Autore

Gianluca Pizzolla - page 4

Gianluca Pizzolla ha pubblicato 312 articoli

Avatar

Ritrovato il corpo senza vita di Mattia Laviola di Policoro

in Cronaca

Ritrovato il corpo senza vita di Mattia Laviola di Policoro

Ritrovato il corpo senza vita di Mattia Laviola il ventiduenne di Policoro del quale non si avevano notizie da ieri mattina, 18 Maggio.
Il ragazzo è stato visto per l’ultima volta, prima dell’allontanamento, dai suoi genitori. La sua auto è stata ritrovata nei pressi dell’oasi WWF di Policoro, località Bosco Pantano.
Vasto spiegamento di uomini e mezzi per cercare di ripercorrere la strada fatta da Mattia e tentare di riportarlo a casa vivo. Ma a nulla è servito.

Ricerche in corso: non si hanno notizie di Mattia Laviola

in Cronaca

Ricerche in corso: non si hanno notizie di Mattia Laviola. Enrico Bianco: “Momenti emotivamente difficili, la speranza è che Mattia abbia trovato il modo per trascorrere la notte”

Da ieri mattina non si hanno notizie di Mattia Laviola, ventiduenne studente universitario di Policoro, la cui auto una utilitaria è stata ritrovata nelle vicinanze del parcheggio dell’Oasi WWF di Policoro, le chiavi sarebbero state ritrovate in auto.

Da ieri alle 21.00 come riferito dal primo cittadino di Policoro, ascoltato questa mattina quando erano da poco passate le 10.00, è attivo il protocollo per la ricerca di persone scomparse: lo spiegamento di forze e strumenti è notevole: droni a raggi infrarossi, cani molecolari, mezzi nautici e sommozzatori. Questa mattina a dirigere le operazioni legate alla viabilità la polizia locale di Policoro e quella di Matera. Con i vigili del Fuoco, presenti con otto squadra, Polizia, Carabinieri, uomini della Guardia di Finanza. Folta la presenza di volontari: uomini e donne della Protezione Civile, Croce Rossa Italiana, e ancora: il Corpo Emergency di Basilicata, il Gruppo Zepa Nova Siri.

Sul posto, nel parcheggio dell’Oasi WWF dove è stata allestita la base temporanea dei Vigili del Fuoco e altre autorità, ai registratori il sindaco di Policoro, Enrico Bianco: “Dopo l’attivazione del protocollo per la ricerca delle persone scomparse dalle 21.00 di ieri 18 Maggio 2023 su disposizione del Prefetto ci sono tutti gli strumenti e le Forze dell’Ordine coordinate dai Vigili del Fuoco.

Nella notte è stato battuto un chilometro quadrato con droni a infrarossi, all’alba sono arrivati i cani molecolari, attualmente ce ne sono sei (dichiarazione rilasciata alle 10.00 del 19 Maggio 2023, ndr). Il primo cane impiegato ha puntato in maniera decisa verso il bosco. Ci sono anche mezzi nautici, i sub, l’elicottero”.

Ha avuto modo di parlare con la famiglia del ragazzo?

“Il momento è molto emotivo come è comprensibile, come comune abbiamo fornito anche assistenza psicologica durante la notte. C’è preoccupazione e allo stesso tempo c’è fiducia perché è un giovane fisicamente forte e la speranza è che abbia trovato il modo per trascorrere la notte”.

Le ricerche del giovane si orientano verso il Bosco Pantano e non viene trascurato anche il mare, infatti ci sono sommozzatori della Capitaneria di Porto di Taranto.

Sembrerebbe che, stando ai rilievi fatti utilizzando il segnale del telefono del ragazzo, sarebbe stato possibile geolocalizzare il dispositivo nelle vicinanze della foce del fiume Sinni.

La zona di ricerca comprende il Bosco Pantano e la spiaggia situata nelle vicinanze ma potrebbe estendersi anche oltre. Quanto alle previsioni meteo delle prossime ore per la giornata di oggi non sono previste precipitazioni. Domani, invece, il rischio c’è.

