Archivio categoria

Cronaca

Apertura dello sportello per la “scelta medica” all’Ospedale di Policoro

in Cronaca

Apertura dello sportello per la “scelta medica” all’Ospedale di Policoro. Servizio attivo il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 14 alle 19

L’Azienda Sanitaria di Matera comunica che dal 5 febbraio scorso, all’Ospedale Giovanni Paolo II di Policoro, è stato attivato lo sportello dedicato alla “Scelta e Revoca del Medico di Medicina generale (MMG) e del Pediatra di libera scelta (PLS)” situato presso la cassa del CUP.
Tutti i cittadini che intendono usufruire del servizio possono presentarsi presso lo sportello il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 14.00 alle ore 19.00.

“VinciCasa”: un fortunato è lucano. Potrà scegliere la casa dei sogni

in Cronaca

“VinciCasa”: un fortuna è lucano. Potrà scegliere la casa dei sogni. Avrà due anni di tempo per scegliere l’immobile sul territorio nazionale

Milano, 20 febbraio 2024 – Il 16 e il 20 febbraio sono stati giorni particolarmente fortunati per gli appassionati di VinciCasa, la formula di gioco della famiglia Win for Life di Sisal, che mette in palio un premio incentrato su un bene concreto e tangibile.

Nell’estrazione n.47 di venerdì 16 febbraio è stata infatti vinta una casa + 200.000€ subito: il “5” è stato centrato grazie a una giocata online. La combinazione vincente: 2, 15, 25, 29, 30. Mentre, nell’estrazione n.50 di lunedì 19 febbraio è stata vinta una casa + 200.000€ subito, per la prima volta in Basilicata, a Potenza, presso il punto di vendita Sisal Totoricevitoria Cuccaro situato in Via Vaccaro, 2. La combinazione vincente: 3, 8, 24, 27, 39.

Entrambi i fortunati potranno scegliere la casa che desiderano, in massima libertà, su tutto il territorio italiano e avranno ben 2 anni di tempo per trovarla. Dalla nascita di VinciCasa, sono ben 199 le case assegnate.

 

Premi:

Il premio di prima categoria – 5 numeri su 40 – è costituito da 500.000€, che sono così ripartiti:

200.000€ corrisposti subito, in denaro, che il vincitore potrà utilizzare come preferisce, senza alcun vincolo;
la restante parte dedicata all’acquisto di uno o più immobili sul territorio italiano.
Si vincono premi in denaro anche indovinando 4, 3 o soltanto 2 numeri estratti.

 

Quando avviene l’estrazione?

Estrazione quotidiana a soli 2 euro, alle ore 20.00.

 

Per controllare le probabilità di vincita, i numeri vincenti e verificare le giocate, così come comprendere il modo di riscuotere le vincite, o leggere tutte le curiosità sui vincitori, si potrà accedere al sito informativo www.vincicasa.it o sul portale informativo di GiochiNumerici.info. Nella sezione Vincitori sarà entusiasmante poter scoprire progressivamente dove sono state vinte le case.

 

Come si ritira il premio di prima categoria? Per riscuotere il premio, i vincitori potranno presentare la ricevuta vincente presso gli Uffici Premi Sisal di Milano (Via Ugo Bassi, 6) o di Roma (V.le Sacco e Vanzetti, 89).

Foto archivio, non si riferisce al fatto descritto nel comunicato stampa

Polizia di Stato di Matera sequestra 1.491 kg di hashish e 2 gr di cocaina: arrestato 22enne

in Cronaca

 

Polizia di Stato di Matera sequestra un 1,491 kg. di hashish e 2 gr di cocaina: arrestato 22enne materano

 

La Polizia di Stato di Matera ha arrestato “in flagranza un giovane materano, per il reato ipotizzato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Notevole il quantitativo di droga sequestrata, pari a un chilo e 491 grammi di hashish, oltre a 2 grammi di cocaina”, è scritto nel comunicato stampa diffuso dalla Questura di Matera nella mattinata odierna.

