Autore

Redazione - page 60

Redazione ha pubblicato 1325 articoli

Redazione

Basilicata, emergenza Covid-19: processati altri 1.615 tamponi, 167 quelli positivi

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 4 novembre, sono stati processati 1.615 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 167 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano: 31 persone residenti in Puglia e lì in isolamento, 1 residente in Piemonte e lì in isolamento, 1 residente in Emilia Romagna in isolamento a Pisticci, 1 residente in Emilia Romagna in isolamento a Castelluccio Inferiore, 1 di Abriola, 3 di Atella, 5 di Avigliano, 1 di Bernalda, 1 di Calvello, 1 di Castronuovo Sant’Andrea in isolamento a Senise, 3 di Corleto Perticara, 1 di Ferrandina, 6 di Genzano, 1 di Lagonegro, 8 di Lauria, 6 di Lavello, 1 di Maschito in isolamento a Melfi, 14 di Matera,

17 di Melfi, 1 di Montalbano Jonico, 2 di Montemilone, 1 di Montescaglioso, 2 di Oliveto Lucano, 2 di Oppido Lucano, 2 di Palazzo San Gervasio, 3 di Paterno, 1 di Picerno, 1 di Pietragalla, 4 di Pignola, 8 di Potenza, 4 di Rionero in Vulture, 2 di Ripacandida, 3 di Roccanova, 1 di Rotonda, 2 di Ruoti di cui 1 in isolamento ad Avigliano, 1 di Salandra, 1 di San Chirico Nuovo, 1 di Sant’Arcangelo, 2 di Senise, 8 di Stigliano di cui 1 in isolamento a Matera, 1 di Terranova del Pollino, 1 di Tramutola, 10 di Venosa.

Nella stessa giornata sono guarite 6 persone (1 di Potenza, 1 di Avigliano, 2 di Marsiconuovo, 1 di Venosa e 1 di Pescopagano) e sono decedute 2 persone (1 di Rotonda e 1 di Irsina). Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 1.995 (1.870 all’ultimo aggiornamento a cui si aggiungono 133 positività di residenti e si sottraggono 6 guarigioni e 2 decessi) e di questi 1.889 si trovano in isolamento domiciliare.
Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 56 deceduti (2 di Spinoso, 9 di Potenza, 4 di Paterno, 4 di Moliterno, 4 di Villa D’Agri / Marsicovetere, 2 di Irsina, 2 di Rapolla; 2 di Montemurro, 2 di Pisticci; 2 di Matera; 1 di San Costantino Albanese, 3 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano; 1 di Bernalda; 2 di Grumento, 2 di Tramutola; 2 di Marsiconuovo; 1 di Viggiano; 1 di San Chirico Raparo; 1 di Sarconi, 2 di Roccanova, 1 di Garaguso, 1 di Pietrapertosa, 1 di Tolve, 1 di Castelsaraceno, 1 di Rotonda); 667 guariti ed altre 71 persone, fra stranieri e residenti in altre regioni italiane che si trovano in isolamento in Basilicata e cittadini lucani positivi in isolamento in altre regioni (il dettaglio nel bollettino epidemiologico).

Sono 106 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 23 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 7 in Terapia intensiva, 19 in Pneumologia e 14 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 28 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 9 in Terapia intensiva e 6 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 111.519 tamponi, di cui 108.124 risultati negativi.