Segui ilMet su Instagram

Giunta Regionale: Galella passa all’Agricoltura. Michele Casino entra nell’esecutivo

in Politica

Giunta Regionale: Galella passa all’Agricoltura. Michele Casino (Forza Italia) entra nell’esecutivo

Alessandro Galella (Fratelli d’Italia) dalle Attività Produttive passa all’Agricoltura, sarà sostituito da Michele Casino (Forza Italia). La notizia della nuova Giunta regionale è di questa mattina.

La composizione della Giunta regionale è cambiata e secondo Bardi si è rinforzata per quello che sarà l’ultimo anno di consiliatura prima del sopravvenire della scadenza naturale e le successive elezioni.

L’assessore all’Agricoltura regionale mancava dallo scorso autunno dopo le dimissioni di Francesco Cupparo per vicende legate alle indagini sulla sanità regionale, da quel momento è stato il governatore Vito Bardi a ricoprire “ad interim” la delega.

Come annunciato anche dalla Ministra Elisabetta Casellati (FI), eletta proprio in Basilicata e in visita nei giorni scorsi per le amministrative, al partito è stato assegnato un posto in Giunta.

 

Segui ilMet su Instagram

 

 

Policoro: si cerca Mattia Laviola del quale non si hanno notizie da questa mattina

in Cronaca

Policoro: si cerca Mattia Laviola del quale non si hanno notizie da questa mattina. Al momento è un allontanamento volontario.

Si tratta al momento di un allontanamento volontario: di Mattia Laviola, 22 anni, dalla tarda mattinata di oggi (18 Maggio 2023) non si hanno notizie dalla mattinata. A segnalare la circostanza alle autorità è stata la famiglia del giovane studente, l’auto nella sua disponibilità è stata trovata nelle vicinanze dell’Oasi del WWF a Policoro. Fin da subuto è comunque scattato il piano della Prefettura per le persone scomparse. Sulle sue tracce gli uomini della Questura di Matera, la Polizia locale e alcuni volontari. Chi ha notizie può rivolgersi al comune o alle forze dell’ordine.

Mercato auto: trend positivo per l’usato, ma come richiedere la consegna a domicilio?

in Economia

Sempre più utenti rivolgono la loro attenzione al mercato dell’usato per le auto, grazie anche a rivenditori che offrono garanzie di un anno e servizi accessori tra cui la consegna a domicilio.

Dalla berlina ibrida per la città e la famiglia al suv dei propri sogni, un veicolo usato viene controllato dalla concessionaria perché sia offerto al cliente in condizioni ottimali, con chilometraggio chiaro e peculiarità tecniche ben in vista nella descrizione, specie nei portali online.

Auto usate: caratteristiche e vantaggi della consegna a domicilio

I concessionari di auto usate possono offrire servizi accessori davvero utili, come ad esempio la possibilità di finanziare l’acquisto inoltrando personalmente la domanda, oppure il servizio di garanzia di tipo europeo che dura un minimo di 12 mesi, utilizzabile anche presso il proprio meccanico di fiducia. I migliori rivenditori online, inoltre, in genere mettono a disposizione, oltre al ritiro in sede, anche il servizio di consegna a domicilio.

A questo proposito, attraverso una rapida ricerca su Google, per esempio digitando “auto usate consegna a domicilio”, è possibile individuare in pochi click le migliori realtà che mettono a disposizione il servizio. Ne costituisce un esempio RistèAuto, concessionaria autorizzata che si contraddistingue per un’ampia varietà di scelta, con la consegna disponibile in ogni parte d’Italia.

Il servizio di consegna a domicilio si effettua di solito o presso l’abitazione o comunque in uno spazio adeguato concordato con il cliente, ad esempio una zona di parcheggio ampia.

