Martedì, 27 Settembre 2022

Piccolo prestito: crescita di richieste dai pensionati

Piccolo prestito: crescita di richieste dai pensionati

Quasi tutte le regioni italiane vedono in questo periodo un aumento delle richieste di piccoli prestiti. Sebbene il settore non stia vivendo un periodo roseo i piccoli prestiti continuano a crescere e specialmente quelli per i pensionati. L’Italia si sa, ormai è un Paese che invecchia, per la prima volta gli over 60 hanno superato numericamente gli under 30 nel 2018 e questo sta dando origine a fenomeni legati all’invecchiamento della popolazione. Il sito ipiccoliprestiti.com, nella sezione dedicata ai piccoli finanziamenti per pensionati, ci ricorda che uno dei trend che si notano maggiormente è quello dell’aumento delle richieste di prestiti di piccole dimensioni da parte degliover 65 che, sempre più spesso, fanno richiesta di finanziamenti per le motivazioni più disparate.

  • Realizzazione di un piccolo progetto
  • Finanziamento di un sogno di gioventù
  • Integrazione per pensione troppo bassa
  • Piccolo prestito finalizzato per acquisto casa o auto

In molti però richiedono prestiti anche non per se stessi. Sempre più spesso c’è necessità di chiedere finanziamenti anche per i propri figli e nipoti che non riescono a finanziare le proprie spese sia per mancanza di liquidità sia per difficoltà di accesso al credito, che come noto richiede molte garanzie che possono essere fornite solo da chi ha stipendio fisso o pensione.

Come funzionano i piccoli prestiti per pensionati

Visto il quadro attuale delle richieste che provengono principalmente dai pensionati il mercato è andato sempre più adeguandosi alle esigenze del pubblico, di conseguenza sono nate sempre più offerte e condizioni interessanti offerte alla categoria di chi ormai è fuori dal mondo del lavoro.

I piccoli prestiti offrono in sostanza un grande vantaggio: i tassi sono assolutamente agevolati e in più le procedure per ottenere il credito si snelliscono sempre più, è ormai possibile ottenere il denaro anche in sole 24 ore da quando la richiesta è stata inoltrata. I prestiti richiesti dai pensionati si aggirano intorno alla somma di 2000 euro o poco più e questo offre anche la possibilità di accedere al microcredito. C’è però un piccolo distinzione da fare: ci sono i pensionati INPS e quelli che non sono stati dipendenti pubblici. I pensionati che non ricevono il loro premio mensile attraverso l’INPS non possono richiedere i prestiti di tale ente, ma in compenso possono comunque avere facile accesso al credito presentando la documentazione necessaria rilasciata dal proprio ente pensionistico. I piccoli prestiti per pensionati INPS sono molto convenienti perché permettono di accedere al credito a condizioni ancora più protette e agevolate rispetto a chi è costretto a rivolgersi alla banca. Questo tipo di prestiti però è riservato soltanto a chi ha lavorato per la stessa INPS oppure per chi è stato un dipendente pubblico.

Sono molte le tipologie di prestiti per pensionati:

  • Piccolo prestito INPS, rivolto a pensionati iscritti al Fondo Credito
  • Piccolo prestito Gestione Fondi Poste Italiane per gli ex lavoratori delle Poste
  • Piccolo prestito Gestione Magistrale che prevede la concessione di un valore massimo di due stipendi

Insomma è chiaro che seppure siano presenti alcune limitazioni il mercato dei prestiti per pensionati in Italia è più vivace che mai e sembra destinato a crescere ulteriormente.

Read 658 times
Rate this item
(0 votes)