 

“L’attività di polizia giudiziaria è stata svolta dalla Squadra Mobile, nell’ambito di specifici servizi di contrasto al fenomeno dello spaccio di droga, condotti in questo capoluogo. In serata, gli investigatori hanno notato un’autovettura che li ha insospettiti: pertanto, hanno iniziato a seguirla. Dopo aver compiuto alcuni giri in città, l’auto ha imboccato improvvisamente la strada in direzione di Altamura, per poi ritornare nel capoluogo, trascorso un po’ di tempo”, è scritto nella nota della Questura.

E, ancora: “Gli agenti hanno allora deciso di procedere a una verifica, fermando il veicolo. In quel momento, il passeggero, 22enne, avrebbe cercato di disfarsi di due involucri, lasciandoli cadere sul tappetino all’interno dell’abitacolo. Il gesto non è sfuggito agli attenti poliziotti, i quali hanno prontamente recuperato i due involucri, notando che contenevano cocaina. L’attività è proseguita con una perquisizione condotta a casa del ragazzo. Nell’appartamento del giovane, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro un consistente quantitativo di hashish: un chilo e 491 gr, in parte già suddiviso in dosi, nonché due bilancini elettronici di precisione e materiale idoneo al taglio e al confezionamento della droga”, hanno scritto nel comunicato stampa gli agenti della Questura di Matera.

“All’esito dell’attività, il giovane è stato arrestato e sottoposto a custodia cautelare in carcere, misura convalidata dal Gip, che successivamente ha disposto gli arresti domiciliari. Gli accertamenti compiuti nei suoi confronti sono nella fase delle indagini preliminari, che necessita della successiva verifica nel contraddittorio con la difesa”.

[Foto e comunicato stampa, fonte: Questura di Matera]

ASM: Primo intervento di valvuloplastica aortica a Matera

in Cronaca

ASM: Primo intervento di valvuloplastica aortica a Matera. L’intervento, perfettamente riuscito, è stato eseguito su una paziente di 91 anni

È tornata a casa dopo 48 ore dall’intervento la paziente che nei giorni scorsi è stata sottoposta ad un delicato intervento di cardiologia interventistica presso l’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera.

 

Un intervento d’urgenza realizzato su una paziente fragile di 91 anni, che non poteva essere sottoposta all’intervento cardiochirurgico tradizionale o ad un trattamento di impianto percutaneo della valvola aortica (TAVI) in considerazione alle condizioni cliniche (stenosi aortica severa sintomatica) e del rischio proibitivo di comorbidità.

Tecnicamente si chiama “valvuloplastica aortica percutanea” ed è una procedura utilizzata per allargare la valvola aortica, laddove si è creato un restringimento (stenosi).

La procedura è stata eseguita da Giandomenico Tarsia, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Cardiologia, Unità di terapia intensiva coronarica dell’ASM.

 

“Un risultato significativo – afferma il Commissario straordinario dell’ASM, Maurizio Friolo – l’utilizzo, per la prima volta in provincia di Matera, di una tecnica che ha trattato una paziente giudicata inoperabile con altri metodi in considerazione dell’età e delle diverse patologie associate. Un intervento che si è rivelato risolutivo sul piano della qualità della vita, permettendo di essere dimessa con un netto miglioramento del quadro clinico complessivo”.

 

Si consolida, dunque, sempre più, l’attività specialistica della cardiologia dell’Azienda Sanitaria Locale di Matera; un lavoro di squadra e di sinergia realizzato dall’équipe dell’emodinamica in stretta collaborazione con il gruppo dell’elettrofisiologia.

 

Nella foto Tarsia (a sinistra) e il Commissario ASM Friolo

Bonus Gas: si lavora per massimizzarlo ma sono tante le bollette “salate” giunte ai lucani

in Cronaca

Dalla Regione annunciano di voler “massimizzare” il bonus gas, tuttavia accade che sono sempre più le bollette salatissime giunte ai lucani e segnalate anche dalle associazioni di consumatori

 

Bonus Gas: si lavora per massimizzarlo ma sono tante le bollette “salate” giunte ai lucani

 

 

“Dal mese di gennaio 2024 è cessato il mercato nazionale tutelato del gas e con il processo di liberalizzazione, le condizioni economiche e contrattuali per la vendita del gas sono oggetto di contrattazione con le società venditrici.

A fronte di ciò il bonus Gas della Regione Basilicata non è un’illusione ottica ma un’opportunità che deve però essere salvaguardata.

