Autore

Redazione - page 141

Redazione ha pubblicato 1572 articoli

Redazione

Confartigianato: preoccupati da calo sartorie artigianali in Basilicata

in Economia

Dal disegno al taglio fino alla realizzazione artigianale di capi e complementi d’abbigliamento, sono 73 gli artigiani specializzati nella sartoria in Basilicata (50 in provincia di Potenza e 23 in quella di Matera) con 82 dipendenti. Ma in cinque anni si registra un decremento del 22,3% (al 2014 le sartorie artigianali e di confezioni su misura erano 93). A riferirlo è Confartigianato Matera che ha rielaborato su scala regionale e provinciale il Rapporto di Camera di commercio di Milano-Monza-Brianza-Lodi su dati del registro delle imprese secondo trimestre 2019 e 2014 e su dati Sistema Informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in collaborazione con ANPAL. Il dato più significativo – commenta Rosa Gentile, presidente Confcommercio Matera – è il peso significativo delle donne che son titolari di 58 imprese su 73 di cui 38 a Potenza e 20 a Matera, a riprova dell’abilità e creatività sartoriale femminile. E’ evidente che il calo di sartorie artigiane ci preoccupa tanto più che il sarto-la sarta è anche una professione richiesta dalle imprese in generale: 2.440 le entrate previste solo in Lombardia nel 2018 su più di 18 mila programmate in Italia (13,5%), in crescita rispetto alle attese dell’anno precedente quando erano 1.720. Uno su nove è giovane, quasi la metà è di difficile reperimento (45%) e sono preferite le donne nel 60% circa dei casi.

Dobbiamo rafforzare l’impegno a tutela della sartoria artigiana che trova una crescita di domanda sui mercati italiano ed estero. Il sistema moda – continua Gentile che sta lavorando ad un grande evento di moda a Matera per metà dicembre prossimo – non è solo grandi firme, ma è anche una vasta rete di piccoli artigiani, che dal disegno al taglio realizzano capi unici.Per fortuna la globalizzazione, la massificazione e l’omologazione hanno scatenato un fenomeno di pari forza ma opposto: la voglia di personalizzazione, originalità, qualità e buon gusto. E tutto questo è successo appena in tempo prima che “maestri e maestre” italiani sparissero per raggiunti limiti di età e, con loro, il patrimonio di competenze, conoscenze e cultura unici al mondo La sartoria artigianale nonostante, o forse grazie alla crisi, è un settore ancora vivace, ed il sarto-sarta è una professione “a tutto tondo” riscoperta da giovani e meno giovani che voglio distinguersi. Il segnale più incoraggiante sul risveglio del settore è che il 17% delle imprese sono imprese giovani con titolari sotto i 35 anni. Un bel risultato visto che solo qualche anno fa una delle maggiori difficoltà era proprio il ricambio generazionale”. “La ricetta vincente –continua – è dunque presentarsi sul mercato con creatività e qualità. Lo spazio c’è. Oggi sappiamo che tra le professioni più richieste ci sono quelle di sarta modellista, professionalità importanti in cui la disponibilità è ancora superiore all’offerta”.

 

Il 16 ottobre si celebra la Giornata Mondiale dell’Alimentazione

in Storie di Frutta

Ridurre la perdita e lo spreco di cibo ha il potenziale per contribuire ad altri Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, incluso quello di Fame Zero

 

Il 16 ottobre, Giornata Mondiale dell’Alimentazione, la FAO invita ad agire a ogni livello per far sì che una dieta sana e sostenibile sia accessibile a tutti. Inoltre, qualche ora fa è stato reso pubblico il rapporto SOFA 2019 (State of Food and Agriculture). In esso si mette in evidenza che “ridurre la perdita e lo spreco di cibo ha il potenziale per contribuire ad altri Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, incluso quello di Fame Zero. Nei paesi a basso reddito, dove l’insicurezza alimentare è spesso grave, aumentare l’accesso al cibo è fondamentale; e l’accesso stesso è strettamente legato alla disponibilità. Prevenire le perdite di cibo a livello locale nella produzione di piccola scala può sia alleviare la carenza di cibo che aumentare il reddito degli agricoltori, migliorando così l’accesso al cibo. D’altra parte, nei paesi ad alto reddito, la priorità è una dieta sana e con il giusto apporto di nutrienti”.
«Il rapporto SOFA evidenzia come il problema dello spreco alimentare sia un problema globale con interconnessioni estremamente complesse. Una sfida che Slow Food ha raccolto nel corso degli anni e che ci ha portato a lavorare con le comunità rurali dei paesi a basso reddito per migliorare la loro sicurezza alimentare, aiutando i piccoli agricoltori a mantenere viva la cultura dei loro cibi tradizionali e a migliorare la catena di distribuzione locale, attraverso orti e mercati contadini», afferma Edie Mukiibi, membro del Comitato Esecutivo Internazionale di Slow Food. «Allo stesso tempo, è essenziale continuare a sensibilizzare i consumatori con un buon reddito, affinché, con le loro scelte, possano contribuire al cambiamento verso un sistema più sostenibile e migliorare le possibilità di accesso a un cibo sano per tutti».
In un mondo in cui il sistema di produzione alimentare si dimostra ingiusto e insostenibile, l’importanza dei due pilastri dell’impegno di Slow Food, l’educazione e la tutela della biodiversità, è sempre più attuale. Una varietà di colture diverse è fondamentale per garantire una dieta sana e la salvaguardia dell’ambiente; la ricchezza della biodiversità agroalimentare, su cui la rete mondiale di Slow Food possiede conoscenze e competenze straordinarie, può quindi aiutarci a migliorare la qualità nutrizionale del cibo.
Un esempio viene dal raduno Indigenous Terra Madre Asia & Pan-Pacific che si è concluso proprio oggi in Ainu Mosir (Hokkaido). «I sistemi alimentari delle popolazioni indigene si basano su diete e pratiche differenziate, che contribuiscono a mantenerci in buona salute: cibi diversi e sani, attività fisica, contatto con la natura, condivisione, comunità e identità culturale”, dice Remi Ie, Consigliere Internazionale Slow Food per il Giappone e indigena Ryukyu. «Affinché questi sistemi alimentari indigeni si conservino vivi e vitali dobbiamo essere consapevoli delle lezioni dei nostri anziani che hanno praticato uno stile di vita lento e sostenibile per generazioni, e coinvolgere in questo i nostri giovani, credendo in loro e delegando a loro le iniziative per riaffermare l’eredità delle antiche tradizioni. Il trasferimento del sapere tradizionale è la chiave per un futuro appagante, nutriente e sostenibile non solo per le comunità indigene, ma per l’intera umanità».
È stato inoltre da tempo accertato che i prodotti dei Presìdi Slow Food, grazie al modo di produzione – che evita l’usi di prodotti chimici, conservanti e additivi chimici – alla fertilità dei terreni di coltivazione e alla salubrità dell’alimentazione per gli animali allevati, sono più ricchi di valori nutrizionali rispetto ad analoghe produzioni convenzionali.
Lo sanno bene gli chef dell’Alleanza Slow Food dei cuochi, chiamati a una missione educativa e impegnati a diffondere il giusto messaggio. In Uganda e Kenya, ad esempio, lavorano per promuovere alternative alla margarina vegetale e ai dadi da brodo, facendo riscoprire l’uso delle foglie secche di Moringa oleifera, molto ricche di vitamina C, o della pasta di arachidi tostate, chiamata binyebwa, ricca di sostanze nutritive. A proposito delle proprietà mediche dei prodotti tradizionali, la clinica fitoterapica Wamiti di Nairobi (Kenya) utilizza il Presidio del miele Ogiek per la preparazione di medicine naturali, mentre ad Arusha (Tanzania), il TRMEGA (Training, Research, Monitoring and Evaluation on Gender and AIDS) in collaborazione con i gruppi locali di Slow Food si occupa di educazione alimentare per i malati di AIDS attraverso la creazione di orti. Un altro esempio viene dal Messico, dove Slow Food è impegnata in un progetto per trattare la malnutrizione infantile con i prodotti del Presidio del miele d’api Xunankab nella penisola dello Yucatán. Anche Slow Food USA si unisce alla FAO per celebrare la Giornata Mondiale dell’Alimentazione. Negli Stati Uniti, in cui il reddito medio pro-capite è alto, aumentano in modo esponenziale i livelli di sovrappeso e obesità, soprattutto nelle fasce povere della popolazione. Quest’anno Slow Food USA ha risposto all’appello della FAO ad agire concretamente per far sì che un cibo sano e sostenibile sia disponibile e accessibile a tutti, chiedendo a politici, imprese private, società civile di impegnarsi per l’obiettivo #ZeroHunger. I membri dell’Alleanza Slow Food dei cuochi negli Stati Uniti hanno risposto impegnandosi a fornire ricette sane per bambini, poi Slow Food USA le ha raccolte in un semplice libretto da distribuire attraverso la rete degli orti scolastici e dei membri di Slow Food.

