Autore

Redazione - page 3

Redazione ha pubblicato 1948 articoli

Redazione

Negozio online o negozio tradizionale?

in Economia

 

Vendere online o preferire il classico negozio? La domanda è di quelle ricorrenti fra tutti coloro che vogliono avviare un’attività e misurarsi con la vendita di prodotti e servizi. Certo, l’audacia, lo spirito imprenditoriale, l’avere le giuste intuizioni sono ingredienti importantissimi per la buona riuscita di qualsiasi impresa sia essa tradizionale, quindi il classico punto vendita, sia che si tratti della formula più attuale e che sta dando ottimi risultati negli ultimi anni, cioé l’e-commerce.

Dati alla mano, è risaputo che nel solo 2020 i consumatori italiani hanno acquistato prodotti online per quasi 23 miliardi di euro, una crescita del +26% rispetto alle rilevazioni dell’anno precedente (fonte Consorzio del Commercio Elettronico Italiano). Si tratta di dati molto eloquenti e che lasciano pochi dubbi sulle ottime opportunità legate all’e-commerce. Come dicevamo, se la voglia di mettersi in discussione e l’intraprendenza non mancano, allo stesso tempo si potrà contare su un assistente fiscale per tutto ciò che riguarda l’apertura e la gestione della Partita IVA per il commercio online. Fiscozen infatti è il servizio all inclusive pensato per imprese, ditte individuali e liberi professionisti. E’ possibile scegliere diversi piani pensati per il regime forfettario o dei minimi o il regime semplificato o ordinario. Alla consulenza si aggiungono l’App per la gestione smart della Partita Iva – utilissima per tenere sotto controllo anche le tasse da pagare – e il servizio di preparazione della tua dichiarazione dei redditi.

Con il supporto di Fiscozen gli adempimenti fiscali e le scadenze non saranno un problema, così potrai dedicarti esclusivamente al tuo business; magari ottimizzando e posizionando al meglio il tuo store anche attraverso i motori di ricerca più importanti e sui social network, utilissimi per farsi conoscere e fare nuovi contatti commerciali.

E’ importante considerare, poi, che vendere online ha oggettivamente dei costi molto più contenuti rispetto alla possibilità di avviare il classico negozio fisico, inoltre la vendita attraverso il web consente di rivolgersi ad una clientela tendenzialmente più ampia, pertanto anche la vendita di prodotti e servizi più originali o molto specialistici può avere ottimi riscontri se rapportata ad una platea di clienti enorme come è quella del web.

Possiamo concludere dicendo che qualsiasi idea di business, per dare i migliori risultati, dev’essere la sintesi della giusta intuizione imprenditoriale a cui si affianca la consulenza fiscale più adeguata e competente.

Ospedale di Policoro: ripristinata oculistica

in Cronaca

Ospedale di Policoro: ripristinata oculistica sia per quanto attiene la diagnostica strumentale sia per quanto riguarda il ripristino degli interventi chirurgici

 

ASM Basilicata comunica il ripristino di Oculistica al Presidio di Policoro
Ripristinata l’attività sia per quanto attiene la diagnostica strumentale sia per quanto riguarda gli interventi chirurgici. Ieri infatti è stato effettuato il primo intervento di cataratta

Presso il Presidio Ospedaliero di Policoro “Papa Giovanni Paolo II” è stata ripristinata l’attività di oculistica sia per quanto attiene la diagnostica strumentale sia per quanto riguarda il ripristino degli interventi chirurgici.

L’azienda sanitaria del Materano ha comunicato che  “il dr. Massimo Cavallo, con l’assistenza del dr. Rosario Orlando, oculista operante presso il Presidio insieme alla dr.ssa Rosanna Valente, ha effettuato mercoledì 1° giugno il primo intervento di cataratta”.

