Giovedì, 30 Maggio 2024

POLICORO. Proiettili e auto incendiata, indagini in corso da venerdì

POLICORO. Proiettili e auto incendiata, indagini in corso da venerdì Featured

Policoro, sparatoria in centro: continuano le indagini. Domani vertice in prefettura.
Il grave episodio criminale sarà al centro del Comitato per l’ordine e la sicurezza a Matera.

Continuano le indagini da parte dei carabinieri di Policoro, agli ordini del nuovo capitano Chiara Crupi, sul gravissimo episodio avvenuto venerdì sera intorno alle 20,30 in Piazza Ripoli. Si indaga a tutto campo per scoprire chi ha sparato alcuni colpi di pistola da un’auto in corsa, che transitava a forte velocità in Via Monte Bianco, terminati sui muri laterali di un bar, uno dei quali è finito sulla finestra di un bagno al secondo piano dello stabile. Sono in corso anche gli accertamenti per capire se l’auto trovata incendiata lungo la complanare per Taranto sia la stessa usata per l’episodio.
I militari dell’Arma stanno perlustrando il territorio e ascoltando diverse persone per capire il movente e gli obiettivi dell’atto intimidatorio. Sembrerebbe comunque che i responsabili appartengano alla criminalità locale e che la pista seguita sia il traffico di stupefacenti. Fonti interne agli inquirenti fanno sapere che nelle prossime ore si potrebbe arrivare alla risoluzione del caso.
Intanto domani a Matera è stato convocato in Prefettura il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica per analizzare il grave episodio che solo per miracolo non ha prodotto feriti o morti. Sarà presente anche il sindaco di Policoro, Rocco Leone che in una intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno di oggi ha dichiarato che “quattro stronzi di delinquenti non possono rovinare l’immagine di una città che sta crescendo, fatta di gente per bene. Domani in Prefettura – ha anticipato – chiederò una maggiore presenza delle forze dell’ordine”. Infine Leone ha invitato gli inquirenti ad indagare su chi spaccia. “Qui – ha concluso – c’è un eccessivo consumo di stupefacenti su cui la criminalità fa affari”.

Read 4357 times
Rate this item
(0 votes)