Lo dichiara l’assessore all’ambiente e energia Cosimo Latronico dopo l’incontro di ieri con le società di vendita del gas.

“Nel primo anno – spiega Latronico – abbiamo pagato la molecola Gas per conto di 140.000 utenti lucani, sostanzialmente famiglie, per un importo pari a 90 milioni di euro. Per alcuni, non per tutti, – osserva Latronico- le nuove condizioni di mercato rischiano di indebolire l’azione fatta dalla Regione e per questo motivo abbiamo invitato le società venditrici a tenere comportamenti tariffari allineati con le condizioni di vendita del mercato tutelato da Arera e a tenere sotto controllo anche le spese per gli oneri di gestione.

Tali richieste sono finalizzate a non indebolire l’azione che la Regione Basilicata ha fatto, unica in Italia, riconoscendo la gratuità della molecola Gas. Gratuità che c’era e che c’è. Alla riunione di ieri – aggiunge ancora Latronico – segue l’attivazione di un servizio da parte di Apibas per dare la possibilità ai consumatori di individuare le società venditrici che fanno le migliori offerte per valorizzare al massimo il contributo regionale. Accedendo alla pagina www.apibas.it/bonusgas o chiamando lo 0971 471372 – conclude Latronico – sarà possibile ottenere le informazioni utili per individuare le migliori condizioni contrattuali.

 

Adiconsum: “Bolletta del gas quadruplicata per anziana di Policoro”

I Carabinieri mettono in salvo tre bambini che si erano persi nei calanchi di Montalbano Jonico

in Cronaca

I Carabinieri mettono in salvo tre bambini che si erano persi nei calanchi di Montalbano Jonico

Montalbano Jonico, i Carabinieri mettono in salvo tre bambini che si erano persi nei calanchi. Il sindaco, Piero Marrese: “Una storia a lieto fine grazie a due angeli custodi. Li ringrazio a nome di tutta la comunità”
I Carabinieri della stazione di Montalbano Jonico hanno tratto in salvo tre bambini in difficoltà nei calanchi.
E’ accaduto nel pomeriggio di mercoledì nel centro jonico, dove un bambino di 11 e due di 9 anni avrebbero deciso di scendere nei calanchi, a quanto pare per fare un pic-nic. Addentratisi nel sentiero, però, avrebbero ben presto capito che non sarebbero riusciti a risalire molto facilmente, anche per il sopraggiungere dell’oscurità. A quel punto il più grande dei tre avrebbe allertato il 112 e la sala operativa dei Carabinieri che, a sua volta, ha immediatamente inviato sul posto una pattuglia della locale stazione.
I due Carabinieri, localizzati i bimbi, si sono immediatamente attivati per ricondurli, non senza difficoltà, in paese e, successivamente, riaffidarli ai genitori.
“Voglio ringraziare pubblicamente, a nome di tutta la comunità, questi due angeli custodi – ha commentato il sindaco di Montalbano Jonico, Piero Marrese -. A loro un grande plauso e tutta la gratitudine per aver salvato i tre bambini. Questa vicenda ci insegna che le forze dell’ordine sono sempre a disposizione dei cittadini, pronte ad aiutarci quando siamo in difficoltà”.

Guardia di Finanza Policoro: indagini su presunta evasione per 2 milioni di euro

in Cronaca

Guardia di Finanza Policoro: indagini su presunta evasione per 2 milioni di euro

I finanzieri della Compagnia di Policoro hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo per un valore di oltre 2 milioni di euro, emesso dal GIP del Tribunale di Matera, nei confronti del titolare di una ditta operante nel settore agricolo.
Nel comunicato diffuso in queste ore dal Comando provinciale è riportato che: “Il procedimento trae origine da un’articolata attività di polizia economico-finanziaria, al termine della quale è stata effettuata una verifica fiscale, conclusa nei mesi scorsi, nel corso della quale l’attenzione degli investigatori si era concentrata su un’azienda agricola, avente la propria sede nell’area metapontina.
Le attività svolte dalle Fiamme Gialle avrebbero fatto emergere come l’imprenditore agricolo, pur dichiarando quale oggetto sociale l’attività di “coltivazione di ortaggi in piena aria”, per natura soggetta al trattamento fiscale agevolato tipico del reddito agrario, avesse di fatto esercitato l’attività di impresa relativa alla “vendita all’ingrosso di ortofrutta”, categoria economica di natura tipicamente commerciale”.