Il Lido Sabbia d’oro di Scanzano Jonico fa brillare la Basilicata on the beach. Per il secondo anno eletto tra i migliori stabilimenti balneari d’Italia.

in Economia

Dopo la vittoria dello scorso anno, il Lido Sabbia d’oro Beach Club di Scanzano Jonico si è aggiudicato con 8.261 voti la medaglia d’argento nella categoria “Best Beach Design”, dedicata alle migliori spiagge dal punto di vista dell’architettura e dell’arredo. A decretarlo è stato il concorso “Best Beach 2019”, l’oscar nazionale dei lidi italiani organizzato per la quarta edizione dal portale di informazione Mondo Balneare. La premiazione è avvenuta giovedì 10 ottobre alla fiera di settore Sun Beach & Outdoor Style di Rimini dove erano presenti anche i vertici dell’APT Basilicata, che hanno fatto un plauso speciale a una struttura importante per il turismo lucano.

«Sono molto felice – ha spiegato il manager del Lido Sabbia d’oro beach club Giuseppe Ferrara – di essere nuovamente sul podio delle migliori spiagge italiane. Il mio stabilimento balneare oltre ad essere una realtà regionale, è diventato negli ultimi anni una realtà che rappresenta la Basilicata a livello nazionale come testimoniano i riconoscimenti ricevuti. Un segnale forte che evidenzia la possibilità di creare imprese di eccellenza non solo nelle regioni blasonate come Emilia, Toscana e Puglia e dimostra che in Basilicata non solo Matera fa parlare delle sue bellezze, ma anche il Metapontino viene rappresentato al meglio a livello nazionale. Il mio ringraziamento, quindi, va a tutto lo staff del mio beach club e ai nostri ospiti che hanno creato un mosaico perfetto». Durante la premiazione è stato proiettato anche l’”after movie” del 2019, un emozionante video sull’idea dell’offerta turistica a 360° del Lido Sabbia d’oro, che èstato molto apprezzato dai presenti.

Sui progetti futuri Ferrara non si sbilancia, ma annuncia novità importanti. «A breve lanceremo un progetto che presenterà una visione futuristica e soprattutto totalmente green. Un nuovo concept che porterà nuovi flussi turistici e destagionalizzerà al meglio attraverso interventi di strategy  marketing 4.0. Presenteremo questa idea  – conclude il manager metapontino – anche al fine di tastare se la politica e gli uffici competenti hanno davvero voglia di aiutarci e quindi partecipare alla crescita di un territorio splendido oppure come al solito ostacolarne la crescita».

Due feriti a Policoro, fermato un 49enne

in Cronaca
Giustizia: il tribunale di Potenza

Le indagini della Direzione distrettuale antimafia di Potenza

(ANSA) – Ha 49 anni l’uomo fermato ieri dalla Polizia a Policoro (Matera) nell’ambito delle indagini sul duplice tentativo di omicidio di due pregiudicati, feriti in maniera grave, la sera dello scorso 10 ottobre, con alcuni colpi di pistola calibro 7,65. La notizia – che era emersa nella giornata di ieri – ha trovato conferma in un comunicato diffuso stamani dalla Procura della Repubblica della Direzione distrettuale antimafia di Potenza che sta coordinando le indagini.

Club Candonga, nasce il comitato tecnico per consolidare il percorso qualità

in Economia

  “L’obiettivo è innalzare sempre più la qualità di Candonga Fragola Top Quality ®”

 

Carmela Suriano: “Si consolida la rete della qualità per valorizzare sempre più la fragola del Consorzio di valorizzazione Club Candonga”

POLICORO. E’ stato istituito ed è già operativo il Team tecnico guidato dal dottor agronomo, Marco Valerio Del Grosso, che affiancherà i produttori del consorzio di valorizzazione Club Candonga. Obiettivo dell’iniziativa, che coinvolge i tecnici di fiducia dei produttori associati al Club, è quello di continuare e ampliare il percorso della qualità che finora ha contraddistinto il lavoro dei soci che hanno reso la Candonga Fragola Top Quality prodotto “premium price” del comparto fragole.

Marco Valerio Del Grosso ha così spiegato l’iniziativa: “L’obiettivo è migliorare ulteriormente la qualità della Candonga Fragola Top Quality® pertanto abbiamo dato vita al comitato di tecnici che già collaborano con i soci del Consorzio Club Candonga: ci saranno incontri frequenti sia formativi che informativi. Studiare e valutare tutta una serie di posizioni e svolgere i controlli di qualità ovviamente prima della partenza del prodotto”. Del Grosso ha poi ha aggiunto: “Il comitato ha il compito di prevenire l’insorgenza di problemi e mettere a punto le necessarie strategie che contribuiranno al sempre miglior posizionamento sul mercato della Candonga Fragola Top Quality”.

E, ancora, nel riferirsi ai primi due mesi dal trapianto della piantina, Del Grosso ha spiegato: “I primi due mesi sono fondamentali, è necessario avere un buon apparato radicale, quindi una buona base che è la premessa di un ottimo sviluppo”.

 Carmela Suriano, CEO Club Candonga, ha così commentato l’iniziativa: “L’obiettivo dei produttori del Consorzio di valorizzazione Club Candonga è quello di offrire tutti i supporti per innalzare sempre più la qualità della nostra fragola. A questo proposito è stato creato il team di tecnici che affiancherà i produttori nelle varie fasi creando così la rete che favorirà il miglioramento delle tecniche di produzione”.

Suriano ha poi aggiunto: “I cambiamenti climatici in corso impongono percorsi produttivi diversi, pertanto è dovere del Consorzio individuare le tecniche colturali più avanzate per garantire livelli organolettici altissimi e salubrità per il consumatore”.