Nova Siri: le vie dei Presepi – 13 Dicembre

in Appuntamenti

E’ in programma per il 13 dicembre 2020 a Nova Siri Centro, l’ edizione 2020 Di “Nova Siri: Le Vie dei Presepi”, un concorso indetto dalla Pro Loco di Nova Siri e l’Associazione Culturale SUD “Gigi Giannotti” in collaborazione con le Parrocchie di Nova Siri e il Rotary Club Policoro Heraclea Centenario e il patrocinio del Comune di Nova Siri. Il concorso, per la seconda edizione si amplia e presenta tre forme di espressione artistica, un Concorso/Mostra Presepi Artistici, Concorso Letterario di Poesia e Narrativa “Le storie del Natale” e Concorso Grafico-Pittorico di “Mail Art”- “Natale in cartolina”, riservato agli alunni della Scuola Secondaria di primo e secondo grado.
Il concorso intende valorizzare la festività del Natale (Natale di guerra, del consumismo, dell’albero, delle tradizioni …). Attraverso l’occhio, il cuore, la creatività, la penna e la matita gli alunni e i partecipanti tutti raccontano e descrivono il loro Natale. L’Associazione intende loro offrire la possibilità operativa di sviluppare la propria creatività, che in questo tempo non deve assopirsi, per poter maturare quegli elementi culturali necessari ad una crescita personale e sociale adeguata. Le adesioni al concorso devono pervenire alla segreteria organizzativa entro il 15 Novembre 2020 agli indirizzi e-mail indicati nel bando scaricabile su: www.pasqualechiurazzi.it. Facebook/ass.cult.sud “gigi giannotti”. La premiazione avverrà la sera del 06 Gennaio 2021 a conclusione del “Concerto per l’ Epifania” mediante un riconoscimento ai primi classificati che otterranno il maggior gradimento da parte della Giuria. Tutti i partecipanti al concorso riceveranno un attestato di partecipazione. Qualora la situazione di emergenza non permetta lo svolgimento in presenza dell’ evento, il concorso sarà trasferito sulle piattaforme digitali.

Negli uffici postali di  Matera Città, Matera 2 e Pisticci disponibile l’innovativo gestore delle attese

in Economia

Il nuovo sistema, interamente digitale, consente quindi di gestire al meglio i flussi di clientela, riducendo i tempi di erogazione dei servizi offerti attraverso un sistema semplificato

Continua lo sviluppo digitale di tutti gli Uffici Postali del territorio. Poste italiane ha infatti installato negli uffici postali di Matera Città, Matera 2 e Pisticci , in provincia di Matera, il nuovo Gestore delle Attese, un innovativo totem touch screen dotato di un display riepilogativo nella sala al pubblico che consente non solo di selezionare l’operazione da effettuare in base alle proprie necessità, ma anche di prenotare il proprio ticket pur non essendo fisicamente in ufficio, tramite l’applicazione “Ufficio Postale”, disponibile per smartphone e tablet (iOS e Android) e attraverso il numero WhatsApp 371500371, da memorizzare sul proprio cellulare.

Il nuovo sistema, interamente digitale, consente quindi di gestire al meglio i flussi di clientela, riducendo i tempi di erogazione dei servizi offerti attraverso un sistema semplificato. Sarà infatti possibile per il cittadino accedere in modo semplice e intuitivo allo sportello, l’operazione sarà gestita in modo flessibile e verrà pianificata al meglio l’operatività del personale, consentendo l’erogazione dei servizi secondo le differenti modalità disponibili: oltre alla consueta prenotazione fisica in base all’ordine temporale di arrivo, sarà infatti possibile prenotare il proprio appuntamento da remoto, attraverso il computer o attraverso il proprio dispositivo mobile, sul sito di Poste Italiane, sulla App Ufficio Postale o tramite il numero whatsapp.

In uno scenario complesso come quello dell’emergenza sanitaria, l’obiettivo di Poste Italiane resta quello di agevolare l’accesso dei cittadini ai propri servizi, garantendo lo sviluppo innovativo e la valorizzazione tecnologica nel segno della digitalizzazione del Paese.

L’intervento conferma ancora una volta la vicinanza di Poste Italiane alle comunità locali, con l’intento di accompagnarle quotidianamente verso processi di modernizzazione e digitalizzazione per promuovere il benessere dei cittadini e lo sviluppo socio-economico, grazie alla capillarità della propria rete, presente su tutto il territorio nazionale, anche nelle aree più periferiche.

Emergenza Covid-19, 265 nuovi positivi su 1643 tamponi processati in Basilicata

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che ieri, 3 novembre, sono stati processati 1643 tamponi per la ricerca di contagio da Covid 19, di cui 265 sono risultati positivi. I positivi riguardano 39 residenti in Puglia e lì in isolamento, 1 persona con cittadinanza estera in isolamento a San Fele, 1 residente in Emilia Romagna in isolamento a Rotonda, 2 residenti ad Accettura, 1 ad Acerenza, 7 ad Avigliano, 1 a Bella, 1 a Brienza, 11 a Ferrandina, 1 a Filiano, 3 a Garaguso, 6 a Genzano, 1 a Grassano, 2 a Grottole, 18 a Irsina, 18 a Lavello, 2 a Marsicovetere, 41 a Matera, 5 a Melfi, 1 a Miglionico, 2 a Moliterno, 23 a Montalbano Jonico, 1 a Montemilone, 2 a Montescaglioso, 3 a Nova Siri, 6 a Palazzo S.G., 1 a Pietragalla, 4 a Pisticci, 2 a Policoro, 4 a Potenza, 1 a Rapolla, 9 a Rionero, 3 a Ripacandida, 4 a Rotonda, 1 a Ruoti, 4 a Salandra, 1 a Sant’Arcangelo, 2 a Scanzano Jonico, 6 a Stigliano, 1 a Tolve, 1 a Tramutola, 12 a Tricarico, 9 a Venosa e 1 a Viggiano.