Secondo l’ipotesi formulato dai Finanzieri di Policoro:  “accertata la non prevalenza della dichiarata attività agricola, hanno ricostruito il reale volume d’affari, individuando una verosimile evasione d’imposta milionaria, concernente componenti positivi di reddito non registrati, e quindi non dichiarati, pari ad oltre 30 milioni di Euro. Al termine della verifica fiscale, il titolare dell’azienda agricola è stato denunciato per ipotesi di reato derivanti dalle violazioni della normativa fiscale, quali la dichiarazione fiscale infedele e l’omesso versamento delle ritenute d’acconto.
Inoltre, sulla base dei rilievi emersi nel corso delle attività di polizia economico-finanziaria, il Giudice per le Indagini Preliminari di Matera ha disposto, nei confronti dell’indagato, il sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente per un valore complessivo sino alla concorrenza dell’imposta evasa pari ad oltre 2 milioni di Euro; sequestro eseguito, nelle scorse settimane, dai finanzieri di Policoro sui beni immobili riconducibili al soggetto indagato”.

Si precisa che attualmente vi è richiesta di rinvio a giudizio da parte del P.M., con la conseguenza che vige il principio di presunzione di innocenza fino all’ultimo grado di giudizio, allorquando sarà definita la posizione.
“L’attività di servizio ed il brillante risultato conseguito nell’ambito del più ampio dispositivo finalizzato alla tutela dell’economia nazionale e del settore delle entrate, sono dimostrazione del diuturno impegno profuso e dell’approccio trasversale adottato dai militari delle Fiamme Gialle di Policoro, e hanno permesso di contrastare efficacemente un pericoloso fenomeno, che era stata in grado di danneggiare l’economia della Provincia, a discapito di tutti gli operatori del settore”.

Ok all’Ordine del giorno su “crisi agricola”. Provincia di Matera: “documento inviato al Ministro dell’Agricoltura”

in Cronaca

Piero Marrese, presidente della Provincia di Matera, soddisfatto per l’esito del Consiglio provinciale aperto sull’agricoltura celebrato a Policoro. “Pieno e concreto sostegno al mondo agricolo”. Approvato ordine del giorno
Le istanze e le problematiche del mondo agricolo sono state esaminate e cristallizzate in un ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio provinciale di Matera e dall’assemblea dei sindaci della provincia svoltisi nella sala consiliare del Comune di Policoro.
L’assemblea, aperta alle istituzioni regionali, ai sindaci della provincia, ad agricoltori e organizzazioni sindacali e datoriali di categoria, oltre che ai cittadini, è stata fortemente voluta dal presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, ed è stata molto partecipata. Al termine di un dibattito serrato, è stato approvato un ordine del giorno che verrà inviato, tra gli altri, alla presidenza del Consiglio e al ministro dell’Agricoltura, ai prefetti di Potenza e Matera, a tutti i sindaci della regione e ai consiglieri provinciale di Potenza.
“Le istituzioni non possono ignorare il grido d’allarme di un settore importante e strategico come quello agricolo, al quale va la solidarietà e la vicinanza non solo mia personale, ma di tutta l’Amministrazione provinciale. A Policoro tutti insieme abbiamo dimostrato concretamente come, operando sinergicamente, si possa discutere e approvare atti significativi per alleviare le problematiche del mondo agricolo. E’ solo mettendo da parte le polemiche e le risse che si producono risultati e il Consiglio celebrato a Policoro, convocato non contro qualcuno ma in favore degli agricoltori, lo ha confermato.
Grazie alla città di Policoro per l’ospitalità e a tutti coloro che hanno compreso appieno il senso di questa iniziativa fornendo il proprio contributo costruttivo”.
In sintesi, queste le richieste e le proposte contenute nell’ordine del giorno:
chiedere alla Regione Basilicata l’istituzione di un fondo regionale per sostenere gli agricoltori e le aziende agricole; sostenere le richieste avanzate da e associazioni del comparto agricolo e le iniziative per fare sintesi sulle criticità che investono il settore; dare mandato al presidente della Provincia a rappresentare con forza gli interessi dell’intero comparto agricolo nei confronti delle altre istituzioni ed in qualunque sede per tutte le azioni utili al sostegno di agricoltori e aziende agricole della provincia di Matera; rivedere la legge sul caporalato; nominare un commissario per la lotta alla fauna selvatica; affrontare temi come il costo del carburante, attraverso l’introduzione del credito d’imposta, e delle materie prime, la concorrenza sleale, la modernizzazione della rete idrica, della governance del Consorzio di Bonifica; prevedere l’esenzione dalla Tari per gli immobili adibiti a ricoveri dei mezzi agricoli.

