Print this page

Irap, ecco chi può chiedere il rimborso...

La Corte Suprema di Cassazione con molteplici pronunce ha escluso l’assoggettamento all’Imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) con riferimento ai soggetti non dotati di autonoma organizzazione.


Introdotta nell’ordinamento italiano dal D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446, destando non poche perplessità sotto il profilo della legittimità costituzionale, l’IRAP è un’imposta reale il cui presupposto è l’esercizio abituale nel territorio delle Regioni di una attività autonomamente organizzata diretta alla produzione o allo scambio di beni ovvero alla prestazione di servizi.
Dunque, in assenza di esercizio di un’attività con carattere di abitualità e con autonoma organizzazione il lavoratore autonomo non può essere sottoposto a prelievo Irap.
Tra i requisiti che devono concorrere ai fini dell’integrazione del presupposto del tributo particolarmente discusso è quello dell’autonoma organizzazione.
Al riguardo, la Corte di Cassazione – sez. trib. – con la sentenza n. 4490 del 21 marzo 2012, ha statuito che tale requisito ricorre quando il contribuente: a) sia, sotto qualsiasi forma, il responsabile dell'organizzazione e non sia, quindi, inserito in strutture organizzative riferibili ad altrui responsabilità e interesse; b) impieghi beni strumentali eccedenti il minimo indispensabile per l'esercizio dell'attività in assenza di organizzazione, oppure si avvalga in modo non occasionale di lavoro altrui.
Ai fini dell’individuazione, seppure a mero titolo esemplificativo, dei diversi casi di assoggettamento o meno a IRAP, occorre operare una distinzione tra gli esercenti arti e professioni e gli imprenditori.
Con riferimento ai primi la giurisprudenza tributaria con recenti pronunce ha sostenuto che sono esenti dal pagamento dell’imposta in questione: a) i medici di base che posseggono uno studio, in quanto esso costituisce il minimo indispensabile per l'esercizio dell'attività professionale, purché in assenza di personale dipendente; b) il dottore commercialista che ricopre l’incarico di sindaco di società e si è avvalso nel suo studio, per un determinato periodo di tempo, di una segretaria e, successivamente, di una praticante; c) il consulente finanziario che svolge la propria attività, utilizzando un’autovettura e un computer e solo sporadicamente ricorra all’assistenza di terze persone, in quanto l’impiego di lavoro altrui è occasionale e i beni strumentali sono di minima importanza; d) il consulente informatico, che svolga l’attività di piccolo imprenditore o l'attività professionale in assenza di autonoma organizzazione; e) l'avvocato che si avvale costantemente della collaborazione di altri soggetti, non dipendenti, per lo svolgimento della propria attività, se l’Amministrazione Finanziaria non dimostra che tale collaborazione dà luogo ad una struttura organizzata.
Relativamente ai soggetti che svolgono attività di impresa, la Cassazione a Sezioni Unite, già nel maggio 2009, ha statuito che l’esercizio delle attività di agente di commercio  e di promotore finanziario è escluso dall’applicazione dell’imposta soltanto qualora si tratti di attività non autonomamente organizzata.
Successivamente, la Cassazione ha esteso l’inapplicabilità del contributo anche ai piccoli imprenditori, purchè sprovvisti di autonoma organizzazione. Sono piccoli imprenditori i coltivatori diretti del fondo (articoli 1647, 2139 c.c.), gli artigiani, i piccoli commercianti e coloro che esercitano un'attività professionale organizzata prevalentemente con il lavoro proprio e dei componenti della famiglia (articoli 2202, 2214, 2221 c.c.).
Alla luce di quanto sopra espresso, e' possibile chiedere il rimborso IRAP entro il termine di 48 mesi dal versamento, ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. n. 602/73.

Studio Commerciale​​                                                         Studio Legale​
Giuseppe Plati​​                                                             Avv. Gaetano Danilo Lista
Dottore Commercialista​                                                Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Read 4924 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 09:16
Rate this item
(0 votes)