A Rotondella torna la sagra “Ru pastizz r’tunnar”

in Appuntamenti

Riprende quest’anno a Rotondella la sagra “Ru pastizz r’tunnar”, le date 1 – 8 e 22 Agosto 2021

Dopo l’arresto forzato dell’anno scorso, a causa dell’epidemia, riprende quest’anno la sagra “Ru pastizz r’tunnar”, uno dei prodotti dell’eccellenza gastronomica di Rotondella. La manifestazione si articolerà in tre giornate, 01 – 08 e 22 agosto, e vedrà impegnate le attività del settore locale. Nel corso di tutte le serate si alterneranno diversi artisti le per vie del borgo, con possibilità di visitare i vicoli (Strittl) del terzo borgo più bello di Italia ed i murales realizzati nel corso della prima edizione del festival internazionale “appARTEngo”, ancora in fase di svolgimento nel centro collinare. Si tratta – prosegue la nota – di un evento sul quale l’amministrazione comunale ha puntato sin dal suo insediamento per la valorizzazione e promozione del proprio territorio.

Segui IlMet su Instagram

U’Pastizz rtunnar su Wikipedia

U’Pastizz rtunnar (il pasticcio rotondellese), comunemente noto come pastizz, è un prodotto da forno tipico di Rotondella, provincia di Matera, inserito nel registro dei Prodotti agroalimentari tradizionali lucani, sezione “paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria” Legato per tradizione in modo particolare al comune di Rotondella, dove la popolazione lo preparava già a cavallo fra il 1700 e il 1800, si tratta di un calzone ripieno di carne di maiale o agnello tagliata a punta di coltello e amalgamata con uova, formaggio grattugiato e olio. La tradizione lo lega a particolari festività come quelle natalizie, la pasqua e la ricorrenza della Madonna di Anglona: i rotondellesi usavano recarsi in pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Anglona e u’pastizz rtunnar si prestava come un pranzo facile da trasportare.

La ricetta da turismoIT

La ricetta: “Pastizz” di Rotondella. Ingredienti: Per la pasta: farina, di grano duro, strutto, acqua, olio extravergone di oliva, sale. Per il ripieno: carne di maiale, formaggio (meglio se stagionato e grattugiato come grana, parmigiano o pecorino), uova, prezzemolo tritato, aglio, sale, pepe, olio extravergine di oliva. Dopo aver lavorato gli ingredienti dell’impasto fino ad ottenere un panetto di consistenza soda ed omogenea che lascerete riposare per circa un’ora, cominciate a preparare il ripieno tagliando la carne di maiale in pezzetti piccolini ed unendo le uova, il formaggio, l’olio, il sale e il pepe. Stendete, quindi, l’impasto ed al centro di ogni calzone sistemate dell’abbondante ripieno. Ripiegate, quindi, a metà il calzone e sigillate delicatamente i bordi con le dita o con i rebbi di una forchetta. Spennellate la superficie con dell’uovo, poi infornate fino ad ottenere l’invitante doratura sulla superficie.

Ultimi articoli in Appuntamenti

Torna su