Giovedì, 07 Luglio 2022

CRONACA

CRONACA (4125)

Latest News

Società sportiva sotto la lente della Guardia di Finanza: non avrebbe dichiarato 900mila euro di ricavi

Mercoledì, 17 Ottobre 2018 17:24 Written by

"Ingente evasione perpetrata all’Erario attraverso l’occultamento dei ricavi per oltre 900 mila euro ,dall’ennesimo “evasore totale”scoperto dalle Fiamme Gialle materane", si legge nel comunicato stampa diffuso dalla Guardia di Finanza in queste ore.  "L’impresa verificata, operante nel settore delle attività sportive, è stata individuata dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Matera grazie ad un’accurata attività di intelligence basata, soprattutto, sull’analisi delle risultanze acquisite attraverso le banche dati e le applicazioni informatiche in uso al Corpo, che ha consentito di cogliere inconfutabili elementi di rischio di evasione fiscale".

E, ancora: "Grazie ai conseguenti approfondimenti investigativi, si è scopertoche la società in questione non ha presentato per diverse annualità le prescritte dichiarazioni dei redditieI.V.A..
Nel corso delle attività di verificai militari sono riusciti a ricostruire in modo puntuale le poste di bilancio, positive e negative,rilevando un volume d’affari ben più “rilevante” di quello desumibile dalle fatture emesse e transitate in contabilità.
Oltre all’imposta sul reddito evasa, stimata nell’ordine di circa 120.000 euro, è stata segnalata un’imposta sul valore aggiunto per oltre 135.000 euro. Gli atti della verifica sono stati inviati all’Agenzia delle Entrate per procedere al conseguente accertamento ed al recupero dei cospicui crediti vantati dall’Erario".

Capodanno Rai: i sindaci del Metapontino non ci stanno. "Venosa, scelta penalizzante per il territorio"

Mercoledì, 17 Ottobre 2018 17:15 Written by

La scelta della Regione Basilicata di proporre alla produzione RAI la città di Venosa come centro ospitante il programma “L’Anno che Verrà 2019” penalizza fortemente il Metapontino e le sue incredibili potenzialità turistiche.
La Regione Basilicata conferma la sua forte miopia verso un territorio a forte vocazione turistica come il Metapontino che, per la sua posizione strategica e la sua vicinanza alle principali vie di comunicazione, sarebbe stato il luogo adatto dove poter ospitare una trasmissione di portata nazionale e che avrebbe consentito ai Comuni jonici di poter sfruttare l’occasione per far conoscere il loro splendido territorio e incrementare l’interesse verso un’are che, grazie al lavoro delle Amministrazioni Comunali e degli imprenditori turistici, si sta affermando sempre più nel panorama turistico nazionale ed internazionale.


La presenza di ampi spazi pubblici in ciascun Comune, le migliaia di posti letto già disponibili, le peculiarità ambientali, archeologiche e culturali della Costa Metapontina, la necessità di promozione del territorio anche ai fini della destagionalizzazione, rappresentano ulteriori ingredienti di cui la Regione Basilicata avrebbe dovuto tener conto nel momento in cui ha effettuato la scelta della location, ma evidentemente hanno prevalso altre logiche e criteri che non tengono assolutamente conto della strategicità del Metapontino per la Regione Basilicata e della sua vicinanza con Matera, proprio nell’anno della sua consacrazione a Capitale Europea della Cultura.


La valorizzazione del Metapontino, dunque, non rientra tra le priorità della Giunta Regionale, nonostante sia la zona lucana dove si concentra il maggior numero di posti letto ed il maggior numero di presenze turistiche e ciò appare davvero stridere con la stessa finalità di promozione turistica che sin dal primo anno ha avuto la presenza del Capodanno Rai. La zona turistica per eccellenza non viene tenuta in alcuna considerazione. Assurdo!!!
Alla luce dei sopra elencati vantaggi che si avrebbero scegliendo il Metapontino come location del programma televisivo Rai, chiediamo alla Regione Basilicata e alla RAI, “melius re perpensa”, di rivedere la loro scelta e di sfruttare le potenzialità del nostro territorio per un’eccellente riuscita della trasmissione.

I Sindaci dei Comuni di Scanzano Jonico, Pisticci, Bernalda,
Nova Siri, Policoro e Rotondella.