 

Matera nel film di Angelina Jolie Without Blood

in Cultura

Matera nel film di Angelina Jolie Without Blood,  i sopralluoghi effettuati lo scorso mese di marzo. Film tratto dal romanzo Senza Sangue di Alessandro Baricco

 

Angelina Jolie, la diva per eccellenza di Hollywood, ha scelto Matera come set per il film di cui è regista, Without Blood, tratto dal romanzo Senza Sangue di Alessandro Baricco e prodotto da Fremantle Company, colosso britannico di cui fa parte The Apartment Pictures.

È stata la Jolie stessa a scegliere Matera e le locations più idonee all’adattamento scenico durante i sopralluoghi effettuati lo scorso mese di marzo (rigorosamente su tacchi alti nonostante le scivolose chianche). Il set cinematografico sarà allestito nel cuore dei Sassi che ancora una volta sarà una straordinaria vetrina cinematografica per turisti e si auspica per altrettante produzioni internazionali come la The Apartment che ha prodotto film di grande successo, tra cui: È stata la mano di Dio, la serie Tv, L’amica geniale, The new Pope di Paolo Sorrentino, Mi chiamo Francesco Totti, solo per citare alcuni titoli.

 

Foto da vanityfair

 

Autobus in fiamme: Salvo l’autista. Non c’erano passeggeri.

in Senza categoria

Autobus in fiamme: Salvo l’autista. Non c’erano passeggeri. I Vigili del fuoco sono intervenuti con una autopompa ed un fuoristrada per un totale di cinque unità.
Sul posto intervenuti i Carabinieri

Vigili del fuoco del Comando di Potenza, con il personale in servizio presso la sede distaccata di Melfi, in data odierna alle ore 08.25 circa, sono intervenuti sulla SS.93 al km 76 circa nel comune di Barile. Il bus senza passeggeri, durante la marcia l’autista ha notato del fumo fuoriuscire dal vano motore, il tempo di arrestare il veicolo e subito le fiamme si sono propagate coinvolgendolo del tutto.
In attesa dell’arrivo dei VV.F. due pattuglie dei Carabinieri hanno chiuso il traffico stradale perché le fiamme invadevano l’intera carreggiata.
I VV.F. arrivati sul posto, hanno provveduto allo spegnimento dell’incendio mettendo in sicurezza l’area.
Nessun ferito e nessun intossicato.
I Vigili del fuoco sono intervenuti con una autopompa ed un fuoristrada per un totale di cinque unità.
Sul posto Carabinieri.

950 mila euro per la Ciclovia Giuliana a Matera

in Economia

Merra: 950 mila euro per la Ciclovia Giuliana a Matera

La Regione finanzierà il progetto della Ciclovia Giuliana nella città di Matera, con 950 mila euro rivenienti da fondi europei del Po/Fesr Basilicata 2014/2020, come stabilito nel Comitato di Coordinamento e di Monitoraggio dello scorso 26 maggio riguardante l’ITI di Matera e presieduto dall’assessore alle Infrastrutture Donatella Merra insieme all’Autorità di Gestione del Po Fesr.
“Si tratta – ha commentato l’assessore Merra – di una operazione fortemente innovativa che mira a sostenere la cosiddetta mobilità lenta e cicloamatoriale in linea con le esigenze turistiche, ecologiche e di valorizzazione dei percorsi paesaggistici del nostro territorio, tutti elementi sui quali stiamo puntando già da tempo. Non dimentichiamo – ha aggiunto l’assessore – che la Basilicata è interessata fino al 4 giugno dall’Oscar del cicloturismo, manifestazione che mette al centro dell’attenzione nazionale le nostre vie storico-naturalistiche tra le più belle d’Italia.
L’intento è quello di creare – ha proseguito l’assessore – un’infrastruttura che percorra alcuni dei luoghi più suggestivi dell’agro di Matera, come il lago di San Giuliano, sito dell’Oasi faunistica del Wwf, ove è stato ritrovato il più grande cetaceo del pleistocene e la cripta del Peccato Originale, sito rupestre ipogeo, situato all’interno del “Masseria Dragone”.
Con la creazione della ciclopedonale turistica – ha evidenziato l’assessore – intendiamo fornire al territorio un ennesimo fattore di crescita sia sociale che economica, lo sport e le attività all’aria aperta fanno bene alla salute, migliorano la qualità della vita ma sono anche l’occasione per visitare luoghi incantevoli e contesti naturali affascinanti, come quelli di cui disponiamo nel nostro territorio. Queste meritevoli iniziative servono a valorizzarli e farli conoscere ad un pubblico più vasto, sia di adulti che di giovani, dopo una fase di incuria e di abbandono, soprattutto per il loro valore storico, artistico, culturale. Inoltre, ci aspettiamo che anche il tessuto imprenditoriale si avvantaggi di questa scelta che riporta in auge i luoghi delle nostre radici, quelli dove sono nate e rivivono le tradizioni enogastronomiche e storico-culturali.
A breve – ha concluso l’assessore – la scheda progettuale della Ciclovia Giuliana sarà sottoposta al vaglio e all’approvazione della Giunta Regionale, contiamo di portare a termine questo decisivo intervento entro la fine del 2023”.

