Autore

Gianluca Pizzolla - page 2

Gianluca Pizzolla ha pubblicato 17 articoli

Avatar

Guardia di Finanza, concorso per il reclutamento di 10 aspiranti tenenti

in Economia

Sulla Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – n. 96, del 4 dicembre 2018 è stato pubblicato il concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 10 tenenti in servizio permanente effettivo del “ruolo tecnico-logisticoamministrativo”, per l’anno 2018. Possono partecipare al concorso i cittadini italiani che, alla data del 1° gennaio 2018, non abbiano superato il giorno di compimento del trentacinquesimo anno di età (siano quindi nati in data non antecedente al 1°
gennaio 1983) e siano in possesso di una laurea specialistica o di una laurea magistrale o titolo equipollente, richiesto per la specialità per la quale
concorrono. La presentazione delle domande dovrà avvenire entro le ore 12.00 del 4
gennaio 2019. La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo “concorsi.gdf.gov.it” – dove è possibile acquisire ulteriori e
più complete informazioni di dettaglio – seguendo le istruzioni del sistema automatizzato. I concorrenti, che devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (P.E.C.), dopo essersi registrati al portale, potranno
accedere, tramite la propria area riservata, al format di compilazione della domanda di partecipazione.

T3 Innovation segna il traguardo di 300 imprese

in Economia

T3 Innovation, il progetto della Regione Basilicata – Dipartimento Politiche di Sviluppo, raggiunge 300 aziende con servizi di innovazione, nell’ottica della promozione e dell’attuazione delle politiche di sviluppo previste dalla S3 della Regione Basilicata.

 

T3 Innovation è la struttura di trasferimento tecnologico della Regione Basilicata – Dipartimento Politiche di Sviluppo, nata per la piena attuazione della “Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente” (S3), con lo scopo di favorire la crescita del livello di competitività del sistema produttivo e del sistema della conoscenza regionale nelle cinque aree di specializzazione: Aerospazio, Automotive, Bio-Economia, Energia, Industria Culturale e Creativa.

In questo anno e mezzo di attività l’impegno di T3 è stato quello di educare e coinvolgere la comunità in un processo attivo di evoluzione tecnologica, sociale e culturale, attraverso l’erogazione di servizi di consulenza strategica e specialistica in materia di trasferimento tecnologico, per il potenziamento di tutto l’ecosistema lucano dell’innovazione.

Ad oggi sono state incontrate 300 aziende appartenenti ai più svariati ambiti imprenditoriali: l’innovazione ha preso forma in tutte le sue svariate forme, essendo un fenomeno olistico e trasversale, da quello formativo, a quello metodologico e strumentale, portando con sé innumerevoli vantaggi e opportunità di business per le imprese.

“Incontrare 300 aziende” spiega l’Assessore Cifarelli “significa conoscere altrettanti imprenditori, avere impatto diretto su circa 1.500 famiglie, quasi 6.000 persone che potranno beneficiare – in modo più o meno diretto – delle opportunità generate da tale approccio strategico all’innovazione”.

“Immergersi nella loro realtà”, fa eco Pierluigi Argoneto, coordinatore del progetto T3 Innovation “e stimolare gli imprenditori ad ampliare la loro visione aziendale, per aprirsi a scenari futuri tecnologici, può sicuramente essere d’esempio e da stimolo per un’azione di sistema in grado di avere ripercussioni significative sull’economia territoriale”.

Dalle 300 imprese visitate sono scaturiti decine di progetti imprenditoriali e consulenze strategiche customizzate che consentiranno agli imprenditori di rendere operative le scelte condivise con gli Innovation Advisor di T3.

Qui è possibile visionare il video ufficiale del risultato raggiunto.

A questo link, invece, è possibile accedere a tutti i servizi erogati da T3 per le imprese, per quanti ancora non avessero avuto l’opportunità di farlo.

Auto sostitutiva: tutto quello che devi sapere

in Senza categoria

A volte un auto sostitutiva è una vera e propria manna dal cielo. Diciamoci la verità, ogni volta che la nostra macchina presenta un problema o un guasto non possiamo fare a meno di pensare al tempo che rischiamo di perdere. Le riparazioni possono richiedere giorni, se non addirittura settimane, e non serve certo questo articolo a ricordare quanto un automobile sia fondamentale per la vita, professionale e non, di milioni di persone.

