Mercoledì, 30 Novembre 2022

Restano cauti gli investimenti immobiliari in Basilicata Featured

Il sud dell’Italia prosegue con un passo cauto sul terreno dell’investimento immobiliare, con una velocità notevolmente ridotta rispetto al Nord e al Centro, ma alcune Regioni volgono comunque in positivo, come la Basilicata. Secondo le analisi condotte da Tecnocasa, infatti, nel secondo trimestre di quest’anno il settore dei mutui è tornato con il segno positivo, anche se ancora non si riesce ad uscire al di fuori dalle retrovie, considerato che, su tutte le Regioni, la Basilicata si aggiudica la 18esima posizione, con un contributo su base nazionale di poco superiore ad uno +0,30%.

Tuttavia i dati ottenuti dalla Regione rispetto all’anno precedente mettono in evidenza una congiuntura positiva, che ha portato ad una crescita di quasi il 3%, con un vero e proprio sprint realizzato nella seconda parte del semestre del 2014, dopo un inizio non brillante, con una crescita di oltre il 17%. Parlare di una vera e propria ripresa potrebbe essere prematuro, anche perché un contributo massiccio è derivato soprattutto dai mutui di surroga, sostenuti da tassi molto positivi (con una netta prevalenza dei tassi variabili, dove a mantenersi a livelli decenti è stato praticamente solo il mutuo arancio fisso, le cui caratteristiche si possono vedere su http://www.spaziomutui.com/mutuo-arancio-fisso.htm) ma i cambiamenti di tendenza ci sono e fanno ben sperare per una ripresa del settore edile.

Nel particolare se si dà un’occhiata all’andamento del mercato immobiliare di Pisticci e Bernalda, si riscontra un trend che potrebbe sembrare in contraddizione, ma che tuttavia conferma un accenno di ripresa ed un tentativo di suo consolidamento. Ad esempio nel mese di Settembre a Pisticci è stato registrato un lieve calo con un prezzo al metro quadro pari a 2.399, leggermente più basso rispetto ai 2437 del mese di Agosto, ma con una crescita comunque pari a quasi il 30% rispetto al prezzo medio del mese di settembre dell’anno precedente. Un calo che potrebbe essere del tutto fisiologico, dopo la via della ripresa netta intrapresa da marzo 2014.

A Bernalda invece prosegue il trend a rialzo, con un prezzo medio rilevato a Settembre pari a 1477 euro, mentre l’accenno di ripresa è stato rilevato da Giugno con un prezzo di poco superiore ai 1200 euro, in un trend al rialzo che potrebbe essere ulteriormente alimentato dalla ripresa del mercato dei mutui.

Read 3564 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 11:29
Rate this item
(0 votes)

About Author