Cicloturismo, Latronico: “Grande opportunità per la Basilicata”
“La Basilicata, con i suoi parchi nazionali e regionali, con le riserve naturalistiche, i laghi e i suoi borghi accoglienti, si presta molto bene al cicloturismo, ambito in forte crescita e da promuovere anche per le potenziali ricadute economiche e occupazionali che può favorire sul territorio, dal momento che ogni anno in Italia i turisti che scelgono la bicicletta fanno registrare 55 milioni di pernottamenti e investono circa 4,6 miliardi di euro. Inoltre, oltre a rappresentare un manifesto che anticipa tanti progetti legati alla transizione ecologica, le due ruote fanno parte da sempre dell’immaginario culturale e sentimentale dei lucani, come molti di noi ricordano pensando alla mobilità dei lavoratori di una volta”.
È quanto ha dichiarato, dopo aver portato i saluti del presidente Vito Bardi, l’assessore regionale all’Ambiente ed energia, Cosimo Latronico, intervenendo questa mattina all’Oscar del cicloturismo in corso a Matera.
“L’ambiente, nel nostro territorio, rappresenta il cuore del turismo. E come governo regionale – ha aggiunto Latronico – stiamo lavorando anche alla valorizzazione dei nostri borghi, attraverso i fondi del Pnrr e con risorse proprie dell’ente, come è avvenuto nei giorni scorsi con l’individuazione di strumenti per promuovere Irsina, Aliano, Colobraro, Rotonda, i laghi di Monticchio e come continueremo a fare per accompagnare sempre più visitatori alla scoperta della cultura, dei paesaggi e delle bontà enogastronomiche dei 131 Comuni lucani”.
L’assessore ha espresso soddisfazione per la menzione speciale di Legambiente dello scorso anno alla ciclovia che dalla città di Matera conduce alle Dolomiti Lucane, attraversando il Parco della Murgia Materana e passando per quello di Gallipoli Cognato, assicurando l’impegno del governo regionale per incentivare e sostenere tutte le iniziative orientate al turismo sostenibile.

foto archivio, non si riferisce ai fatti descritti nei comunicati

 

 

Bardi: Pronto il progetto per aeroporto Pisticci

in Economia

Bardi: “Pronto il progetto per aeroporto Pisticci”. La Basilicata avrà finalmente il suo aeroporto. Dopo decenni di chiacchiere”

Il Presidente della Regione ribadisce: “Matera è una priorità, lo dicono i numeri. Basta propaganda”

 

