Giovedì, 24 Giugno 2021

(VIDEO) "Un inferno". Incendiate auto a Scanzano Jonico, ma l'obiettivo sembrerebbe l'ex sindaco Iacobellis

(VIDEO) "Un inferno". Incendiate auto a Scanzano Jonico, ma l'obiettivo sembrerebbe l'ex sindaco Iacobellis Featured

una delle auto incendiate a Scanzano Jonico, in via ScotellaroQuattro le macchine andate completamente distrutte da fiamme altissime, ascoltato in caserma l'ex sindaco di Scanzano, Iacobellis 

"Mai vista una cosa simile, sembrava un inferno", così uno dei presenti sul luogo in cui si è verificato il fatto: via Rocco Scotellaro di fronte alla casa comunale cittadina. C'è stato poi chi ha raccontato di esplosioni in rapida successione, forse determinate dagli pneumatici e da alcune parti meccaniche "saltate". Erano pressappoco le 3,00 della notte fra domenica e lunedì (oggi) quando sono stati avvertiti i carabinieri e i Vigili del Fuoco di Policoro poi tempestivamente intervenuti. Dalle prime ricostruzioni disponibili pare che la macchina incendiata per prima, da cui si sarebbe poi sviluppato il rogo e il conseguente effetto a catena, sia stata quella dell'ex sindaco di Scanzano Jonico, Salvatore Iacobellis. VIDEO

L'ex primo cittadino, purtroppo, non è nuovo a questo genere di initimidazioni, durante i suoi due mandati da amministratore è stato destinatario di diversi episodi dall'inequivocabile sapore malavitoso: ha ricevuto proiettili imbustati e più di recente una testa di capretto mozzata e lasciata davanti al ristorante-pizzeria della sua famiglia. 

Non ci sarebbero dubbi sulla natura dolosa del gesto. Tante le ipotesi che potrebbero essere avanzate, certo è che l'impegno dell'ex sindaco, tanto da "istituzione" quanto da cittadino,  sul versante della legalità - che si è tradotto nell'opera di denuncia pubblica e senza reticenze delle penetrazioni malavitose - potrebbe essere una strada credibile da percorrere. Chiaramente toccherà agli investigatori approfondire ogni aspetto.

Le indagini sono in corso, al vaglio dei militari anche la possibilità che qualche telecamera presente in quella zona possa aver ripreso indizi utili a ricostruire la verità. 

Le auto totalmente distrutte dalle fiamme sono in tutto quattro, le carcasse sono state rimosse dai mezzi ACI e da quelli della Stigliano Group di Nova Siri. Almeno altre due automobili, rimaste parcheggiate,  hanno riportato danni evidenti ma non tali da renderle inutilizzabili, almeno all'apparenza. 

A portare solidarietà all'ex sindaco e alle persone danneggiate dal bruttissimo episodio, i consiglieri comunali Pasquale Cariello (Scanzano Viva) e Rossana De Pascalis (Scanzano Conta), presenti sul posto all'arrivo delle forze dell'ordine e della stampa. 

Si appesantisce ulteriormente l'aria in città, piccola comunità vessata quotidianamente da episodi criminosi molto diversi: dagli scippi, ai furti alle rapine, fino agli avvertimenti in perfetto stile mafioso. 

Read 11077 times Last modified on Martedì, 01 Novembre 2016 02:27
Rate this item
(1 Vote)

About Author