Bernalda, nasce il Comitato Centro Storico

Lunedì, 15 Ottobre 2018 09:26 Written by

Si è costituito a Bernalda(MT) un comitato spontaneo costituito da liberi cittadini con lo scopo della rivalutazione, la salvaguardia e tutela del centro storico. La denominazione del comitato è semplicemente “Comitato del centro storico”. Il comitato, che ha riunito la volontà di diversi residenti del quartiere, intende essere interlocutore privilegiato dell’amministrazione comunale. Presidente del comitato è stato nominato Michele Montanaro che sarà affiancato dal Vice Annio Luigi Divona e dal giovane segretario Antonio Perrone. “Intendiamo subito chiarire che il sodalizio non nasce in contrapposizione a nessuno, bensì intende diventare un sostegno importante per gli stessi amministratori locali, in termini di conoscenze e di proposte operative con l’unico scopo di favorire la cittadina, mettendo in campo le rispettive competenze” dichiara il Presidente, Michele Montanaro. “Segnaliamo l’assoluta apartiticità degli intenti e degli aderenti al comitato” sostiene il Vice, Annio Divona che continua: “vogliamo migliorare il centro storico con la consapevolezza di aver deciso di viverci, come me che da Milano, ho deciso di trasferirmi proprio nel centro storico di Bernalda.” Secondo il segretario, Antonio Perrone, “ la questione è ben più ampia della semplice identità che ci unisce perche il rilancio del centro storico significherebbe lanciare un volano con immenso patrimonio turistico, artistico e culturale che durerebbe 12 mesi all’anno e che rilancerebbe l’intero territorio, non solo il centro storico stesso.” Importante è la questione sicurezza, in quanto, le vie parallele a Corso Italia, registrano intasamenti del traffico che andrebbero contenuti e regolamentati, scongiurando sempre più frequenti infrazioni al codice della strada.

L'ipotesi è quella di truffa assicurativa: tre denunce. Indagini in corso

Giovedì, 11 Ottobre 2018 15:02 Written by

La Polizia di Stato nelle scorse ore ha denunciato all’Autorità Giudiziaria tre uomini, tutti napoletani di 49, 44 e 33 anni per vari reati commessi in concorso tra loro, finalizzati ad ottenere la stipulazione di un contratto di assicurazione.
La complessa attività d’indagine è stata condotta dalla Sezione Polizia Stradale di Matera che ha individuato i tre soggetti i quali producendo documenti falsi di guida, di circolazione e fiscali relativi all’autovettura di uno di essi, hanno indotto un assicuratore a stipulare una polizza assicurativa ad un costo vantaggioso.
In realtà quei documenti sono stati fittiziamente intestati a un cittadino materano, proprio per eludere il costo esoso della polizza che come si sa è minore in questa provincia rispetto a quelle stipulate nel napoletano.
Sono in corso indagini per accertare eventuali altre simili condotte delittuose.

 

Popular News

PISTICCI - Si è svolta a Pisticci una manifestazione in…
Nella riunione è emerso che dalle ultime e ulteriori analisi…

"Metapontino terra nostra" - Policoro 11 Ottobre sala consiliare, h. 18:00

Giovedì, 11 Ottobre 2018 11:35 Written by

A seguito della recente inchiesta della Dda di Potenza Libera Basilicata, in collaborazione con i presidi di Libera del metapontino e di Matera, promuove il convegno “Metapontino, terra nostra” previsto per giovedì 11 ottobre con inizio alle ore 18.00 nella sala consiliare del comune di Policoro. Vi parteciperà come ospite di eccezione il Procuratore della Dda di Potenza, Francesco Curcio.
Il dibattito pubblico vuole continuare a tenere accesi i riflettori su quanto da anni sta accadendo nel metapontino, come già messo in evidenza l’anno scorso a Scanzano, in occasione del convegno intitolato “Metapontino: terra di chi?”.
Di seguito il programma della manifestazione :

METAPONTINO, TERRA NOSTRA
MAFIE E MALAFFARE TRA PASSATO E PRESENTE
GIOVEDI' 11 OTTOBRE 2018, ORE 18.00
SALA CONSILIARE COMUNE DI POLICORO (MT)

Saluti Istituzionali

INTERVENGONO
Dott. Francesco Curcio (Procuratore Capo DDA di Potenza)
Don Marcello Cozzi (Libera)

Ogni mattina in periferia un cronista si sveglia e sa che dovrà correre. E che Dio l’aiuti.

Giovedì, 11 Ottobre 2018 00:47 Written by

La stampa locale c'è sempre perché nel bene e nel male un territorio esiste se qualcuno lo racconta

Busta con proiettile a casa di Filippo Mele, cronista della Gazzetta del Mezzogiorno

Mercoledì, 10 Ottobre 2018 14:39 Written by

Una busta con un proiettile, verosimilmente di pistola, una penna bic rossa e un foglio completamente bianco, è stata recapitata questa mattina a casa del cronista della Gazzetta del Mezzogiorno Filippo Mele, residente a Scanzano Jonico. I responsabili hanno anche danneggiato una veranda in legno. Sul grave atto intimidatorio sono in corso gli accertamenti da parte dei Carabinieri della Compagnia di Policoro, che hanno sequestrato il contenuto della busta per i rilievi utili ad avviare le indagini. 

 

 

 

Sospettato di tratta di minori e sfruttamento della prostituzione, arrestato a Policoro

Martedì, 09 Ottobre 2018 12:41 Written by

La Polizia di Stato nelle scorse ore ha arrestato un cinquantunenne rumeno, con precedenti di polizia, destinatario di un Mandato di Arresto Europeo ai fini di consegna, emesso dalle Autorità della Romania perché, secondo gli investigatori, “responsabile dei delitti di tratta e commercio di schiavi minori per avviarli alla prostituzione, istigazione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione e associazione per delinquere”.