Martedì, 17 Maggio 2022

CASTELLO MORRA. PRESENTATO IL LIBRO “LA SCUOLA DI MAGLIA”

CASTELLO MORRA. PRESENTATO IL LIBRO “LA SCUOLA DI MAGLIA” Featured

La condizione femminile di ieri e di oggi nel libro di Gerardo Ferrara

Valsinni- Penelope alla Corte dei Morra. Sabato scorso, con inizio alle ore 18.00, nella sala delle armi del castello medioevale, oggi dedicata a Luigi Guerricchio, è stato presentato il libro dell’autore lucano Gerardo Ferrara “La scuola di Maglia”, edito dalla casa editrice Zona Contemporanea. Il romanzo, già presentato in altri paesi, ha riscosso a Valsinni un grande successo di critica e di pubblico. Ha dato lo spunto per trattare tematiche attuali delicate e di grande interesse, quali la violenza sulle donne e il femminicidio. Presenti al convegno autorità civili, politiche e militari e le associazioni presenti sul territorio valsinnese. Il Romanzo, ambientato nel secondo dopoguerra ha come scenario le aride terre lucane e fa una precisa fotografia della condizione di vita nel meridione del nostro Paese. Protagonista: Penelope, donna dai mille volti, forte e fragile allo stesso tempo, all’apparenza arrogante ma nobile d’animo, che riuscirà a condizionare la vita delle donne nel piccolo paese di abitazione. Non mancano i colpi di scena, quando si crede di aver capito il finale, la pagina successiva ci dice che c’è tanto ancora da scoprire. Il convegno ha avuto inizio con il ricordo di Ninì Truncellito, presidente della Pro-Loco, recentemente scomparso a cui, lo scorso 9 ottobre le Pro-Loco di Basilicata hanno tributato un ricordo e celebrato una messa a Genzano di Lucania in sua memoria. Ad aprire i lavori della tavola rotonda, il vicesindaco della cittadina Francesco Martorella, sempre attento alle tematiche culturali e presente a tutte le iniziative organizzate dalla Pro-loco e dalle altre associazioni. Martorella ha richiamato l’importanza di questi incontri-dibattito che danno la possibilità di affrontare e discutere anche di altre problematiche attuali. Dunque la parola è passata al proprietario del castello, l’avvocato Vincenzo Rinaldi che ha illustrato tutte le attività svolte nel corso degli anni nel castello Morra e ad Antinesca Petrigliano, presidente dell’associazione “Donne in Cammino” e consigliere comunale che ha richiamato l'attenzione sui recenti fenomeni di femminicidio e spiegato le iniziative e i progetti realizzati dalla sua associazione che da sempre si occupa delle problematiche che coinvolgono le donne. Il microfono è passato poi nelle mani di Piera Chierico, avvocato e collaboratrice della pro-loco. La Chierico ha analizzato e spiegato il libro di Ferrara facendo un’attenta analisi della protagonista rapportando la stessa alla più illustre poetessa lucana del XVI sec.: Isabella Morra, vittima di femminicidio e femminista ante litteram. “Due donne che, sexum superando, con forza e intelligenza, hanno superato la condizione femminile e influenzato la vita di tante donne. Dunque a spiegare la condizione femminile di ieri e di oggi, l’assessore alla cultura e turismo del comune di Valsinni: Giuseppe Truncellito, impegnato attivamente nella diffusione della cultura nel paese di Isabella.

Truncellito ha richiamato l’importanza di donne attuali che influenzano la vita socio-politico economica del mondo, da Ilary Clinton a Angela Merkel: “si dice che dietro un grande uomo ci sia una grande donna” ha dichiarato l’assessore “ ma io ritengo che molto spesso sia la donna ad essere la vera protagonista in prima persona”. A concludere il convegno l’autore. Ferrara ci confida che la storia del libro è ispirata alla poetessa Isabella Morra, da qui la scelta del cognome della protagonista.

“Mi sento onorato e felice per aver avuto l'occasione di presentare il mio romanzo "La scuola di maglia" nei luoghi di Isabella Morra, colei che ho definito la mia musa. Ho scritto questo romanzo per celebrare la vita di alcune donne che, come Isabella, tra drammi esistenziali, tragedie familiari e tormenti interiori non cessano mai di ricercare la bellezza come fosse acqua per sopravvivere in un deserto”.

Altri lavori nel cassetto dell’autore in via di conclusione e di prossima pubblicazione. Il pubblico è stato salutato con la lettura di passi del libro letti con enfasi e trasporto, da Stefania Celano e Maria Pugliese, animatrici del Parco Letterario Isabella Morra.

Read 1843 times
Rate this item
(0 votes)