TTG RIMINI. La Basilicata seconda per reputazione online.

in Economia

“IDD – Italia Destinazione Digitale” è il premio che da quattro anni Travel Appeal realizza per TTG, analizzando i dati sulla reputazione online delle regioni italiane.
E per il quarto anno consecutivo la Basilicata si attesta tra le primissime regioni d’Italia conquistandosi il secondo posto alle spalle dell’Alto Adige, con un gradimento del dell’88,1%. La ricerca analizza milioni di commenti, recensioni, attività social riguardanti tutto il sistema turistico italiano, generando report sul grado di percezione che i turisti hanno di una destinazione.

Negli ultimi quattro anni dunque, la Basilicata conquista due primi posti assoluti come regione più amata d’Italia (2016 e 2018) e due secondi posti (2017 e 2019), “confermandosi come una destinazione emergente nel panorama turistico italiano – afferma il direttore generale dell’APT, Mariano Schiavone, in questi giorni a Rimini per l’importante fiera – che negli ultimi anni ha visto crescere parallelamente tanto la sua reputazione online quanto il turismo reale, registrando costanti tassi di crescita nei flussi di presenze ed arrivi, italiani e stranieri”.
“Matera ovviamente protagonista – aggiunge Schiavone – la cui forza di comunicazione trascina l’immagine dell’intera destinazione regionale, il che conferma che tutto il settore in Basilicata sta migliorando in qualità. Dunque il merito di un nuovo importante risultato non va solo a chi fa promozione ma è da condividere con tutti gli operatori lucani”.

Presenza della Basilicata quest’anno anche agli HSA – Hospitality Social Awards –, tenutisi a Rimini l’8 ottobre scorso, premio che viene assegnato alle migliori strategie di social media marketing delle destinazioni e che in questa edizione ha visto la Basilicata ancora una volta tra i finalisti, dopo essersi aggiudicata negli anni scorsi il terzo ed il secondo posto.

Giornate FAI d’Autunno 12 e 13 Ottobre 2019, tutte le date in Basilicata

in Appuntamenti

MATERA

Casa Noha *

Recinto Cavone, 9

Apertura:Sabato e domenica: 09:00 – 19:00    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni

Visite in lingua: supportata da video in Inglese e Francese

Protagonisti e Luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Matera Come Gerusalemme Nel “Vangelo Secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini *

Via La Vista, 5

Apertura:Domenica: 10:00 – 12:00 / 16:00 – 18:00 Note: Due visite 10.00 e 16.00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni I.I.S. “E. Duni-C. Levi” (Liceo Classico)

Gerardo Guerrieri – Un Palcoscenico Pieno di Sogni *

Piazza Vittorio Veneto

Apertura:Sabato: 19:30 – 22:00 Note: L’apertura straordinaria il 12 ottobre interessa esclusivamente la fascia serale con l’iniziativa speciale dedicata a Gerardo Guerrieri.
Domenica: 09:30 – 13:30 / 15:00 – 17:30    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni I.I.S. “E. Duni-C. Levi” (Liceo Classico)

Visite in lingua: Inglese

Iniziative Speciali: Ore 20.00 – “Gerardo Guerrieri – Un palcoscenico pieno di sogni”. L’evento è un omaggio a Gerardo Guerrieri nel luogo che da qualche mese lo ricorda nell’intitolazione e per il futuro ne conserverà la memoria nella città Capitale Europea della Cultura, che alla cultura rende omaggio, attraverso un importante protagonista che proprio a Matera deve le sue radici. Gerardo Guerrieri infatti è nato a Matera nel 1920 e scomparso a Roma nel 1986. È stato un grande intellettuale del Novecento, noto nel panorama culturale italiano e internazionale. Regista e critico letterario, traduttore di opere teatrali in lingua inglese e russa, dramaturg di Luchino Visconti e sceneggiatore per De Sica con Zavattini, curatore con Paolo Grassi della collana di teatro Einaudi, fondatore del Teatro Club a Roma con la moglie Anne d’Arbeloff. Figura imponente e complessa sul piano intellettuale e artistico, culturale ed esistenziale. Introduce Rosalba Demetrio – Capo Delegazione FAI Matera, Vicepresidente Regionale FAI Basilicata Modera Beatrice Volpe – Giornalista, Intervengono Raffaello de Ruggieri – Sindaco di Matera, Anne d’Arbeloff, Selene Guerrieri, Stefano Geraci, Ferruccio Marotti, Fabio Segatori, Lello Chiacchio. Si ringrazia per la collaborazione U.I.L.T. – Unione Italiana Libero Teatro e Skené – Centro di Cultura Teatrale. La serata è stata resa possibile grazie al contributo di: Palazzo Del Duca Luxury Hotel, Palazzo Gattini Luxury Hotel, Corte San Pietro, Masseria Fontana di Vite, Sant’Angelo LuxuryResort, Hotel Sassi, Edizioni Magister.

Centro di Geodesia Spaziale “Giuseppe Colombo” di Matera – 50 Anni Dalla Terra Alla Luna (1969 – 2019) *

Contrada Terlecchia

Apertura:Domenica: 10:30 – 12:30 Note: L’apertura straordinaria si svolgerà con unica visita guidata nelle due ore indicate. I visitatori dovranno essere muniti di documento di identità.

Visite a cura di: Personale specializzato del Centro di Geodesia Spaziale

Visite in lingua: Inglese

Si consiglia di arrivare con un quarto d’ora di anticipo per agevolare le procedure di identificazione.
La visita è consentita anche ai disabili, ma il Telescopio è accessibile solo con una scala stretta.
Per le indicazioni stradali vai alla pagina con il seguente link:
https://www.google.com/search?q=Centro+di+Geodesia+spaziale+matera&oq=Centro+di+Geodesia+spaziale+matera&aqs=chrome..69i57j0j69i59.28472j0j7&s

Il Prof. Giovanni Pascoli Al Regio Ginnasio-Liceo “Duni” (1882-1884) di Matera *

Piazza G. Pascoli, 1

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30 Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni I.I.S. “E. Duni-C. Levi” (Liceo Classico)

Visite in lingua: Inglese

Il Conte Giovan Carlo Tramontano e Il Castello “Ad Modo del Castel Novo di Napoli”

Via del Castello

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30 Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico “Dante Alighieri” e dell’Istituto Comprensivo “Bramante”

Visite in lingua: Inglese

Iniziative Speciali: Durante gli orari di apertura ci sarà l’esposizione delle Maioliche istoriate cotte a gran fuoco, di Giuseppe Mitarotonda “Fra storia, mito e leggenda: il Conte Giovan Carlo Tramontano”.

La realizzazione della mostra è stata resa possibile grazie al sostegno di Abitare Canario e Frascella Illuminazione.

