Mercoledì, 10 Agosto 2022

Matera: in campo contro ogni forma di discriminazione per il 'Torneo di calcetto antirazzista'

Torna per la terza edizione il “Torneo di calcetto antirazzista”, manifestazione promossa dal Comitato UISP (Unione Italiana Sport Pertutti) di Matera e dall’Associazione Medici volontari per lavoratori stranieri Tolbà.  Anche quest’anno cittadini stranieri e italiani residenti nella nostra città formeranno rappresentative che si ritroveranno in campo tra 3 e il 19 Luglio. Le sei rappresentative che parteciperanno sono: Marocco, Romania, Italia, La Testa nel Pallone (costituita da utenti e operatori del Dipartimento di Salute Mentale), Connecting People Team (composto da richiedenti asilo e rifugiati ospitati presso il C.a.r.a. della zona industriale di La Martella) e African One, composto da richiedenti asilo e rifugiati che risiedono presso il C.a.r.a. di via Cererie.


La scelta di uno sport come il calcio, frequentemente al centro di gravi episodi di intolleranza e di interessi economici non sempre limpidi e trasparenti, appare significativa e motivata dall’esigenza di affermare, prioritariamente, che il calcio è un gioco di tutti e, come tale, può rappresentare un ottimo antidoto alla paura della diversità, in qualunque forma essa si manifesti.

"Con il Torneo antirazzista - si legge nel comunicato stampa - intendiamo fornire un ulteriore apporto a quella cultura dell’inclusione e del rispetto che, in un momento storico come quello attuale,  comporta impegno e responsabilità da parte di ciascuno. In quest’ottica Il calcio e, più in generale lo sport, possono realmente tradursi in un potente mezzo di aggregazione e integrazione sociale, favorendo il dialogo e la conoscenza reciproca".

"Dopo la proficua esperienza degli scorsi anni - spiegano gli organizzatori -, ci è sembrato opportuno tornare a coinvolgere l’eterogenea comunità di stranieri presenti nella nostra città, in quella che è non soltanto una  festa dello sport, ma anche una preziosa occasione di confronto con mondi e culture altre, spesso confuse nell’anonimato di contesti urbani sempre più spersonalizzanti, che alimentano paure irrazionali e infondate".

La novità della presente edizione è rappresentata dall’altro numero di nazionalità coinvolte: i giocatori che prenderanno parte al Torneo (una sessantina circa) rappresenteranno infatti più di 10 differenti nazionalità.

Read 942 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 09:04
Rate this item
(0 votes)