Mercoledì, 06 Luglio 2022

Montalbano, la maggioranza replica alle accuse delle minoranze: "Ripariamo i danni delle gestioni dissennate"

Montalbano, la maggioranza replica alle accuse delle minoranze: "Ripariamo i danni delle gestioni dissennate" Featured

"Non vi sarà una diminuzione di servizi al cittadino ma per ridurre i costi è in atto una caccia spietata agli sprechi"

Dovrebbe essere esattamente il contrario e invece, come al solito, siamo costretti a scrivere sulle menzogne delle opposizioni.
Il che ci lascia tranquilli sul fatto che se il livello dei loro attacchi continua ad essere sulle menzogne, sulle inesattezze e sui pettegolezzi significa che il nostro operato è buono e che i cittadini hanno saputo scegliere.
Giordano e Devincenzis, senza pudore, continuano a sparlare sulla nostra amministrazione che si trova a dover risanare il comune completamente affondato dalla loro gestione dissennata che ha causato un mare di debiti ed il lievitare di spese legali per contenziosi.
Come si può trovare tanto coraggio di fronte ad una sacrosanta evidenza?
Sono loro che dovrebbero dare spiegazioni sullo stato di predissesto e le chiedono a noi che abbiamo avuto il coraggio di imboccare la strada del risanamento di un buco mostruoso tra debiti fuori bilancio, mutui che hanno firmato fino al 2042, fatture mai pagate, spese legali, ecc. che si aggira intorno ai 13 milioni di euro.
Dovrebbero spiegare ai cittadini tante cose ed invece preferirebbero che rimanga tutto ancora nascosto sotto il tappeto.
Poi ci sono i movimentisti del 5 stelle che con la foga di attaccare noi finiscono per allearsi con chi ha causato il disastro. Quale sarebbe l'alternativa alla chiarezza dei conti da noi proposta? Ancora non lo hanno detto. L'unico messaggio venuto da questi signori è quello delle dimissioni di massa di tutta la lista e del loro candidato sindaco come ad affermare che quando hanno chiesto i voti era uno scherzo. Ma i cittadini per fortuna sanno distinguere chi scherza e provoca da chi invece si rimbocca le maniche per lavorare su obiettivi e programmi.
Ma noi non possiamo limitarci al batti e ribatti in cui loro vorrebbero trascinarci. La rissa non è un nostro costume e vogliamo entrare nel merito delle bugie che vanno raccontando confutandole tutte:
il piano di riequilibrio pluriennale è una procedura adottata da tantissimi comuni che ha lo scopo di tentare di evitare il dissesto e di fare emergere tutta la debitoria dell'ente che per molti anni è rimasta nascosta e trattata superficialmente dai precedenti amministratori. La prova ne è la vicenda del debito con Montesano laddove il comune, amministrato da questi signori che oggi si permettono il lusso di parlare, nel 2013 inspiegabilemnte ha rinunciato a difendersi nell'ultimo grado di giudizio nonostante il comune abbia edificato su poco più della metà delle aree occupate. Perchè questi ex amministratori, a partire da Devincenzis, non danno spiegazioni su questo caso? Oggi l'amministrazione sta conducendo una trattativa con il creditore affinchè si possa abbattere in favore dei cittadini una debitoria che loro avevano ormai accettato come una sconfitta su tutti i fronti;
il piano di riequilibrio non graverà sui cittadini in termini di imposte (come si è visto non c'è stato alcun aumento di imu, nessun aumento dell'addizionale comunale all'irpef, la tasi è stata addirittura abolita e dopo 10 anni di continui aumento la tassa sui rifiuti è finalmente diminuita);
non vi sarà una diminuzione di servizi al cittadino ma per ridurre i costi è in atto una caccia spietata agli sprechi (da vedere la riduzione già in essere della spesa per carburanti, per telefonia e per spese legali) ed una revisione in favore del comune dei contratti che qualcuno troppo leggermente nella passata gestione ha stipulato;
vi sarà una ulteriore riduzione delle indennità di giunta ed assessori che già l'anno scorso all'insediamento si erano tagliati del 10% e che dal 2017 si ridurranno di un altro 10% (da notare la differenza con Giordano e Devincenzis che al loro arrivo nel 2005 tra i primi provvedimenti che adottarono ci fu l'aumento al massimo consentito delle loro indennità);
dal 1 gennaio 2017 vi sarà anche la riduzione del 10% delle indennità dei capi area (è appena il caso di rinfrescare la memoria sulle premialità che invece loro hanno dato in passato);
non vi sarà alcun aumento per gli operatori dei mercati titolari di concessione ma un semplice adeguamento dei non titolari (spuntisti) che in questo comune, a differenza degli altri comuni, pagavano pochissimo tanto che questo fenomeno stava provocando le disdette delle concessioni perchè era più conveniente diventare spuntisti con il rischio di una notevole venir meno delle entrate del comune;
vi sarà un adeguamento, anche rispetto agli altri comuni, della TOSAP per chi vuole occupare il suolo pubblico che è di tutti i cittadini;
è in corso una trattativa con tutti i creditori dell'ente che punta a ridurre la debitoria e ogni centesimo recuperato con questi abbattimenti è un centesimo che si restituisce ai cittadini;
si sta procedendo, laddove gli ex amministratori ci hanno provato e non ci sono riusciti, a bandire la vendita di beni comunali che sviluppano ormai solo voci di costo e che servirà a colmare l'enorme buco causato dalle precedenti gestioni;
si ridurranno i fitti passivi del comune ottimizzando risorse e spazi al fine di contenere i costi;
riduzione della spese per il personale;
riduzione dei consumi e delle spese di funzionamento.
In altre parole, stiamo recuperando tutto il tempo perso da chi ci ha preceduti. Questo è il piano di riequilibrio pluriennale.
Ci siamo candidati promettendo ai cittadini il risanamento del bilancio comunale e stiamo mantenendo questa promessa.
Nonostante tutte le difficoltà ereditate si stanno comunque garantendo le questioni ordinarie: maggiore pulizia del paese; candidatura e finanziamento di progetti europei, difesa e progettazione sul dissesto idrogeologico, riqualificazioni di aree che precedentemente erano state consegnate al degrado, miglioriamento dei risultati della raccolta differenziata, cura ed attenzione per la scuola ed i bambini, rilancio dell'immagine e degli eventi della nostra città.
Le chiacchiere stanno a zero e facciamo parlare i fatti!!!
L'amministrazione comunale di Montalbano Jonico

Read 1979 times
Rate this item
(1 Vote)