L’Associazione “La Camerata delle Arti” sarà protagonista di due momenti musicali tratti dall’opera “Don Giovanni” di Mozart. Gli artisti indosseranno abiti di scena d’epoca. Sabato 12 ottobre dalle ore 17:00 alle 18:00 e domenica 13 ottobre dalle ore 11.30 alle 13.30. Si ringrazia per la collaborazione l’Associazione “Cavalieri Maria SS. Della Bruna” per aver messo a disposizione nelle due giornate Cavalieri a cavallo dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

 

Il Progetto di Riconversione Da Ospedale Civile A Campus Universitario Dell’Unibas *

Via del Castello

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30 Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Visite a cura di: Studenti Università degli Studi della Basilicata

Il Parco della Murgia Materana Nel Cuore dei Sassi – Palazzo Bronzini *

Via Sette Dolori, 10

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30     Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni I.I.S. “E. Duni-C. Levi” (Liceo Classico)

Visite in lingua: Inglese

Arte Spagnola negli Ipogei Motta per FAI Ponte tra Culture – La Cultura è Capitale 2019

Via San Bartolomeo 46

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30 Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni ITCG “Loperfido-Olivetti”

Visite in lingua: Inglese

Iniziative Speciali: Mostra collettiva “La Cultura è Capitale 2019”, promossa dall’Ufficio culturale dell’Ambasciata di Spagna in Italia. L’Ambasciata di Spagna pone al centro della sua attività di promozione culturale l’allestimento di mostre di arte contemporanea, tese a favorire l’incontro degli artisti spagnoli con l’Italia e più in generale a contribuire al dialogo Italia-Spagna, coinvolgendo discipline che vanno dalla letteratura, al teatro, dalla danza contemporanea, alla fotografia, alla pittura.  Data l’importanza della città di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e Patrimonio mondiale dell’UNESCO, l’Ambasciata di Spagna in Italia ha inteso contribuire alla proposta culturale della città, con la progettazione di una mostra collettiva di artisti spagnoli. L’Ambasciata di Spagna ha organizzato la mostra in collaborazione con Fondazione con il Sud, Consorzio La Città Essenziale e Cooperativa per Servizi Culturali “Maecenatis – Arch. Beniamino Contini”. Opere esposte: Fotografie di: Salvador Arellano (Mutilva, Navarra), BlaiTomàsBracquart (Mallorca, 1983), BegoñaZubero (Bilbao, 1962); opere pittoriche di: Esteban Villalta Marzi (Roma, 1956), Gonzalo Orquín (Sevilla, 1982), Ignacio Goitia (Bilbao, 1968).

La Cava del Sole

Via Appia

Apertura:Sabato: 10:00 – 13:30 / 16:00 – 18:00 Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00
Domenica: 10:00 – 14:00 / 16:00 – 18:00 Note: sono previste due visite guidate di mattina, alle 10 e alle 12; una di pomeriggio alle 16

Visite a cura di: I.I.S. “E. Duni – C. Levi” (Liceo Artistico)

Visite in lingua: Inglese

Iniziative Speciali: Ore 12.00 – Visita guidata a cura dell’Arch. Mattia Antonio Acito

La Mater(I)A del Restauro – Conservare Il Patrimonio Dalla Pietra Alla Plastica *

Via La Vista, 5

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:30 / 15:00 – 17:30 Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni I.I.S. “E. Duni-C. Levi” (Liceo Classico)

Visite in lingua: Inglese

Chiesa di San Salvatore a Timmari tra Storia e Archeologia *

Strada provinciale per Timmari – 12 Km da Matera

Apertura:Sabato: 10:00 – 12:00

Visite a cura di: La visita guidata sarà a cura del Prof. Franco Di Pede, Artista e Presidente dello Studio Arti Visive e di Don Egidio Casarola, Parroco della Chiesa di San Vincenzo De Paoli e responsabile del Santuario di Timmari

Il Maestro Nino Rota e il Conservatorio Statale di Musica “E.R. Duni *

Via Duomo

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30 Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00
Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Liceo Linguistico e Musicale “T. Stigliani”

Visite in lingua: Inglese

Il Circolo “La Scaletta” – 60 Anni per la Cultura a Matera *

Via Sette Dolori, 10

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30 Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni I.I.S. “E. Duni-C. Levi” (Liceo Classico)

Visite in lingua: Inglese

I Bassorilievi Policromi e la Cultura Materiale della Cartapesta nelle opere di Josè Ortega *

Via San Nicola del Sole – Sasso Barisano

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30 Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni I.I.S. “G. B.Pentasuglia”

Visite in lingua: Inglese

Matera e la Basilicata nello sguardo di Carlo Levi *

Piazza G. Pascoli, 1

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:30 / 15:30 – 18:30 Note: Ultimo ingresso mattino ore 13.00 – Ultimo ingresso pomeriggio ore 18.00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni I.I.S. “E. Duni-C. Levi” (Liceo Classico e Artistico) e Istituto Comprensivo Ex S.M “Torraca”

Visite in lingua: Inglese

Iniziative Speciali: Ore 11.30 Mostra “Carlo Levi – L’Arte della Politica – Disegni (1947 – 1948), Visita guidata con l’Arch. Lorenzo Rota, Presidente del Centro Carlo Levi e curatore della mostra con Mauro Vincenzo Fontana.

 

MIGLIONICO (MT)

Protagonisti e luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Ex Castello di Santa Sofia

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:00 / 15:30 – 18:30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Scuola secondaria di 1 grado (Istituto Comprensivo Statale)

Visite in lingua: Inglese

 

MONTALBANO JONICO (MT)

Protagonisti e luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Chiesa del Purgatorio *

Via Gioberti

Apertura:Domenica: 09:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni IISS “Pitagora” di Montalbano J.

 

PISTICCI (MT)

Oltre il paesaggio

Chiesa Madre in Rione Terravecchia *

Piazza XI Febbraio 1929

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 12:30 / 15:30 – 17:30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni IISS “G. Fortunato” di Pisticci

Chiesa Dell’Immacolata Concezione *

Via Concezione

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 12:30 / 15:30 – 17:30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni IISS “G. Fortunato” di Pisticci

Chiesa Dell’Annunziata *

Via Fusinato

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 12:30 / 15:30 – 17:30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni IISS “G. Fortunato” di Pisticci

Protagonisti e luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Rione Terravecchia e Dirupo *

Rione Dirupo

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 12:30 / 15:30 – 17:30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni IISS “G. Fortunato” di Pisticci

Iniziative Speciali: Racconti tematici e proiezioni. Nel rappresentare la questione meridionale dell’emigrazione a Milano, Luchino Visconti nel film “Rocco e i suoi fratelli” scelse i lucani perché, «li trovava gradevoli per una certa disponibilità psicologica e per il loro accento». Il regista milanese, uno dei padri del cinema Neorealista italiano, venne in Basilicata tra la fine del 1959 e l’inizio del 1960, in particolare a Matera e Pisticci per conoscere da vicino la realtà contadina, per selezionare tipologie umane e soprattutto per fissarne i tratti culturali. Oltre a Visconti, anche Franco Rosi con “Cristo si è fermato ad Eboli” (1978) scelse Pisticci per girare alcune scene del film.