“SpINNaker”: contrasto alla pesca illegale sulle coste tarantine e lucane

in Cronaca

Contrasto alla pesca illegale sulle coste tarantine e lucane
I numeri della Capitaneria di Porto di Taranto

Si è conclusa in data odierna l’operazione complessa di controllo pesca “SpINNaker” (INN, acronimo di Pesca Illegale Non dichiarata e Non regolamenta), svoltasi in questi primi mesi del 2024 su tutto il territorio nazionale, che ha visto in campo donne e uomini della Guardia Costiera impegnati in controlli sulla filiera ittica, sia a terra che in mare.
L’obiettivo principale è stato quello di prevenire, individuare e contrastare qualunque forma di illegalità che possa pregiudicare in maniera significativa gli stock ittici e alterare il principio di leale concorrenza sul mercato a causa di comportamenti disonesti, che possano indebolire anche la capacità del cittadino di autodeterminarsi correttamente nella scelta del prodotto ittico.
Massima attenzione è stata rivolta al contrasto della pesca illecita del c.d. “bianchetto” (o “novellame di pesce azzurro”), che in questo periodo dell’anno viene inesorabilmente perpetrata lungo tutta la costa Jonica da parte di persone senza scrupoli.
La pesca del novellame, infatti, crea danni enormi all’ecosistema marino in quanto la cattura di pesci così piccoli non permette alle varie specie di raggiungere l’età adulta, andando ad alterare il precario equilibrio della relativa risorsa ittica, già messa a dura prova dalla pressione antropica.
Varie le fattispecie illecite contestate, che vanno dall’introduzione in commercio di prodotti ittici sottomisura provenienti da zone di cattura non consentite, alla contraffazione delle indicazioni geografiche.
Preceduta da una mirata attività di intelligence investigativa, l’operazione, ha visto impegnati nel complesso oltre cinquanta militari, due motovedette e due gommoni della Guardia Costiera tarantina, che hanno perlustrato diuturnamente l’intera fascia marittimo/costiera.
Tra gli interventi di maggior rilievo, quello messo a segno alla foce del fiume Agri (comune di Policoro) nella mattinata del 7 febbraio scorso, dove una squadra composta da 8 militari della Guardia Costiera e 2 agenti di polizia, hanno sorpreso una decina di piccoli barchini intenti allo sbarco a terra del “bianchetto”.
Sebbene tali pescatori di frodo alla vista dei militari abbiano fatto rapidamente perdere le loro tracce lungo i bassi fondali interni del fiume, sono stati tuttavia recuperati diversi fusti con all’interno un totale di circa 200 Kg di novellame nonché una grossa rete da pesca di lunghezza complessiva di oltre 500 metri, dotata di maglie finissime, il cui utilizzo risulta assolutamente vietato.
Questi i dati fatti pertanto registrare dagli uomini della Capitaneria di Porto di Taranto, che si ricorda operano lungo tutto il litorale che va dal Comune di Nova Siri (MT) a quello di Manduria (TA), con l’ausilio del personale in servizio presso i dipendenti Uffici Locali Marittimi di Maruggio e Policoro:
60 controlli complessivi effettuati;
20 ispezioni agli esercizi commerciali;
9 illeciti amministrativi contestati;
6 attrezzi da pesca sequestrati, (reti da pesca non autorizzate e/o conformi, per una lunghezza complessiva oltre il chilometro);
12.000 euro per sanzioni pecuniarie contestate;
300 Kg. di prodotto ittico sequestrato.
I controlli continueranno incessanti per la tutela dei cittadini e per la salvaguardia del bene mare, al contempo, ribadendo il dovuto consiglio di pretendere all’atto dell’acquisto di qualsiasi singola partita di pescato ogni utile notizia sulla provenienza di quel prodotto commercializzato per il quale dovranno essere immediatamente resi disponibili e visibili tutte le informazioni sulla relativa tracciabilità.
Ciò a tutela non solo della propria salute, ma anche e soprattutto al fine di non alimentare ulteriormente, attraverso l’acquisto di partite di pescato illecite, la filiera ecocriminale di somministrazione al pubblico di prodotti ittici che costituisce una delle criticità sistemiche di questo territorio e che incide sullo sviluppo dello stesso indotto “legale” di commercializzazione e vendita.

