Sabato, 22 Gennaio 2022

SCANZANO, Si è riunito il primo consiglio: calma apparente

SCANZANO, Si è riunito il primo consiglio: calma apparente Featured

SCANZANO. “Realizzeremo il programma proposto agli elettori nei prossimi 4 anni e mezzo”, così il sindaco di Scanzano, Raffaello Ripoli (Movimento Civico Scanzanese) nel corso del primo consiglio comunale della nuova amministrazione svoltosi  lunedì.

Il primo atto, come vuole la prassi istituzionale e politica, è stato molto tiepido sebbene non siano mancate le prime frecciatine.

Il programma del primo cittadino è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza, dai banchi dell'opposizione si sono registrate tre astensioni da parte dei consiglieri di Scanzano Conta, Claudio Scarnato (capogruppo) e Rossana De Pascalis, e Antonello Musillo, (capogruppo)Movimento 5 Stelle. No secco da parte di Pasquale Cariello (capogruppo Scanzano Viva), a suo avviso, nel programma proposto, c'è “poca attenzione verso i giovani e i temi occupazionali”.

Claudio Scarnato ha fatto notare come fra le priorità esposte da Ripoli non sia stata elencata la scuola elementare nuova i cui lavori sono stati avviati alcuni mesi fa dalla precedente amministrazione Iacobellis (Pd). Sul punto ha risposto l'assessore Santino Sabato (MCS), il quale ha fatto presente come i lavori siano giunti a metà e che per ultimarli sarà necessario altro tempo, tuttavia ha precisato: “si farà quanto possibile per rendere funzionanti le parti dell'edificio che saranno utilizzabili dopo averle messe in sicurezza”.

I consiglieri di minoranza, Scarnato, De Pascalis e Cariello hanno manifestato la volontà - come poco prima aveva già fatto De Pascalis -  di destinare il loro gettone di presenza in beneficenza e hanno invitato gli altri componenti del consiglio a fare la stessa cosa. Non si è fatta attendere la replica del sindaco che si è detto “per niente favorevole” perché l'indennità rappresenta – “come suggerisce la parola stessa” – l'indennizzo che un amministratore percepisce per il lavoro e il tempo che dedica alla causa del comune sottraendolo da altri impegni lavorativi. Ripoli - nel sostenere che “fare il sindaco, vista la mole di lavoro e di spese da affrontare, significa “rimetterci l'osso del collo” - ha poi segnalato l'irrisorietà del compenso previsto per i consiglieri e sul punto è ritornato Pasquale Cariello, a margine del consiglio: “Si parte dal poco per dare il buon esempio”.

Fra gli altri punti all'ordine del giorno, quello relativo alla Commissione elettorale formata da Silvio De Marco (capogruppo Movimento Civico Scanzanese), Luisa Loscalzo (MCS) e a sorpresa Antonello Musillo (Movimento 5 Stelle). Infine, ufficializzate in consiglio la nomina del vicesindaco e le cariche assessorili già annunciate in precedenza e confermate.

[GianPi]

Read 5188 times Last modified on Sabato, 06 Agosto 2016 01:02
Rate this item
(0 votes)

About Author