 

POMARICO (MT)

Protagonisti e Luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Le Vie del Castello *

Pomarico

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:00 / 15:30 – 18:30    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni della Scuola secondaria di 1° grado, Ist.Compr. Statale (don P.Spera Pomarico)

Visite in lingua: Inglese

 

SALANDRA (MT)

Protagonisti e Luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Chiesa della S.S. Trinità *

Vicolo II Chiesa, 2

Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI. Possibilità di iscriversi al FAI in loco

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 16:00 – 18:30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Scuola secondaria di 1° grado

Visite in lingua: Inglese

Chiesa Santa Maria Larabita *

Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI.Possibilità di iscriversi al FAI in loco

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 16:00 – 18:30

Visite in lingua: Inglese

Torre Dell’Orologio

Piazza Guglielmo Marconi

Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI.Possibilità di iscriversi al FAI in loco

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 16:00 – 18:30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Scuola secondaria di 1° grado

Visite in lingua: Inglese

 

SAN MAURO FORTE (MT)

Protagonisti e luoghi della cultura a Matera e in Basilicata

Casa di Vittorio di Cicco – Archeologo

Apertura:Sabato e domenica: 10:30 – 13:00 / 15:30 – 18:00

Visite a cura di: Volontari FAI di San Mauro Forte, Apprendisti Ciceroni: Liceo classico E. Duni di Matera, Liceo artistico C. Levi di Matera

Palazzo Arcieri

Apertura:Sabato e domenica: 10:30 – 13:00 / 15:30 – 18:00

Visite a cura di: Volontari FAI di San Mauro Forte, Apprendisti Ciceroni: Liceo classico E. Duni di Matera, Liceo artistico C. Levi di Matera

Chiesa Madre

Piazza Caduti

Apertura:Sabato e domenica: 10:30 – 13:00 / 15:30 – 18:00    

Visite a cura di: Volontari FAI di San Mauro Forte, Apprendisti Ciceroni: Liceo classico E. Duni di Matera, Liceo artistico C. Levi di Matera

Palazzo Feudale

Piazza Caduti

Apertura:Sabato e domenica: 10:30 – 13:00 / 15:30 – 18:00

Visite a cura di: Volontari FAI di San Mauro Forte, Apprendisti Ciceroni: Liceo classico E. Duni di Matera, Liceo artistico C. Levi di Matera

 

SCANZANO JONICO (MT)

Protagonisti e luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Palazzo Baronale: Il Palazzaccio *

Piazza A. Gramsci, 15

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 12:30 / 15:30 – 17:30    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni dell’IISS “Pitagora” di Montalbano J.

Iniziative Speciali: Le visite guidate al Palazzo Baronale saranno integrate dalla descrizioni dei luoghi interessati dalle riprese cinematografiche del film “Basilicata coast to coast”, che sarà proiettato nello stesso Palazzo alla chiusura delle visite.

 

STIGLIANO (MT)

Protagonisti e luoghi della cultura a Matera e in Basilicata

Antico Pastificio Sarubbi

Via Roma, 7

Apertura:Domenica: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00    

Visite a cura di: Volontari FAI di Stigliano, Apprendisti Ciceroni: Istituto I.I.S “F. Alderisio” di Stigliano.

 

TRICARICO (MT)

Protagonisti e luoghi della cultura a Matera e in Basilicata

Palazzo Gagliardi

Via Rabatana, 86

Apertura:Sabato: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00
Domenica: 10:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00

Visite a cura di: Volontari FAI di Tricarico, Liceo scientifico “Carlo Levi” di Tricarico, Istituto comprensivo-scuola secondaria di 1° grado “Rocco Scotellaro” di Tricarico

Palazzo Lizzadri Casa della Poetessa Laura Battista

Via Laura Battista

Apertura:Sabato: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00
Domenica: 10:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00    

Visite a cura di: Volontari FAI di Tricarico, Liceo scientifico “Carlo Levi” di Tricarico, Istituto comprensivo-scuola secondaria di 1° grado “Rocco Scotellaro” di Tricarico

Nel palazzo è ubicato il Museo del costume e delle genti lucane.

Casa del Poeta “Rocco Scotellaro”

Via Rocco Scotellaro

Apertura:Sabato: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00
Domenica: 10:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00

Visite a cura di: Volontari FAI di Tricarico, Liceo scientifico “Carlo Levi” di Tricarico, Istituto comprensivo-scuola secondaria di 1° grado “Rocco Scotellaro” di Tricarico

Palazzi Nobiliari: Monaco, Ronchi, di Nubila

Via Laura Battista

Apertura:Sabato: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00    
Domenica: 10:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00)    

Visite a cura di: Volontari FAI di Tricarico, Liceo scientifico “Carlo Levi” di Tricarico, Istituto comprensivo-scuola secondaria di 1° grado “Rocco Scotellaro” di Tricarico

Centro di Documentazione Rocco Scotellaro e La Basilicata Nel Secondo Dopoguerra

Via Monte

Apertura:Sabato: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00    
Domenica: 10:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00    

Visite a cura di: Volontari FAI di Tricarico, Liceo scientifico “Carlo Levi” di Tricarico, Istituto comprensivo-scuola secondaria di 1° grado “Rocco Scotellaro” di Tricarico

Iniziative Speciali: Mostra di fotografie del fotoreporter Antonio Pagnotta. Si tratta di una selezione della collezione «Nel mondo di Cristo si è fermato a Eboli. I luoghi, gli oggetti, i personaggi e i loro discendenti da Aliano a New York», frutto del lavoro d’indagine del fotoreporter sulla notissima opera di Carlo Levi e confluito nel volume: La ruota, la croce e la penna. Nel mondo di Cristo si e fermato a Eboli. Centenario della nascita di Carlo Levi 1902-2002.

Palazzo Laureano

Via Duomo

Apertura:Sabato: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00
Domenica: 10:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00    

Visite a cura di: Volontari FAI di Tricarico, Liceo scientifico “Carlo Levi” di Tricarico, Istituto comprensivo-scuola secondaria di 1° grado “Rocco Scotellaro” di Tricarico

 

VALSINNI (MT)

Protagonisti e luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Pinacoteca Morriana *

c/o Biblioteca Comunale “Isabella Morra”

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 12:00 / 16:00 – 18:00    

Visite a cura di: Volontari del Servizio Civile

Iniziative Speciali: Al termine delle visite proiezione del Film “Isabella Morra”.

 

ALIANO (MT)

Protagonisti e luoghi della cultura a Matera e in Basilicata

Casa di Confino di Carlo Levi

Via Carlo Levi, snc

Apertura:Domenica: 09:00 – 12:00 / 15:00 – 19:00    

Visite a cura di: Volontari FAI di Aliano, Scuola secondaria di 1° grado di Aliano (IC “Rocco Montano” di Stigliano Mt)

Pinacoteca Carlo Levi

Palazzo Defranchi, v.co II Umberto I, 13

Apertura:Domenica: 09:00 – 12:00 / 15:00 – 19:00    

Visite a cura di: Volontari FAI di Aliano, Scuola secondaria di 1° grado di Aliano (IC “Rocco Montano” di Stigliano Mt)

Museo della Civiltà Contadina

Via Carlo Levi, 12

Apertura:Domenica: 09:00 – 12:00 / 15:00 – 19:00

Visite a cura di: Volontari Fai di Aliano, Scuola secondaria di 1° grado di Aliano (IC “Rocco Montano” di Stigliano Mt)

 

BERNALDA (MT)

Oltre il paesaggio

Parco Archeologico di Area Urbana Metaponto *

Località Metaponto Borgo

Apertura:Sabato: 09:30 – 13:00 / 15:30 – 17:30    
Domenica: 09:30 – 12:30 / 15:30 – 17:30    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni dell’IISS Bernalda – Ferrandina

Visite in lingua: Inglese

Iniziative Speciali: Le visite prevedono una passeggiata nel parco con una personalità d’eccezione.

