Sabato, 13 Agosto 2022

Elezioni Politiche 2013: la situazione in Basilicata. Riconferme e new entry per un posto in Parlamento

Mancano tre giorni alla presentazione dei simboli e delle coalizioni dei partiti, per questo c’è grande fermento per cercare di far quadrare i conti con i candidati giusti, visto che ormai sulle alleanza c’è ben poco da dire. L’11 e 12 gennaio 2013 i partiti devono ufficializzare le varie coalizioni che attualmente sembrano essere quattro più il MoVimento a 5 Stelle di Beppe Grillo, che ha già deciso da tempo di correre da solo. Mentre le liste con le candidature vanno presentate entro il 20 e 21 gennaio, così come previsto dalla legge elettorale.

Il centro sinistra guidato da Pierluigi Bersani si presenterà alle elezioni con una coalizione di tre partiti: Pd, Sel e Centro Democratico, i candidati del Partito Socialista dovrebbero trovar posto nelle liste del Pd. Ancora incerto e indeciso il centrodestra, che non ha chiarito se il candidato premier sarà il redivivo Silvio Berlusconi, o uno tra Giulio Tremonti (quota Lega) e Angelino Alfano (Pdl); la coalizione comprenderebbe anche Fratelli d’Italia di Meloni e La Russa, i Mir (Moderati in rivoluzione) di Samorì, La Destra di Storace e Grande Sud di Miccichè. Poi c’è la coalizione centrista guidata da Mario Monti che raggruppa Udc, Fli e Scelta Civica con Monti. Infine, quello che viene comunemente definito il quarto polo, la Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia, che si presenta con un unico simbolo, ma racchiude in sé esponenti di Idv, Federazione della Sinistra, Pdci,  Verdi e società civile.

All’interno di queste coalizioni ci sono i vari partiti che in queste ore tentano di chiudere le liste, scegliendo i nomi migliori, cercando di accontentare tutti e ottenere il massimo. E se il Partito Democratico ha ufficializzato ieri i candidati di Camera (Roberto Speranza, Vincenzo Folino, Antonio Luongo, Maria Antezza, Vito De Filippo e Lucia Sileo) e Senato (Emma Fattorini, Filippo Bubbico, Salvatore Margiotta, uno dal nazionale di altri partiti, Angela Latorraca e Lorenzo Felicetta), per gli altri non c’è nulla di definito. Ed è di queste ore la notizia che il Psi presenterà una lista proprio al Senato, con dentro tutti i big di Basilicata, dal segretario regionale Livio Valvano, al consigliere regionale Rocco Vita, all'amministratore unico dell'Ater di Matera Innocenzo Loguercio. Centro Democratico, il partito fondato da Bruno Tabacci e Massimo Donadi (ex Idv), ha annunciato che i capilista saranno il consigliere regionale ex Idv Nicola Benedetto, al Senato, e l’assessore regionale Vilma Mazzocco, alla Camera. Per Sel saranno Giovanni Barozzino, operaio Fiat di Melfi e sindacalista Fiom, capolista al Senato scelto direttamente da Nichi Vendola, e il sindaco di Rionero in Vulture Antonio Placido, vincitore delle primarie, a capeggiare le liste. All’interno di Centro Democratico potrebbe trovare spazio anche un candidato espressione del territorio del Basso Sinni, ma ancora non c’è niente di ufficiale.

Come non lo è per l’ex sindaco di Policoro Nicolino Lopatriello, che non ha ancora sciolto le riserve sulla offerta di candidatura al Senato arrivata dal direttivo regionale di Grande Sud. Le prossime 48 ore potrebbero essere decisive. E’ ufficiale invece la candidatura alla Camera di Salvatore Cosma, vicesindaco di Tursi e vicepresidente del Consiglio Provinciale, ex Pdl (attuale Gruppo Misto), che lunedì pomeriggio ha firmato la candidatura per i Moderati in Rivoluzione di Gianpiero Samorì. Lista di centro destra alleata di Pdl e Lega.

Nel Pdl non dovrebbero esserci problemi per le ricandidature di Guido Viceconte e Cosimo Latronico, quasi certi di una inclusione nelle liste in posizione eleggibile.

Ma altri nomi stanno venendo fuori in queste ore. Non si sa ancora se l’ex consigliere regionale Enzo Ruggiero, già presidente e commissario liquidatore poi della Comunità Montana Basso Sinni, potrebbe essere della partita, con l’ambizione di dimostrare ancora il suo valore.

Da capire ancora l’incognita Chiurazzi, se resterà nel PD come ha dichiarato o meno. Mentre al centro c’è un po’ di confusione. Dopo i problemi giudiziari di Agatino Mancusi, vice presidente dimissionario della Giunta Regionale, l’Udc regionale guidato da Palmiro Sacco sembra non aver trovato ancora una sintesi interna e rischia di facilitare le scelte di Roma; per Fli dovrebbe guidare la lista al senato l’uscente Egidio Digilio. Mentre non sono usciti ancora allo scoperto i componenti di Scelta Civica con Monti.

Così come non è chiaro chi siano i candidati di Rivoluzione Civile a sostegno di Antonio Ingroia, si parla di Gildo Claps, Felice Belisario o Rosa Mastrosimone, ma sono solo dei rumors, ancora è tutto in via di definizione.

Per il MoVimento a 5 Stelle sono candidati i vincitori delle “parlamentarie”. Alla Camera gli under 40 Mirella Liuzzi, Michele Labriola, Giovanni Perrino, Virgilio D’Ottavio e Rocco Ostuni. Al Senato, invece, tocca a Vito Petrocelli, Rocco Vaccaro, Gianluca Tramutola, Piernicola Pedicini, Giuseppe Arcieri e Sandro Calabrese.

Alle scorse elezioni del 2008 furono eletti 6 deputati: Antonio Luongo e Salvatore Margiotta (Pd), Elisabetta Zamparutti (dei Radicali, ma eletta nelle liste del Pd), Donato Lamorte (Fli), Giuseppe Moles e Vincenzo Taddei (Pdl). 7 gli eletti al Senato: Filippo Bubbico, Carlo Chiurazzi e Maria Antezza (Pd), Cosimo Latronico e Guido Viceconte (Pdl), Felice Belisario (Idv) ed Egidio Digilio (Fli).

Leandro Verde

Read 4157 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 09:16
Rate this item
(0 votes)

About Author