Giovedì, 08 Dicembre 2022

“E' bastata un po' di pioggia e il nuovo svincolo di Nova Siri marina sulla statale ionica di recente costruito dall'Anas , si e' allagato con rischi gravi per la sicurezza del traffico. Non e' la prima volta, sono due anni che si ripetono episodi di questo genere senza che Anas assuma gli accorgimenti del caso su un 'opera che ha appena collaudato”. Lo ha dichiarato l’on.Cosimo Latronico (Cor). “La condotta dell'Anas e' inescusabile e si aggiunge ad un modo di procedere che va censurato senza esitazioni. Le opere non sono state eseguite con correttezza ed adeguatezza, e per di più il progetto della variante di Nova Siri, non e' stato realizzato nel rispetto delle prescrizioni apposte al progetto originario dal Comune e dal Cipe. Nonostante gli impegni manifestati dall’Anas, che si impegnava a realizzare tutto quanto previsto nei progetti originari, ad oggi non si vede nulla e l'esercizio delle nuova infrastruttura determina nuovi pericoli e disagi. Tornerò a sollecitare i vertici della società perché sia fatta chiarezza sulla qualità delle opere eseguite, sulla coerenza degli interventi rispetto ai progetti approvati, e sulle opere da completare per rendere sicure e funzionali l'arteria e gli accessi all'abitato di Nova Siri marina, sia impegnando le risorse economiche rivenienti dal ribasso del progetto che quelle compensative. Le opere pubbliche devono migliorare lo stato dei luoghi, sarebbe una iattura anche per la reputazione dell'Anas se avvenisse il contrario”.

 

 

 

 

Published in INTERVENTI

Ormai, la Basentana, si guada. Cronaca di un giorno di pioggia, di un giorno ordinario per chi, come secondo mestiere, fa il pendolare.

Published in INTERVENTI

L’Ufficio Protezione Civile Regionale rende noto che ha emesso l’aggiornamento dell’avviso di criticità idrogeologica e idraulica per il territorio della Basilicata per evento in atto: in particolare, a partire dalle ore 19 del 17-3-2016, per il versante Jonico (Basi B e C - bacini fiumi Agri, Sinni, Cavone, Basento e Bradano) e per quello appenninico è prevista la massima allerta (livello di allerta ROSSO), anche se i fenomeni interessano significativamente l’intero territorio regionale (livello di allerta ARANCIONE su BASI-A).

Nel comunicare che il messaggio di allerta è già stato inviato a tutti gli Enti interessati per mezzo degli usuali mezzi di comunicazione, si fa presente che l’Ufficio Protezione Civile ha preallertato il Sistema regionale di Volontariato di Protezione Civile ed ha disposto l’apertura della Sala Operativa Regionale e del Centro Funzionale in H24 fino al termine dell’allerta. Si invitano gli Enti preposti, ed in particolare i Comuni, ad adottare i provvedimenti di propria competenza allo scopo di garantire la pubblica e privata incolumità, in osservanza di quanto previsto nei propri Piani di Protezione Civile.

L’Ufficio regionale della Protezione civile rende inoltre noto che continuerà ad inviare aggiornamenti costanti su ulteriori superamenti delle soglie di allerta dei livelli idrometrici e pluviometrici registrati dalla rete idro-pluviometrica regionale.

La situale al momento è la seguente:

Precipitazioni:

Forti precipitazioni hanno interessato e stanno interessando la zona jonica ed appenninica. Le precipitazioni più intense sono state registrate nei bacini dei fiumi Sinni ed Agri con punte nelle stazioni di Valsinni (125 mm di pioggia caduta nelle 24 ore), Tursi (90 mm di pioggia caduta nelle 24 ore), Sinni statale 106 (90 mm di pioggia caduta nelle 24 ore).  In molte altre stazioni della rete pluviometrica regionale sono stati registrate precipitazioni con valori di cumulata nelle 24 ore che hanno superato i 60 mm.

Livelli idrometrici

Relativamente ai livelli idrometrici dei principali fiumi della regione si segnalano al momento superamenti dei valori di soglia su diverse stazioni di misura dei Fiumi Agri, Sinni, Cavone e Basento.

La tendenza attuale è confermata in aumento con possibili ulteriori esondazioni.

Previsioni per le prossime 24 ore

La perturbazione continua ad interessare la nostra regione con precipitazioni abbondanti alternate con temporanee attenuazioni dei fenomeni che si prevedono a partire dalle prime ore di domani.

 

 

Foto facebook

 

 

 

 

 

Published in CRONACA