Bosco Bufalara

Contr.daBufalara

Apertura:Sabato e domenica: 09:00 – 12:30 / 15:30 – 17:30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni IISS Bernalda – Ferrandina in collaborazione con il CEA Bernalda e Metaponto

Protagonisti e luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Castello di Bernalda

Piazza San Bernardino da Siena

Apertura:Sabato e domenica: 09:00 – 13:00 / 15:30 – 18:30   

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni IISS “Bernalda-Ferrandina”

Visite in lingua: Inglese

Iniziative Speciali: In occasione delle Giornate FAI d’Autunno, a completamento dell’itinerario tematico definito per Matera e la Basilicata, il Castello sarà allestito per la proiezione di rappresentazioni cinematografiche inerenti luoghi e personaggi della cultura bernaldese.

Palazzo Margherita *

Corso Umberto

Apertura:Sabato e domenica: 16:00 – 18:00    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni IISS Bernalda-Ferrandina

Visite in lingua: Inglese

Iniziative Speciali: Personalità d’eccezione illustrerà gli elementi preminenti architettonici e botanici del Giardino ottocentesco del Palazzo Margherita, annoverato tra ville e giardini dell’800 dalle edizioni Laterza.

 

FERRANDINA (MT)

Protagonisti e Luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Ferrandina e le vie dell’acqua nel ‘500 *

Ferrandina

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:00 / 15:30 – 18:30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Scuola primaria e secondaria di 1° grado Ist. Compr. “D’Onofrio”, IIS Bernalda-Ferrandina

Visite in lingua: Inglese

Fontana delle Vascere *

Fosso Camarda Ferrandina

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:00 / 15:30 – 18:30    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni: Scuola primaria e secondaria di 1° grado (Ist. Comprensivo D’Onofrio), Liceo Scientifico Ferrandina (IIS Bernalda-Ferrandina).

Visite in lingua: Inglese

 

GRASSANO (MT)

Protagonisti e luoghi della cultura a Matera e in Basilicata

Museo Virtuale Leviano sala con monitor – C/O Palazzo Materi

C.so Umberto I

Apertura:Sabato: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00    

Visite a cura di: Volontari FAI di Grassano, Istituto Tecnico Economico “Carlo Levi” di Grassano

Locanda Prisco

Corso Umberto, 49

Apertura:Sabato: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00

Visite a cura di: Volontari FAI di Grassano, Istituto Tecnico Economico “Carlo Levi” di Grassano

 

GROTTOLE (MT)

Protagonisti e Luoghi della Cultura a Matera e in Basilicata

Il Centro per la Creatività “Gerardo Guerrieri”

Grottole

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:00 / 15:30 – 18:30    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni: Scuola secondaria di 1° grado, Istituto Comprensivo Statale

Visite in lingua: Inglese

Iniziative Speciali: Nel Centro per la Creatività in Grottole, saranno proiettati documentari sulla vita e le opere di Gerardo Guerrieri.

 

IRSINA (MT)

Tour delle Maioliche e dei Mascheroni

Largo Cattedrale

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00    
Il tour partirà da Largo Cattedrale alle ore 10:00, 11:30, 15:00, 16,30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Liceo Scientifico “Carlo Levi”, Irsina

Bottini

Via Fontana

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00

Note: Le partenze avverranno da Largo Cattedrale

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Liceo Scientifico “Carlo Levi”, Irsina

Cattedrale di Irsina: Mille Anni di Storia *

Largo Cattedrale

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00

Escluso orario messe

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Liceo Scientifico “Carlo Levi”, Irsina

Casa Grotta: La Vita dei Contadini Nel XX Secolo

Via Angioletti

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Liceo Scientifico “Carlo Levi”, Irsina

Affreschi Trecenteschi Nella Cripta di San Francesco

Piazza San Francesco

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00

Escluso orario messe

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Liceo Scientifico “Carlo Levi”, Irsina

 

POTENZA

Studio e Giardino Privato dell’Artista Antonio Masini

Via esatta da comunicare

Apertura:Domenica: 10:30 – 13:00 / 15:00 – 17:30

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni dell’I.I.S. Da Vinci – Nitti di Potenza (prof. Rocco Giordano) e dei ragazzi dell’Interact Potenza Torre Guevara

Visite in lingua: Inglese, Tedesco, Spagnolo, Francese

Si ringrazia il Rotary Club Torre Guevara per la collaborazione

 

ATELLA (PZ)

Natura ed Arte: Passeggiata naturalistica presso i laghi di Monticchio e Museo di Storia Naturale del Vulture *

Località Monticchio Laghi

Apertura:Domenica: 09:30 – 13:00 / 15:30 – 18:30    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni del Liceo Classico I.I.S. “G.Fortunato” di Rionero in V. Gli studenti di IIIA, IIIB e IVA sono curati dai docenti Masiello S., d’Angelo M., Piedilato M., Mortella A., Allamprese D., Ruggiero F., Posca G., Cordasco C., Martino C. Esperti esterni formatori sono il Prof. Renato Spicciarelli e il Dott. Antonio Cecere

Visite in lingua: Inglese

Iniziative Speciali: Domenica 13 ottobre, alle ore 16, una proposta culturale sarà offerta dal Rotary club di Melfi in segno di collaborazione con il FAI.

Il Rotary Club di Melfi e l’Università delle Tre Età di Rionero in V. collaborano per una più vasta risonanza dell’evento del FAI.

 

CASTELLUCCIO INFERIORE (PZ)

Chiesa della Madonna della Neve *

Contrada Madonna della Neve

Apertura:Sabato e domenica: 09:00 – 13:00 / 15:30 – 18:30

Visite a cura di: Sig. Giuseppe Pitillo – referente FAI di Castelluccio Inferiore, Pro-loco –  Associazione Culturale “Ricomincio da tre”

Visite in lingua: Inglese

Si ringrazia il Parroco di San Nicola di Myra, Don Paolo Torino – Il Comune di Castelluccio Inferiore, Sindaco Paolo Francesco Campanella – La Delegazione FAI di Potenza – La Pro-Loco di Castelluccio Inferiore, Presidente Alfredo Forestiero – L’Associazione Culturale “Ricomincio da tre” di Castelluccio Inferiore, che gestisce la Biblioteca Comunale, Presidente Giovanna Iacuzio.

Museo della Civiltà Contadina

Contrada Madonna della Neve

Apertura:Sabato e domenica: 09:00 – 13:00 / 15:30 – 18:30

Visite a cura di: Circolo Culturale “Agora’” di Castelluccio Inferiore

Visite in lingua: Inglese

Si ringrazia il Circolo Culturale “AGORA'” di Castelluccio Inferiore – La Delegazione FAI di Potenza – Il Comune di Castelluccio Inferiore, Sindaco Paolo Francesco Campanella.

Cappella della Madonna della Consolazione O del Latte *

Contrada Madonna del Latte

Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI.Possibilità di iscriversi al FAI in loco

Apertura:Sabato e domenica: 09:00 – 13:00 / 15:30 – 18:30

Visite a cura di: Sig. Giuseppe Pitillo – referente FAI di Castelluccio Inferiore, Pro-loco –  Associazione Culturale “Ricomincio da tre”

Visite in lingua: Inglese

Si ringraziano le Sigg.re Flora Taranto e Stefania Esposito, proprietarie della cappella privata – La delegazione FAI di Potenza – Il Comune di Castelluccio Inferiore, Sindaco Paolo Francesco Campanella – La Pro-Loco di Castelluccio Inferiore, Presidente Alfredo Forestiero – l’Associazione Culturale “Ricomincio da Tre”, Presidente Giovanna Iacuzio.