Nella stessa giornata sono guarite 11 persone: 3 a Potenza, 2 a Marsicovetere, 1 a Marsiconuovo, 2 a Melfi, 1 a Rionero, 1 residente a San Chirico Nuovo e domiciliato a Irsina e 1 a residente a Francavilla e domiciliato Potenza.

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 1.870 (1.657 all’ultimo aggiornamento a cui si aggiungono 224 positività di residenti e si sottraggono 11 guarigioni) e di questi 1766 si trovano in isolamento domiciliare. Sono 104 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 22 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 6 in Terapia intensiva, 19 in Pneumologia e 14 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 28 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 9 in Terapia intensiva e 6 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 54 deceduti (2 Spinoso, 9 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 4 Villa D’agri/Marsicovetere, 1 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 2 Pisticci; 2 Matera; 1 San Costantino Albanese, 3 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsiconuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo; 1 Sarconi, 2 Roccanova, 1 Garaguso, 1 Pietrapertosa, 1 Tolve, 1 Castelsaraceno); 661 guariti; 1 cittadino campano in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Marsicovetere; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata all’ospedale San Carlo; 1 cittadino calabrese in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona di nazionalità estera diagnosticata in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera in isolamento in Basilicata (1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza); 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 4 cittadini residenti in Emilia Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in una struttura dedicata della regione; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio; 1 cittadino residente e isolato in Basilicata diagnosticato in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo S.G.; 1 cittadino svizzero in isolamento a Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento a Policoro; 1 persona residente in Puglia in isolamento a Montemilone; 1 cittadino argentino in isolamento a Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 residente in Puglia in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 residente in Toscana in isolamento a Corleto; 1 residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 residente nel Lazio in isolamento a Brienza; 1 residente in Veneto in isolamento a Palazzo S.G.; 1 cittadino campano in isolamento a Brienza; 1 residente in Lombardia in isolamento a Muro Lucano; 1 residente in Veneto in isolamento nel comune di Palazzo S.G.; 1 residente in Puglia in isolamento a Matera; 1 residente nel Lazio in isolamento a Matera; 1 residente in Campania in isolamento nel Comune di Ferrandina; 1 cittadino di nazionalità nigeriana in isolamento a Missanello; 1 cittadino di nazionalità indiana in isolamento a Pignola; 1 cittadino di nazionalità argentina in isolamento a Rotonda, 2 residenti in Campania in isolamento nel Comune di Potenza, 1 residente in Emilia Romagna ed in isolamento nel Comune di Rotonda; 1 residente in Puglia ed in isolamento a Matera, 1 residente in Puglia e in isolamento a Rionero; 1 persona con cittadinanza estera in isolamento nel Comune di San Fele; 1 residente in Emilia Romagna in isolamento nel Comune di Rotonda.

 

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 109.904 tamponi, di cui 106.677 risultati negativi.

Piano regionale delle coste, la giunta adotta Documento programmatico

in Politica

Annunciati “programmi ad hoc per mitigare l’erosione delle spiagge dei litorali lucani. Manteniamo un altro impegno assunto”

