Scanzano Jonico capitale per un giorno “Nostos – Teatro del Ritorno” – 5 Luglio 2019

in Appuntamenti

Le radici classiche di Scanzano Jonico e di tutto il Metapontino rivivranno attraverso il teatro e la riscoperta del territorio.
É la ricetta di “Nostos – Teatro del Ritorno”, il tema scelto per la giornata di venerdì 5 luglio 2019, quando Scanzano Jonico sarà Capitale Europea per un giorno.
L’iniziativa, che rientra nel progetto “Pitagora Rewind. Da Metaponto a Samo” presentato dai comuni di Policoro, Pisticci, Bernalda e Scanzano Jonico e finanziato dalla Fondazione Matera2019, punta a rivitalizzare e rinvigorire le origini magno greche del centro metapontino attraverso la rappresentazione scenica di opere letterarie appartenenti al patrimonio culturale greco e latino, coinvolgendo le realtà culturali presenti sul territorio. Il tutto nel segno di Pitagora, la cui figura ha attraversato le terre joniche segnandone la storia e la memoria.
La giornata di venerdì 5 luglio prenderà il via alle 10.30, in piazza Gramsci, con l’incontro tra le associazioni e i cittadini, momento di coinvolgimento dell’intera popolazione in quella che sarà una grande festa. A seguire ci saranno le visite guidate nel territorio, alla riscoperta del patrimonio monumentale e ambientale di Scanzano: dal sito archeologico di Temitito al faro aragonese di lido Torre, sarà un vero tuffo nel passato curato dalle guide dell’associazione “I Colori dell’Anima”.
Alle 17, nella Corte del Palazzo Baronale, si svolgerà il laboratorio gastronomico “Culture e tradizioni della cucina mediterranea”, a cui parteciperanno le Nonne Chef, testimonial delle consuetudini culinarie della civiltà contadina lucana, che saranno ben liete di confrontarsi con appassionati e amanti della cucina per mescolare tradizione e nuove forme della gastronomia jonica.
Contemporaneamente sarà inaugurata l’esposizione “I colori dell’arte” nella quale artisti locali avranno il compito di raccontare, attraverso le loro opere, le suggestioni del territorio.
Gli arcieri Benedetta Giannantonio e Antonio Caiafa illustreranno la storia del tiro con l’arco dalla sue antiche origini fino ad oggi.
Alle 17.30 spazio alla musica con l’esibizione itinerante dei complessi bandistici che animeranno le strade e i rioni della città, per una vera festa di strada che coinvolgerà grandi e bambini.
In serata il protagonista assoluto sarà il teatro, che animerà il Palazzo Baronale, nel cuore dell’antica borgata rurale di Scanzano.
Alle 19.30 è previsto il momento istituzionale con il saluto delle autorità civili e militari presenti.
Alle 20.30 ci sarà lo spettacolo “Sand Art – La sabbia si fa arte” con l’esibizione di Anna Maria Pagliei, le cui mani riusciranno a creare opere d’arti visuali irripetibili grazie alla sua energia plasmante. Migliaia di granelli di sabbia faranno rivivere le emozioni e le sensazioni dell’arrivo dei greci nel Metapontino: proprio il mar Jonio è il ponte che lega la madrepatria alla Magna Grecia, quelle spiagge che, più di duemila anni fa, assistettero allo sbarco dei coloni in cerca di fertili terre da trasformare per dare vita a una nuova nazione.
Alle 21 andrà in scena “Nostos – Spettacolo di arti sceniche e visive”, di e con Daniele Onorati, un viaggio nella millenaria storia del Metapontino che affonda le sue radici nell’incontro tra le popolazioni italiche e i coloni greci, una commistione mitica tra arte, cultura, scienza e teatro che darà vita alla Magna Grecia, cuore pulsante della storia della costa jonica lucana.