 

LAURENZANA (PZ)

Segui il filo a Laurenzana

Chiesa Madre S. Maria Assunta *

Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI.Possibilità di iscriversi al FAI in loco

Apertura:Sabato: 10:30 – 13:00

 

LAURIA (PZ)

Il Coro Ligneo del 1564 *

Via Cairoli

Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI.Possibilità di iscriversi al FAI in loco

Apertura:Sabato: 09:00 – 18:00
Domenica: 09:00 – 11:00 / 16:00 – 18:00

Visite a cura di: Ass. Culturale “Amici del Castello Ruggero” di Lauria, Apprendisti Ciceroni Liceo Classico “N. Carlomagno”

 

MELFI (PZ)

Oasi Tabor: Panorami D’Arte, Natura e Fede *

Oasi Tabor, Via Cristoforo Colombo snc

Apertura:Domenica: 09:30 – 12:30 / 15:30 – 18:30

Visite a cura di: Volontari FAI

Si indica come possibilità di parcheggio la piazza antistante il Municipio con possibilità di percorso lungo la Via Crucis.

 

MURO LUCANO (PZ)

Sentiero delle Ripe e dei Mulini

Via Pianello (inizio del percorso: Ponte del Pianello)

Apertura:Domenica: 10:00 – 13:00

Note: L’ultimo ingresso è previsto alle ore 12. Il tempo di percorrenza del Sentiero è circa un’ora.

Visite a cura di: volontari FAI

 

OPPIDO LUCANO (PZ)

Convento di S. Maria del Gesù Detto di S. Antonio *

Via Convento

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:30

Visite a cura di: Circolo Culturale l’89, Apprendisti Ciceroni Istituto Comprensivo “Francesco Giannone” di Oppido Lucano

Chiesa della Madonna del Belvedere *

Via Monte Belvedere

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:30    

Visite a cura di: Circolo Culturale l’89, Apprendisti Ciceroni Istituto Comprensivo “Francesco Giannone” di Oppido Lucano

Chiesa Dell’Annunziata *

Via dell’Annunziata

Apertura:Sabato e domenica: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:30   

Visite a cura di: Circolo Culturale l’89, Apprendisti Ciceroni Istituto Comprensivo “Francesco Giannone” di Oppido Lucano

 

RIVELLO (PZ)

Chiesa di Santa Barbara

Via Roma

Apertura:Sabato: 10:00 – 12:30 / 16:30 – 18:30    

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni Istituto comprensivo Lagonegro, Rivello

 

SANT’ARCANGELO (PZ)

Chiesa e Convento di Santa Maria D’Orsoleo *

Località Santa Maria di Orsoleo

Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI.Possibilità di iscriversi al FAI in loco

Apertura:Sabato e domenica: 09:30 – 13:00 / 16:00 – 19:00

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni: ISIS Carlo Levi, IPSASR Giustino Fortunato, Assessorato alla cultura Lucia Finamore

TOLVE (PZ)

Protagonisti e luoghi della cultura a Matera e in Basilicata

Villa Romana di San Pietro Possedimento di Domitia Lepida

Apertura:Domenica: 10:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00

Visite a cura di: Volontari FAI di Tolve, Archeoclub sede di Tolve “Tulbium”

 

* Bene fruibile da persone con disabilità fisica

IMPORTANTE: Prima di recarsi a visitare i luoghi è opportuno verificare sul sito web www.giornatefai.it eventuali modifiche di orari di apertura, variazioni di programma in caso di condizioni meteo avverse o imprevisti e la possibile chiusura anticipata delle code a causa della grande affluenza di pubblico.

 

 

 

 

 

Lavoro, la Guardia di Finanza scopre lavoratori irregolari nel settore della ristorazione

in Cronaca

Ben 10 i lavoratori “in nero” su 12 intenti a svolgere attività lavorative.

È ciò in cui sono incappati i militari della Guardia di Finanza di Matera nelle operazioni di accesso effettuate in due diversi ristoranti della provincia. Le Fiamme Gialle della Compagnia di Matera, nell’ambito dell’attività d’Istituto volta alla tutela del lavoro e al contrasto dei fenomeni di sfruttamento della manodopera, hanno scovato 8 camerieri, un cuoco e un lavapiatti, intenti ad espletare le proprie mansioni senza una regolare assunzione.

Le posizioni irregolari sono state comunicate al competente Ispettorato Nazionale del Lavoro. Per i datori di lavoro si profila, oltre all’irrogazione di una sanzione amministrativa pecuniaria complessiva per euro 18.500,00, il rischio di sospensione dell’attività economica.

La difesa del lavoro passa soprattutto attraverso la lotta ai fenomeni di sfruttamento della manodopera, fenomenologia illegale alla quale la Guardia di Finanza dedica particolare attenzione per tutelare, oltre che i diritti dei lavoratori, anche le imprese ed i professionisti che operano nel pieno rispetto delle leggi.

 

 

 

Carta ricaricabile: pagare in modo sicuro, innovativo e veloce come un flash

in Economia

L’avvento delle nuove tecnologie ha avuto un forte impatto in qualsiasi ambito, nessuno escluso. Anche il mondo del risparmio, in tal senso, non ha fatto certo eccezione. Una rivoluzione, oramai, iniziata da qualche decennio e che non conosce alcuna sosta. Ed è ben rappresentata dalla comparsa sulle scene della cosiddetta “moneta virtuale“. Nel nostro paese, i primi bancomat sono apparsi negli anni ’80, modificando radicalmente le abitudini dei clienti bancari: poco alla volta, le code agli sportelli bancari per prelevare somme di denaro si sono assottigliate, favorendo la diffusione capillare di questo straordinario strumento. Grazie ad una tessera era finalmente possibile ritirare i propri soldi o pagare direttamente presso gli esercenti dotati di apparecchiatura POS.

Fra Bancomat e carta di credito s’intromette la ricaricabile: è rivoluzione nel mondo dei pagamenti

Se il Bancomat è stato il capostipite, la carta di credito ha rappresentato, senza alcun dubbio, un’evoluzione concettuale e pratica delle modalità di spesa degli italiani. Ottenerla, infatti, non era semplice: inizialmente, le banche erano solita offrirla a clientela di un determinato standing, possibilmente con capacità reddituali ed economiche elevate. Possederla, di conseguenza, rappresentava uno status symbol.

Anche all’atto pratico, però, la carta di credito ha inciso profondamente nell’incremento alla propensione al consumo del cittadino italiano: grazie all’addebito posticipato, in un’unica soluzione in un predeterminato giorno del mese, ha reso i consumatori maggiormente liberi di poter effettuare acquisti. La comparsa sulle scene, poi, della versione “revolving“, che consente la rateizzazione dell’addebito maturato in un singolo mese, ha reso ancor più sopportabili le spese d’acquisto, anche se un ricorso frequente a questa metodologia può rendere meno veritiera la situazione debitoria. Ed è quindi consigliabile utilizzarle con estrema cura.

Negli anni ’90, il progresso tecnologico ha consentito a tutti i cittadini del mondo, di qualsiasi angolo del Pianeta, di interconnettersi fra loro grazie a Internet, la grande rete telematica che ha letteralmente modificato lo stile e le abitudini di ognuno di noi. Un boom che, poco alla volta, ha portato all’esplosione dell’e-commerce, il settore, oggi, nel quale vengono effettuati la maggior parte degli acquisti di beni e servizi. Anche il mondo bancario, in tal senso, non poteva restare insensibile. E l’avvento delle carte ricaricabili, o prepagate che dir si voglia, è andato incontro alle esigenze degli internauti, alla ricerca di uno strumento pratico e sicuro per poter effettuare i propri acquisti online.