Entro dicembre 2020 un piano per mitigare l’erosione e l’arretramento della costa jonica. Entro giugno 2021, invece, sarà predisposto un piano di interventi per la costa tirrenica. Sono queste le principali novità contenute nel Documento programmatico al Piano regionale delle coste, uno degli impegni assunti dal governo Bardi, ora in via di realizzazione.
Il Documento, approvato ieri dall’esecutivo lucano su proposta dell’assessore regionale all’Ambiente ed Energia Gianni Rosa, traccia le linee strategiche per un’attenta valutazione delle condizioni dei litorali della Basilicata. Nello stesso tempo, definisce in quale modo operare per difendere le coste e ristabilire gli equilibri ambientali compromessi, perseguendo l’obiettivo della ricostruzione delle spiagge in crisi strutturale.
“Con l’approvazione di questo documento – ha commentato l’assessore Rosa – riprendiamo un tema importante per lo sviluppo e la salvaguardia delle aree costiere, tema fermo al 2016, quando l’allora giunta regionale adottò una versione non completa di un piano di gestione delle aree che non ha concluso mai il suo iter di approvazione. Abbiamo scelto la strada del Documento programmatico per facilitare anche il lavoro del Commissario straordinario delegato volto alla realizzazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e alla verifica dell’efficacia dei sistemi di difesa adottati fino ad oggi”.
“Il Documento conferma – ha aggiunto Rosa – l’impegno politico a redigere e ad approvare nella prima metà del 2021 non solo il Piano regionale delle coste ma anche di procedere alla revisione dell’intero impianto normativo in merito alla gestione delle aree del demanio marittimo. Intanto stiamo lavorando anche alla revisione della legge regionale n. 39 del 2009 che disciplina le funzioni di programmazione, pianificazione e gestione integrata degli interventi di difesa della costa”.
Per raggiungere questo obiettivo, la Regione ha già sottoscritto un Accordo di collaborazione con l’Agenzia spaziale italiana per l’accesso e utilizzo di prodotti Cosmo-Skymed necessari alla mappatura delle linee di costa e sta definendo un’ulteriore collaborazione con l’Istituto nazionale di geofisica e Vulcanologia per comprendere meglio i fenomeni che modificano la linea di costa nell’area jonica e tirrenica.
Il Documento programmatico sarà pubblicato integralmente sul Bollettino ufficiale della Regione Basilicata e sul sito istituzionale nella sezione Trasparenza.

Vacanze in Basilicata, molti hanno scelto Matera come meta preferita

in Economia

Durante le vacanze in Basilicata da parte di molti italiani, quest’anno la meta preferita è stata Matera. Una città che non richiede nessuno studio approfondito della storia per capire quante vicende ha dovuto superare nel passato. Basta un respiro per immaginarsi quanta da antichità sia circondata.

Tra le peculiarità della città della Basilicata, ciò che è stato apprezzato da molti turisti del Bel Paese sono stati i Sassi di Matera. Compongono il centro storico e a partire dall’anno 1993 essi sono stati iscritti alla lista del Patrimonio dell’umanità (Unesco). Matera Capitale europea della cultura 2019: prima nel Meridione

Senza nulla togliere a tutte le altre bellissime città del Meridione, Matera è stata la prima tra tutte le altre, ad aver ottenuto il riconoscimento denominato “Open Future”, nonché Capitale europea della cultura per il 2019.

La città lucana non è nota soltanto per i suoi Sassi, infatti tra le ulteriori attrazioni turistiche di grande spicco storico si fa riferimento a:

  • La città fantasma di Craco presso il Museo Musma;
  • La cripta del Peccato Originale;
  • Dolomiti Lucane.

Anche il budget per viaggiare in Basilicata e soprattutto a Matera non dev’essere necessariamente alto. Grazie alle strutture alberghiere come i B&B ed Hotel economici del posto, si può visitare la nota città dei Sassi spendendo poco e trovandosi a pochi passi dal centro storico.

Molti italiani hanno persino di allungare il proprio soggiorno a Matera, dedicandosi ad altre tappe quali i monumenti. Nello specifico:

  • La Chiesa di San Francesco D’Assisi;
  • Il Museo Ridola;
  • La Chiesa di San Giovanni Battista;
  • La Chiesa di Santa Maria di Idris;
  • San Pietro Barisano;
  • Il Palazzo Lanfranchi;
  • Il Parco della Murgia Materana (ideale per chi ama escursioni e trekking);
  • Il Palombaro lungo.

Matera e Basilicata come mete turistiche iper desiderate

Matera è riuscita a diventare non soltanto una meta turistica amata ed apprezzata sul territorio nazionale, bensì anche in quello internazionale. Un traguardo incredibile tanto da esser citata (così come tutta la Basilicata), dal giornale americano più importante, il New York Times.

Un perfetto mix di arte, cultura, storia e tradizione enogastronomica che riesce ad incantare tutti i visitatori. Un territorio per troppo tempo andato nel dimenticatoio e finalmente scoperto e ancor più desiderato.

Matera è sempre più all’avanguardia, dopo aver conquistato il premio della Capitale europea della Cultura 2019, il Comune sta lavorando su una progettualità differente. L’obiettivo è quello di intercettare nuovi flussi turistici per portare in città un target sempre più nuovo e differente dal precedente.

