Lunedì, 06 Dicembre 2021

Tursi: sarà presentato sabato il libro di Antonio Rondinelli ''Gocce di memoria''

Racconta la storia documentale sulle origini e lo sviluppo dell’Azione Cattolica della Diocesi di Tursi-Lagonegro, “Gocce di Memoria”, il libro pubblicato da Antonio Rondinelli che sarà presentato sabato 31 gennaio, alle ore 19,00, nella sala convegni Benedetto XVI di Tursi. La serata prevede un seminario sul contributo socio economico, culturale e religioso dell’Azione Cattolica diocesana allo sviluppo del territorio. Interverranno: Giuseppe Labriola, sindaco di Tursi, mons. Francescantonio Nolè, vescovo della diocesi di Tursi-Lagonegro, don Gianluca Bellusci, relatore, don Battista Di Santo, parroco della Cattedrale della Ss. Annunziata, Carmela Luglio, presidente diocesana dell’Azione Cattolica, e l’on. Cosimo Latronico. Coordina il giornalista Mario Lamboglia.

“L’idea di questo lavoro è nata in un’assemblea Diocesana negli anni del mio impegno concreto e assiduo di delegato Regionale del settore adulti in seno al Consiglio Nazionale - afferma l’autore -. Fu in quella circostanza che personalmente mi proposi e formulai una promessa di dar vita a un lavoro di approfondimento sulle origini e sviluppo dell’A. C. diocesana”.

L’opera, frutto di un lavoro di circa due anni di ricerche, è di particolare valore storico, e tra le pagine ci sono spunti e dati utili ad analisi più approfondite sulla nascita, affermazione e sviluppo dell’A. C. nella Diocesi di Anglona e Tursi prima, e Tursi-Lagonegro, poi. Sono documenti storici che, catalogati con scrupolosità e cronologicamente parlano e tracciano lo svolgimento articolato, lento, proficuo, partecipato degli avvenimenti che hanno fatto la storia. Il lavoro si propone un metodo ed un cammino: partire dalle origini dell’A. C. diocesana con i periodi bellici e post bellici del primo e secondo conflitto mondiale con le problematiche religiose, politiche e sociali, della partenza per i conflitti, dell’emigrazione, dell’analfabetismo, ricostruzione e questione meridionale. E’ la Storia di un Associazione di carattere locale che si intreccia e s’inserisce in quella regionale e nazionale.

“Tale iniziativa - spiga Rondinelli - è a mio avviso doppiamente importante: dal punto di vista politico-sociale e dal punto di vista religioso. Appare superfluo rilevare l’importanza e il valore del contributo offerto da “missionari” specie laici, alla crescita politica e sociale delle nostre popolazioni, soprattutto al Sud. Ci troviamo alla presenza di un fenomeno che suscitò enorme interesse in tutte le categorie sociali, a cominciare dai… “Professionisti”, che vuoi per soddisfare un’esigenza di “acculturazione” sociale vivamente sentita, vuoi per uscire dalla monotonia del quotidiano e dall’isolamento cui la vita di provincia o di paese li costringeva, affollarono e vivacizzarono quasi dappertutto le riunioni a carattere politico-sociale guidate dai “missionari”. Questi - continua Rondinelli -, in un mondo ancora largamente dominato dall’ignoranza, dall’individualismo, da uno scarso grado di partecipazione alla vita politica, in realtà spesso statica e allergica alle novità, portarono una ventata di rinnovamento e di vitalità, crearono occasioni d’incontro e di aggregazione sociale, gettarono le premesse per una più attiva e consapevole partecipazione dei cittadini al processo ricostruttivo del paese”.

“Per me scrivere  - conclude l’autore -, leggere, approfondire, studiare, meditare queste pagine è un modo stesso per un profondo, proficuo e concreto impegno religioso, morale e civile che mi ha fatto sentire parte integrante di un’Associazione in cammino”.

Read 4605 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 11:35
Rate this item
(0 votes)

About Author