“Sogno e realtà 1974/2024”: nasce l’associazione culturale presieduta da Enza Natale

in Cronaca

“Sogno e realtà 1974/2024”: l’associazionismo per ascoltare, proporre e progettare il rilancio della comunità di Scanzano Jonico

 

SCANZANO JONICO. “Sogno e realtà” è la neonata Associazione Culturale presieduta da Vincenza (Enza) Natale, personalità impegnata nel sociale e che ha esercitato a Scanzano Jonico la carica di assessora con importanti deleghe in materia di Sanità, Sociale, Cultura, Spettacolo, Associazionismo e Volontariato.
La nuova formazione sociale avrà presto una sede fisica, come annunciato da Enza Natale: “L’associazione è aperta alla città, e vuole essere un’ incubatrice di idee che attraverso l’impegno concreto si trasformeranno in progetti e opere sia materiali che immateriali”.

Natale ha poi aggiunto: “Punteremo sui servizi e ci adopereremo nella direzione di sollecitare le istituzioni affinché la nostra città, Scanzano Jonico, possa avere voce e le giuste attenzioni. I servizi alla persona, la sicurezza, tutte le azioni che possano rendere concreto il diritto alla salute saranno al centro del nostro impegno e delle nostre richieste. Nessuno deve essere lasciato solo, sopratutto quelle persone che hanno bisogno di vicinanza e supporto reale. Ampio spazio sarà offerto agli slanci che verranno dall’associazionismo e da chi vorrà proporre eventi culturali e di crescita per la città”.

“L’associazione potrà contare sul mio impegno diretto”, ha spiegato il già assessore con deleghe all’Ambiente e Territorio, Decoro Urbano, Rischio idrogeologico e Protezione Civile, Randagismo e Fauna Selvatica Francesco Puppio, tesoriere rispetto all’associazione.

Maria Ponzio, vice presidente dell’Associazione, e già assessora proprio nella Giunta Cariello alle Attività Produttive, Sviluppo Economico, Pari Opportunità e Commercio, ha aggiunto: “L’esperienza amministrativa ha rafforzato e ampliato il bagaglio di competenze, conoscenze e di contatti di tutti noi, pertanto è fondamentale dare continuità alle energie già messe in campo nei mesi scorsi”.
Enza Natale ha poi precisato: “Ci impegneremo a segnalare problematiche, accoglieremo chi vorrà farle presente e chi vorrà proporre soluzioni. L’agricoltura sarà il tema su cui non abbasseremo mai la guardia, così come le esigenze dei commercianti e degli operatori economici della nostra città e le associazioni. La politica è anche impegno associativo, non verremo meno alle nostre responsabilità e quando sarà il momento risponderemo alle richieste dei cittadini che vogliono il nostro coinvolgimento a tutti i livelli. Noi ci saremo sempre, non indietreggeremo mai e non fuggiremo davanti agli impegni difficili come qualcuno ha fatto, lasciando la città alle sorti di un altro commissariamento.

E, infine: “Nella compagine associativa potremo contare sul supporto Pasquale Cariello, già sindaco e consigliere regionale, di Alberto Marzano, capogruppo in consiglio nella legislatura Cariello e il già vicesindaco Ugo Valicenti. Siamo aperti a nuovi ingressi e già registriamo entusiasmo rispetto all’iniziativa”.

1 2 3 91
Torna su