Come detto anticipatamente viaggiare in Basilicata non richiede troppi soldi. Tanti italiani hanno potuto usufruire dei risparmi degli anni precedenti, per poter concedersi qualche giorno presso la città lucana e nella Regione italiana nota in passato come Lucania.

Altri, invece, hanno preferito richiedere un piccolo prestito personale (visita questo sito per sapere come fare) anche solo per godersi al meglio una vacanza tutta italiana.

Airbnb contribuisce alla crescita di Matera

Non meno importante è la conferma di Airbnb, il portale online che garantisce alloggi a chiunque arrivi da ogni parte del mondo. La piattaforma ha dimostrato come Matera stessa abbia avuto la capacità di triplicare il turismo durante il periodo di Pasqua 2019, grazie al progetto turistico del piccolo borgo di Grottole.

L’iniziativa è stata promossa dalla stessa Airbnb insieme all’attività no profit locale, ovvero Wonder Grottole. L’obiettivo era quello di ospitare 4 persone da ogni parte del mondo, per un periodo di 3 mesi in questo borgo lucano, contribuendo alla sua rinascita grazie ad un volontariato.

I vantaggi non sono soltanto per la gente del posto, ma per far sì che il turismo a Matera sia sempre più sostenibile, innovativo e che consente a chiunque arrivi di poter stare bene e ammirare il suo fascino storico.

Il progetto ha preso il nome di Italian Sabbatical, la cui finalità è quella di garantire a chi entra in città, valori quali: convivenza, accoglienza, incontro e tutto quel che gli artisti sarebbero capaci di veicolari attraverso le loro forme d’arte.

E quali città meglio di Matera, potrebbe garantire questo successo grazie ai suoi monumenti storici e luoghi incantevoli da scoprire? Non mancano di fatto neppure i quartieri periferici.

Il percorso progettuale allarga i suoi confini con ulteriori iniziative quali Art Walking, Art Thinking e i workshop tenutisi presso il Museo Nazionale “Domenico Ridola”.

Salvo complicazioni per il turismo a causa della pandemia da Covid-19, la Basilicata e Matera rimangono le mete più ambite a livello nazionale e internazionale.

Sono 1146 i nuovi tamponi processati in Basilicata di cui 127 positivi

in Emergenza Covid-19

La task force regionale comunica che nelle giornate del 2 novembre sono stati processati 1146 tamponi per la ricerca di contagio da Covid 19 di cui 127 risultati positivi. I positivi riguardano: 24 residenti in Puglia e lì in isolamento; 1 residente in Sicilia e lì in isolamento; 1 residente in Puglia e in isolamento a Matera; 1 residente in Puglia e in isolamento a Rionero; 1 di Atella; 1 di Avigliano; 1 di Banzi; 1 di Brienza; 3 di Castronuovo di Sant’Andrea; 6 di Ferrandina; 1 di Forenza; 2 Garaguso; 10 Genzano; 6 Grassano; 1 Irsina; 1 Laurenzana; 7 Lavello; 14 Matera; 12 Melfi; 2 Montalbano Jonico; 2 Montescaglioso; 1 Oppido; 3 Palazzo San Gervasio; 1 Pescopagano; 2 Policoro; 5 Potenza; 4 Rapolla; 2 Rionero; 2 Ripacandida; 2 Roccanova; 1 San Fele; 3 Stigliano; 3 Venosa.

Nella stessa giornata sono guarite 15 persone: 2 Potenza; 3 Brienza; 1 Marsiconuovo; 5 Melfi; 1 Rionero; 1 Tramutola; 1 Policoro; 1 Corleto.

Nella stessa giornata risultano decedute 3 persone, 1 Tolve, 1 Castelsaraceno, 1 Avigliano.