Il reparto di logistica terrà sempre informati sulle modalità e sui tempi e avrà cura di far trovare all’interno del veicolo tutti i documenti importanti, tra cui il libretto di circolazione, il certificato di proprietà e la scheda di consegna ove si potranno evincere eventuali garanzie presenti. Potranno inoltre essere recapitate ben due copie delle chiavi e relativo telecomando a distanza, se presente, per la chiusura centralizzata. Sarà importante che al passaggio di proprietà segua, almeno entro un mese, la corresponsione dell’imposta di Bollo relativa all’auto acquistata.

Le auto usate più richieste online

Grazie alla modalità di acquisto online, l’utente non dovrà limitare la sua ricerca alla propria città o ai comuni limitrofi, ma potrà trovare l’auto di proprio interesse anche in altre zone d’Italia.

Tra i veicoli più richiesti ci sono le proposte di case automobilistiche come Audi, BMW e Jeep. Quest’ultima è molto apprezzata soprattutto per i suoi SUV, disponibili sia con alimentazione diesel che benzina e cerchi in lega di serie. Ovviamente, vi sono anche una serie di dispositivi legati alla sicurezza su strada che li rendono molto richiesti, anche nel mercato dell’usato: ABS, Adaptive cruise control, Assistente alla velocità, Lane departure warning per avere un avviso acustico se si sta oltrepassando una linea continua ed ESC.

Al polo opposto, una delle compatte ancora molto gettonate è la Panda di casa Fiat, con la sua linea essenziale ma a suo modo elegante, airbag anche laterali, kit per la riparazione d’emergenza degli pneumatici, servosterzo elettrico e volante regolabile.

A 4 porte e adatta sia alle famiglie che ai lunghi viaggi, la Volkswagen Polo ha anche un discreto bagagliaio, oltre a Hill holder per le partenze in salita, dispositivi per il fissaggio di tipo Isofix per i seggiolini dei più piccoli, servosterzo elettromeccanico e anche una spia di controllo che segnala se la pressione degli pneumatici è insufficiente.

Altra vettura intramontabile e molto ricercata tra le usate è la Renault Clio che può avere un dispositivo integrato per l’accensione automatica dei fari quando fa buio, frenata e chiamata di emergenza sulla console di bordo, luci al LED sia anteriori che posteriori e sensori di parcheggio posteriori.

Elezioni comunali Scanzano Jonico: il raffronto con i numeri del 2021

in Politica

Elezioni comunali Scanzano Jonico: il raffronto con i numeri del 2021. Scanzano Rinasce (2093 voti, 51,44%)  conferma la sua forza. Si assottiglia il solco fra le altre aree.

Dai dati del 2021 a quelli del 2023 non si sono riscontrati grandi cambiamenti nelle scelte dell’elettorato di Scanzano Jonico. Il dato più significativo è tuttavia rappresentato dal solco fra il secondo e il terzo contendente che si è assottigliato sensibilmente rispetto alle precedenti consultazioni dell’autunno 2022. Come noto in quella circostanza non avvenne la proclamazione del sindaco della lista vincente che oggi come allora si chiamava Scanzano Rinasce. Nel novembre 2021 a guidarla era Mario Altieri, non proclamato perché non in possesso dei requisiti amministrativi, il risultato fu di 2127 voti, cioè il 52,25%. Se la proclamazione fosse avvenuta i seggi ai vincitori sarebbero stati 8. Quelli per SìAmo Scanzano, 3 , e Riscatto per Scanzano 1.

Nel 2023, l’area progressista, con all’interno il PD e  M5S e candidati indipendenti ha perso quota, SìAmo Scanzano nel 2021 con la lista guidata dall’avvocato Rocco Durante (PD) ha totalizzato 1383 voti, vale a dire in termini percentuali il 33,97%. In questa tornata i voti sono stati 1018.

Il terzo posto del podio occupato da Riscatto per Scanzano, con a capo Raffaello Ripoli, totalizzò 561 voti, cioè il 13,78%. Questa volta il terzo contendente (in ordine di arrivo), Patto Civico per Scanzano,  invece ha caratteristiche diverse con una presenza partitica, accanto a quella civica, molto più marcata e diversificata quanto a provenienze politiche. Il risultato portato a casa è di 958 voti (23,54%)

Scanzano Rinasce a trazione leghista, e con una importante presenza di civici invece ha pressoché consolidato il sui radicamento ed è forza a vocazione governativa in città.

