Martedì, 30 Novembre 2021

3|3 Legittima Difesa putativa

Analizzata la norma sulla legittima difesa e definito l’eccesso colposo di legittima difesa, ora parliamo ed analizziamo la legittima difesa putativa, disciplinata dall’art. 59 c.p. 4° comma.

LA LEGITTIMA DIFESA PUTATIVA (art. 59 c.p. 4° comma)

Si parla di difesa legittima putativa, invece, quando  per un errore di fatto scusabile, l’autore ritenga di essere in pericolo senza che lo sia: ebbene, in taluni casi è sufficiente a rendere lecito il comportamento la semplice presunzione di dovere difendere un proprio diritto da un pericolo che é solo presuntivamente incombente.

La legittima difesa putativa postula i medesimi presupposti di quella reale, con la sola differenza che nella prima la situazione di pericolo non sussiste obiettivamente ma è supposta dall'agente sulla base di un errore scusabile nell'apprezzamento dei fatti, determinato da una situazione obiettiva atta a far sorgere nel soggetto la convinzione di trovarsi in presenza del pericolo attuale di un'offesa ingiusta

Legittima difesa reale o putativa costituiscono causa di giustificazione a patto che la violenza esercitata si esaurisca nella necessità di difesa e non travalichi i limiti necessari e sufficienti a porre in salvo il proprio bene (vita o patrimonio); diversamente, non si configura più legittima difesa reale o putativa bensì eccesso di legittima difesa, nella forma colposa e dolosa.

Un tipico esempio di legittima difesa putativa è quella di chi nell'oscurità viene aggredito per scherzo da un amico con un'arma finta. Se l'aggredito proprio per il buio non riesce a riconoscere il suo amico e, credendo di essere in pericolo reagisce ferendolo o uccidendolo, la sua azione può rientrare nel campo della legittima difesa putativa.

 

 

Legittima Difesa parte 2

Legittima Difesa parte 1

 

PIERA CHIERICO

giornalista e avvocato

Read 1963 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 12:43
Rate this item
(0 votes)