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 1.657 (1575 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 100 nuove positività di residenti e si sottraggono 15 guarigioni e 3 decessi) e di questi 1.559 si trovano in isolamento domiciliare. Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 54 deceduti (2 Spinoso, 9 Potenza, 4 Paterno, 4 Moliterno, 4 Villa D’agri/Marsicovetere, 1 Irsina, 2 Rapolla; 2 Montemurro, 2 Pisticci; 2 Matera; 1 San Costantino Albanese, 3 Avigliano, 1 Tursi, 1 Aliano; 1 Bernalda; 2 Grumento, 2 Tramutola; 2 Marsiconuovo; 1 Viggiano; 1 San Chirico Raparo; 1 Sarconi, 2 Roccanova, 1 Garaguso, 1 Pietrapertosa, 1 Tolve, 1 Castelsaraceno); 650 guariti; 1 cittadino campano in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Marsicovetere; 1 persona residente in Piemonte in isolamento a Potenza; 1 persona residente in Campania attualmente ricoverata all’ospedale San Carlo; 1 cittadino calabrese in isolamento a Lavello; 1 persona residente in Sardegna in isolamento a Rionero; 1 persona di nazionalità estera diagnosticata in Puglia e in isolamento a Matera; 5 persone di nazionalità estera in isolamento in Basilicata (1 a Matera, 1 a Lavello, 1 a Scanzano, 1 a Barile, 1 a Potenza); 1 persona di nazionalità estera domiciliata a Venosa e ricoverata al San Carlo; 4 cittadini residenti in Emilia Romagna in isolamento in Basilicata; 18 cittadini stranieri in isolamento in una struttura dedicata della regione; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio; 1 cittadino residente e isolato in Basilicata diagnosticato in Puglia; 3 cittadini stranieri lavoratori stagionali a Palazzo S.G.; 1 cittadino svizzero in isolamento a Matera; 1 cittadino ucraino in isolamento a Policoro; 1 persona residente in Puglia in isolamento a Montemilone; 1 cittadino argentino in isolamento a Moliterno; 1 persona residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli; 1 persona residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 residente in Puglia in isolamento a Matera; 1 cittadino straniero in isolamento a Lavello; 1 residente in Toscana in isolamento a Corleto; 1 residente in Calabria in isolamento a Potenza; 1 residente nel Lazio in isolamento a Brienza; 1 residente in Veneto in isolamento a Palazzo S.G.; 1 cittadino campano in isolamento a Brienza; 1 residente in Lombardia in isolamento a Muro Lucano; 1 residente in Veneto in isolamento nel comune di Palazzo S.G.; 1 residente in Puglia in isolamento a Matera; 1 residente nel Lazio in isolamento a Matera; 1 residente in Campania in isolamento nel Comune di Ferrandina; 1 cittadino di nazionalità nigeriana in isolamento a Missanello; 1 cittadino di nazionalità indiana in isolamento a Pignola; 1 cittadino di nazionalità argentina in isolamento a Rotonda, 2 residenti in Campania in isolamento nel Comune di Potenza, 1 residente in Emilia Romagna ed in isolamento nel Comune di Rotonda; 1 residente in Puglia ed in isolamento a Matera, 1 residente in Puglia ed in isolamento a Rionero. Sono 98 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 23 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 6 in Terapia intensiva, 19 in Pneumologia e 11 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 28 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 5 in Terapia intensiva e 6 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 108.261 tamponi, di cui 105.299 risultati negativi.

Emergenza Covid-19: In Basilicata “chiusi” i comuni di Irsina e Genzano di Lucania

in Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19, Bardi emana l’ordinanza n. 41

Dal 3 al 13 novembre i residenti ad Irsina e Genzano di Lucania non potranno allontanarsi dai rispettivi territori comunali, “se non per spostamenti motivati da comprovate situazioni di necessità o di urgenza ovvero per motivi di salute”

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata n. 98 del 2 novembre 2020 è stata pubblicata l’ordinanza n. 41 del presidente della Regione Basilicata Vito Bardi che dispone “Ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio da COVID-19. Disposizioni relative al Comune di Irsina e al Comune di Genzano di Lucania”.
Dal 3 al 13 novembre 2020, “fatte salve le misure statali, regionali e commissariali vigenti di contenimento del rischio sanitario di diffusione del COVID-19”, è previsto il “divieto di allontanamento dal territorio comunale di Irsina e di Genzano di Lucania da parte di tutti gli individui ivi residenti, se non per spostamenti motivati da comprovate situazioni di necessità o di urgenza ovvero per motivi di salute”. È previsto inoltre il divieto di ingresso nei medesimi territori ma è consentito, in ogni caso, “il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza”.
Ad Irsina e Genzano di Lucania inoltre, nello stesso periodo è prevista la “limitazione della presenza fisica dei dipendenti negli uffici pubblici”, la “sospensione delle attività didattiche in presenza delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, fatta salva l’adozione della didattica digitale integrata a distanza” e la “sospensione delle attività produttive industriali e commerciali ivi compresi i servizi di ristorazione, fatta salva la consegna a domicilio”, mentre “sono consentite le attività di vendita al dettaglio di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato l al DPCM l0 aprile 2020 e le attività inerenti i servizi alla persona individuate nell’allegato 2 del DPCM 11 marzo 2020”. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie. Deve essere garantita in ogni caso la distanza di sicurezza personale di un metro.
È possibile consultare il testo integrale dell’ordinanza sul sito web della Regione Basilicata, collegandosi all’indirizzo http://burweb.regione.basilicata.it/bur/ricercaBollettini.zul

