Domenica, 24 Ottobre 2021

Dizionario dei Rifiuti si presenta al mondo intero grazie all’Expo Featured

Da un piccolo paesino della Basilicata all'Expo di Milano: Francesco Cucari e il suo Dizionario dei Rifiuti superano i confini nazionali e si presentano al mondo intero. La prima piattaforma web e app, in Italia, che aiuta i cittadini nella corretta raccolta differenziata, vincitrice della StartCup Basilicata 2014, è stata selezionata per rappresentare l’eccellenza della Regione Basilicata all'Expo, nella Mostra dell’Identità Italiana. All’interno della sezione “Potenza del Saper Fare”, sarà possibile scoprire il progetto Dizionario dei Rifiuti, interagendo con la scultura di Francesco che racconterà la propria storia del saper fare, grazie all’utilizzo di proiettori ad altissima risoluzione che creeranno un’ologramma del giovane lucano.

Ma non c'è tempo per fermarsi, nonostante il prestigioso traguardo raggiunto. Il team del Dizionario dei Rifiuti, infatti, va avanti per migliorare l’esperienza di tutti i cittadini che quotidianamente effettuano la raccolta differenziata. In vista dell’Expo, è stata lanciata una nuova versione del sito dedicata al prestigioso evento, consultabile in inglese, spagnolo, francese, tedesco e persino in cinese (http://www.expo.dizionariodeirifiuti.it/). Da segnalare anche un nuovo algoritmo, realizzato in queste ultime settimane dal team, che facilita la ricerca del rifiuto inserito dall’utente all’interno del database che contiene più di 800 termini.

“Per sei mesi Milano - ha spiegato Francesco Cucari, founder di Dizionario dei Rifiuti - diventerà una vetrina mondiale in cui ben 145 Paesi mostreranno il meglio dei propri prodotti, aziende ed esperienze. Per me è una grandissima soddisfazione personale poter rappresentare la mia regione”. La partecipazione all’Expo, patrocinata anche dall’Università “La Sapienza” di Roma, arriva dopo tante soddisfazioni e passaggi mediatici nei più importanti media nazionali. “In questo contesto, essere presenti all’interno del Padiglione Italia - precisa Cucari – vuol dire dimostrare come l’ingegno e la voglia di mettersi in gioco sono il vero motore al quale noi giovani dobbiamo attingere nella consapevolezza che, anche attraverso l’utilizzo delle tecnologie, sarà possibile trovare un equilibrio tra disponibità e consumo delle risorse.”

Pur non ricevendo alcun finanziamento, ma con l’obiettivo di risolvere i dubbi dei cittadini alle prese con il problema della raccolta differenziata, Dizionario dei Rifiuti continua ad essere il riferimento nazionale per tanti cittadini. Più di 1 milione di utilizzi nell’ultimo anno ne fanno il Google della raccolta differenziata.

 

 

Read 4133 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 11:39
Rate this item
(0 votes)