Stando ai risultati del 2023 in termini di seggio è parità assoluta fra le minoranze, due per SìAmo Scanzano (con candidata sindaca, Felicetta Salerno), e due per Patto Civico per Scanzano (con candidato sindaco, Fabio Massimo Sgarrino), dato in sintonia con il distacco fra le due liste che è di 60 voti (1018 e 958).

Per Scanzano Rinasce è praticamente una conferma: 2093 voti che equivalgono al 51,44%.

Volendo semplificare l’analisi matematica, dai dati emersi nemmeno sommando i voti della seconda e della terza lista (1976) si arriva ad eguagliare il risultato dei vincitori. Dal punto di vista aritmetico, dunque, è evidente il distacco. Quanto ai dati collegati all’affluenza, su 5964 elettori sono andati a votare 4156 cittadini: il 69,68%. Nella precedente tornata la percentuale era del 69,24.

Si attende adesso la convocazione del primo consiglio comunale che sarà sollecitata già nei prossimi dieci giorni. Il sindaco Pasquale Cariello (Lega) giurerà e nel frattempo avrà dato corso agli adempimenti necessari per lasciare il posto in regione in qualità di consigliere.

Restando sempre nelle curiosità numeriche, l’ultima valutazione riguarda i grandi numeri portati a casa da alcuni candidati che tuttavia, per ovvie ragioni legate alle regole del gioco e al numero delle postazioni, non saranno in consiglio. Risultato straordinario per Natale Federico (Patto Civico per Scanzano) con 294 preferenze, Giusy Rocco con 269, Michele Di Tursi 190 e Filomena Anna Stigliani 257 per SìAmo Scanzano, Nicola Iannuzziello 210,  Tonia Casulli 197, Antonio Boffilo 189 per Scanzano Rinasce, solo per citarne alcuni.

 

(Ultima modifica ore 18.09 del 16 Maggio 2023)

 

Elezioni Scanzano Jonico. Cariello: “premiato il coraggio”. I nomi del consiglio comunale

Elezioni Scanzano Jonico. Cariello: “premiato il coraggio”. I nomi del consiglio comunale

in Politica

Elezioni Scanzano Jonico. Cariello: premiato il coraggio.

Il primo tappo e il conseguente brindisi è saltato dopo le 19.00, prima spazio alle dichiarazioni prudenti rilasciate ai giornalisti. Il trend era chiaro ma ancora non ci si poteva sbilanciare. Poi il distacco con gli avversari si è consolidato fino a diventare macroscopicamente una certezza. Pasquale Cariello (Lega), classe 1991, ha vinto le elezioni con la lista Scanzano Rinasce.
Le prossime tappe formali sono la proclamazione in programma già nella serata odierna e il giuramento e poi i giorni successivi quando dovrà porre in essere gli adempimenti necessari per lasciare il Consiglio regionale.
Le minoranze, rappresentate dagli avversari, Felicetta Salerno e Fabio Massimo Sgarrino, hanno rivolto gli auguri al sindaco in pectore (nel momento in cui scriviamo, ndr)  e annunciato di voler lavorare per il bene della città e quando possibile essere collaborativi.

2093 voti Pasquale Cariello (51.44%), 1018 voti Felicetta Salerno (25.02%), 958 voti per Fabio Massimo Sgarrino (23.54%). Otto seggi alla maggioranza e due alle minoranze. I (possibili) consiglieri di maggioranza: Francesco Puppio, Ugo Valicenti. Maria Ponzio, Giusy Altieri, Enza Natale, Stefania Zuccarella, Alberto Marzano, Donato D’Amico. Questi i nomi dei consiglieri comunali che, mentre sono in corso gli ultimi conteggi, dovrebbero comporre l’assise. Maria Dattoli (Patto Civico per Scanzano) e Claudio Scarnato (SìAmoScanzano).

