Sabato, 10 Dicembre 2022

La nuova Africa Featured

L’Africa, nell’immaginario collettivo non solo europeo, è ancora principalmente visualizzata in tre modi: il deserto, la jungla e la savana.

Saranno stati i film di Tarzan, le infinite epopee della Legione Straniera oppure le struggenti descrizioni di Karen Blixen ne ‘La mia Africa’, ma in ogni caso non si riesce a parlare di quel grande e variegato continente se non ancora come una sorta di ultima frontiera, sia in senso positivo che in senso negativo.

Ma oggi di questa narrazione anche gli africani sono stufi. E sì: perché immaginare il Continente Nero come luogo solo di safari e documentari ottimi da inviare a Focus Television, significa fare un danno, e grosso, agli africani che di turismo vogliono vivere, non morire.

Oggi, a dare una mano a chi voglia conoscere un’Africa diversa, l’Africa che sia meta di gourmet appassionati di buona cucina, di intenditori ed appassionati d’arte e cultura, di amanti delle spa e dei resorts di lusso, ci pensa un sito ben fatto dal titolo semplice ed accattivante: si tratta di Hip Africa (www.hipafrica.com).

Con redazione a Londra ma con un piccolo esercito di giornalisti, fotoreporter e collaboratori operanti sul campo in Africa, il sito vi permetterà, almeno con la fantasia se siete a corto di contanti, di visitare i più begli hotels collocati nei luoghi più inaspettati. Cinque stelle in mezzo alle giraffe e hotel superlusso in Kenya.

E l’industria alberghiera del turismo è così tanto e così velocemente in crescita nel Continente Nero, che tra il 30 settembre ed il 1 ottobre prossimi, ad Addis Abeba, si terrà il Forum Internazionale dell’Investimento Alberghiero in Africa.

Io sono un curioso perennemente a corto di contanti: ma un giro in rete per curiosare nelle destinazioni proposte da Hip Africa, me lo andrò sicuramente a fare. E quella sarà la mia Africa.

RAFFAELE PINTO

Read 1264 times Last modified on Sabato, 23 Luglio 2016 00:40
Rate this item
(0 votes)