 

Notte di Halloween, disordini: 21 le persone denunciate

in Senza categoria

Secondo gli investigatori non si tratta di azioni di protesta contro gli attuali D.P.C.M. in tema di prevenzione da contagio da infezione da Sars-Cov.2 né a motivi di carattere politico;  “alla base delle azioni c’è stata la volontà di festeggiare la notte delle streghe in modo plateale e goliardico”

 

Personale dell’apparato preventivo ed investigativo, a seguito di specifici disposti dal Questore Liguori, all’esito di immediati accertamenti, denunciava alla Procura della Repubblica di Potenza, 21 individui responsabili di incendio, danneggiamento e atti di vandalismo nella recente notte di Halloween nella zona denominata Aquarium di Matera.

Sono adolescenti di età ricompresa tra i 14 ed i 16 anni

Rispondono tutti del reato di accensioni ed esplosioni pericolose in concorso tra di loro con l’impiego di diversi tipi di petardi quali bombe carta e Kobra 31 K, particolarmente potenti.

Inoltre per alcuni dei 21 individui s’ipotizza anche il reato di danneggiamento aggravato ai danni di autovetture parcheggiate in via dai residenti della zona.

Otto in tutto, difatti, il numero delle autovetture “interessate” dall’azione del gruppo di cui 3 imbrattate con delle bombolette spray mentre altre 5 presentano gli specchietti laterali infranti.

Altri, ricompresi sempre nel cerchio dei deferiti all’Autorità giudiziaria, risponderanno di danneggiamento seguito da incendio di 4 cassonetti della spazzatura, dati alle fiamme tramite la deflagrazione al loro interno di mortaretti dall’apprezzabile azione deflagrante.

La ricostruzione investigativa avviata nella notte tra sabato e domenica scorse da parte della Polizia di Stato consentiva di bloccare sul posto due minorenni nonché di eseguire una serie di verifiche ed approfondimenti che permettevano di giungere a diverse prove a carico del nutrito gruppo di minorenni.

I 21 sono stati identificati grazie ad un incrocio di elementi scaturiti dalla conoscenza del territorio nonché dal confronto di album fotografici dei volti degli indiziati comparati con le immagini degli stessi, estrapolate dalle telecamere comunali, nel corso dei raid notturni. È stato ricostruito anche il movente dei gesti delinquenziali. Essi non sono riconducibili ad azioni di protesta contro gli attuali D.P.C.M. in tema di prevenzione da contagio da infezione da Sars-Cov.2 né a motivi di carattere politico et similia. Alla base delle azioni c’è stata la volontà di festeggiare la notte delle streghe in modo plateale e goliardico. Sono tuttora in corso ulteriori verifiche da parte degli investigatori volte a chiarire eventuali altri coinvolgimenti nella vicenda.

La Asm cerca infermieri: partiti 350 telegrammi – rispondono in 4

in Emergenza Covid-19
Una criticità dietro l’altra. Alla crisi pandemica si associa la difficoltà di trovare infermieri. In questi giorni la Asm ha inviato circa 350 telegrammi ad altrettanti idonei di una Graduatoria di 1421 infermieri. Su 350 interpelli, hanno risposto soltanto in 4.  L’azienda sanitaria cerca 20 infermieri per potenziare le attività di monitoraggio e di contrasto alla diffusione del virus covid 19. Nei prossimi giorni, stante l’impossibilità di coprire i posti necessari, saranno spediti ulteriori 450 telegrammi. Nell’azienda incrociano le dita affinché questa nuova ondata di offerte di contratto di lavoro sortisca un qualche effetto. Anche perché la proposta, di questi tempi, è molto ghiotta. Contratto a tempo determinato di un anno con ottima possibilità di proroga.
Torna su