Sabato, 01 Ottobre 2022

Il Pitagora di Montalbano al GIffoni Film Festival Featured

Tra i partecipanti del GiffoniFilmFestival, rassegna del cinema per i ragazzi e la gioventù (giunta alla sua 45esima edizione), per la prima volta concorre anche l’Isis “Pitagora” di Montalbano Jonico. “La presenza dell’altro” è il titolo del cortometraggio con il quale è in corso la competizione con 67 contendenti della stessa sezione. Ad oggi è alla sedicesima posizione in classifica.

Il video è stato girato dal 2 maggio al 15 maggio nell’istituto scolastico e nelle abitazioni degli stessi docenti. Il cortometraggio dura 11 minuti e 57 secondi. Le storie sono raccontate dai due alunni attraverso un compito in classe, avente come argomento trattato lo stesso titolo del cortometraggio. Le scene sono state interpretate dal docente Egidio Ingusci nelle vesti di insegnante di italiano, da Gianpiero Quinto (3°Ae) nelle vesti di Luca Stincone, da Davide Manca (3°Ae) nella parte di Andrea Calabrese e dalle docenti Anna Maria Cariglia, nelle vesti della nonna, ed Erminia Verardi, nelle vesti della mamma. La classe coinvolta è stata la 2°A del liceo delle scienze umane ad indirizzo economico sociale. Le musiche sono state selezionate dall'Audio Library di YouTube. Il cortometraggio è stato scritto e diretto dal docente di italiano e appassionato di cinematografia, Damiano Stincone. Alla stampa aveva dichiarato in precedenza di essere affascinato da tempo nell’ascoltare e nel narrare le storie. Questa volta però, come non sempre, si è inspirato alla sua di storia: a quella della mamma, malata di Alzheimer, e a quella dell’amica, malata di tumore. "Ciao nonna” e "Cuccioli di mamma" sono le due storie del cortometraggio. Storie di tutti i giorni, ormai.

Nella prima si parla del morbo di Alzheimer che oggi rappresenta il 60-80 per cento dei casi di demenza. Patologia in prima linea nell’attuale ricerca biomedica. Problemi con la memoria, con il pensare e con l’agire verso i quali, nel video, il giovane Luca si sente prima stranito nei confronti della nonna malata e poi diligente e confortatore.

Il  docente Stincone ha raccontato così ciò che lo ha spinto a trattare la tematica.“Ho iniziato a pensare di raccontare del problema dell'Alzheimer da quando mia madre, dalla fine di maggio dello scorso anno, ha manifestato in modo molto evidente comportamenti incredibilmente repentini dal punto di vista della demenza senile. Dal dimenticare di mettere l'acqua nel caffè che con scoppio, che ha causato conseguenze sul viso anche evidenti, al dimenticare di averci visto anche la sera precedente; e così via. L'abbiamo (con mia moglie ed i miei figli) fatta vivere con noi dalla fine di maggio al 6 di agosto dello scorso anno. In questi due mesi circa è esplosa la sua malattia con comportamenti molto strani, tipici di chi vive questa condizione, dal semplice "non ricordo" all'assumere anche comportamenti più aggressivi, per fortuna solo verbali. Poi, il 7 agosto, finalmente (comprende meglio questo "finalmente" solo chi vive la stessa situazione), siamo riusciti a ricoverarla presso la RSA della fondazione Don Gnocchi di Tricarico. Dopo di che, per otto mesi fino ad oggi, ho vissuto nella mia coscienza tante forti emozioni. Ora vive nell’Istituto Suore Pie Discepole del Sacro di Montalbano.

Il male del secolo, la seconda causa di morte negli Stati Uniti, è l’argomento trattato nella seconda storia. Una donna  malata di cancro che, scrivendo una lettera ai figli e rivedendo le foto della sua vita, sta per affrontare un’operazione chirurgica.

“Anche questa è una storia vera  nata da una lettera scritta per i figli da una donna, da me conosciuta che ha dovuto operarsi per un tumore al seno e che, per paura di non farcela, ha pensato di lasciare il nero sul bianco alle sue dolci stelline”.

Stelline che, da quell’intervento, queste parole scritte le hanno lette insieme alla mamma. Operazione riuscita. Il GiffoniFilmFestival assegnerà due premi: uno da parte della giuria composta dalla direzione artistica del Giffoni Experience 2015, un altro, l’Audience Award, conferito dal pubblico online mediante votazione. Il cortometraggio rientra nella sezione MyGiffoni dai 14 ai 20 anni; sezione delle scuole secondarie di secondo grado. L’esito si avrà il 10 giugno.

Per votare cliccare sul seguente link

Si vota dalle ore 18:00 del 22 maggio alle ore 12:00 del 4 giugno 2015.

Read 1472 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 11:51
Rate this item
(0 votes)