Sabato, 25 Maggio 2024

Giannuzzi: 'Un voto a noi contro l'arroganza delle destre'

SCANZANO JONICO – La campagna elettorale sta per concludersi con gli ultimi comizi prima del voto che vedranno oggi impegnate tutte e quattro le liste scanzanesi. Ieri è stata la volta della Federazione della Sinistra capeggiata da Giuseppe Giannuzzi, nel suo primo comizio all’aperto.  Tanti gli argomenti e tante le critiche mosse all’amministrazione uscente di cui lo stesso Giannuzzi faceva parte, salvo poi uscirne dopo un anno e mezzo. Sul palco anche Domenico Giannace (detto Mingo), battagliero e roboante esponente comunista, amico di Giannuzzi. Il candidato sindaco comunista ha sottolineato alcuni punti fondamentali del suo programma, come il trasferimento della casa comunale all’interno del palazzo baronale, “simbolo del potere, dapprima dei baroni, ora del popolo”.

Poi un accenno al piano d’ambito sul quale dice Giannuzzi, “avevamo chiesto delle modifiche, per quanto riguardava la zona di Bufaloria, non ci hanno ascoltati”. Un accenno poi al “Consiglio dei Ragazzi”, iniziativa comunale fortemente voluta dal leader comunista insieme a Pasquale Stigliani. “Continueremo quell’iniziativa che si è fermata da tempo, per avvicinare i ragazzi alla buona politica, cercando di ricostruire un nuovo tessuto sociale, la politica del futuro”. Poi l’intervento di Giannace, 87 anni, ma ancora tanta forza e tanto carisma.

Il sindacalista pisticcese ha voluto sostenere Giannuzzi e tutta la lista di sinistra, ricordando i sacrifici che la classe operaia sostenne nel dopoguerra. Ha parlato “dell’arroganza della destra e del berlusconismo che sta minando i poteri della costituzione e del capo dello stato”. Poi l’invito ad andare a votare per il Referendum del 12/13 giugno, contro il nucleare, la privatizzazione dell’acqua e il legittimo impedimento.

Read 2648 times Last modified on Mercoledì, 06 Luglio 2016 13:03
Rate this item
(0 votes)