Giovedì, 07 Luglio 2022

Più Basilicata nella IX edizione di CinemadaMare che ottiene anche il patrocinio dell’Unesco

MATERA - CinemadaMare ha ottenuto il patrocinio dell’Unesco. Questa è la novità più prestigiosa emersa dalla conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2011 che si è svolta stamane a Matera nella Mediateca provinciale. La manifestazione diretta Franco Rina, giornalista lucano de ‘La7’, è nata in Basilicata, a Nova Siri, nel 2003 e in seguito si è estesa a tutte le Regioni del centro e sud Italia: Calabria, Puglia, Campania, Sicilia e Lazio. Quest’anno la kermesse cinematografica più lunga d’Italia si avvia alla sua IX edizione con particolari novità rispetto al passato: ‘CinemadaMare Action’e ‘CdM Day Trip’.

Alla conferenza di oggi erano presenti moltissime autorità politiche e istituzionali insieme ad una massiccia presenza dei media regionali. Per il presidente della Regione Vito De Filippo, “il riconoscimento che l’Unesco ha dato a CinemadaMare, conferendo il suo patrocinio, ci conforta nella scelta che come Regione abbiamo fatto di puntare sulla cultura”. Inoltre, il cinema è “un importante veicolo di promozione culturale e turistica, come ha dimostrato anche il recente esempio di Basilicata Coast to Coast”. Salvatore Adduce, sindaco di Matera, ha fatto gli onori di casa e si è detto “onorato di aver presentato CinemadaMare nella sua città”. Il presidente della Provincia Franco Stella ha sottolineato l’importanza del suo direttore nel festival: “CinemadaMare è Franco Rina, l’intuizione geniale di un uomo del Sud, un investimento che a medio termine sta dando i suoi frutti”. Dopo l’intervento del presidente della Commissione regionale Cultura, Vincenzo Santochirico, e i saluti di Giuseppe Labriola, sindaco di Tursi, in rappresentanza dei comuni del Piot Metapontino, è stata la volta di Alberto Versace, dirigente Dipartimento Ministero dello Sviluppo Economico. “Quando si fa qualcosa in Basilicata finisce bene – afferma Versace -, la mia esperienza qui è sempre stata positiva”.

Il direttore del festival, Franco Rina, nel suo intervento ha definito così il nuovo programma della rassegna: “Un bell’esempio di solidarietà istituzionale  e di conferma di come la cultura e il cinema siano fattori che uniscono e che favoriscono sinergie, un momento in cui è d’obbligo unire le forze e le intelligenze per fronteggiare le sfide della modernità e di una nuova cultura politica e amministrativa”. “CinemadaMare - ha continuato Rina -  contiene in sé la vocazione all’integrazione, all’apertura e alla condivisione, che sono state le coordinate sulle quali è cresciuta e per le quali viene apprezzata in Italia e nel mondo”. In chiusura è intervenuto anche l’attore lucano Domenico Fortunato: “CinemadaMare una grande scuola di cinema, gli auguro lunga vita!”. Presenti anche numerosi sindaci dei comuni del Metapontino (Vincenzo Francomano di Rotondella, Gennaro Olivieri di Valsinni, Franco Cirigliano di San Giorgio Lucano e per Nova Siri l'assessore Giuseppe Mitidieri) e partner pubblici e privati dello stesso Piot, rappresentanti dell’Apt, della Camera di Commercio e di altri enti, insieme a consiglieri comunali e provinciali.

Il patrocinio dell’Unesco - Con un video messaggio, il presidente dell’Unesco Giovanni Puglisi, si è scusato per non aver potuto partecipare e ha spiegato le ragioni per cui si è deciso di patrocinare questo festival che “ha un alto valore nel promuovere la cultura e l’attività di produzione cinematografica dei più giovani”. Ci sono due importanti motivi. Uno è che “CinemadaMare è legato ai giovani, ai quali l’Unesco guarda con grande interesse”. L’altro riguarda “la possibilità di integrazione che offre ai giovani di tutto il mondo attraverso il cinema”. Insomma è “un vero festival che mette insieme tutti e per questo merita attenzione, rispetto e incoraggiamento. L’Unesco non poteva essere assente”.

Cdm Day Trip – “CdM Day Trip” è la nuova sezione del festival, che prevede un viaggio di un giorno in alcuni dei comuni Metapontino: Rotondella, Tursi, San Giorgio Lucano, Colobraro e Valsinni. I sindaci dei Comuni interessati hanno accettato subito con grande entusiasmo la proposta, e sono stati inseriti nel calendario di ‘CinemadaMare 2011 grazie alla partecipazione del Piot Metapontino che ha supportato l’iniziativa. Dopo aver ringraziato i sindaci e la direzione del Piot, Rina ha rilanciato che “è nei programmi del Festival coinvolgere altri Comuni dell’area Piot nelle prossime edizioni”.

CinemadaMare Action - Il calendario è in via di definizione e ancora mancano alcuni dettagli, ma è ormai certo che a maggio partirà un campus cinematografico itinerante per insegnare a fare cinema ai giovani lucani. “CinemadaMare Action” si terrà un weekend ogni 15 giorni (il venerdì dalle ore 14 alle 20, sabato 9-20 e domenica 9-14), per un totale di due incontri al mese che si terranno in diversi comuni della Basilicata. Questo per dare l’opportunità ai giovani lucani di conoscere e potersi esprimere attraverso la settima arte e partecipare a CinemadaMare festival, dove, insieme ai giovani di tutto il mondo, potranno girare i loro film.

CinemadaMare in Basilicata - La manifestazione partirà da Roma il 1° luglio, e le varie tappe sono ancora in fase di definizione, ma la carovana del festival di sicuro arriverà in Basilicata dal 27 al 30 luglio per fermarsi a Matera. E dopo aver girato altre regioni ritornerà a Nova Siri dal 10 al 17 agosto e farà tappa a Rotondella l’11 agosto, a Valsinni il 12, a Colobraro il 13, a San Giorgio Lucano il 14 e, infine, a Tursi il 16.

Read 2259 times Last modified on Mercoledì, 06 Luglio 2016 13:03
Rate this item
(0 votes)

About Author