Giovedì, 07 Luglio 2022

Redazione

Redazione

Brutta sconfitta ma indolore per l'Avis Borussia Policoro nell'ultima giornata della stagione regolare di serie A2. Nel Pala Wojtyla di Martina Franca gli uomini di Angelo Bommino si sono dovuti arrendere alla Block Stem Cisternino con il punteggio di 3-1.

Nell'ambito dell'inchiesta sul petrolio in Basilicata, i pm di Potenza ascolteranno il Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, e il Ministro dimissionario dello Sviluppo economico, Federica Guidi. Secondo quanto si è appreso nel capoluogo lucano, i magistrati si recheranno a Roma per ascoltare Boschi e Guidi.

Stampa, indagato capo Stato maggiore Marina - Secondo quanto riportano oggi i quotidiani La Repubblica (nella sua edizione cartacea) e il Corriere della Sera (sul suo sito web), anche il capo di Stato maggiore della Marina, l'ammiraglio Giuseppe De Giorgi, è indagato per traffico illecito di rifiuti nell'inchiesta di Potenza che ha già fatto dimettere l'ex ministro dello Sviluppo Federica Guidi. (Ansa)

 

 

 

 

Le Unioni Regionali dei Giovani Democratici di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Molise e Puglia invitano alla partecipazione al Referendum sulle Trivelle del 17 Aprile, come peraltro approvato all'unanimità nel corso dell'Assemblea nazionale dell'organizzazione. Un referendum importante chiesto da molti Consigli regionali (molti dei quali a guida PD), stimolati anche dai tanti comitati presenti sul territorio nazionale.

La firma dell'emendamento da parte del ministro Boschi "è un atto dovuto". Lo afferma il presidente del Consiglio Matteo Renzi da Washington rispondendo ad una domanda sull'emendamento inserito nella legge di stabilità e oggetto dell'inchiesta che ha portato alle dimissioni del ministro Federica Guidi. L'Italia, ha aggiunto il premier, non è più quella di una volta: "Se prima per telefonate inopportune non ci si dimetteva, ora ci si dimette". Il progetto Tempa Rossa, ha sottolineato il premier, "dà posti di lavoro, è una cosa sacrosanta da fare, aver consentito a delle persone di venire in Italia e fare degli investimenti è una cosa sacrosanta, io lavoro perché si creino posti di lavoro". Un progetto, ha rilevato ancora, che "io stesso avevo annunciato mesi prima".

Tra lunedì e martedì prossimo cominceranno a Potenza gli interrogatori di garanzia delle persone coinvolte nell'inchiesta sulla gestione delle risorse petrolifere in Basilicata, che ieri ha portato a sei ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari, due divieti di dimora e la sospensione delle attività per sei mesi per due imprenditori.

Anche il sottosegretario alla Salute Vito De Filippo compare nelle intercettazioni dell'inchiesta della Procura di Potenza sullo smaltimento di rifiuti. De Filippo parla al telefono con uno degli indagati, l'imprenditore Pasquale Criscuolo: "ti devo chiedere una informazione molto semplice - dice il sottosegretario a Criscuolo - la mia assistente dovrebbe passare a chiederti una informazione per mio conto".

"Caro Matteo sono assolutamente certa della mia buona fede e della correttezza del mio operato. Credo tuttavia necessario, per una questione di opportunità politica, rassegnare le mie dimissioni da incarico di ministro. Sono stati due anni di splendido lavoro insieme. Continuerò come cittadina e come imprenditrice a lavorare per il bene del nostro meraviglioso Paese". E' quanto scrive Federica Guidi nella lettera inviata al presidente del Consiglio Matteo Renzi con la quale si dimette dal governo.

Federica Guidi ha deciso di lasciare l'incarico perché travolta da un'intercettazione in cui - parlando con il suo compagno Gianluca Gemelli - gli garantiva il via libera a un emendamento alla legge di Stabilità che andava incontro ai suoi interessi imprenditoriali.

Tutto parte da un'inchiesta della procura di Potenza sulla gestione dei rifiuti nel centro oli Eni di Viggiano.

 

 

La ministra Federica Guidi si è dimessa.

"E poi dovremmo riuscire a mettere dentro al Senato, se è d'accordo anche 'Mariaelena', quell'emendamento che mi hanno fatto uscire quella notte, alle quattro di notte": così la ministra dello Sviluppo economico Federica Guidi disse al telefono al compagno, Gianluca Gemelli, a proposito dell'emendamento che il governo stava per inserire nella Legge di Stabilità relativo ai lavori per il centro oli della Total in contrada 'Tempa rossa', a Corleto Perticara (Potenza), nei quali Gemelli stesso aveva interesse essendo alla guida di due società del settore petrolifero. L'intercettazione è agli atti dell'inchiesta della magistratura di Potenza sullo smaltimento dei rifiuti legati alle estrazioni petrolifere.

Cinque funzionari e dipendenti del centro oli di Viggiano dell'Eni - dove viene trattato il petrolio estratto in Val d'Agri - sono stati posti agli arresti domiciliari dai Carabinieri per la tutela dell'ambiente perché ritenuti responsabili, a vario titolo, di "attività organizzate per il traffico e lo smaltimento illecito di rifiuti".

La Basilicata con il 40 per cento di pmi che usano almeno un social media, superiore alla media nazionale, si afferma come regione avanzata nell'impiego delle tecnologie ICT. Lo sottolinea una nota di Confartigianato a firma del presidente Antonio Miele. Pur in un contesto rappresentato dal persistere di una ampia quota di mercato consumer che non utilizza ancora la Rete le piccole imprese utilizzano in modo crescente gli strumenti di relazione rappresentati dai social media, le piattaforme di comunicazione basate su tecnologie Internet per connettersi, creare e scambiare contenuti online con clienti, fornitori, partner, o all’interno dell’impresa stessa.