Domenica, 28 Febbraio 2021

'Progetto famiglia': ''Torni al centro del dibattito politico e culturale''

POLICORO- Rimettere al centro del dibattito politico e culturale la famiglia. Orientarla e sostenerla anche e soprattutto un periodo storico complesso come questo in cui viviamo. Parte da qui la riflessione nata a margine dell’incontro organizzato dai coniugi Lidia Lanzione e Massimo Pace, responsabili della sezione “Progetto Famiglia” di Policoro nell’ambito della settimana nazionale del diritto alla famiglia.

“Pian piano anche le famiglie policoresi stanno tentando di vivere l’esperienza genitoriale insieme, condividere l’avventura educativa. Siamo circondati da discorsi e teorie che descrivono l’istituzione famiglia in crisi, per calo demografico e per incapacità a trasmettere valori condivisi, al sud i numeri raccontano una storia diversa ma la tendenza è questa ed è da qui che bisogna ripartire”, ha detto Marco Giordano, presidente della Federazione progetto Famiglia.

Tra i relatori della serata organizzata nella sala parrocchiale del Buon Pastore dal titolo “Senza famiglia non c’è vita, senza vita non c’è famiglia. Quali le sfide di questo tempo? Quali i bisogni e le difficoltà? Quali i sostegni e le speranze?”  anche Don Silvio Longobardi, della diocesi di Nocera Inferiore Sarno e promotore del progetto famiglia e del movimento laici Emmaus.

Presentato nell’occasione anche il libro testimonianza di santità coniugale dei beati coniugi Louis e Zélie Martin, genitori di S. Teresa di Gesù Bambino “in cui la famiglia resta nucleo vivo di santità e umanità”, ha detto Lidia Lanzione che ha poi chiarito come il libro “è stato scritto da cinque coppie di sposi, si rileggono e commentano le lettere di Zélie, lettere del 1800 ancora oggi molto attuali”.

Read 828 times Last modified on Mercoledì, 06 Luglio 2016 13:19
Rate this item
(0 votes)