“Finalmente i numeri, i dati, la verità. A differenza del passato, con la mia Giunta il Comune di Matera ha ricevuto più fondi rispetto al Comune di Potenza. Badate bene: non mi interessa il becero campanilismo, ma solo la verità, soprattutto perché spazza via la propaganda di chi vuole provare a cancellare gli errori di ieri e l’inadeguatezza di oggi. Matera è la proiezione internazionale della Basilicata e merita la massima attenzione da parte della Regione. E i fatti confermano che – per la nostra Giunta – Matera è una priorità. Numeri. Dati. Verità. Contro la propaganda. Di quelli che – per esempio – hanno affossato la sanità materana, con una cattiva gestione condannata anche dalla magistratura. Noi non lo dimentichiamo. Ma guardiamo avanti: vogliamo creare nuove opportunità di investimento e a tal fine posso annunciare che finalmente c’è il progetto per il completamento della pista ‘Enrico Mattei’ di Pisticci. Quelli di prima hanno speso due milioni di euro dal 2015 al 2019 nell’aeroporto di Pontecagnano, a Salerno. Noi investiremo la stessa cifra, ma in Basilicata, per l’adeguamento, l’ammodernamento e il potenziamento dell’aviosuperficie ‘E. Mattei’ che potrà diventare finalmente aeroporto di aviazione generale. Una bella notizia per il Materano e per tutta la Basilicata. Seguirò personalmente – e insieme all’Assessore Merra – tutto l’iter per arrivare finalmente all’obiettivo tanto agognato. La Basilicata avrà finalmente il suo aeroporto. Dopo decenni di chiacchiere”. È quanto ha dichiarato il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi.

Comunità energetiche in Basilicata: “Passo verso la sostenibilità ambientale”

in Economia

Comunità energetiche in Basilicata: “Passo verso la sostenibilità ambientale”. Sono 2,7 i milioni di euro candidati dalla Regione per il sostegno alla costituzione delle Comunità energetiche rinnovabili

 

“La Regione Basilicata intende promuovere, assieme agli interventi di efficientamento energetico, la realizzazione di impianti produttivi di energia da fonti rinnovabili per l’autoconsumo. La legge approvata ieri in Consiglio, che prevede la costituzione di gruppi di autoconsumo collettivo e di Comunità energetiche rinnovabili sia per i privati e sia per gli enti locali, conferma la sensibilità della Regione su questo tema che, in un periodo di crisi profonda nel settore energetico, si traduce ancora una volta nell’apertura verso i cittadini e nel sostegno alle iniziative volte alla tutela ambientale”.

È quanto mette in evidenza l’assessore all’Ambiente ed energia della Regione Basilicata, Cosimo Latronico, in riferimento al convegno ‘Le comunità energetiche rinnovabili’ in corso oggi a Potenza.

“Attraverso i 2,7 milioni di euro candidati dalla Regione per il sostegno alla costituzione delle Comunità energetiche rinnovabili, intendiamo favorire una migliore implementazione della generazione distribuita e un aumento dell’efficienza energetica dei consumi. Il sostegno economico – aggiunge Latronico – riguarda le spese sostenute per la redazione dei progetti e della documentazione correlata alla costituzione delle Comunità energetiche rinnovabili, quali le relazioni progettuali, le analisi di fattibilità tecnico-economica, gli studi e gli atti di carattere giuridico”.

Focalizzando l’attenzione sulla Programmazione complessiva in materia di transizione ecologica, il componente del governo regionale sottolinea come, mediante il plurifondo da oltre 130 milioni di euro, “la Basilicata, investendo 50 milioni di euro, avrà la possibilità di ridurre l’impatto ambientale derivante dai gas serra intervenendo sull’efficientamento energetico legato agli edifici pubblici, alla pubblica illuminazione, all’edilizia residenziale pubblica e agli impianti delle piccole e medie imprese. Con ulteriori 55 milioni di euro – prosegue – incentiveremo la costruzione di impianti per la produzione di energia alimentati da fotovoltaico, biomassa, geotermia, oltre alla realizzazione di elettrolizzatori per la produzione di idrogeno verde. Inoltre, 30 milioni di euro verranno impiegati per lo sviluppo di reti e impianti energetici intelligenti e sistemi distributivi e reti di accumulo di energia prodotta da fondi rinnovabili”.