Le prime parole di Cariello quando l’andamento dello spoglio era ormai chiaramente a favore della sua Scanzano Rinasce:

“Il lavoro mi sta premiando e sta premiando l’intera squadra di candidati”, le prime dichiarazioni di Pasquale Cariello quando lo spoglio era in corso ma il trend era ormai chiaro.

Che notte sarà quella che separa Pasquale Cariello dalla proclamazione?

“Una notte tranquilla. Il riultato raggiunto porterà al decollo della città”.

Ricorderai che all’inizio del periodo elettorale sembrava essersi fatta concreta la possibilità che i tuoi avversari sarebbero andati insieme. Quando hai appreso che si sarebbero divisi in due liste – come poi è accanduto – hai tirato un sospiro di sollievo?

“Quando si lavora nell’interesse della città non bisogna avere paura di nulla e di nessuno. Io non avuto paura di nulla e di nessuno. Mi sono rimesso al giudizio di questa città e per l’ennesima volta questa città ha creduto in me e nella mia squadra”.

La prima cosa che farai non appena sarai nella casa comunale?

“Aprire le porte alla città. La porta che in questi anni è stata chiusa. Incontrerò tutti i dipendenti comunali per riorganizzare la macchina amministrativa e mettersi a lavoro, lavoro, lavoro. Lavoro e presenza porteranno risultati importanti per la nostra comunità”.

Gli avversari di Pasquale Cariello, Felicetta Salerno (SìAmo Scanzano) e Fabio Massimo Sgarrino (Patto Civico per Scanzano) hanno commentato l’esperienza vissuta.

“Io e la mia squadra non abbiamo nulla da rimproverarci”, ha esordito così Felicetta Salerno. Che ha aggiunto: “Come abbiamo promesso sin dall’inizio metteremo il massimo impegno per la città. Il nostro obiettivo è la crescita di Scanzano. Saremo accanto a chi farà crescere Scanzano.

Fabio Massimo Sgarrino: “Le mie congratulazioni a chi ha vinto. La nostra sarà una minoranza intelligente. Lavoreremo insieme per Scanzano. Attendiamo i risultati finali anche per capire quale sarà la disposizione sul podio. Saremo un’attenta minoranza, osserveremo la maggioranza e quando possibile collaboreremo”.

 

 

Dati: Fonte Ministero dell’Interno

 

Segui ilMet su Instagram

Elezioni comunali in Basilicata: dati affluenza

in Politica

I dati dell’affluenza alle elezioni comunali 2023 in Basilicata in costante aggiornamento. In Basilicata affluenza al 57.78. A Scanzano Jonico al 69,67%. Dato nazionale: 59.35%.

 

Ore 15.23 del 15 Maggio 2023. Affluenza nella provincia di Matera al 62.2%. Scanzano Jonico 69,67%. Elettori 5964, votanti 4155. In Basilicata l’affluenza è stata del 57.78%.

Ore 23.07 del 14 Maggio. Affluenza al 50,47% nella provincia di Matera secondo il dato diffuso alle 23.08 del 14 Maggio 2023.
A Scanzano Jonico l’affluenza era al 56.46%, la percentuale più alta di tutti i comuni al voto per le comunali 2023 in Basilicata.

Ore 19.14 del 14 Maggio. Affluenza in Basilicata al 34,57% dagli ultimi dati ufficiali aggiornati alle 19.44 del 14 Maggio. Dato leggermente più basso rispetto alla media nazionale che è al 37.22%.  In Abruzzo il dato più alto con il 41.12%. In Basilicata quello più basso. In Basilicata è a Scanzano Jonico il comune in cui è maggiore l’affluenza, secondo i dati diffusi dal Minsitero dell’Interno alle 19.14 del 14 Maggio 2023, la percentuale era del 41,26%.

