioni personali attraverso tali canali. Per ogni evenienza contattare/segnalare immediatamente il fatto alle Autorità competenti (Uffici della Polizia di Stato – Stazione dei Carabinieri);

Attenzione per le e-mail contenenti collegamenti ipertestuali incorporati, che possono essere utilizzati per indirizzare l’utente verso siti Web dannosi;

-Valutate con attenzione le e-mail che contengono allegati inaspettati;
-Diffidate di qualsiasi e-mail sospetta, anche se sembra provenire da persone che conoscete o dalla nostra azienda, ad esempio e-mail con una grammatica/ortografia scorretta o un linguaggio non preciso;
-Non dare seguito a richieste inusuali di contatto telefonico per offrire prodotti e/o prestazioni sanitarie e/o servizi diversi collegabili a prestazioni sanitarie.

Chi posso contattare per avere maggiori informazioni?
Per fornire maggiori chiarimenti a tutti i soggetti interessati, l’ASM rinvia all’home page del proprio sito internet istituzionale www.asmbasilicata.it, cliccando su DATI PERSONALI, dove sono riportate in maniera puntuale la natura e le possibili conseguenze della violazione, oltre le misure che l’Azienda ha attivato per porvi rimedio e le iniziative che gli interessati potrebbero assumere, a loro volta, per cercare di mitigare tali possibili effetti negativi.
E’ possibile chiedere maggiori informazioni e rivolgere le richieste di esercizio dei diritti di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, notifica, portabilità e opposizione (artt. Da 15 a 21 del GDPR), ove applicabili, inviando un’apposita richiesta all’ufficio privacy dell’ASM all’indirizzo e-mail dedicato privacy@asmbasilicata.it , allegando copia di un documento di identità in corso di validità.

 

Illustrazione da pixabay

Scanzano Jonico: ladri tentano furto all’Ufficio postale

in Cronaca

Scanzano Jonico: ladri tentano furto all’Ufficio postale. I malfattori, che hanno tentato di forzare la saracinesca, sono stati messi in fuga dai Carabinieri di Policoro.

I ladri, che non hanno portato a termine il tentativo di furto attuato all’ufficio postale di Scanzano Jonico, sono riusciti a far perdere le loro tracce dopo l’inseguimento dei Carabinieri. Il fatto è avvenuto nella notte fra il 21 e il 22 Maggio 2024. Gli investigatori proseguono con le indagini.

1 2 3 95
Torna su