La lituana Raimonda Skabeikaitè ha vinto il Concorso Nino Rota

in Cultura

La lituana Raimonda Skabeikaitè ha vinto il Concorso Nino Rota. La serata finale ha visto i finalisti dirigere l’Orchestra Magna Grecia, con la collaborazione del soprano Miryam Marcone

La lituana Raimonda Skabeikaitè ha vinto la V edizione del Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Nino Rota”, svoltosi a Matera dal 24 al 29 maggio. Il premio, assegnato dalla giuria con una votazione non unanime, è arrivato al termine della serata finale svoltasi nell’Auditorium “Gervasio”, aperta al pubblico e condivisa anche in rete grazie alla diretta streaming. A Raimonda Skabeikaitè è andato un premio in denaro di € 2.000, oltre a tre concerti da dirigere nella stagione concertistica Orchestra Magna Grecia 2022/2023. Luping Dong (Cina) ha ricevuto il Premio dell’orchestra ICO della Magna Grecia: € 500 ed un concerto nella stagione concertistica Orchestra Magna Grecia 2022/2023. Infine, al tedesco Jasper Lecon è andato il Premio speciale del pubblico, Città di Matera, di € 500.La giuria della serata finale era composta da Dian Tchobanov, Oleg Michel Ange Caetani, Claire Suzanne Madeleine Gibault, Piero Romano, Saverio Vizziello. “E’ stata una edizione davvero speciale – ha commentato al termine della serata il M° Giuseppe Salatino, direttore del Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Nino Rota” – perché finalmente, dopo la pandemia, abbiamo potuto condividere le emozioni della musica insieme al pubblico. Siamo grati a quanti – partner istituzionali e privati – hanno reso possibile la buona riuscita di questo evento di portata internazionale, che ha portato nella Città dei Sassi 56 direttori d’orchestra da ogni angolo del mondo. Siamo pronti a lavorare sin da ora perché la prossima edizione possa raggiungere obiettivi ancora più ambiziosi”. La serata finale ha visto i finalisti dirigere l’Orchestra Magna Grecia, con la collaborazione del soprano Miryam Marcone per l’esecuzione di arie d’opera. Ottimi i riscontri numerici sulla diretta streaming dell’evento, che ha permesso di condividere questa serata con quanti erano a migliaia di chilometri da Matera e che non volevano perdere l’opportunità di vedere all’opera i direttori d’orchestra giunti alla fase finale.

 

Papa Francesco a Matera il 25 settembre 2022

in Appuntamenti

Papa Francesco a Matera il 25 settembre 2022. Vito Bardi: “sarà giornata storica”. Il pontefice chiuderà il ventisettesimo Congresso Eucaristico nella Città dei Sassi

 

“Aspettiamo con ansia e devozione Papà Francesco a Matera, il 25 settembre prossimo per la chiusura del ventisettesimo Congresso eucaristico che si terrà nella città dei Sassi a partire dal 22 settembre. Si tratta di un evento fortissimamente voluto dalla Diocesi di Matera-Irsina e che vedrà il decisivo impegno economico diretto da parte della Regione Basilicata, perché abbiamo voluto sostenere ancora una volta la Città dei Sassi, che è oggi il volto internazionale della Basilicata nel mondo e quindi abbiamo stanziato tantissime risorse per dare a Matera e a tutta la Basilicata questa ennesima giornata storica. I fedeli di tutta la Basilicata hanno il cuore pieno di gioia. Aspettiamo Papa Francesco nella bellissima Matera”. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

La conferma dell’arrivo del Papa a Matera è giunta dall’arcivescovo di Matera-Irsina, monsignor Giuseppe Antonio Caiazzo, che ha presentato il programma del congresso, che prenderà inizio il 22 settembre: “Prima della Santa Messa in piazza Matteotti, la mattina del 25 settembre – ha aggiunto il presule – Papa Francesco farà un giro in auto a Matera, lungo un itinerario che comprende anche gli antichi rioni sassi, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco”. La Messa celebrata dal Pontefice “sarà l’unica a cui tutti parteciperanno insieme, a coronamento delle giornate congressuali”.