 

 

% AFFLUENZA NELLE REGIONI ITALIANE (aggiornamento delle 15.44 del 15 Maggio 2023)

Abruzzo: 63.77%

Basilicata: 58.35%

Calabria: 56.39%

Campania: 64.58

Emilia Romagna: 56.53%

Lazio: 59.92%

Liguria: 56.09%

Lombardia: 53.86%

Marche 57.01%

Molise: 60.51%

Piemonte: 55.76%

Puglia: 64.15%

Toscana: 58.15%

Umbria: 58,66%

Veneto: 54.55%

 

 

Segui ilMet su Instagram

 

Articolo in aggiornamento

[Ultima modifica ore 15.49 del 15 Maggio 2023]

Foto: da interno.gov

Casellati da Scanzano Jonico: chi non vota non è un buon italiano ha ragione Berlusconi

in Politica

Casellati da Scanzano Jonico: chi non vota non è un buon italiano, ha ragione Berlusconi. La visita elettorale della ministra per le Riforme Istituzionali: “Riforma costituzionale per dare stabilità al Paese”

“Chi non vota non è un buon Italiano”, la dichiarazione appartiene a Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia, ed è di qualche ora fa. Si riferisce alle ormai vicine elezioni comunali e il messaggio è contenuto in un video fatto dall’ospedale San Raffaele in cui è ricoverato a Milano. Interrogata sullo stato di salute di Berlusconi,  la ministra: “Sta bene, si sta riprendendo e spero che presto torni anche in pubblico a farsi vedere. Lavora ed è sempre presente. Segue con passione queste amministrative”.

Alla ministra Maria Elisabetta Alberti Casellati in visita elettorale a Scanzano Jonico è stato chiesto di commentare la dichiarazione. “Berlusconi ha ragione. Non votare equivale a voltare la testa dall’altra parte e se poi le cose non vanno come vorremmo non possiamo lamentarci. Andate a votare. Andare a votare è un diritto-dovere. La cosa peggiore è l’indifferenza.

Ognuno di noi deve dare il proprio pezzetto nella costruzione di un progetto e in questo caso si fa attraverso il voto”,

ha ribadito la ministra delle Riforme istituzionali.

E sulle riforme che in questi giorni rappresentano l’attualità politica e governativa, Casellati ha aggiunto: “Dare stabilità è l’obiettivo delle Riforme Costituzionali che andremo a intraprendere con tutto il Governo. Abbiamo incontrato Giorgia Meloni, Antonio Tajani e Matteo Salvini e anche le minoranze c’è la possibilità di trovare un punto di caduta. Dare stabilità al Governo non è un’esigenza del centrodestra ma è un’esigenza del Paese perché in 75 anni di vita repubblicana abbiamo avuto 68 governi della durata di 14 mesi”.

E, ancora: “Questo significa che per i cittadini non c’è spazio per programmare il futuro, non abbiamo credibilità a livello nazionale e internazionale. Abbiamo bisogno di avere stabilità che porterà ad avere un rapporto virtuoso con le regioni perché una regione non può rapportarsi con lo Stato se i governi e le regole cambiano in continuazione. Quindi non è un’esigenza ma è una scelta obbligata quella delle riforme”.

Sull’assessorato regionale all’agricoltura in Basilicata attualmente vacante e che sarà proprio espressione di Forza Italia, partito di appartenenza della ministra, ha precisato: “Avrete il nome dopo l’approvazione del bilancio regionale”.

La visita di Maria Elisabetta Alberti Casellati rientra fra gli appuntamenti elettorali, è stata ospitata nel comitato di Pasquale Cariello (Lega), aspirante sindaco di Scanzano con Scanzano Rinasce, lista contrapposta a SìAmo Scanzano, guidata da Felicetta Salerno e Patto Civico per Scanzano con a capo Fabio Massimo Sgarrino.

Con la ministra Casellati il governatore della Basilicata Vito Bardi.

(Nella foto da’apertura l’arrivo della Ministra Casellati a Scanzano Jonico.

Nella foto interna, una miniatura del video di Berlusconi da Ansa.it)

Torna su