Martedì, 17 Maggio 2022

Luce della Pace da Betlemme a Valsinni

Valsinni - Valsinni, città della pace. Anche quest’anno, come da consuetudine consolidatasi negli anni, la piccola comunità lucana, in occasione del Santo Natale ormai alle porte, si appresta a ricevere la Luce della Pace. Promotori di questo messaggio d’amore, la comunità MASCI (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) di Valsinni che ha organizzato e curato l’arrivo e la distribuzione della Luce da Betlemme.

Sabato 20 dicembre, intorno alle ore 21,00, la fiamma ardente, simbolo di pace, arriverà alla stazione di Bari dove sarà presente, fra gli altri, la comunità Masci di Valsinni per accendere la lampada da portare nella sua piccola comunità. La Luce di Betlemme sarà consegnata, domenica 21 nella Chiesa madre di Colobraro durante la celebrazione della Santa Messa, mentre lunedì sera sarà depositata nella Cappella della Madonna del Carmine di Valsinni dove la popolazione si recherà per accendere il proprio lume da portare in famiglia.

La fiamma viva dovrà essere mantenuta ardente fino al giorno dell’Epifania. Martedi 23 dicembre alle ore 17,30, poi, altro importante appuntamento: gli adulti scout si recheranno presso il Comune di Valsinni, casa simbolica di tutti i cittadini, per consegnare la Luce della Pace al Sindaco ed alla Giunta. In questa occasione verranno invitate tutte le associazioni presenti sul territorio ad accendere la luce da portare nelle proprie realtà. “E’  importante diffondere a quanta più gente possibile non solo la Luce che proviene dalla grotta della natività ma soprattutto i valori che essa rappresenta” ha dichiarato Vincenzo Clemente, responsabile del gruppo Masci comunità di Valsinni.

“Abbiamo scritto sulla locandina 'un pensiero ed un gesto di pace'. Vuole essere questo un invito ad accoglierla per farci portatori di pace diffondendola come segno di fratellanza e amore, di speranza per il futuro, di serenità dello spirito e gioia di vivere, come ponte verso l’altro. E’ l’invito a tenerla accesa non solo nella propria casa, ma soprattutto nel proprio cuore. Questi sono i tempi in cui maggiormente ne abbiamo bisogno” ha concluso il responsabile Masci.

ci illustra in breve anche la storia della luce della Pace. La luce è alimentata da una lampada ad olio (donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della Terra) custodita nella Chiesa della Natività di Betlemme. Qualche giorno prima di Natale un bambino austriaco accende una candela dalla lampada e la trasporta nella città di Linz e da qui viene distribuita poi in tutto il territorio dell’Austria. Dal 1994 la Luce viene distribuita anche in Italia. Una delegazione di scout triestini si reca a Vienna per accenderla e poi grazie alla collaborazione con le Ferrovie dello stato si occupa di diffonderla in Italia attraverso 4 linee ferroviarie che partendo da Trieste raggiungono tutto il territorio nazionale, Sicilia e Sardegna compresa. Ad ogni stazione saranno presenti gruppi scout, parrocchiali, di volontariato, ecc. che accoglieranno la fiamma di Betlemme per farsi a loro volta portatori di “Luce” in ciascuna delle loro realtà come gesto di fratellanza e di pace.

Piera Chierico

Read 1773 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 11:35
Rate this item
(0 votes)