L’ evento sarà ripreso da Tv2000 e Avvenire. Nel corso delle giornate, che prevedono ogni giorno l’arrivo in media di 1.500 ospiti ufficiali (delegazioni di sette compreso il Vescovo per ciascuna delle 223 diocesi) e di pellegrini, si svolgeranno momenti di riflessione, preghiera, testimonianze. Riferendosi al tema del congresso e alle preoccupazioni per la guerra in Ucraina l’arcivescovo ha detto che “‘Tornare al gusto del pane’ significa che da Matera, una delle città più antiche del mondo, come Chiesa Italiana, lanceremo un forte messaggio di speranza affinché non si arrivi ad un semplice trattato di pace ma alla condivisione dello stesso pane. Una pace ‘a tavolino’ – ha concluso – senza la consapevolezza della fratellanza e la necessità della giustizia, è peggio della guerra”.

Il Congresso lascerà anche alcuni segni tangibili. Riguardano l’ inaugurazione a Matera della mensa dei poveri dedicata a don Giovanni Mele, la nascita della casa dei migranti a Serramarina di Bernalda (Matera), l’apertura della “casa degli autistici” a Pisticci (MAtera), l’inaugurazione a Matera di nuovi spazi del polo culturale per la Biblioteca, l’Archivio storico e il Museo diocesano.

Segui ilMet su Instagram

M5S: Su Scanzano tutti facciano la loro parte a cominciare dalla Regione Basilicata

in Politica

Su Scanzano tutti facciano la loro parte a cominciare dalla Regione Basilicata.

Fatichiamo a trovare le parole per commentare quanto successo a Scanzano Jonico nelle ultime settimane. L’escalation di attentati ha fatto emergere le dinamiche complesse di un territorio che troppo spesso sono state sottovalutate nel corso di questi anni, sia dalle istituzioni che dalla cittadinanza stessa. La tendenza a non voler infangare il buon nome di gran parte della cittadinanza di Scanzano ha fatto sì che questi veri e propri fenomeni criminosi e mafiosi proliferassero indisturbati alla luce del sole.

Gli atti incendiari di questi giorni sono un vero e proprio affronto alle istituzioni e la dicono tutta sulla sfacciataggine di questi soggetti che – evidentemente – negli ultimi decenni hanno creduto di poter fare il bello e il cattivo tempo incoraggiati da un silenzio intriso di paura e complicità.

L’intera comunità della Basilicata deve stringersi al fianco della parte sana della cittadinanza di Scanzano Jonico. Ognuno deve fare la sua parte per respingere senza tentennamenti queste dinamiche nocive per il tessuto sociale. La stessa regione deve mandare un segnale, a partire dallo sblocco di quella delibera al fine di consentire alla Città della Pace di poter accedere ai finanziamenti del PON Legalità e non rimanere una cattedrale nel deserto. Una battaglia che il M5S persegue da anni e che ha portato il Consiglio Regionale ad esprimersi favorevolmente in questo senso impegnando il Presidente Bardi all’approvazione della delibera. Bardi, quindi, dia un segnale concreto, altrimenti è meglio che ci risparmi i selfie e le passerelle con il consigliere Cariello (da sempre contrario al completamento della Città della Pace) suo cicerone tra le macerie.

Infine vogliamo esprimere tutta la nostra vicinanza alle vittime di questi vili attentati, augurando loro di rimettersi in piedi prima possibile. Un altro pensiero non possiamo non dedicarlo a chi, come il giornalista Filippo Mele, ci mette la faccia e denuncia da anni senza paura le vicende oscure di un territorio che non merita affatto questo stigma.

Gianni Perrino
Gianni Leggieri

Carmela Carlucci

Movimento 5 Stelle Basilicata – Consiglio Regionale

Torna su