Mercoledì, 29 Maggio 2024

Coppa Italia Calcio a 5. La LIbertas Scanzano batte il BIsceglie

Gli uomini di Bommino, alla prima di Coppa Italia, espugnano il PalaDolmen di Bisceglie sudando le proverbiali 'sette camicie'. Dartizio e compagni si trovano di fronte un compagine giovane e arcigna, ma in particolare il super-portiere Squeo, autore di una dozzina di interventi prodigiosi.

Quando non è stato l'estremo difensore biscegliese ad opporsi, ci hanno pensato i pali della porta nerazzurra a negare alla Libertas un successo più pingue. La partita, comunque, è stata godibile, malgrado le assenze da entrambe le parti: il Bisceglie ha accusato quelle di Ferreira e Di Leo infortunati, oltre a La Volpicella (squalificato); mentre i rossoneri hanno scontato i forfait di Stigliano e Paradiso.

Cronaca. Buono l'impatto sul match da parte della Libertas: gli jonici provano subito a sbloccare il match, ci prova in un paio di circostanze Bavaresco. Anche i padroni di casa si rendono pericolosi: al 4' Cagianelli impegna Taibi alla deviazione sul palo. Il Bisceglie è ficcante in contropiede e costringe il portiere rossonero alla parata in due occasioni. Al 5' i rossoneri passano in vantaggio: Bavaresco scodella in area per la puntuale girata di Ze Renato (nella foto) che fa passare la sfera sotto le gambe dell'estremo avversario. Al 9', però, Squeo si riscatta deviando in corner una staffilata di Cao Pelentir. Sale la pressione degli ospiti: al 11' Pereira è costretto a salvare sulla linea un tiro di Miri. Sugli sviluppi della medesima azione Squeo è chiamato agli straordinari da Bavaresco e Durante.

Al 6' nuovamente il numero 12 biscegliese compie un intervento prodigioso sul siluro di Durante direttamente da calcio piazzato. La reazione dei nerazzurri si materializza (al 15') nel destro su punizione di Cagianelli: la palla lambisce il palo. Negli ultimi scampoli di frazione, i locali prendono campo, ma si limitano a conclusioni dalla distanza che si spengono al lato. Il primo tempo finisce con il vantaggio risicato dei lucani. La ripresa si apre all'insegna del grande equilibrio con occasioni da rete per entrambe le squadre: al 4' il destro di Tortora sfiora il palo. Al 6' Bavaresco, tutto solo davanti a Squeo, sparacchia addosso al portiere. Ci prova anche Taibi dalla media distanza, ma l'estremo biscegliese si oppone da campione. I pugliesi tengono maggiormente in mano il pallino del gioco, mentre la Libertas, almeno a tratti, prova a sfruttare l'arma del contropiede.  Al 10' i rossoneri raggiungono il bonus dei 5 falli. Al 11' la stoccata di Pereira fa la barba al palo. Si ribalta il clichè dell'incontro: al 12' Amoruso manca di un niente il tap in vincente.

Al 15' fiammata dei lucani: prima Urbano salva sulla linea il destro di Cao Pelentir e, successivamente, Miri coglie il palo. Continua la sfortuna degli scanzanesi in lotta con i legni della porta nerazzurra: al 16' Bavaresco colpisce il palo, al 17' il diagonale di Durante si stampa all'incrocio, mentre al 18' la girata di Cospito fa la barba al palo. Negli ultimi minuti della partita, il tecnico Ventura si gioca la carta del portiere in movimento (Urbano). Gli ultimi istanti sono vibranti: da una parte il Bisceglie va vicino al pareggio, dall'altra gli jonici mancano il raddoppio. Il suono della sirena sancisce la vittoria di misura dei lucani, che si giocheranno la qualificazione alle finali di Coppa Italia in casa contro l'Elmas Cagliari nella sfida di mercoledì prossimo.

FUTSAL BISCEGLIE: Belsito, Di Benedetto, Tortora, Amoruso, Russo, Pereira, Cagiannelli, Cassanelli, Urbano, Squeo. All. Ventura

LIBERTAS SCANZANO: Taibi, Ferrara, Iannella, Miri, Rispoli, Cospito, Dartizio, Cao Pelentir, Ze Renato, Dipinto, Bavaresco, Durante. All. Bommino

Arbitri: 1^ Intoppa di Roma 2, 2^ Campi di Ciampino   cronometrista Masi di Brindisi

Marcatori: 5' p.t. Ze Renato (S)

Ammoniti: Cagianelli (B), Cao Pelentir (S), Cospito (B), Amoruso (S)

Spettatori: 60 ca.

Read 915 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 09:22
Rate this item
(0 votes)