Domenica, 27 Novembre 2022

D'Armento e Cosma (FdI): la questione inquinamento va affrontata in Consiglio Regionale

I dati divulgati dalla professoressa Albina Colella e dal dottor Giorgio Santoriello relativi al fortissimo inquinamento rilevato dall’ARPAB in Val Basento, offrono una certezza spaventosa a tutte le nostre paure. Per questo motivo siamo sicuri che il Consigliere Regionale di Fratelli d’Italia, l’amico Gianni Rosa, appronterà da subito tutti gli atti ispettivi e non, utili a risolvere questa annosa questione.

La “nuova” giunta Pittella va interrogata perentoriamente sul perché i dati, risalenti al 2004, siano stati divulgati solo nel dicembre 2013, tra l’altro senza la dovuta attenzione mediatica, tant’è vero che neanche Basilicatanet ha riportato la notizia. E’ un’omissione gravissima: si predica la trasparenza ma si razzola nell’omertà. Dia Pittella, attraverso una risposta chiara, un senso concreto alla volontà, urlata ai quattro venti durante la recente campagna elettorale, di virare dal malgoverno ventennale del PD verso politiche nuove e virtuose. Risposta alla quale devono seguire necessarie azioni a tutela della salute di ogni cittadino lucano. Ci appelliamo alle altre forze politiche di opposizione regionali e consiliari affinché consensualmente si attivino chiedendo, attraverso una mozione, l’istituzione di una Commissione d’Inchiesta che indaghi le responsabilità di chi ha inquinato dopo il 2002, anno di istituzione del SIN, e di chi ha omesso controlli e divulgazioni: il popolo lucano ha il sacrosanto diritto di sapere se con questo stato d’inquinamento delle falde sia possibile continuare a coltivare o ad allevare ma, soprattutto, di non morire.

Il centro-destra fa di Tolkien e della tutela dell’ambiente uno dei cardini della sua azione politica: i nobili proponimenti devono trasformarsi in fatti concreti all’insegna del riscatto del nostro popolo, per troppo tempo depauperato finanche della dignità. Dinanzi ad un registro regionale dei tumori non sempre chiaro e completo, in una regione che è ben lungi dall’essere un polo industriale , dobbiamo appurare e debellare le ragioni che stanno dietro la paurosa incidenza di determinate patologie tumorali che soprattutto ma non solo in Val Basento inspiegabilmente  uccidono chi ha sempre e solo lavorato in agricoltura.

Giuseppe D’Armento e Salvatore Cosma (FdI)

Read 865 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 10:31
Rate this item
(0 votes)