Giovedì, 26 Maggio 2022

Policoro in Swing: un festival sempre più internazionale che coniuga il ballo e la musica con il mare e la vela

Una settimana di concerti dal vivo con formazioni jazz-swing di grande prestigio e l’esibizione in contemporanea di ballerini di caratura nazionale ed internazionale, l’Hercules Camp dedicato alle lezioni di Lindy hop, attività nautiche e sportive, premi e mostre d’arte. La seconda edizione di “Policoro in Swing”, organizzato dall’associazione culturale Alia e proposto con la formula ballo e musica jazz-swing, va in archivio con un bilancio indubbiamente positivo.

Sono stati oltre trecento i partecipanti provenienti da dieci Paesi europei ma anche dall’Australia e dagli Stati Uniti aggregando in maniera trasversale più generazioni dai giovanissimi agli ultrasettantenni accomunati dalla passione per lo swing. Una kermesse che ben si è coniugata con le maggiori attrattive del territorio, a partire dal mare e dalla vela. Un connubio vincente quello tra swing e natura che rappresenta un modello virtuoso per promuovere l’offerta turistica in grado, quindi, di determinare ricadute economiche sul territorio. Molti partecipanti, di fatto, entusiasti dell’esperienza maturata, hanno deciso di allungare la permanenza a Policoro oltre la settimana prevista per “Policoro in Swing”.

L’evento, che si è svolto tra il lungomare della città jonica e il Parco dei Giardini Murati, ora rientra a pieno titolo tra gli appuntamenti di rilievo del cartellone estivo lungo la fascia metapontina, caratterizzandosi, a livello nazionale per la sua assoluta originalità che lega la musica e lo swing alla vela e al mare. Incassato il successo dell’edizione appena archiviata per Alia è tempo di consuntivi ma anche di guardare già all’edizione del 2015. «Siamo stati letteralmente invasi – afferma Danilo Lista, tra i maggiori animatori di Alia insieme a Francesco Pontraldolfi e Gigi Pagliuca in arte Boogie Allen – da oltre trecento ragazzi che hanno portato una ventata di entusiasmo che resterà scolpita nella mente e nel cuore di tutti. Riteniamo si tratti di un grandissimo successo per la città di Policoro che rappresenta soltanto l’avvio di un percorso di crescita che può toccare l’intera costa meta pontina e che può determinare un impatto positivo oltre che dal punto di vista culturale anche da quello turistico».

«Siamo stati animati da grande slancio ed energia – dichiara Francesco Pontrandolfi. “Policoro in Swing” può rappresentare un tassello prezioso per il nostro territorio. Il 2014 è stato per questo evento l’anno della svolta. Abbiamo avuto il Camp più grande d’Italia per numero di partecipanti ma anche per lo spessore degli insegnanti di ballo. Il prossimo passo sarà quello di coinvolgere ulteriormente la comunità, condividendo, come già abbiamo fatto, il progetto con gli operatori del posto».

Read 1357 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 10:52
Rate this item
(0 votes)