Usiamo la macchina per andare a lavoro, usiamo la macchina per portare i nostri figli a scuola, usiamo la macchina per staccare la spina e regalarci qualche ora di break durante il week end. Ecco spiegato perché oggi ci soffermeremo su un servizio capace di ovviare ai problemi di cui sopra e di restituirvi il tempo perduto ancora prima che la vostra vettura venga effettivamente riparata. Come probabilmente avrete già intuito, stiamo per parlare di auto sostitutiva: tutto quello che devi sapere su una possibilità capace di risolverti un mare di piccoli grandi problemi e ritardi.

Perché anche rinunciare per solo 1 o 2 giorni alla propria auto, per molti di noi, diventa un vero e proprio incubo. Grazie all’auto sostitutiva possiamo dormire sonni tranquilli e continuare a vivere la nostra vita come se niente fosse. Cerchiamo, quindi, di capirci qualcosa di più e scoprire come funziona, quanto costa e dove trovare officine che offrono questo tipo di servizio.

CHE COSA È UN’ AUTO SOSTITUTIVA?

Come suggerito dal nome stesso, un auto sostitutiva è semplicemente una vettura che viene messa a disposizione dal nostro meccanico e di cui potremo usufruire durante il tempo necessario alle riparazioni. Stiamo parlando di un servizio storicamente legato alle aziende automobilistiche, ma che, col passare degli anni, si sta diffondendo anche presso officine abituate a lavorare con i marchi più disparati. Detto ciò non tutte le carrozzerie offrono questo particolare tipo di servizio ed è quindi necessario informarsi in anticipo, prediligendo network di professionisti che mettano a disposizione una vettura sostitutiva.

QUANTO COSTA UN’AUTO SOSTITUTIVA?

L’auto sostitutiva, anche nota come auto di cortesia, viene in effetti affittata dal cliente ad un prezzo concordato col meccanico o con il carrozziere di riferimento. Un prezzo che viene stabilità in base all’utilizzo che ne facciamo e chiaramente in base al modello che scegliamo. Un’ulteriore aspetto da chiarire è quello delle responsabilità in caso di incidente a bordo di una vettura sostitutiva: chiaramente ogni caso fa storia a sé, ma in linea di principio è bene sapere che ogni tipo di danno è da considerarsi a carico di chi si trova alla guida e non dei legittimi proprietari del mezzo. Nonostante ciò tutte le automobili di cortesia devono essere assicurate per legge, esattamente come succede alle macchine “normali”. La differenza sta nel fatto che spesso e volentieri i contratti legati a questo tipo di mezzi prevedono clausole speciali, che per altro spesso e volentieri tutelano il cliente: ad esempio molte assicurazioni offrono la possibilità di non vedere aumentata la propria classe di merito in caso di sinistri o ci permettono di ricorrere al soccorso stradale gratuito con tanto di ritiro dell’auto incluso.

UN MODO SEMPLICE PER OTTENERE UN’AUTO SOSTITUTIVA

Se la sola idea di dovervi mettere a cercare tra decine e decine di meccanici vi fa venire la pelle d’oca, non vi dovete preoccupare. Esistono diversi operatori infatti che hanno anticipato il vostro problema e che vi presenteranno rapidamente una ampia scelta di professionisti che mettano a disposizione un’auto sostitutiva. Ad esempio con Arval for Me è possibile scegliere l’auto sostitutiva tra diversi modelli direttamente all’interno di un centro di assistenza senza rischio di errore: saranno infatti gli esperti a consigliarti il mezzo più adatto alle tue esigenze, in base alle disponibilità del momento. Al momento della scelta potrete inoltre concordare il tempo durante il quale intendete usufruire di una auto sostitutiva, in modo da evitare perdite di tempo e non dovere organizzare complicati spostamenti con altri mezzi di trasporto.

“Meno è di più” [e meglio]

in Editoriale

Prendiamo in prestito la locuzione che dà il titolo a questo intervento dal mondo del design. IlMetapontino.it si è dato una “forma” nuova che ci auguriamo abbia più appeal visivo e soprattutto risulti di più facile consultazione.