Comoda, sicura e di forte appeal per i giovani: tutti i vantaggi di possedere una prepagata

Per richiedere una carta prepagata, è sufficiente recarsi presso un istituto bancario oppure inoltrare richiesta online, opzione, quest’ultima, che viene concessa dai maggiori player nazionali del settore del credito. E’ possibile effettuare le ricariche, inoltre, addebitando direttamente il proprio conto corrente, effettuando un bonifico e, spesso, recandosi semplicemente in tabaccheria. Praticamente ovunque. I vantaggi di possederne una sono molteplici. Il più importante è attinente all’ambito della sicurezza: la prepagata espone al rischio di frodi, reali o telematiche che siano, solo ed esclusivamente per la somma presente sulla stessa. Un sicuro upgrade rispetto a bancomat e, soprattutto, carta di credito, che dispongono di un plafond mensile (mediamente €.1500,00) che potrebbe essere totalmente prelevato nel caso fosse perpetrata un’operazione di phishing.

L’offerta presente sul mercato è ampia e variegata. Ma non tutte le carte prepagate sono davvero affini alle nostre esigenze. Su carta di credito.net puoi trovare le informazioni sulla attivazione della carta ricaricabile superflash, una delle migliori presenti in commercio, in grado di rendere comodi e sicuri tutti i pagamenti, sia online che presso gli esercenti commerciali. Questa carta, oltretutto, può risultare particolarmente gradita anche ai più giovani, un piacevole regalo da donare ai propri figli, dove, perché no, caricare la “paghetta” settimanale: al posto dei vecchi e ormai desueti contanti, utilizzare la carta prepagata può costituire un ottimo primo approccio al mondo del risparmio per qualsiasi ragazzo.

 

Aprire un conto corrente: guida e suggerimenti utili

in Economia

Oggi, per poter gestire il proprio denaro, è indispensabile avere un conto corrente. Sul mercato esistono diverse tipologie di conto corrente tutte abbastanza semplice da aprire. Ovviamente, prima di procedere alla scelta si dovrà avere ben chiara la banca alla quale ci affideremo, solitamente la scelta si basa su due criteri fondamentali che sono quello del risparmio e quello della vicinanza della filiale da casa. A seguire ci si potrà recare in banca con i documenti necessari e chiedere di aprire il nostro conto corrente che sarà pensato in base alle nostre esigenze.Generalmente l’apertura del conto corrente è immediata, e ciò permette di utilizzarlo sin da subito, basta che siano stati controllati documenti e informazioni del cliente.

Come scegliere la migliore soluzione

Prima di procedere alla scelta bisogna considerare diversi fattori che possono portarci verso la migliore soluzione. Alcuni conti, come il conto corrente zero spese, prevedono l’apertura totalmente gratis, altri invece richiedono un deposito minimo iniziale. Ormai sono molti i clienti che preferiscono affidarsi alla rete anche per aprire il loro conto corrente perché spesso è considerata una formula particolarmente vantaggiosa per ogni tipo di utente e di consumatore. Il primo consiglio è quello di chiedere più preventivi a diverse banche e confrontare le offerte. Per scegliere il conto corrente migliore non bisogna fare il confronto su una sola voce (canone, tasso di interesse, ecc.), ma occorre valutare il costo totale annuo del conto, compreso il costo del bancomat, della carta di credito, del carnet assegni, dei bonifici. Per offrire un utile parametro di valutazione dei costi, nel foglio informativo del conto corrente la banca fornisce l’ISC – Indicatore Sintetico di Costo che fornisce una misura del costo complessivo del conto corrente in base alle spese e alle commissioni che possono essere addebitate al cliente nel corso dell’anno, senza considerare gli oneri fiscali e gli interessi. Occhio, poi, alla durata dell’offerta. Le banche spesso fanno offerte invitanti per catturare nuovi clienti. Attenzione, però, le condizioni possono cambiare repentinamente o avere una durata limitata. Verificate, quindi, se la banca si impegna a tenere ferme le condizioni per un certo tempo (solitamente è un anno) e controllate cosa succederà allo scadere del termine. Inoltre, spesso le offerte vantaggiose che vi presentano quando aprite il conto sono collegate al verificarsi di determinati requisiti come l’accredito dello stipendio o la domiciliazione delle utenze. Tra gli strumenti più apprezzati figurano i conti correnti a zero spese. Non prevedono un canone annuo né costi fissi, e quindi è possibile avere un conto corrente senza dover spendere un euro. Ci sono però due accorgimenti da considerare sui conti a zero spese. Oggigiorno, praticamente tutte le banche ne offrono uno, ma spesso si fa confusione tra “canone zero” e “canone azzerabile”. Quest’ultimo si riferisce a un canone annuo che sarà di 0 euro sempre che si eseguano un determinato numero di operazioni mensili: solitamente richiedono almeno l’accredito dello stipendio, ma a volte occorre eseguire più movimenti. È importante dunque prestare attenzione perché sul mercato ci sono più conti “azzerabili” che veri e propri conti zero spese. Un altro punto importante da ricordare è che i conti senza spese sono ideali per chi non deve fare troppe operazioni. In effetti, se si devono fare molti prelievi, disporre bonifici frequenti, utilizzare una carta di credito o ci si rivolge più allo sportello che al web, allora la spesa inizialmente prevista come “zero” crescerà. Nel momento in cui parliamo di conti correnti non possiamo non prendere come riferimento i giovani e le loro esigenze che sicuramente sono ben diverse dalle richieste di un pubblico 50enne. Per i giovani ad esempio sarebbero opportuno aprire un conto corrente online a zero spese, che magari offre la possibilità di svolgere delle operazioni in filiale (limitate) solo se necessarie. Solitamente ci sono delle esigenze di base che devono essere soddisfatte, come ad esempio possedere un conto di appoggio dove ricevere lo stipendio o effettuare dei pagamenti online o degli acquisti su internet. I conti correnti online sono, al pari di tutti i conti correnti tradizionali o ai conti deposito, protetti dal Fondo di Tutela Interbancaria dei depositi fino ad un massimo di 100 mila euro in casi di bail-in delle banche. Questo invece non avviene per le carte prepagate. Uno dei tanti servizi di base e necessari al buon funzionamento del conto corrente è l’invio periodico dell’estratto conto (detto anche in forma abbreviata E/C), questo servizio di solito ha un costo per ogni invio in forma cartacea ma è possibile azzerare il costo aderendo all’invio telematico (via web). L’estratto conto serve a riepilogare tutti i movimenti del conto corrente in ordine cronologico cioè in base alla data in cui è avvenuta ogni operazione, può essere inviato ogni mese (estratto conto mensile) oppure ogni 3 mesi (estratto conto trimestrale). Di solito per chiudere un conto corrente la maggior parte delle banche non addebita né spese e né penali ma potresti trovare alcune banche che applicano al cliente correntista delle spese per la chiusura del conto corrente. Il modo migliore per sapere se la banca applicherà delle spese è quello di leggere attentamente il foglio informativo e il contratto perché devono essere obbligatoriamente riportate.

 

 

 

Torna su