Giovedì, 07 Luglio 2022

A Nova siri assemblea delle donne democratiche

Nova Siri - Nella sede del PD di Nova Siri, domenica scorsa 6 marzo, si è tenuta l’assemblea delle donne democratiche finalizzata alla costituzione della commissione territoriale pari opportunità. L’argomento sul quale sarà incentrato il lavoro del costituendo organismo è il turismo in tutte le sue declinazioni. L’incontro è stato molto partecipato e la segretaria del circolo cittadino del Pd, Filomena Bucello, ha presentato al direttivo, la portavoce della Conferenza Regionale Donne Democratiche, Rossella Brenna, illustrando l’impegno e l’operato della giovane imprenditrice componente della segreteria regionale del partito democratico, nel portare avanti le politiche di genere in questa regione.

“La Conferenza - ha detto la leader lucana delle donne democratiche - è il punto di approdo di un lungo lavoro organizzativo e di contenuti, l’occasione per incontrarsi e discutere le proposte  che le donne democratiche rivolgono al Paese, ma anche il punto di partenza di una Conferenza nazionale permanente. Lavoro, riforma del Welfare, democrazia paritaria, rappresentazione delle donne italiane, turismo, lavoro, saranno i temi al centro delle nostre proposte”. Durante la riunione preparativa alla conferenza è emerso in maniera chiara che le sfide che le donne in generale e le donne democratiche si trovano qui oggi ad affrontare sono tre:
1.  La riabilitazione dell’immagine della donna, è evidente per tutti tranne che per Berlusconi: le donne italiane non sono un corpo.
2.  La costituzione di un nuovo sistema di welfare, che permetta alle donne italiane di poter veramente raggiungere la parità con gli uomini nel mondo del lavoro e che consenta alle donne di non essere discriminate
3.  La democrazia paritaria.

Alla Conferenza erano inoltre presenti: il senatore Carlo Chiurazzi, il presidente dell’assemblea regionale, Pasquina Bona, il presidente del Pd di Potenza, Lucia Sileo e la delegata nazionale delle donne democratiche di Basilicata, Antonella Melillo. All' incontro è  stata rimarcata “la centralità del ruolo della donna, che è ben altro rispetto alla mercificazione dell’era Berlusconi”. La conferenza, di cui faranno parte iscritte ed elettrici, come previsto dallo Statuto Nazionale,  contribuirà all’elaborazione delle politiche di genere, di promozione del pluralismo culturale, alla formazione politica, alla elaborazione di proposte programmatiche, alla individuazione di campagne su temi specifici. “ Il PD – ha detto Pasquina Bona - crede in questo progetto e ha inteso dare vita a questo organismo politico di genere, forte dell’idea di poter dare voce a quella parte della società  che non si sente rappresentata, per procedere insieme sulla strada dei diritti”. La conferenza regionale delle donne democratiche sarà il laboratorio in cui realizzare quel reale protagonismo delle politiche di genere in un corale programma di sviluppo delle nostre comunità.

Il sen. Carlo Chiurazzi, nel suo intervento, ha sottolineato “il ruolo svolto dalle donne nella costruzione di una società più giusta e nel raggiungimento di una reale emancipazione sociale”. Interessante il punto di vista di un politico verso l’altro genere: “Sono contento e trovo giusto – ha continuato Chiurazzi – che il nostro statuto prevede che le donne negli organismi interni al partito siano in egual misura rispetto agli uomini. Se così non fosse purtroppo i posti finirebbero per essere occupati in prevalenza dagli uomini”. Antonella Melillo ha chiesto al senatore di “interessarsi e prestare attenzione al drammatico problema alluvione perché la situazione causata dal maltempo in Basilicata è gravissima”. Il presidente dell’assemblea regionale del Pd, Pasquina Bona, ha invece affermato: “Bisogna partire dalle conquiste maturate da decenni di lotte - ha detto - ed invertire la tendenza culturale per un reale cambiamento, tenendo presente che il ruolo della donna è mutato, per fortuna, e che grandi passi verso l’emancipazione sono stati compiuti. È la società che lo chiede a gran voce,  perché siamo di fronte ad una emergenza sociale e politica. Bisogna puntare sempre sul merito per far emergere competenze e saperi”.

Infine l’assemblea, si è soffermata sulle problematiche causate dal forte alluvione abbattutesi sul metapontino lo scorso 2 marzo. Tanti capannoni sono stati allagati,  case e attrezzature sommerse, carcasse di animali che galleggiano, campi ormai spazzati via. Vigneti, oliveti e serre sono sott’acqua e il Metapontino è letteralmente in ginocchio”.

Nella foto da sinistra: Bucello, Brenna e Bona.

Pd Nova Siri

Read 1145 times Last modified on Mercoledì, 06 Luglio 2016 13:03
Rate this item
(0 votes)

About Author