Quanto alla “sostanza”, si rafforzerà l’idea che da almeno due anni sta orientando il lavoro di cronisti, amanti della scrittura e sviluppatori del Met,  e cioè: meno quantità e più qualità.

Dunque, sempre minor spazio per i contenuti preconfezionati dagli uffici stampa, in particolare di derivazione politica. La cronaca politica troverà il giusto spazio che sarà interpretato in funzione del ruolo sacrosanto del cronista ben riassunto nell’articolo 1 del Testo Unico dei giornalisti (http://www.odg.it/testo-unico-dei-doveri-del-giornalista/24288). L’avvento dei social network ha offerto a vastissime “legioni” di persone la possibilità di esprimersi. Sui social la condivisione dei post viaggia a ritmi incredibili. Impossibile o comunque tardiva la possibilità di controllo dei contenuti, quindi della loro autenticità. Ma è vero: il social network non è un giornale e chi scrive nel social network, in moltissimi casi,  non è un giornalista che deve ricercare e difendere la verità. Per i giornalisti invece il rispetto di essa è l’essenza del mestiere. Quella verità che si ha il dovere di far prevalere anche in ambienti notoriamente ostili alla sua diffusione per la tenace e apparentemente implacabile presenza, in particolare su Facebook,  di chi alla verità non è affatto affezionato.

Ed è anche per questo motivo che gli addetti ai lavori, e rispettive testate e redazioni, devono starci in quei “postacci” sempre più infrequentabili e offrire il proprio contributo affinché la verità trovi gli spazi che merita ovunque.

A tal proposito annunciamo che oltre ai profili social già attivi su Twitter, Facebook e Youtube, inaugureremo presto anche quello su Instagram. E un gruppo sarà attivo su Telegram.

Infine, i vecchi articoli saranno raggiungibili dalla sezione “archivio”.

Buona lettura,

#StayMet

Il nuovo sito web de Ilmetapontino.it progettato e realizzato da Officine Creative

in Senza categoria

Una nuova veste grafica ispirata al concetto espresso nella locuzione “Less is More” e ben reinterpretata nel lavoro svolto dai creativi di Officine Creative che hanno sviluppato il portale che ospita il periodico ilmetapontino.it.

Officine Creative si occupa di sviluppare siti web e App per le aziende, foto e video utili per la pubblicità, progettazione di loghi  e impaginazione del materiale cartaceo: cataloghi, foto-libri aziendali, brochure.

Fra le altre attività offerte da Officine Creative: gestione social dei profili aziendali presenti sui principali social network (Facebook, Instagram, YouTube); organizzazione di eventi aziendali come meeting, convegni, roadshow e partecipazione alle fiere di settore.

Officine Creative su Facebook

A Matera “il Signor Distruggere” – 14 Dicembre

in Appuntamenti

Cinico, perverso, sarcastico, ironico. Vive le sue giornate esponendo la realtà oggettiva e distruggendo i sogni altrui e questo lo rende amato e odiato allo stesso tempo. Uno dei personaggi più controversi del web, seguito da più di un milione di Followers: Il Signor Distruggere alias Vincenzo Maisto.
Venerdì, 14 Dicembre presso “Burro Salato”, in via Rocco Scotellaro, 7 a Matera, nell’ambito della rassegna culturale “Territori”, Il Signor Distruggere presenterà il suo ultimo libro “Le pancine d’amore – Viaggio tragicomico nell’estremismo materno da social network” edito da Rizzoli.
L’evento si terrà alle ore 18:00.
Modereranno l’incontro: Isabella D’alessandro e Gianpaolo Colucci.

Scanzano avrà il presidio dei Carabinieri, ad “asseverarlo” il Ministro Salvini in diretta telefonica

in Politica

Non c’è un crono programma, la data indicativa fornita dal sindaco sarebbe fine 2019. I ogni caso stando ai tweet, ai post e alla telefonata del Ministro Salvini, per la stazione dei Carabinieri è tutto pronto. Ripoli: “1,5 milioni di euro la somma stanziata in parte dalla Regione, in parte dal Governo”. Sulla presenza dei militanti della Lega alla conferenza, Pecchia (Pd): “Un teatrino” .  Fuori programma: il sindaco denuncia la presenza sul Web di un video “che non rappresenta la comunità scanzanese” Continua a leggere

Torna su